Il Comune di Capoliveri e l'uso dei Social Media

650 views

Published on

L'esperienza di un piccolo ufficio stampa di un piccolo comune turistico nell'era dei social media. Webinar Formez - Giugno 2013

Published in: Social Media
1 Comment
4 Likes
Statistics
Notes
  • Mi piace l'aspetto critico e propositivo. Ho avuto modo di stare l'Elba e personalmente ho notato un aspetto, molto sofferto della visione della rete, una sorta di implicita sudditanza a Tripadvisor, visto come unico 'social' utile alle attività turistiche. Mentre il lavoro che continua a proporre Capoliveri si diffonde in modo più naturale su altri canali (mi piacciono le vostre foto su Instagram), vi auguro di trovare sempre più supporto dalla gente del posto.
    l'Elba è un'isola che merita tutte le attenzioni che gli dedicate.
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
No Downloads
Views
Total views
650
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
28
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
1
Likes
4
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Screenshot della home del portale istituzionale del Comune di Capoliveri a cui sono collegati i nostri principali account sui social media
  • La stampa nazionale dà rilievo all’utilizzo dei social media nella PA e negli Enti Locali. Capoliveri parametrata come uno dei casi degni di grande attenzione. Semplificazione “giornalistica”, ma segno forte che questo nuovo modo di comunicare è davvero entrato nelle istituzioni, con rislutati tutti da capire, di sicuro da migliorare.
  • Il Comune di Capoliveri e l'uso dei Social Media

    1. 1. Capoliveri • • su Twitter (https://twitter.com/CaputLiberum) L’esperienza di Capoliveri (comune di circa 3800 abitanti all’isola d’Elba, Livorno) nell’era dei social media e dei low budgets. Focus: l’uso sperimentale di Twitter da parte di una amministrazione locale della terza isola italiana. 1
    2. 2. L'esperienza di un piccolo ufficio stampa istituzionale nell'era dei nuovi media e della multimedialità. • • • • Situazione iniziale: ho iniziato il lavori di addetto stampa del Comune di Capoliveri nel 2006. Sola, una scrivania, un pc, no budget. Nel II semestre del 2009 ho aperto la pagina fan del Comune di Capoliveri su FB. Obiettivi da raggiungere. Cosa mi hanno chiesto: comunicare Capoliveri. Diffondere le iniziative, gli eventi i progetti dell'amministrazione comunale e delle realtà associazionistiche del territorio. Comunicazione istituzionale classica. Comunicati stampa, rapporti con i media locali, un po' di comunicazione interna. Opportunità da sfruttare. Tirare fuori qualcosa di nuovo, costruire una redazione diffusa che coniasse uno stile proprio e rendesse interessante e fresco i lavori di volta in volta assegnati. L’Ufficio stampa come crocevia, come mediatore culturale, come perno, come facilitatore di contatti tra persone, professionalità, esigenze, territori. 2
    3. 3. Punto di partenza: che cosa e' utile per la collettività qui? Proviamo a sperimentare l’espressività della società locale raccontando il quotidiano, dando l’opportunità di mettere in luce risorse e talenti del territorio 3
    4. 4. Mettere in circolazione i contenuti rilevanti del territorio e della società locale 4
    5. 5. Il mio ufficio oggi 5
    6. 6. La collaborazione con Officina Turistica • • • • • • • 24-25 maggio 2010. BTO (Buy Tourism Online) delle Isole si svolge a Portoferraio: il mondo della promozione turistica sul web arriva all’Elba. Inizia così l’avventura di Capoliveri Web marketing e amicizia = Robi Veltroni (direttore marketing di un grande albergo) + Claudia Lanzoni (addetto stampa di un comune dell’Elba), ovvero la passione per il proprio lavoro e per un territorio + la disponibilità a sperimentare di una piccola amministrazione comunale che investe sui buoni progetti = innovazione. un lavoro di squadra homemade produce effetti concreti di aggregazione e proposte nuove I blog tour e la promozione del territorio (Robi) Alla scoperta dell’autenticità del territorio (mie letture critiche, capacità di tematizzare) Natura, società, cultura ed eventi narrati con modalità fresche in tempo reale da giovani storyteller chiamati da Officina. Miniere, spiagge, natura, eventi arrivano finalmente sul web. E’ l’inizio della costruzione di una identità digitale di un territorio smembrato. 6
