Cronotopo e tecnologia: una ricerca su attività collaborative di creazione di conoscenza

511 views

Published on

Giuseppe Ritella, Università di Helsinki
Kai Hakkarainen, Università di Turku
Beatrice Ligorio, Università di Bari

Published in: Education, Sports, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
511
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Cronotopo e tecnologia: una ricerca su attività collaborative di creazione di conoscenza

  1. 1. http://www.ckbg.org/congresso2011 Cronotopo e tecnologia: una ricerca su attività collaborative di creazione di conoscenza. Giuseppe Ritella, Università di Helsinki Kai Hakkarainen, Università di Turku Beatrice Ligorio – Università di BariIII Congresso Nazionale CKBG – Bari, 6-8 aprile 2011 Empowerment, Formazione, Tecnologie. LIndividuo, il Gruppo e lOrganizzazione www.helsinki.fi/yliopisto
  2. 2. Scopo della presentazionePresentare e discutere con voi il modo in cui il concettodi cronotopo è elaborato ed utilizzato nella mia ricerca www.helsinki.fi/yliopisto
  3. 3. Assunti di base• “la cultura non crea nulla, essa semplicementemodifica l’ambiente naturale per conformarlo adobiettivi umani” (Vygotsky, 1981, p. 166)• spazio e tempo come costruzioni socialiinterdipendenti (May & Thrift, 2001)• le tecnologie hanno un impatto sul modo in cui lepersone co-costruiscono gli spazi ed i tempi delleattività (Hassan, 2003) www.helsinki.fi/yliopisto
  4. 4. Impatto della tecnologia suspazio e tempo• Goodwin e la tavola di Munsell• tecnologie e spazio: una eterotopia (Foucault, 1967)“arricchita”• tecnologie e tempo: l’influenza della tecnologia sullepratiche di una comunità e sulla loro strutturatemporale www.helsinki.fi/yliopisto
  5. 5. Spazio-tempo e tecnologia Figura 17 Figura 18 ESTRATTO 6 Annamaria: ((Figura 17)) andate a vedere ((figura 18)) i learning circles (0.5) allora (.) qui loro mettono in itinere ((poi, leggendo il documento velocemente e tenendo il segno con il puntatore del mouse)) questa strategia ha avuto varie applicazioni e tra queste anche la costruzione di una rete di gruppi che lavorano a distanza ((smette di leggere)) e allora il prodotto diciamo finale la volontà finale se vogliamo Ida: che i ragazzi ((alcune parole incomprensibili)) Annamaria: esatto cioè loro mentre costruiscono la rete tra loro a quel punto sono in grado di… www.helsinki.fi/yliopisto
  6. 6. Il concetto di cronotopo• Bakhtin (1981) e i generi letterari: il cronotopoevidenzia l’inestricabile legame tra spazio e tempo• Ogni genere costruisce spazio e tempo in un modospecifico• Brown & Renshaw (2006): l’interpretazione discorsivadel contesto della classe www.helsinki.fi/yliopisto
  7. 7. Il nostro uso del concetto dicronotopo“We define chronotope in ICT-mediated learning asthe emergent configuration of temporal and spatialrelations in learning practices as they are impacted byICT” (Hakkarainen, Ritella & Seitamaa-Hakkarainen,2011) www.helsinki.fi/yliopisto
  8. 8. La centralità degli artefatti nellanostra ricerca•Il nostro interesse è nelle attività di creazione diconoscenza come processi distribuiti nello spazio e neltempo•Idea e materia nel processo di costruzione diconoscenza•Oggetti e strumenti di mediazione: la genesi deglistrumenti•il concetto di mediazione: Mediazione epistemica,pragmatica, interpersonale e riflessiva (Beguin &Raparbel, 2000) www.helsinki.fi/yliopisto
  9. 9. Epistemic mediationIl processo di ri-mediazione della creazione diconoscenza personale e collettiva attraverso lacreazione e l’uso di artefatti epistemici, come i testi“knowledge-creation learning” (Paavola et al.,2004): lanatura degli oggetti utilizzati determina in modosignificativo la natura dell’indagine; e tali oggetti sonocentri intorno ai quali le pratiche di apprendimentosono organizzati www.helsinki.fi/yliopisto
  10. 10. E il cronotopo?Spazi di interazione e organizzazione temporale delleattività sono influenzati dalla mediazione deglistrumentiPossibile individuare configurazioni spazio-temporalispecifiche generate dall’appropriazione di unostrumento da parte di una comunità? www.helsinki.fi/yliopisto
