Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

La Torino di domani: partecipazione e trasparenza

186,118 views

Published on

Dodicesima tappa di presentazione del programma elaborato dal gruppo di lavoro Partecipazione e Trasparenza, che è stato sviluppato secondo tre linee guida principali: informazione e trasparenza, consultazione e deliberazione, con l'obiettivo principale di porre il cittadino al centro della vita amministrativa della Città e garantire la totale trasparenza dell’attività amministrativa di governo della Città.

Published in: News & Politics
  • Be the first to comment

La Torino di domani: partecipazione e trasparenza

  1. 1. WWW.CHIARAAPPENDINO.IT PARTECIPAZIONE E TRASPARENZA
  2. 2. VALORI E PRINCIPI
  3. 3. •art. 118 Costituzione Italiana, Titolo V: (…) Stato, Regioni, Città Metropolitane, Province e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di SUSSIDIARIETA’ •Mettere il cittadino al centro della vita amministrativa della Città •Garantire la totale trasparenza dell’attività amministrativa di governo della Città VALORI E PRINCIPI
  4. 4. •Condividere e rafforzare con i cittadini le scelte di governo della Città •Favorire l’aggregazione dei cittadini attraverso percorsi partecipativi •Promuovere il senso di appartenenza alla comunità urbana •Sviluppare l’interazione tra cittadinanza e amministrazione •Garantire il confronto costante tra amministratori e cittadini •Potenziare l’interazione fra amministrazione e cittadini VALORI E PRINCIPI
  5. 5. SITUAZIONE ATTUALE
  6. 6. •Legge n. 33/2013 Amministrazione trasparente. A Torino è applicata formalmente ma risulta difficile l’accesso ai dati e alle informazioni (dati di bilancio, delibere comunali, bandi, progetti pubblici e privati con ricadute su interesse pubblico) •I servizi di relazione col cittadino (URP e Circoscrizioni) hanno un ruolo marginale e non riescono ad essere un punto di riferimento per i cittadini •Scarse occasioni di consultazione dei cittadini •Difficoltà d’intervento da parte dei cittadini a livello deliberativo (es.referendum abrogativi mai presentati) LA SITUAZIONE ATTUALE
  7. 7. - ISTANZA AL SINDACO, per fare segnalazioni o chiedere informazioni direttamente al Sindaco - PETIZIONE POPOLARE, con 300 firme si può presentare una petizione in Consiglio Comunale - DELIBERA POPOLARE, 1500 firme, 5000 firme per modificare lo Statuto. La delibera viene discussa e votata dal Consiglio. I proponenti non possono intervenire durante la discussione in Consiglio. - REFERENDUM CONSULTIVO, REFERENDUM ABROGATIVO. (strumento mai utilizzato) - REGOLAMENTO BENI COMUNI - Il BILANCIO PARTECIPATIVO (sperimentato nella Circoscrizione 7 ed ora in fase di sperimentazione nella Circoscrizione 1) - REFERENDUM PROPOSITIVO (di recentissima adozione su spinta del M5S) LA SITUAZIONE ATTUALE - STRUMENTI DI PARTECIPAZIONE
  8. 8. PROPOSTE M5S
  9. 9. Contributi video su: ● Proposta di legge su Referendum Confermativo, Propositivo e Abrogativo senza quorum e senza limiti di materia (R. Fraccaro) ● Proposta di legge su trasparenza ammistrativa (A.Tofalo) ● Proposta di legge sulla trasparenza e pubblicità degli statuti e dei bilanci delle fondazioni e delle associazioni che finanziano la politica (A. Airola) ● Proposta per migliorare la normativa sugli enti locali sciolti per infiltrazione mafiosa (R.Nuti) ● Estensione dell’OIV (Organismo Indipendente di Valutazione della performance - trasparenza e lavoro - introdotto con legge Brunetta n. 150/2009) a Comuni, Province e Regioni (F.Businarolo) ● Estensione connettività banda larga (C.Sibilia) ● Proposta di legge liste pulite (A.Bonafede) LE PROPOSTE ATTUALI DEL M5S
  10. 10. Il processo partecipativo efficace è basato su: INFORMAZIONE e TRASPARENZA costituiscono la base di partenza per i due punti successivi di consultazione e deliberazione: i cittadini trovano facilmente tutte le informazioni ( e le opportunità di partecipazione disponibili (dati di bilancio, delibere comunali, bandi, progetti di grande scala…) CONSULTAZIONE della cittadinanza: i cittadini vengono consultati regolarmente per il governo della Città DELIBERAZIONE: i cittadini hanno la possibilità di influire sulle scelte anche strategiche della propria città CHE PARTECIPAZIONE ABBIAMO IN MENTE?
  11. 11. I NOSTRI OBIETTIVI
  12. 12. INFORMAZIONE E TRASPARENZA
