Claudio Lattanzi             Soluzioni self service nel punto             vendita                    Comufficio, Roma 9 ot...
INDICE Il Self Service nelle piccole e medie  superfici Software di cassa e soluzioni Self  Service Conclusioni
SCENARIO La liberalizzazione degli orari dei punti vendita  rappresenta un’opportunità di sviluppo per le  piccole e medi...
SCENARIO Negli ultime anni sono cambiate anche le  aspettative del Consumatore nei confronti dei  Retailer     Prezzo gi...
SCENARIO Lattuale fase di crisi sta inoltre evidenziando una  forte tendenza al calo dei consumi ed una  progressiva eros...
SCENARIO Una maggior competitività richiede una scelta di  campo tra miglior servizio o maggiore efficienza              ...
SCENARIO La sfida che vogliamo proporvi è quella di  aumentare la competitività attraverso il recupero  di efficienza e l...
SELF SERVICE L’introduzione del Self Service nelle piccole e  medie superfici può essere la chiave per  interpretare il c...
LE TIPOLOGIE DI SELF SERVICE Il termine Self Service identifica tutte le tecnologie  che consento al Consumatore di svolg...
ALCUNI DATI DI MERCATO Il Self Service è una tecnologia consolidata e  famigliare in tutti i settori    Il settore Retai...
ALCUNI DATI DI MERCATO Nel mercato Retail il numero di installazioni di  impianti Self Service nel mondo è in continua  c...
ALCUNI DATI DI MERCATO Anche la media di unità Self Service installate per  Punto di Vendita nel mercato EMEA è in contin...
IL SELF SERVICE NELLE PICCOLE E MEDIE SUPERFICI L’introduzione del Self Service nelle piccole e  medie superfici pone i R...
Perché introdurre un sistemaSelf Service?
PERCHÉ INTRODURRE UN SISTEMA SELF SERVICE? Dare un migliore servizio ai clienti    Tempo di attesa alla cassa percepito ...
PERCHÉ INTRODURRE UN SISTEMA SELF SERVICE? Migliorare il cash management del negozio    Minori fondi cassa da preparare ...
PERCHÉ INTRODURRE UN SISTEMA SELF SERVICE? Ideale per spese ridotte e ripetitive    Il 65% delle spese nelle piccole e m...
Come si affronta un progetto SelfService?
COME SI AFFRONTA UN PROGETTO SELF SERVICE? L’introduzione del Self Service nella propria rete  vendita non deve essere co...
COME SI AFFRONTA UN PROGETTO SELF SERVICE? L’analisi dei dati di sell-out consente ai Retailer di  definire il modello im...
COME SI AFFRONTA UN PROGETTO SELF SERVICE? La verifica del processo di vendita sulle Casse  Tradizionali consente di defi...
COME SI AFFRONTA UN PROGETTO SELF SERVICE? Unitamente all’analisi dei dati, esistono altri  elementi fondamentali per la ...
Software di cassa e soluzioniSelf Service
IL SOFTWARE DI FRONT END L’introduzione del Self Service in Punto di Vendita  richiede la disponibilità di un software di...
UAKARI POS FRONT END Uakari POS Front End è l’unico software di cassa  in Europa certificato con i principali fornitori d...
L’offerta dei Vendor
REQUISITI DELLE SOLUZIONI SELF SERVICE Design moderno e flessibile    Ampia gamma e componenti modulari    Personalizza...
Costo                                               L’OFFERTA DEI VENDOR           SelfServ 60        SelfServ MINI       ...
Costo                                                                   L’OFFERTA DEI VENDOR         SPS 320             S...
Costo                                                      L’OFFERTA DEI VENDOR          Pay Tower 150      Pay Tower 100 ...
Costo                                L’OFFERTA DEI VENDOR             System6 4888-E1C     System6 4888-             •Smal...
L’OFFERTA DEI VENDOR Self Scanning al servizio dello Scan & Pay    Terminali Datalogic Joya e Motorola MC17    Utilizza...
L’OFFERTA DEI VENDOR Shop Evolution 6 consente ai Retailer di fornire ai  propri consumatori anche la soluzione di Self  ...
Conclusioni
CONCLUSIONI Se l’obiettivo è quello di recuperare competitività  senza aumentare i relativi costi operativi, il Self  Ser...
CONCLUSIONI Le soluzioni di Self Service sono adatte alle  piccole e medie superfici?    In genere si, anche per le picc...