  11. 11. Caratteristiche del cronotopo1) Cambiamenti nel ritmo dell’attività e occasionali intensificazioni del processo collaborativo emergono durante le interazione;2) la tecnologia utilizzate e la mediazione epistemica giocano un ruolo importante;3) multimedialità, multimodalità, eterogeneità (eterotopia);4) I cronotopi sono improvvisati localmente ma anche mediati dai generi storicamente sviluppatesi e mediati da strumenti e pratiche www.helsinki.fi/yliopisto
  12. 12. Il primo studioUna esperienza di formazione mediata dal software CoFFEE:- Soggetti coinvolti: 10 insegnanti di 6 scuole superiori pugliesi;- Obiettivi dell’esperienza: a) cominciare l’appropriazione del software; b) compilare in modo collaborativo uno scenario pedagogico che prevedesse l’uso di CoFFEE. Oltra ai sei incontri faccia a faccia, sono state svolte alcune discussioni a distanza attraverso luso della piattaforma di e-learning Synergeia. www.helsinki.fi/yliopisto
  13. 13. CoFFEE: Collaborative Face to Face Educational EnvironmentCoFFEE è un ambiente educativo che supporta l’interazionefaccia a faccia in situazioni di problem solving collaborativo. www.helsinki.fi/yliopisto
  14. 14. MetodoAnalisi qualitativa dei video registrati durante gliincontri, integrata con l’analisi delle interazioniregistrate nei log del software utilizzato e delle note sulcampo www.helsinki.fi/yliopisto
  15. 15. Fattori che influiscono sul ritmodell’attività- La profondità degli spazi del pensiero;- Le caratteristiche degli strumenti utilizzati e leconoscenze tecniche dei partecipanti rispetto all’usodello strumento;- Le configurazioni di partecipazione all’attività;- Gli obiettivi dell’attività. www.helsinki.fi/yliopisto
  16. 16. Tre cronotopi1) Adagio: characterized by a slow flow of action2) Andante: characterized by an acceleration of the flow and3) Allegretto: in which the configuration of participation allow a fluid and dynamic course of actions www.helsinki.fi/yliopisto
  17. 17. Tre cronotopi (2) www.helsinki.fi/yliopisto
  18. 18. Allegretto Figura 8 Figura 9 ESTRATTO 8 Mariangela: facciamo a (0.5) cosa vi aspettate:: (0.5) Loretta che stavi dicendo Loretta: no (.) va bene (.) rilevazione dei bisogni degli studenti e loro aspettative:: Mariangela: senza ((Figura 8)) suddi[videre Loretta: [ah ah (.) ((figura 9)) dall’attività di orientamento e da Mariangela: quindi cosa vi aspettate da ((scrive sul cowriter per 5 secondi)) Mariangela: e l’altra aspettativa qual’era Ada: per il futuro www.helsinki.fi/yliopisto
  19. 19. Ulteriori ricerche (1)Il processo di scrittura sientifica: lo screen recordingcome strumento per l’analisi dei cronotopi dellascrittura scientifica www.helsinki.fi/yliopisto
  20. 20. Domande di ricerca (1)1) Come I ricercatori affrontano, giorno dopo giorno, il task della scrittura scientifica, ricreando le pratiche sociali sviluppate nel loro campo di indagine?2) Come organizzano il loro lavoro di scrittura distribuito nello spazio e nel tempo?3) Come coordinano il loro lavoro con i colleghi?4) qual’è l’impatto dei tool tecnologici che utilizzano rispetto a queste dimensioni? www.helsinki.fi/yliopisto
  21. 21. Altre due ricerche (2)L’analisi delle pratiche di creazione di conoscenza inun corso blended universitario: il processo diappropriazione dello strumento tecnologico comegeneratore di specifici cronotopi www.helsinki.fi/yliopisto
  22. 22. Domande di ricerca (2)Che tipo di gestione dello spazio-tempo è svolto daipartecipanti ad un corso blended nel qui e oradell’interazione (microlivello)?Come sono coordinate le azioni dei partecipanti?Qual’è il ruolo della mediazione epistemica nelladefinizione del cronotopo delle interazioni investigate?Quali sono I momenti di rottura e conflitto – se ve nesono – che mediano lo sviluppo del cronotopo iniziale?Come I partecipanti riflettono sulla loro gestione dellospazio e del tempo? www.helsinki.fi/yliopisto
  23. 23. Grazie per l’attenzioneGiuseppe Ritella (gritella@gmail.com)Kai Hakkarainen (kai.hakkarainen@utu.fi)Maria Beatrice Ligorio (bealigorio@hotmail.com) www.helsinki.fi/yliopisto
  24. 24. Connessionihttp://www.ckbg.org/ Sito Web: www.ckbg.org Sito Convegno: www.ckbg.org/congresso2011 CKBG – The Community: www.ckbg.org/forum Pagina di Facebook: http://tinyurl.com/ckbgpage-fb Gruppo di Facebook: http://tinyurl.com/FB-CKBG Gruppo su Twitter: http://twitter.com/ckbgit Convegno: #emp11 Sito Web: http://linkd.in/ckbg_group Profilo su Slideshare: CKBGShare www.helsinki.fi/yliopisto

×