    7. 7. Dal marzo 2011 gli uffici turistici dell’APT dell’Isola d’Elba sono stati chiusi. A questo proposito si legga la bella lettera - testimonianza di Manuela Magnoni, pubblicata su La Repubblica Firenze il 3 marzo 2011. ( http://ricerca.repubblica.it /repubblica/archivio/repubblica/2011/03/03/senza-apt-elba-standard. html) Da allora il Comune di Capoliveri si fa promotore di una gestione associata per la promozione turistica dell’Elba che sarà finanziata con i proventi della Tassa di sbarco introdotta nell’estate 2013. Gli otto comuni dell’Elba a oggi devono ancora decidere su cosa investire gli introiti. Nel frattempo che si fa? Si fa da sé. Come? Per fortuna ci sono i social media. 7
    8. 8. INSPIRING US - Abbiamo cercato di fare “Invertising” • • Come suggerisce il noto pamphlet di Paolo Iabichino: “Invertising”, ed. Guerini e Associati, 2009, ho cercato di cambiare il senso di marcia della comunicazione del territorio. Dalla promozione turistica “strillata” alle narrazioni quotidiane a più voci in realtime. Abbiamo cercato di intercettare gli spazi di dialogo contemporanei, soprattutto nel web 2.0, dove le persone si ritrovano. Obiettivo: diffondere il GENIUS LOCI dell’Elba e dialogare con persone che condividono con noi l’attenzione, la sensibilità, l’amore per questo territorio. 8
    9. 9. LA COSTRUZIONE DEI CONTENUTI Cosa ho fatto insieme alle persone che hanno collaborato con me (video Auguri da Capoliveri https://vimeo.com/33777633 + video Trionfo di Bacco making of http://www.youtube.com/watch?v=Y2VCyDTNPVE) • • • Abbiamo individuato temi distintivi e identitari del territorio; abbiamo avviato un percorso di storytelling partecipativo, una narrazione quotidiana e corale della comunità locale; abbiamo creato ambiti di ascolto e dialogo con la cittadinanza. In seconda istanza, attraverso i vari ambiti comunicativi (blog, social media, media tradizionali), abbiamo avviato un rispecchiamento della comunità e un percorso di autostima sociale, per abbattere i muri psicosociali costruiti dalla condizione di isolamento tipici dell'insularità, e in particolare di un paese che si sente isola in un’isola. Abbiamo provato a creare occasioni in cui la comunità locale potesse sperimentare le proprie potenzialità; abbiamo provato a inserire i temi locali nel flusso mainstream delle notizie (con twitter soprattutto); abbiamo reso interessante il lifestyle capoliverese (notiziabilità del paese) . Abbiamo cercato di dare visibilità alla ricchezza di temi e di progetti virtuosi di un territorio fortemente estetico secondo i codici comunicativi contemporanei. 9
    10. 10. Organigramma di lavoro S in d a c o + c o n s ig lie re c o m u n a le c o n d e le g a a l T u r is m o U f f i c io S t a m p a f u n z io n e d i r a c c o r d o t r a o r g a n i d i v e r t i c e e c o ll a b o r a t o r i C a p o re d a tto re S o c ia l M e d ia E d it o r O f f ic in a T u r is t ic a F o to g r a fi V id e o m a k e rs 10
    11. 11. I soggetti coinvolti: i nodi della rete 11
    12. 12. Avvicinare le persone al territorio • Attraverso i meccanismi di condivisione di stati d’animo sul web 2.0 - dinamiche note e potenti - abbiamo avvicinato persone che condividono con noi L’AMORE PER L’ELBA. 12
