Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Intervento marcello baroni regione toscana ita

810 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Intervento marcello baroni regione toscana ita

  1. 1. Intervento di Marcello Baroni della Regione Toscana, in occasione del Seminario del Partenariato Internazionale del Programma Brasil Proximo Brasilia 13-14 Dicembre 2012I concetti chiave di questa esposizione sono: • fornire una breve descrizione delle attuali dinamiche internazionali del settore del turismo con un riferimento al posizionamento del Brasile in queste; • chiarire l’importanza che hanno gli aspetti di sostenibilità nel settore del turismo anche in considerazione dei futuri impatti derivanti dalla gestione di grandi eventi sportivi.Il settore del turismo internazionale è in continua crescita già da alcuni anni, nel 1995 gli arriviinternazionali erano circa 528 milioni e nel 2011, si stima, siano quasi raddoppiati arrivando a 983milioni. Recente la crisi economica di fine 2008 e 2009 ha temporaneamente rallentato il trend chepoi è ripreso già sul finire del 2009, nel 2011 la crescita è stata del 4,6%1.La metà degli arrivi internazionali (504 milioni) sono in Europa, segue l’Asia (217 milioni), leAmeriche (156 milioni), il Medio Oriente (55 milioni ) e l’Africa (50 milioni). L’incremento degliarrivi nel 2011, rispetto al 2010, è stato abbastanza uniforme nelle varie aree, non altrettanto si puòdire nei singoli Paesi all’interno delle aree.Il caso delle Americhe è rappresentativo, Stati Uniti e Canada ricevono 78 milioni di turisti, circa lametà degli arrivi totali, se aggiungiamo anche il Messico con oltre 23 milioni, si superano i dueterzi. Un grande Paese come il Brasile, pur con le sue enormi attrattività viene visitato “solo” da 5milioni di turisti all’anno. Anche se il Brasile è tra i paesi dell’America del Sud quello in cui ilturista spende di più in assoluto ma esso non riesce ancora ad affermarsi come una destinazioneprivilegiata dai turisti internazionali. Per un semplice raffronto si pensi che una piccola regionedell’Italia come la Toscana, da cui provengo, riceve ogni anno oltre 6 milioni di turisti stranieri.I fattori che giocano a sfavore sono riconducibile alla distanza e ai collegamenti aerei. Credo che aquesti si debbano aggiungere la scarsa informazione turistica, alcune analisi sottolineano che lapercezione che si ha all’estero del Brasile è fortemente catalizzata da poche mete, tra cui spicca sututte Rio de Janeiro.Chiaramente si capisce dunque l’attesa legata al calendario degli eventi sportivi internazionali checaratterizzano il futuro di questo paese, ricordiamo che a Luglio si svolgerà la giornata mondialedella gioventù a cui si prevede parteciperanno oltre un milione di persone, i Mondiali di Calcio nel2014 e le Olimpiadi nel 2016. Oltre a questo, è prevedibile, si potrà aggiungere la crescita delturismo interno derivante dalla crescita economica in atto che porta beneficio a molti dei 190milioni di abitanti.Lo scenario futuro del turismo in questo paese appare essere sicuramente positivo e saràprobabilmente uno dei fattori di sviluppo economico più importante. Al contempo questo richiederàuno sforzo senza precedenti per l’infrastrutturazione del paese e per il mantenimento e lasalvaguardia delle risorse ambientali esistenti.Questo ci introduce direttamente al successivo argomento che volevo trattare, ovvero l’importanzache hanno gli aspetti di sostenibilità nel settore del turismo.Si parla di sostenibilità perché il turismo ha un forte impatto: sull’ambiente, sul tessuto socio-culturale e sull’economia2. Brevemente farò solo un accenno a questi argomenti, rimandando per unapprofondimento ad altro materiale. L’impatto sull’ambiente si manifesta sulle risorse naturali,1 UNWTO 2012 “Tourism Highlights”2 UNEP
  2. 2. Intervento di Marcello Baroni della Regione Toscana, in occasione del Seminario del Partenariato Internazionale del Programma Brasil Proximo Brasilia 13-14 Dicembre 2012sugli inquinanti, e inoltre si ha un impatto fisico sui territori. I turisti aggiungono consumi a quellidei residenti attraverso laumento dei prelievi idrici per scopi diversi, energetici, di materie prime,inoltre aggiungono inquinamento sopra e sotto suolo. Inoltre si ha un impatto fisico principalmentericollegabile alla costruzione di infrastrutture, alle attività deforestazione, alle attività che sisvolgono in luoghi particolarmente sensibili come ecosistemi, aree marine e costiere. In particolarespesso sono proprio gli ecosistemi a risentirne particolarmente, data la forte attrattività cheesercitano nei confronti dei turisti.Per quanto riguarda l’impatto che ha il turismo sul tessuto socio