Giovani e alcol

5,034 views

Published on

di Simone M., 2^ istituto tecnico commerciale

Published in: Education, Business
  • Be the first to comment

Giovani e alcol

  1. 1. Effetti dannosi del consumo di ALCOL<br />di Simone M., 2^ istituto tecnico commerciale<br />
  2. 2. Alcolemia<br />Gli effetti dell’alcol sul comportamento e alla guida dipendono dalla concentrazione di alcol etilico nel sangue: “alcolemia”<br />photo © ilquotidiano.it<br />
  3. 3. Il consumo di alcol altera la coordinazione motoria<br />La coordinazione motoria è il funzionamento armonico e sincronizzato di ogni parte del nostro corpo, che ci permette di effettuare movimenti coordinati e di mantenere l’equilibrio.<br />
  4. 4. Effettisulladieta<br />3 bicchieri di vino da 125 ml = circa 250 kcal<br />Se si assumono tutti i giorni, in un anno = ca. 91 000 kcalcheassociate ad unadieta normaledeterminanounaumento di pesoannuale di …<br />12 kg !!!<br />
  5. 5. L’attuale Codice della Strada stabilisce il limite massimo di alcolemia allo 0,5‰…ma quanto possiamo bere prima di arrivare a tale limite?<br />Dipende da molti fattori…<br />
  6. 6. Europa: l’alcol alla guida è la prima causa (evitabile) di morte tra i giovani<br />I decessi da incidente stradale rappresentano la causa più frequente di morte per i giovani in Europa.<br />photo © 2008 Craig ONeal <br />
  7. 7. Europa: l’alcol alla guida è la prima causa (evitabile) di morte tra i giovani<br />Secondo le statistiche, i giovani di età compresa tra i 18 e i 24 anni sono quelli per i quali è più elevato il rischio di determinare o subire un incidente.<br />photo © 2008 Craig ONeal <br />
  8. 8. Europa: l’alcol alla guida è la prima causa (evitabile) di morte tra i giovani<br />Anche in Italia, l’alcol alla guida rappresenta la prima causa di decesso tra i giovani (circa 2800/anno).<br />photo © 2008 Craig ONeal <br />
  9. 9. Alcol e guida: nessun limite di consumo è sicuro<br />L’alcol influisce sempre negativamente sulle prestazioni psicomotorie e sul giudizio alla guida.<br />photo © 2010 ER24 EMS (Pty) Ltd.<br />
  10. 10. Alcol e guida: nessun limite di consumo è sicuro<br />Non esistono limiti di basso consumo da considerarsi più sicuri: le abilità alla guida risultano compromesse anche a livelli di consumo molto bassi.<br />photo © 2010 ER24 EMS (Pty) Ltd.<br />
  11. 11. Alcol e guida: nessun limite di consumo è sicuro<br />La ricerca mondiale ha dimostrato una forte riduzione negli incidenti stradali anche mortali quando i livelli di alcolemia consentiti sono stati abbassati.<br />photo © 2010 ER24 EMS (Pty) Ltd.<br />
  12. 12. Allungamento dei tempi di reazione e del tempo di frenata<br />Il tempo di reazione è l’intervallo che intercorre tra l’esposizione allo stimolo e l’emissione della risposta. <br />
  13. 13. Allungamento dei tempi di reazione e del tempo di frenata<br />I tempi di reazione variano da individuo ad individuo, e da momento a momento per ogni persona. <br />
  14. 14. Allungamento dei tempi di reazione e del tempo di frenata<br />Rispetto ai tempi medi, la reazione può essere anticipata o ritardata da fattori diversi.<br />
  15. 15. Classificazione OMS delle tipologie dei LIVELLI Dl RISCHIO alcol-correlato (terminologia ICD 10)<br />CONSUMO RISCHIOSO (“hazardous”) : un livello di consumo o una modalità del bere che possono determinare un rischio nel caso di persistenza di tali abitudini.<br />
  16. 16. Classificazione OMS delle tipologie dei LIVELLI Dl RISCHIO alcol-correlato (terminologia ICD 10)<br />CONSUMO DANNOSO (“harmful”): una modalità di consumo alcolico che causa danno alla salute, a livello fisico o mentale. <br />photo © 2009 Rachel Carter<br />
  17. 17. Classificazione OMS delle tipologie dei LIVELLI Dl RISCHIO alcol-correlato (terminologia ICD 10)<br /> A differenza del consumo a rischio, la diagnosi di consumo dannoso può essere posta solo in presenza di un danno alla salute del soggetto.<br />photo © 2009 Rachel Carter<br />
  18. 18. Classificazione OMS delle tipologie dei LIVELLI Dl RISCHIO alcol-correlato (terminologia ICD 10)<br />ALCOLDIPENDENZA: insieme di fenomeni fisiologici, comportamentali e cognitivi in cui l'uso di alcol riveste per l’individuo una priorità sempre maggiore rispetto ad abitudini che in precedenza avevano ruoli più importanti. <br />photo © 2008 Γιώργος σιγά μην πω...<br />