    13. 13. PIANO DELLA COMUNICAZIONE – L’inserimento dei media sociali • Attraverso una delibera di giunta comunale nel 2011 abbiamo dichiarato l’attivazione di canali istituzionali sui principali social networks. Per ciascun media sociale abbiamo definito la finalità istituzionale. La pagina FB è gestita dall’addetto stampa ma anche dai consiglieri comunali, tutti gli altri socIal media vengono aggiornati dall’addetto stampa. Niente altro. 13
    14. 14. A ogni network il suo carattere. Come si muove Capoliveri sui Social Media. I punti di forza del nostro ecosistema social • • • • • Facebook la voce di una community che si specchia, il paese legge e commenta Informazioni di servizio, dal consiglio comunale agli orari della guardia medica turistica, dal prodotto a km zero al buongiorno vista mare Twitter, spot con hashtags in 140 caratteri e l'inserimento della promozione del territorio anche in inglese nel mainstream della comunicazione Instagram, le polaroid emozionali del territorio, istanti di vita ed estatica meraviglia in tempo reale, Visual storytelling, la bellezza in un pic, potentissimo Youtube e Vimeo: diffusione dei progetti tramite video, sia i nostri che di chi passa da Capoliveri e fa riprese Pinterest: l’estetica in evidenza. Network perfetto per inserire la bellezza del paesaggio elbano tra persone che hanno già un forte senso estetico. 14
    15. 15. PIANO DELLA COMUNICAZIONE – LA LINEA REDAZIONALE: cucire gli strappi, accorciare le distanze, unire le persone intorno a un claim forte: We love Capoliveri • A cosa ci siamo ispirati? Su TW siamo consapevoli che i follower non sono elbani meno che meno capoliveresi. Sono piuttosto i turisti o persone socialmente evolute dal punto di vista informatico. Primo obiettivo: bypassare il gap fisico e mentale dell’insularità. L’Elba non ha più promozione turistica. Poco interessante, qui, diffondere notizie di servizio, utilities a chi non vive sull’isola, a chi ha molto di più di noi da questo punto di vista. Molto più utile – pensando a un territorio che vive di TURISMO – condividere ciò che sta alla base di ogni scelta di vacanza. Il messaggio che l’Elba è bella, che Capoliveri é un paese magico, dove si vive immersi nella bellezza naturale, 365 giorni l’anno. Con la speranza di far nascere affezione per l’Elba in chi ci intercetta, di chiamare a raccolta chi ama questo territorio. Su Tw abbiamo provato a mantenere vivo nell’immaginario collettivo l’immagine di questo splendido fazzoletto di terra in mezzo al mediterraneo. 15
    16. 16. CAPOLIVERI SU TWITTER 16
    17. 17. COSA TWITTA CAPOLIVERI - LO STORYTELLING DEL MOOD INSULARE • • • • • Convocazione dei consigli comunali; corsi di ginnastica, eventi, concerti, ecc. questo perché é bene che si sappia che qui c’è una vita sociale, intensa d’estate, lenta e raccolta d’inverno, ma c’è 365 l’anno. Soprattutto cerco di comunicare l’atmosfera estatica generata dalle bellezze naturalistiche, i colori, i silenzi o il clamore estivo, la vita semplice del “fuori stagione”, che è quello che da lontano affascina chi vive in città, a cui invece la promozione turistica “tradizionale” non dà valore. Per dire: l’Elba c’è, Capoliveri é un paradiso terrestre, vivo tutto l’anno, guardate che bella luce c’è qui oggi, che paesaggio mirabile, sembra di essere immersi in un quadro vivente. Questo è un sentimento autentico, provato da chiunque viva qui, 365 giorni l’anno. Rispondo ai follower, spesso le persone che ci seguono e interagiscono con noi sono sempre le stesse, gli affezionati. Faccio girare i post del portale istituzionale, ricordando così che qui si può consultare uno strumento complesso che contiene un sacco di documenti legali e amministrativi importanti, poco frequentato. Questo mi serve per far sapere che qui si coltiva legalità. Ce n’è bisogno perché la distanza tra istituzione e cittadini è ampia. Su twitter ci leggono da lontano, è bene che si sappia che anche in questo territorio considerato bello e… basta, si osserva la legge e c’è una alacre attività amministrativa, corretta, aperta. Spesso aggiungo una sorta di piccola rassegna stampa, selezionando news di servizio pubblico, rigorosamente cronaca bianca, mai politica. Centralità delle immagini ( la foto del giorno, a volte presa da www.elbareport.it, a volte postata da me, miei pics) Storytelling fotografico in inglese: istanti da condividere col pubblico vasto (#sunset #sunrise #shore #sun #sky #beauty #elba capoliveri) 17
