2013 presentazione prg-italia istituzionale

245 views

Published on

Piano Promozionale Italia 2013-2015 - Regione Toscana e Toscana Promozione

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
245
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

2013 presentazione prg-italia istituzionale

  1. 1. PIANO ITALIA 2013-2015
  2. 2. Il progetto Italia è una visione integrata di promozioneeconomica del turismoIl cui scopo è di confrontarsi con il mercato e mettere incondizione l’offerta toscana di attrarre turisti e competerecon le altre destinazioniProponendo una visione e una strategia unica di marketingPer poter integrare e valorizzare iniziative, attività e progettiistituzionali regionali e territorialiCoinvolgendo e supportando l’imprenditoria turisticatoscana
  3. 3. concorrenza territori offerte Aspettative Categorie del turista OperatoriComportamento toscani di scelta Dati e progetti statistiche Eventi e iniziative
  4. 4. IL CONTESTO
  5. 5. Presenze turisti italiani 2011 Arrivi turisti Arrivi turisti 53% 47% italiani stranieri Dati Centro Studi Turistici
  6. 6. Variazione presenze turisti italiani 2012 su 2011 Dati Centro Studi Turistici
  7. 7. Variazione presenze alberghiero 2012 su 2011 Dati Centro Studi Turistici 7
  8. 8. Variazione presenze extra alberghiero 2012 su 2011 Dati Centro Studi Turistici 8
  9. 9. IL PROFILO DEL TARGETRicerche UnioncamereDati 2011 e proiezioni 2012Osservatorio Nazionale Turismo eIstituto Nazionale Ricerche Turistiche
  10. 10. TARGET•Single 32,2 % gruppi•Sposato/convivente con figli 41,8 % famiglia•Sposato/convivente senza figli 21,8 % coppie (1 o 2 coppie) 10
  11. 11. PRICINGScelta ricettiva•Parenti e amici che ospitano 23,8 % 44,9%•Abbiamo la casa in quella località 11,5 %•Prezzi convenienti 10,6 %Reazione oggettiva alla crisi economica per il 44% dei turisti italiani Spesa media giornaliera disaggregata in Euro per fasce di spesa (escluso vitto e alloggio) EURO da 0 a 30 48,0 % da 31 a 60 27,1 % da 61 a 90 11,8 % 11
  12. 12. PRICINGCapacità di spesa e comportamento di acquisto (a testa al giorno)Tra i più diffusi i seguenti consumi-in ristoranti e pizzeria, in media 18 euro (65,5%)-in bar, caffè e pasticcerie, in media 7 euro (54,7%)-in acquisti nei supermercati e negozi, in media 14 euro (42,8%)-in prodotti tipici enogastronomici, in media 9 euro (20,9%)-in souvenir, in media 9 euro (15,6%)- in attività ricreative, in media 18 euro (22,8%) 12
  13. 13. PRODOTTO (méta)DRIVER DI SCELTAVacanza: cosa cercano gli italiani in Italia (dati 2011)- ricerca di relax (23,7%),- le bellezze naturali del luogo (22,1%),- l’ospitalità di amici e parenti (20,6%)- le possibilità di divertimento (14,4%);- il desiderio di vedere un luogo mai visto (20%),- il possesso della casa (12,2)- la vicinanza (11,4%)-la possibilità di praticare sport (10,3%);- arte e monumenti 7,4%)-prezzi convenienti (7,3%) 13
  14. 14. DINAMICHE DI PRODOTTOTra le attività svolte dai turisti durante la vacanza in Italia:quelle sportive coinvolgono addirittura il 61,1%, spaziando dallepasseggiate (68,9%), al nuoto (24,6%), al ciclismo (18,7%), al trekking (13,8%)(NB attività senza costi)seguono le tradizionali escursioni (37,7%)Di contorno alla vacanza presenti lo shopping (23,1%) e la degustazione dei prodottitipici (20,7%), attività che nel 2011 superano per diffusione anche la visita amonumenti e siti archeologici (16,8%) e musei (16,5%).Partecipazione al territorio ma, esclusi pochi casi con forte identità, gli eventi sonopiù di fruizione che di attrazione. 14
  15. 15. ALCUNE MACRO-DINAMICHE• Cresce l’uso delle seconde case (soprattutto al mare e in montagna)• Sale la presenza in campagna con attenzione ai costi e all’offerta• Il segmento giovani guarda all’Italia come meta di divertimento (14%),soprattutto se la vacanza si svolge al mare o in città. Target giovane e budgetpiù consistente 15
  16. 16. PROMOTION Fattori decisionali di scelta/prenotazione •Esperienza personale 37,2% - fidelizzazione •il passaparola 33,6% anche web - soddisfazione •il web 23,1%, di cui il 16,1% per le informazioni trovate on-line, il 7,8% per le offerte commerciali, il 2,3% tramite i social network •Pubblicità 4,3 (3,4% stampa, 0,4% TV, 0,6 % altro) •Articoli/redazionali su periodici/Quotidiani 4,2 % 16
  17. 17. LOGISTICA E TRASPORTIautomobile 65,7% scarse esigenze di organizzazione (pacchetti, servizi, etc.),elevate esigenze di informazione (rincari benzina)treno 13,8% (soprattutto legato alle destinazioni circoscritte e stanziali(città, balneare)Pullman organizzato 4,6%Camperisti 2,8%motociclisti 3,2 %Per una vacanza che ha avuto una permanenza media di 9,7 notti la sceltadell’alloggio vede46,2% dei turisti alloggiare in abitazioni private,17,9% dei turisti alloggia in hotel prevalentemente negli esercizi 3 stelle10,2%nei B&B5,1% nei campeggi6,4% negli agriturismoAltro 17
  18. 18. IDENTITA’ DEL NUOVO TURISTA POST-CRISIDriver di scelta e preferenze nell’alloggio e nelle attività evidenziano scelteeconomiche che mettono in campo nuovi valori tra i quali i principali sonorelazionali (in casa da amici o parenti), esperenziali e di appagamento( equilibrio tra benessere e distrazione, attività e relax) Valori esistenziali vs valori edonisticiRassicurazione e alternativa esistenziale (reazione emotiva alla crisi, stress,insoddisfazione, demotivazione verso i valori precedenti, costituzionedell’uomo nuovo…): una esperienza che pone al centro altri valori positivi,distrattivi, relazionali, non esibitivi (più attiva che passiva) 18
  19. 19. 19
  20. 20. RISORSE 2013 500.000 EURO 2014 700.000 EURO 2015 800.000 EURO 20

×