Grazie per l’attenzione   www.ditechonline.itclaudio.lattanzi@ditechspa.it
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Soluzioni self service nel punto vendita

535 views

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
535
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
21
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Diminuzione del volume della spesa a beneficio dei soli prodotti di prima necessità A scapito della classica spesa settimanale
  • Soluzioni self service nel punto vendita

    1. 1. Claudio Lattanzi Soluzioni self service nel punto vendita Comufficio, Roma 9 ottobre 2012
    2. 2. INDICE Il Self Service nelle piccole e medie superfici Software di cassa e soluzioni Self Service Conclusioni
    3. 3. SCENARIO La liberalizzazione degli orari dei punti vendita rappresenta un’opportunità di sviluppo per le piccole e medie superfici  A patto però di non aumentare i relativi costi operativi Gli ultimi 24 mesi hanno inoltre evidenziato un cambio nelle abitudini di spesa delle famiglie italiane  Riduzione dello scontrino medio  Aumento della frequenza di spesa 3
    4. 4. SCENARIO Negli ultime anni sono cambiate anche le aspettative del Consumatore nei confronti dei Retailer  Prezzo giusto e scala prezzi articolata  Servizi personalizzati, anche promozionali  Frequentare più canali, fisici e on line  Confrontare prezzi e prodotti ed avere informazioni  Interagire con una tecnologia amica  Luogo di vendita di prossimità anziché extra urbano 4
    5. 5. SCENARIO Lattuale fase di crisi sta inoltre evidenziando una forte tendenza al calo dei consumi ed una progressiva erosione di marginalità lungo tutti gli anelli della filiera  In calo i canali Libero Servizio ed Ipermercati  In crescita il Discount Si enfatizza ancora di più il tema della competitività Canale Euro/MQ  Modelli di business Libero servizio 3.899  Tra canali distributivi Supermercati 5.336 Ipermercati 7.401 Discount 4.745 5
    6. 6. SCENARIO Una maggior competitività richiede una scelta di campo tra miglior servizio o maggiore efficienza Competitivit à Efficienza Servizio 6
    7. 7. SCENARIO La sfida che vogliamo proporvi è quella di aumentare la competitività attraverso il recupero di efficienza e l’aumento del livello di servizio 7
    8. 8. SELF SERVICE L’introduzione del Self Service nelle piccole e medie superfici può essere la chiave per interpretare il cambiamento in atto  Migliorare il livello di servizio al Consumatore  Estendere gli orari di apertura dei punti di vendita  Ridurre i costi del personale 8
    9. 9. LE TIPOLOGIE DI SELF SERVICE Il termine Self Service identifica tutte le tecnologie che consento al Consumatore di svolgere in autonomia parte o tutta la propria esperienza di spesa  Self Scanning  Self Check Out (Scan & Bag)  Self Scannig+Self Payment (Scan & Pay) 9
    10. 10. ALCUNI DATI DI MERCATO Il Self Service è una tecnologia consolidata e famigliare in tutti i settori  Il settore Retail è molto indietro rispetto agli altri mercati 10
    11. 11. ALCUNI DATI DI MERCATO Nel mercato Retail il numero di installazioni di impianti Self Service nel mondo è in continua crescita  165 Retailer hanno adottato soluzioni Self Service  110.000 unità Self Service installate  39 differenti paesi Per il mercato EMEA è prevista una crescita del 20% per il biennio 2012/2013  80% dell’installato in UK ed Ireland 11
    12. 12. ALCUNI DATI DI MERCATO Anche la media di unità Self Service installate per Punto di Vendita nel mercato EMEA è in continua crescita 12
    13. 13. IL SELF SERVICE NELLE PICCOLE E MEDIE SUPERFICI L’introduzione del Self Service nelle piccole e medie superfici pone i Retailer di fronte ad alcuni quesiti  Perché introdurre un sistema Self Service?  Come si affronta un progetto Self Service? 13
    14. 14. Perché introdurre un sistemaSelf Service?
    15. 15. PERCHÉ INTRODURRE UN SISTEMA SELF SERVICE? Dare un migliore servizio ai clienti  Tempo di attesa alla cassa percepito come inferiore  Acquisti fatti in autonomia e con maggiore privacy  Diminuire le code Fare di più con meno cassieri  Estendere l’orario operativo gestendo meglio la disponibilità del personale  Tenere meno Casse Tradizionali aperte garantendo la stessa capacità di check out 15
    16. 16. PERCHÉ INTRODURRE UN SISTEMA SELF SERVICE? Migliorare il cash management del negozio  Minori fondi cassa da preparare e tenere immobilizzati  Quadratura di fine giornata più veloce Migliorare la sicurezza del negozio  Azzeramento delle rapine stile “bancomat” 16
    17. 17. PERCHÉ INTRODURRE UN SISTEMA SELF SERVICE? Ideale per spese ridotte e ripetitive  Il 65% delle spese nelle piccole e medie superfici è inferiore ai 15 pezzi  Circa il 75% risulta essere inferiore ai 20 pezzi In grado di operare egregiamente anche in modalità assistita  Momenti di picco  Carrelli con spese più voluminose  Assistenza a clienti poco pratici 17
    18. 18. Come si affronta un progetto SelfService?
