Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

La Torino di domani: L' accessibilità

194,201 views

Published on

Ottava tappa di presentazione del programma M5S per le elezioni comunali di Torino 2016.
Il GDL accessibilità e vivibilità è un gruppo attivo e attento ai problemi dei cittadini, con particolare riguardo alle persone con disabilità. Esse rappresentano una parte significativa della popolazione: ci sono persone in sedia a ruote, ciechi con il bastone bianco, sordi ed una moltitudine di anziani che ci vedono poco, camminano male e sono piuttosto sorde. Aggiungiamo bambini, mamme con passeggini, persone con carichi, ecc. si raggiungono percentuali molto alte.

Il Comune sia per quanto riguarda gli interventi su suolo e spazi pubblici sia per i servizi on-line e per la relazione con i cittadini, DEVE tenere conto di TUTTI i cittadini. Pensare ad una città a misura dei piu’ fragili significa pensare ad una città per TUTTI.

Published in: News & Politics
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

La Torino di domani: L' accessibilità

  1. 1. PROGRAMMA ACCESSIBILITA’ TORINO 2016 WWW.CHIARAAPPENDINO.IT
  2. 2. I NOSTRI VALORI
  3. 3. • INCLUSIONE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ Con una progettazione che, tenendo conto di tutte le fragilità, permetta di avere una città accogliente per tutti. • SEMPLIFICAZIONE Da una burocrazia che rende difficile la vita dei cittadini. • TRASPARENZA Nelle decisioni e negli atti, per una accessibilità reale delle informazioni. • VERA PARTECIPAZIONE Dei cittadini nei processi decisionali della città. I NOSTRI VALORI
  4. 4. CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ
  5. 5. Articolo 1 Scopo 1. Scopo della presente Convenzione è promuovere, proteggere e assicurare il pieno ed eguale godimento di tutti i diritti umani e di tutte le libertà fondamentali da parte delle persone con disabilità, e promuovere il rispetto per la loro inerente dignità. 2. Le persone con disabilità includono quanti hanno minorazioni fisiche, mentali, intellettuali o sensoriali a lungo termine che in interazione con varie barriere possono impedire la loro piena ed effettiva partecipazione nella società su una base di eguaglianza con gli altri. Con la Legge 3 marzo 2009, n. 18 il Parlamento ha autorizzato la ratifica della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ
  6. 6. BARRIERA ARCHITETTONICA
  7. 7. • Per barriere architettoniche si intendono: a) gli ostacoli fisici che sono fonte di disagio per la mobilità di chiunque ed in particolare di coloro che, per qualsiasi causa, hanno una capacità motoria ridotta o impedita in forma permanente o temporanea; b) gli ostacoli che limitano o impediscono a chiunque la comoda e sicura utilizzazione di spazi, attrezzature o componenti; c) la mancanza di accorgimenti e segnalazioni che permettono l'orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo per chiunque e in particolare per i non vedenti, per gli ipovedenti e per i sordi. Art. 1 Comma 2 del D.P.R. 24 luglio 1996, n. 503 Regolamento recante norme per l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici. BARRIERA ARCHITETTONICA (definizione)
  8. 8. LE NOSTRE PROPOSTE
  9. 9. ● Un Piano di Eliminazione Barriere Architettoniche fatto con criteri condivisi con cittadini e trasparenti e che tenga conto anche delle disabilità sensoriali. ● Tutti gli arredi urbani fatti secondo i criteri di accessibilità definiti dalla normativa di riferimento e pensati per migliorare la qualità della vita dei cittadini; aggiunta di aree di sosta con panchine accessibili nei luoghi di maggiore transito. ● L'installazione di impianti semaforici con dispositivi acustici per l’attraversamento pedonale, seguendo le priorità evidenziate dai cittadini non vedenti e ipovedenti. ● Formazione del personale tecnico del Comune perché la normativa di riferimento venga costantemente applicata in ogni nuovo progetto e/o ristrutturazione. ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE
  10. 10. ● Creazione di punti per disabili e anziani nei principali luoghi di interazione coi i cittadini (ad esempio URP, ANAGRAFE, CIRCOSCRIZIONI) che siano dotati di tutti gli strumenti tecnologici che permettano l'interazione per disabilità percettiva oltre che fisica. ● Creazione di una sala riunione presso il Comune di Torino e di una sala Convegni/Concerti nel territorio del Comune, con tecnologie e strumentazioni atte ad accogliere disabili fisici e percettivi. ● Studiare eventi ludico-culturali pensati per l'integrazione di persone con disabilità fisiche e percettive. ● Sottotitolazione dei video degli interventi in Consiglio Comunale e sottotitolazione in tempo reale degli stessi. CAPACITA' DI ACCOGLIENZA DELLA CITTA'
  11. 11. ● Facilitare l'interazione dei cittadini con la città mediante strumenti informatici accessibili a tutti, con particolare attenzione al sito web del comune: ○ Promozione della identità digitale per identificare in modo univoco i cittadini. ○ sviluppo dei servizi on-line forniti ai cittadini tramite Torino Facile e/o sue evoluzioni. ● Promuovere contemporaneamente la trasparenza del sito web del Comune di Torino. ACCESSIBILITA' INFORMATICA
  12. 12. ● Migliore Manutenzione per strade e verde pubblico. ● Migliore pulizia di strade e parchi. ● Maggiore sicurezza nelle aree e strutture pubbliche. ● Servizi igienici presidiati tramite gli esercizi commerciali. ● Adozione piattaforma informatica per raccogliere segnalazioni dei cittadini (esempio Decoro Urbano o Comuni-Chiamo). VIVIBILITÀ - SEMPLIFICAZIONE
  13. 13. Il rispetto per la dignità intrinseca, l'autonomia individuale, compresa la libertà di compiere le proprie scelte, e l'indipendenza delle persone; Da Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità VIVIBILITÀ - SEMPLIFICAZIONE FINE

×