  19. 19. Classificazione OMS delle tipologie dei LIVELLI Dl RISCHIO alcol-correlato (terminologia ICD 10)<br /> ALCOLDIPENDENZA: la caratteristica predominante è il continuo desiderio di bere. <br />photo © 2008 Γιώργος σιγά μην πω...<br />
  20. 20. Classificazione OMS delle tipologie dei LIVELLI Dl RISCHIO alcol-correlato (terminologia ICD 10)<br /> ALCOLDIPENDENZARicominciare a bere dopo un periodo di astinenza si associa spesso alla rapida ricomparsa delle caratteristiche della sindrome.<br />photo © 2008 Γιώργος σιγά μην πω...<br />
  21. 21. Livelli di rischio e criteri di intervento<br />
  22. 22. Consumatori a rischio<br />Si definiscono a rischio i consumi quantitativi oltre i quali gli effetti dell’alcol influiscono negativamente sull’individuo. <br />Le Linee guida italiane per una sana alimentazionehanno definito i livelli di consumo a rischio per le diverse categorie di persone.<br />
  23. 23. Consumatori a rischio<br />
  24. 24. Consumatori a rischio<br />E’ inoltre a maggior rischio il consumo in un’unica occasione di 5 o più bevande alcoliche (bingedrinking).<br />photo © 2008 Jo Anna Barber<br />
  25. 25. Consumatori a rischio: il criterio dell’ISS<br />le donne che eccedono i consumi di 20 grammi di alcol al giorno (1-2 Unità Alcoliche, UA);<br />
  26. 26. Consumatori a rischio: il criterio dell’ISS<br />le donne che eccedono i consumi di 20 grammi di alcol al giorno (1-2 Unità Alcoliche, UA);<br />gli uomini che eccedono i 40 grammi di alcol al giorno (2-3 UA);<br />
  27. 27. Consumatori a rischio: il criterio dell’ISS<br />le donne che eccedono i consumi di 20 grammi di alcol al giorno (1-2 Unità Alcoliche, UA);<br />gli uomini che eccedono i 40 grammi di alcol al giorno (2-3 UA);<br />tutti i giovani di età inferiore ai 15 anni che assumono una qualsiasi quantità di bevande alcoliche;<br />
  28. 28. Consumatori a rischio: il criterio dell’ISS<br />le donne che eccedono i consumi di 20 grammi di alcol al giorno (1-2 Unità Alcoliche, UA);<br />gli uomini che eccedono i 40 grammi di alcol al giorno (2-3 UA);<br />tutti i giovani di età inferiore ai 15 anni che assumono una qualsiasi quantità di bevande alcoliche;<br />i giovani tra i 16 ed i 18 anni che consumano più di 1 UA al giorno;<br />
  29. 29. Consumatori a rischio: il criterio dell’ISS<br />le donne che eccedono i consumi di 20 grammi di alcol al giorno (1-2 Unità Alcoliche, UA);<br />gli uomini che eccedono i 40 grammi di alcol al giorno (2-3 UA);<br />tutti i giovani di età inferiore ai 15 anni che assumono una qualsiasi quantità di bevande alcoliche;<br />i giovani tra i 16 ed i 18 anni che consumano più di 1 UA al giorno;<br />gli ultra 65enni, che eccedono il consumo di 1 UA al giorno;<br />
  30. 30. Consumatori a rischio: il criterio dell’ISS<br />le donne che eccedono i consumi di 20 grammi di alcol al giorno (1-2 Unità Alcoliche, UA);<br />gli uomini che eccedono i 40 grammi di alcol al giorno (2-3 UA);<br />tutti i giovani di età inferiore ai 15 anni che assumono una qualsiasi quantità di bevande alcoliche;<br />i giovani tra i 16 ed i 18 anni che consumano più di 1 UA al giorno;<br />gli ultra 65enni, che eccedono il consumo di 1 UA al giorno;<br />TUTTI gli individui che concentrano in un'unica occasione di consumo l’assunzione di oltre 6 UA di una qualsiasi bevanda (bingedrinking).<br />
  31. 31. La diffusione dei comportamenti a rischio tra i giovani: tra gli 11 ed i 18 anni<br />il 22,4 % dei ragazzi e il 13 % delle ragazze ha uno stile di consumo di alcol dannoso o rischioso.<br />photo © 2004 Peter Burgess<br />
  32. 32. La diffusione dei comportamenti a rischio tra i giovani: tra gli 11 ed i 18 anni<br />MAX maschi in Piemonte e Trentino Alto Adige; <br />MAX femmine in Veneto e Trentino Alto Adige. <br />539.149 ragazzi & 299.651 ragazze seguono uno stile di consumo di alcol dannoso o rischioso.<br />photo © 2004 Peter Burgess<br />
  33. 33. La diffusione dei comportamenti a rischio tra i giovani: tra i 19 e i 24 anni<br />il 25,3 % ragazzi e il 10,4 % delle ragazze ha uno stile di consumo di alcol dannoso o rischioso.<br />photo © 2009 ChicagoGeek<br />
  34. 34. La diffusione dei comportamenti a rischio tra i giovani: tra i 19 e i 24 anni<br />MAX maschi in Valle d’Aosta ed Emilia Romagna; <br />MAX femmine in Liguria e Trentino Alto Adige.<br />456.589ragazzi & 184.606ragazze seguono uno stile di consumo dannoso o rischioso di alcol.<br />photo © 2009 ChicagoGeek<br />
  35. 35. Fonte dei dati: sito web dell’Istituto Superiore di Sanità, Ministero della Salute.<br />

×