    19. 19. COME SI AFFRONTA UN PROGETTO SELF SERVICE? L’introduzione del Self Service nella propria rete vendita non deve essere considerato come un progetto tecnologico  La tecnologia Self Service è consolidata  Impatta con la gestione commerciale e marketing  Incide sulla pianificazione del personale di Punto di Vendita  Consente di progettare nuovi modelli di business innovativi 19
    20. 20. COME SI AFFRONTA UN PROGETTO SELF SERVICE? L’analisi dei dati di sell-out consente ai Retailer di definire il modello implementativo ottimale  Percentuale degli utilizzatori potenziali  Definizione del risultato atteso  Per le piccole e medie superfici dal 45% al 60% delle transazioni su Self Service  Dimensionamento unità Self Service  Dimensionamento Casse Tradizionali  Ri-organizzazione del personale di cassa 20
    21. 21. COME SI AFFRONTA UN PROGETTO SELF SERVICE? La verifica del processo di vendita sulle Casse Tradizionali consente di definire il modello ottimale di interazione uomo-macchina  Definizione del work-flow Consumatore  Identificazione dei processi di vendita non automatizzabili o critici  Evidenziazione dei processi di vendita non ottimizzati 21
    22. 22. COME SI AFFRONTA UN PROGETTO SELF SERVICE? Unitamente all’analisi dei dati, esistono altri elementi fondamentali per la buona riuscita di un progetto Self Service  Analisi del layout del Punto Vendita e dei flussi Clienti per la corretta definizione del posizionamento dell’isola Self Service  Progettazione della comunicazione in Punto di Vendita e del materiale marketing per il Consumatore  Definizione del modello formativo e comportamentale  Selezione delle Attendant 22
    23. 23. Software di cassa e soluzioniSelf Service
    24. 24. IL SOFTWARE DI FRONT END L’introduzione del Self Service in Punto di Vendita richiede la disponibilità di un software di cassa progettato in architettura aperta  Motore di vendita indipendente dall’interfaccia utente  Funzioni invocabili come servizi  Tracciatura di ogni singola funzione eseguita 24
    25. 25. UAKARI POS FRONT END Uakari POS Front End è l’unico software di cassa in Europa certificato con i principali fornitori di soluzioni Self Service  NCR Fastlane  Fujitsu UScan  IBM System 6  Wincor Nixdorf Iscan  Datalogic Shop Evolution 6 25
    26. 26. L’offerta dei Vendor
    27. 27. REQUISITI DELLE SOLUZIONI SELF SERVICE Design moderno e flessibile  Ampia gamma e componenti modulari  Personalizzabili per colore e logo del Retailer Facilità di utilizzo per il Consumatore  Disegnate per utilizzo anche da parte di portatori di handicap Semplicità nella manutenzione  Accesso delle componenti da pannello frontale  Eventuali inceppamenti risolvibili anche dal personale di Punto di Vendita 27
    28. 28. Costo L’OFFERTA DEI VENDOR SelfServ 60 SelfServ MINI SelfServ 7350 •Small footprint •Small footprint •Full complement •No cash •No cash •Full recycling •No scale •1-3 Bag 28 28
    29. 29. Costo L’OFFERTA DEI VENDOR SPS 320 SPS 370 Genesis Mini SCO U-Scan Genesis •Small footprint •Small footprint •No Scale •No Cash •Full complement •No cash •No Scale •Full recycling •1-2 Bag •Full recycling •No scale •1-4 Bag 29
    30. 30. Costo L’OFFERTA DEI VENDOR Pay Tower 150 Pay Tower 100 Pos Tower 150 Pos Tower 100 •Small footprint •No scale •No cash •Full complement •No cash •1-3 Bag •1-3 Bag •Full recycling •No scale •1-3 Bag 30
    31. 31. Costo L’OFFERTA DEI VENDOR System6 4888-E1C System6 4888- •Small footprint E11 •No cash •Full complement •No scale •Full recycling •1-3 Bag 31
    32. 32. L’OFFERTA DEI VENDOR Self Scanning al servizio dello Scan & Pay  Terminali Datalogic Joya e Motorola MC17  Utilizzabili mediante l’integrazione fra Uakari POS e Shop Evolution 6 di Datalogic Datalogic Joya Motorola MC17 32
    33. 33. L’OFFERTA DEI VENDOR Shop Evolution 6 consente ai Retailer di fornire ai propri consumatori anche la soluzione di Self Scanning su smart phone  Tecnologia famigliare per i Consumatori  Integrabile con servizi di Lista Spesa  Immagine innovativa del Retailer  Riduzione del numero di terminali in Punto Vendita 33
    34. 34. Conclusioni
    35. 35. CONCLUSIONI Se l’obiettivo è quello di recuperare competitività senza aumentare i relativi costi operativi, il Self Service è una opportunità da considerare  Offrono un servizio aggiuntivo ai Consumatori che vogliono essere autonomi e padroni del proprio tempo  Riducono le ore lavorate in barriera cassa  Consentono di focalizzare il personale sulle attività di area vendita  Garantiscono una maggiore “sicurezza” sul denaro 35
    36. 36. CONCLUSIONI Le soluzioni di Self Service sono adatte alle piccole e medie superfici?  In genere si, anche per le piccole  Abilita l’estensione di orario senza far lievitare i costi  Va progettato correttamente il modello di servizio al Consumatore  Se il pilota da i risultati attesi, la diffusione del modello riduce i costi di implementazione e crea fidelizzazione all’insegna 36
    37. 37. Grazie per l’attenzione www.ditechonline.itclaudio.lattanzi@ditechspa.it

    ×