    18. 18. Molte le cose da migliorare • C’è bisogno di una razionalizzazione degli account, sono troppi, ci portiamo via traffico l’un con l’altro, ma andiamo lenti e questo si sa non va bene con i social media. Sono in attesa da mesi che il consigliere comunale prenda delle decisioni, i nostri collaboratori web marketing pazientano (Officina Turistica) • Le metriche le fa Officina Turistica sui suoi accounts, non su quelli istituzionali gestiti dall’ufficio stampa. 18
    19. 19. Vantaggi e difficoltà • • Vantaggi: La fiducia e la disponibilità all'ascolto dell'amministrazione, il coraggio di sperimentare nuove forme di comunicazione e mettere a prova collaborazioni con soggetti non istituzionali con lo scopo di trovare nuovi linguaggi, stili freschi e un’estetica distintiva, per promuovere l'immagine del territorio. Difficoltà: mancanza di una visione d'insieme insulare. Difficile fare rete, costruire insieme ad altre porzioni dell'isola. Se ci riusciamo i progetti durano poco nel tempo, raggiunto un successo poco dopo le persone si mettono a litigare su qualche aspetto del progetto. 19
    20. 20. Vivicapoliveri su Twitter 20
    21. 21. Primi risultati • La comunicazione + il web sociale facilitano le connessioni tra persone • La comunicazione + il web sociale sono ricerca: permettono di intercettare altre persone, altri progetti e condividerli • La comunicazione + il web sociale sono energizzanti, tra istituzioni e cittadini tendono a diffondere un sentimento reciproco di fiducia. • In un territorio in cui comunicare è prassi poco consolidata, stiamo mostrando che comunicare è bello, utile, fa bene alle istituzioni e ovviamente ai cittadini. Anche la cosiddetta propaganda in realtà, qui, è servita a muovere l’opinione pubblica, propensa al commento sotterraneo che non si traduce in azione pubblica. 21
    22. 22. Capoliveri fa notizia! La stampa nazionale dà rilievo all’utilizzo dei social media nella PA e negli Enti Locali. Capoliveri parametrata come uno dei casi degni di attenzione. Semplificazione “giornalistica”, segno forte che questo nuovo modo di comunicare é entrato nelle istituzioni, con risultati tutti da capire, di sicuro da migliorare. 22
    23. 23. Oggi si parla di più e bene di Capoliveri, sia sull’isola che fuori. Capoliveri inizia ad avere maggiore visibilità nel web 2.0. • • • • • Abbiamo dato l’occasione a molte persone di avere più visibilità, di mettersi alla prova, di mostrare le proprie capacità. Sono saltati fuori dei veri e propri talenti, si è creata come una piccola koiné locale, una sorta di redazione diffusa, una rete di persone che collaborano. Abbiamo avviato una relazione fiduciaria con la nostra comunità di riferimento con l’obiettivo comune vitalizzante di diffondere la condizione del vivere qui narrata con la voce più autentica, quella dei suoi principali attori: i cittadini. I media tradizionali hanno messo in luce l’originalità della nostra esperienza, soprattutto per la nostra piccola scala e per la vivacità delle interazioni che sono state misurate (da chi ci ha misurato). Nel web grazie al passaparola, l’esperienza di Capoliveri fa parlare di sé, le persone che hanno collaborato con noi si fanno promotori del loro lavoro, attivando una curiosità per un’amministrazione che accoglie le proposte interessanti e prova a metterle in pratica, anche se ha poche risorse economiche da investire. Questo sta facendo capire all’amministrazione locale che le risorse professionali esistono anche all’interno del territorio insulare. 23

    ×