  13. 13. Una amministrazione trasparente passa attraverso una informazione chiara e diretta ed è la base per la costruzione di una partecipazione consapevole. L’obiettivo è garantire: ●la semplificazione nell’accessibilità ai servizi dedicati al cittadino ●la totale trasparenza nella gestione economica e finanziaria della macchina comunale (bilancio trasparente: spese pubbliche,tasse, trasferimenti statali,dagli archivi ai dati statistici, economici, delibere, pratiche edilizie o commerciali, le informazioni sui lavori del consiglio, l’informazione sulle opportunità di partecipazione) ●la totale trasparenza dei processi decisionali di Comune e Circoscrizioni I NOSTRI OBIETTIVI (Informazione e Trasparenza)
  14. 14. CONSULTAZIONE
  15. 15. I NOSTRI OBIETTIVI (Consultazione) ● Sostenere processi di consultazione dei cittadini finalizzati a: - raccogliere proposte - evidenziare criticità - creare dibattito pubblico (informazione e raccolta feedback) ● Promuovere la conoscenza degli strumenti esistenti (previsti dallo statuto di Torino) ai cittadini ● Istituzionalizzare il coinvolgimento dei fruitori di un servizio pubblico nella programmazione dello stesso ● Garantire l’attenzione del Consiglio sulle petizioni popolari, sulle delibere di iniziativa popolare assicurandone tempi certi di presa in carico
  16. 16. DELIBERAZIONE
  17. 17. I NOSTRI OBIETTIVI (Deliberazione) ● Prevedere nuovi strumenti di partecipazione a carattere vincolante per l’amministrazione finalizzate ad attuare le proposte dei cittadini ● Garantire continuità nei processi partecipativi di gestione del bilancio ● Sostenere la possibilità per i cittadini di prendere in carico la gestione di beni pubblici (regolamento beni comuni)
  18. 18. AZIONI
  19. 19. AZIONI - INFORMAZIONE E TRASPARENZA
  20. 20. ● Innovare il sistema informativo comunale che gestisca dati e informazioni in modo chiaro, fruibile e funzionale - revisione portale comunale ● Utilizzo prevalente di software libero e open source - sviluppo e applicazione di un progetto open data (adesione a Open Municipio) ● Digitalizzazione (generazione digitale dei documenti) e pubblicazione atti amministrativi anche in forma semplificata ● Diffusione dell’accesso ad internet gratuito in tutta la città nelle zone pubbliche dalle periferie al centro AZIONI CONCRETE (Informazione e Trasparenza)
  21. 21. ● Incrementare punti di accesso gratuito alla rete in strutture pubbliche comunali (Urp, sedi circoscrizionali, biblioteche, case di quartiere…) assistiti da personale formato ● Potenziamento delle funzioni dell’URP rafforzando la funzione di relazione amministrazione-cittadini ● Trasparenza per erogazione contributi economici a cittadini, Enti e Associazioni AZIONI CONCRETE (Informazione e Trasparenza)
  22. 22. AZIONI - CONSULTAZIONE
  23. 23. ● Mettere a sistema e potenziare l’insieme di strumenti per l’interazione tra amministrazione e cittadinanza (BiPart, Decoro Urbano, TO facile) ● Confronto pubblico periodico con Sindaca e Assessori ● Assessorato alla Partecipazione (per il coordinamento dei processi ed enti preposti e coinvolti) ● Utilizzazione di strutture pubbliche esistenti (Case di quartiere, biblioteche…) come punti di riferimento dei processi di partecipazione e di collegamento con la piattaforma informatica interattiva AZIONI CONCRETE (Consultazione)
  24. 24. ● Introdurre il confronto pubblico su opere pubbliche di grande rilievo (debat publique) ● Consentire l’audizione della cittadinanza in Commissione su specifici argomenti (definendone le modalità, Statuto e regolamento) garantendo la presenza dell’assessore di riferimento ● Potenziamento degli attuali strumenti telematici per la partecipazione (TorinoFacile, identità digitale certificata, raccolta firme, consultazioni, votazioni…) AZIONI CONCRETE (Consultazione)
  25. 25. ● Realizzazione di uno strumento telematico (applicazione smartphone) per segnalazioni dei cittadini o per comunicazioni dell’amministrazione ● Consultazione con la cittadinanza su temi rilevanti ma non trattati sul programma ● Possibilità di presentare petizioni in formato telematico ● Introduzione del Question Time del cittadino AZIONI CONCRETE (Consultazione)
  26. 26. AZIONI - DELIBERAZIONE
  27. 27. ● Estensione del Bilancio Partecipativo a tutte le Circoscrizioni e al Comune in modo strutturato (formazione della cittadinanza, continuazione della sperimentazione sulle Circoscrizioni e successiva estensione al livello comunale per temi di rilevanza cittadina) ● Abbassamento del Quorum per i Referendum (sia abrogativo che propositivo; verso Quorum Zero) ● Abbassamento del numero di firme per le proposte di deliberazione di iniziativa popolare ● Processi partecipativi tematici deliberativi AZIONI CONCRETE (Deliberazione)

×