Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
NECC ES S ITA’ MED IC O - VETERINARI E

DAT I FI S IOL OG IC I:

S ubito dopo l’acquis to è n ecess ario portare la
tartar...
In genera le:
- La tartaruga un animale asociale, l’interess e per i
suoi simili si manifesta esclusivamente nella
stagion...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Informazioni tartaruga di terra - Clinica Veterinaria Cinisello

411 views

Published on

Ecco cosa dovete sapere a proposito della tartaruga di terra
Clinica Veterinaria Cinisello
via Monte Nevoso, 16 - Cinisello Balsamo (MI)
Tel/Fax 02.61291211
http://www.clinicaveterinariacinisello.it/
https://www.facebook.com/clinicaveterinariacinisello

Published in: Lifestyle
  • Login to see the comments

  • Be the first to like this

Informazioni tartaruga di terra - Clinica Veterinaria Cinisello

  1. 1. NECC ES S ITA’ MED IC O - VETERINARI E DAT I FI S IOL OG IC I: S ubito dopo l’acquis to è n ecess ario portare la tartaruga dal veterinario per effettuare: - una v is ita ac curata - un es ame delle fec i (anche all’introduzione di nuovi s oggetti) - controllo del pes o durante la cres cita Inoltre s ono co nsigliati controlli periodici, almeno una volta all’an no. Vita M edia: può s uperare i 40 anni Dimorf is mo s es s uale T. Herm anni : il masc hio è più piccolo, la coda più larga e lunga, l’ape rtura cloa cale più dis tante dalla bas e della coda, pias trone concavo, lo s cuto s oprac audale incurvato verso il bass o Dimorf is mo s es s uale T. G raeca: masc hio più piccolo, la coda più larga e lunga, l’apertura cloa cale più dis tante dalla bas e della cod a Dimorf is mo s es s uale T. Hors fieldi: femmine più grandi e mas chi con coda più grande Dimens ioni T. Herma nni: masc hio 12-1 6 cm e femmina 13- 20 cm Dimens ioni T. Gra eca: masc hio e femmina 15-30 cm Dimens ioni T. Ho r eldi : 15-22 C M SEG NI DI MAL AT T IA - Ri fiuta il cibo - T iene la tes ta es tes a e /o la bocc a a perta - C arapace deformato - Occh i gon , chiusi, s colo ocular e - S colo na sal e - L egis laz ion e: So no elenca te nell’A ppendice II del CI T ES e nell’Allegato B del R egolamento CE 272 4/2000, è quindi nec es s ario un documento legale che ne attes ti la regolare importa zione. E ’ inoltre obbligatorio denunciare eventuali nas cite al Co rpo Fores tale dello St ato. lun- ven: 9.00 - 13.00 / 15.00 - 19.30 sabato : 9.00 - 17.00 conti nuato domenica : 9.00 - 17.00 conti nuato preferibilmente su appuntamento Brochure.indd 1 Cl inica Veterinari a Cinisel lo www.clinicaveterinariacinisello.it Tel / Fax 02.612. 912.11 Via Monte Nevoso 16/ 18, sotto i portici 20092 Cinisello Balsamo (MI) Realizzato da: Dott.ssa Eliana Piola Dott.ssa Ste fania Di Paco 23-11-2009 18:22:36
  2. 2. In genera le: - La tartaruga un animale asociale, l’interess e per i suoi simili si manifesta esclusivamente nella stagione dell’accoppiamento - In alcune specie il maschio intraprende lotte furiose con i propri simili per proteggere il proprio territorio - Questo animale ha uno scarso interesse anche per la prole: una volta deposte le uova se ne disinteressa CA R ATTE R IS T ICH E E C OMP OR TAME NTO La T. Herm anni originaria dell’E uropa del s ud: S pagna orientale, Francia meridionale, Co rs ica, Italia centrale e meridionale Albania, B ulgaria, R omania, G recia e Turchia. Il s uo habitat cos tituito dalla macchia mediterranea (colline aride e cespuglios e) La T. G raec a originaria del Nord Africa e il s uo habitat s emiarido, cos tituito da bos caglia e caratterizzato da variazioni s tagionali. Le s pecie provenienti dalle aree meridionali s ono attive d‘inverno (clima mite) e vanno in es tivazione durante l’es tate, mentre le s pecie provenienti dalle regioni s ettentrionali s ono attive in es tate e vanno in letargo d‘inverno. E cco perchè per la buona rius cita del loro allevamento s arebbe utile conos cere la provenienza di ques te tartarughe originaria del K azakistan, La T. Hors fieldi Uzbekis tan, Pakis tan, Afghanis tan, Iran, C ina occidentale. I l s uo habitat cos tituito da des erti roccios i e aridi e s teppe di montagna (fino a 1600 metri di altez za). Dove pres ente frequenta aree con vegetazi one abbondante e pres enza di acqua AL IME NTAZIONE TERRA RI O Ques te s pecie s ono strettamente vegetariane e richiedono una grande quantità di fibra e calcio. C ome per tutti i rettili il pas to deve ess ere s omministrato nelle ore pi c alde della giornata. Verdura fr es c a: ins alata romana, indivia, s carola, cicoria, trifoglio, taras s aco, erba medica, valeriana , zucchine. No legumi F rutta: fico d’india, melone, mela, papaya, kiwi con moderazione F iori: taras s aco, margherite, petali di ros a Integra zion e c on C alc io (c ar bonato), V itam ina D3: nei s oggetti fino ad 1 anno di età tutti i giorni, da 1 a 2 anni 5-6 vv/s ettimana, negli adulti 4-5 vv/s ettimana Ac qua fres ca s empre a dis pos izione La s is tema zione permanente in terrario non cons igliabile, perchè ques ti animal i non vi s i adattano bene. É neces s ario che le tartarughe vengano tenute all’e s terno nei mes i caldi e in un terrario s olo nei periodi pi freddi. C aratteristiche Dimens ioni: a s econda delle dimens ioni e del numero degli anima li S truttura: vasc a in plexiglas s o vetro, aperta nella parte s uperiore F ondo: tappetino verde di erba sintetica Temperatura: - zona calda: 30°-32° C - zona in ombra: 24° C - notturna: 20°-23° C Um idi tà: 65-70% C omponenti del terrario - 1 lampada ris caldante a incandes cenza (60 -100W ), per il punto caldo - 1 lampada UVB 5%-10% (F luker’s ® , ZooMed® ), a s econda della s pecie - Termometro - Ri fugio - Vasc hetta antirovesc iamento per l’acqua, in cui la tartaruga poss a entrare e usc ire s enza difficoltà At tenzione: entrambe le lampade devono rimanere acces e 10-14 ore al giorno. - No crackers, pane, biscotti, griss ini, fette biscottate, cereali, cioccolato, latticini, crocchette per cane o gatto - Verdure e frutta mai fredde da frigo L etargo: É un meccanis mo metabolico caratteristico di ques ti rettili, che s i instaura quando s i ha un abbas s amento della temperatura ambientale. Il letargo s i manifesta con la riduzione delle funzioni vitali dell’animale e, a s econda della s pecie, avviene con modalità e tempis tiche divers e www.clinicaveterinariacinisello.it Brochure.indd 1 23-11-2009 18:22:36

×