culturale possiamo dire che questopuò incidere sugli stili di vita delle comunità locali, sul comportamento delle persone, sullamoralità, sulla percezione che hanno di se rispetto agli altri i locali. Per quanto riguarda l’impattoeconomico, il turismo oltre ad offrire opportunità e posti di lavoro. Il settore del turismo a livellointernazionale occupa circa il 10% della forza lavoro. Influenza il livello dei prezzi, in particolaredelle abitazioni, delle merci e dei servizi, inoltre spesso è una formidabile calamita per lacriminalità organizzata. Questi effetti possono essere più o meno accentuati, a seconda del luogogeografico, delle popolazioni residenti e turistiche coinvolte, dalla qualità istituzionale del paese. Inriferimento alla pressione esercitata dai turisti sulle risorse naturali, solo per dare alcuni daticonoscitivi relativi al mio paese, rileviamo come si manifesti un sensibile aumento dei rifiuti dicirca il 22%, un aumento dei consumi idrici che può variare dai 500 ai 1200 litri/giorno (dipendedalle attività che si svolgono in quel centro turistico) rispetto a un consumo medio giornaliero dicirca 250 litri/giorno dei residente occidentali, i consumi energetici che si stima siano pari a circa 40megajoule, il quadruplo di un residente. Per quanto riguarda l’aumento del carico di CO 2 nellariadipende considerevolmente dai mezzi utilizzati dai turisti per arrivare e spostarsi.Le istituzioni possono governare in modi diversi i flussi turistici, in generale la griglia di sceltavaria tra due estremi, lasciare completamente al mercato il compito di autoregolarsi e regolarecompletamente e puntualmente il processo di sviluppo. Ritengo che un giusto grado di regolazionedel mercato, considerata la posta in gioco, appaia quantomeno utile. Questo impone che già nellapianificazione delle infrastrutture si attui una politica sensibile alla sostenibilità degli interventi ealla capacità di utilizzo che si prevede necessaria. Indicatori quali la capacità di carico dei sistemituristici, già in fase programmazione che fissi i limiti oltre il quale i cambiamenti risulterannoinaccettabili, aiuta sicuramente le istituzioni preposte a prevedere gli impatti che si avranno e Ilimiti da anteporre. La capacità di mitigare gli squilibri che necessariamente si andranno a creare, èil secondo aspetto da considerare, le politiche di compensazione ambientale che il Brasile già daalcuni anni prevede nella sua legislazione, andranno a dover essere ricalibrate qualora la scala degliinterventi lo richieda.Lultimo argomento che avevo previsto di trattare collegato alla sostenibilità nel turismo riguarda lagestione dei grandi eventi sportivi. Confesso che non so molto di come procedono le opere in vistadei Mondiali del 2014 e delle Olimpiadi del 2016, ma leggendo la stampa internazionale si hal’impressione che procedano abbastanza speditamente, pur con qualche comprensibile ritardo. Lasfida è grande, anche perché le Olimpiadi del 2016 seguiranno quelle che si sono svolte in GranBretagna che sono state, almeno da un punto di vista organizzativo, esemplari. La sfida che ilBrasile ha davanti è riassumibile dicendo: farsi trovare pronti quando iniziano gli eventi, sapergestire i flussi di persone che arrivano e partono, prevedere il riutilizzo di tutte le opere che sonostate fatte. Per quanto riguarda la fase che è in atto, appare evidente come sia necessario, in chiave
  3. 3. Intervento di Marcello Baroni della Regione Toscana, in occasione del Seminario del Partenariato Internazionale del Programma Brasil Proximo Brasilia 13-14 Dicembre 2012di sostenibilità porre particolare attenzione alla sostenibilità delle opere, non solo per quantoriguarda la scelta dei materiali e la loro localizzazione, ma anche a riguardo al dimensionamento.Sempre con riferimento alle ultime Olimpiadi, un recente articolo apparso sul quotidiano FinancialTimes notava come le aspettative di pubblico si attestassero per la sola Londra a 300.000 presenze,mentre in realtà ne sono giunti circa 100.000. Per quanto riguarda la gestione dei flussi di visitatoridurante gli eventi, le esperienze mostrano quanto poca attenzione si ponga al di là del loro arrivo epartenza, per la verità, a Londra la pianificazione ha previsto abbastanza bene, nei limiti posti dallacittà, il movimento delle persone tra gli eventi e da qui possono venire utili spunti per la gestione.Ringrazio per lattenzione, per eventuali approfondimenti o richieste di chiarimenti è sufficientecontattarmi all’indirizzo: marcello.baroni@regione.toscana.it; oppure scrivendomi a:Marcello Baroni presso Regione Toscana, Settore Disciplina e Politiche di Promozione delTurismo, Via di Novoli 26 50137 Firenze Italia

×