Verbale 31-luglio-2014

196 views

Published on

verbale d'accordo sottoscritto da poste italiane per la riorganizzazione delle strutture cuas di Venezia,Firenze,Bari

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
196
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Verbale 31-luglio-2014

  1. 1. W” QM” Xai«%JZ M X Verbale di Incontro ’ " In data 31 luglio 2014 K g z ‘ tra Poste Italiane S. p.A. .6 SLCICGIL, SLPICISL, UILposte, FAILPICISAL, CONFSAL Com. ni, UGL Com. ni [Nel corso della riunione odierna Azienda e Organizzazioni sindacali hanno proseguito I’approfondImento del progetto aziendale relativo aI nuovo modello di funzionamento delle strutture CUAS‘ di Firenze, Venezia e Bari, in ambito Bancoposta, come condiviso con il Verbale deI 23 luglio 2014. In premessa é stata ribadita Ia finalita della riorganizzazione, che si pone I’obIettivo di creare Centri polivalenti in grade di rispondere in modo flessibile alle esigenze dinamiche del mercato. In particolare, Io sviluppo delle tecnologie a supporto delle attivita legate ai bollettini consente II superamento di alcune fasi operative della Iavorazione e | ’ottimizzazione della filiera produttiva. Nel contempo sara possibile abilitare i CUAS allo svolgimento di Iavorazioni legate ad altri prodotti/ servizi BP. Tale diversificazione delle attivita dei Centri sara altresi funzionale al supporto dei Centri Multiservizi di Ancona e Torino, ferme restando Ie loro attuali caratterizzanti specializzazioni ed avendo a riferimento, sulla base delle attuali previsioni di mercato, i relativi volumi di attivita. Per Genova si conferma | ’attua| e impiego come Centro di Iavorazione degli atti di pignoramento verso terzi. L’impIementazione di tale modello, in considerazione degli elementi noti nello scenario attuale, determinera I’assetto rappresentato nella tabella allegata. In coerenza con quanto sopra descritto ed anche in relazione aI potenziale sviluppo di mercato, Bancoposta ribadisce la centralita dei processi di formazione, che dovranno essere sempre pit: finalizzati aII’accrescimento delle conoscenze e professionalita per lo svolgimento delle attivita dedicate. In tale contesto, verra presentato neII’ambito deII’Ente Bilaterale per la Formazione e Riqualificazione Professionale, un complessivo progetto riguardante | ’insieme delle attivité formative che coinvolgeranno tutte Ie risorse impiegate. In particolare, nei Centri di Torino; Ancona e Genova, si procedera sollecitamente ad un rafforzamento delle iniziative di formazione al fine di colmare eventuali e igenze particolari. +74%”
  2. 2. Ferma restando, nel progetto organizzativo rappresentato, la presenza di figure professionaii di Iiv. De C neII’area produttiva del bollettino (Produzione/ Cicli di recupero) dei CUAS, si prevede una quota indicativa, in ogni Centro, pari almeno a| I’80% di Operatori senior. II mix professionale nei singoli CUAS Sara oggetto di verifica tra le Parti a Iivello territorialein relazione al contenuto effettivo delle attivita svolte, nel pieno rispetto di quanto previsto nei capitolo relativo aII’inquadramento professionale dei CCNL 14 aprile 2011 e fatti salvi eventuali fenomeni riferibili a| |’inserimento di personale a seguito di provvedimenti giudiziali. Si conviene inoltre che Ie attivita legate alla progressiva implementazione del modello ed I criteri di gestione delle risorse coinvolte, saranno oggetto di incontri di approfondimento da svolgersi a Iivello territoriale entro la prima meta del mese di settembre 2014. Successivamente a Iivello nazionale, verra effettuato un incontro di verifica complessiva dello stato di avanzamento delle azioni contenute nella presente intesa, entro il mese di novembre 2014. per, oste Italiane S. p.A. per Ie OO. SS. SLC—C . ' ’Ffl‘ ' U| Lposte ‘ - ‘ FAILP - CISA .1.; g_. .__. .QA4 7 CONFSAL — COM. ni ingmhlla ueI_—coM. ’,, . I
  3. 3. £m. _:I§s_8= _I__ e_>_= mIIIm_ 28.I___o= om + : %__%m. _ _EmEEo: m_n_ _EmEm. o:m_n_ . .I. IIIIImroI= %G _EmEm. o:m_n_ _EwEm. o:m_n_. IIIIIIIII I II m| I|: __ to Eoi +9.: :0 BE”. I_. :.. ..E_Iomo: ooI| m_n_ 3:: :0 =99”. o= .:o. ~. 30 e . _«: ¢Em_| ~:a: _n_ Ix __. .._: §_~_ __“. ..M§. ..I. .%. III I II _EmE_o8:o8_o _ . .u= _0. . m: ou= <Eo 1 I Emosmmm + . ~_u_. _o _. .tmuo< _EoE_omo: ouw_n_ m ac: to _co. _u_ . . I I _3._o. uomm m= ooomm III I IIIIIIII II _N. _m.3:oo_mmmo: _mn_n_wm mm M I o: _=w__om o: _=o__om_ W . =wm mmao ; I I I I I II II, .I_. w.. ..Iww II I o_mmm_o_o_. __E<_: o_Nm_m: mwm o_mmm_o_u: _E<Eo_Nm_m: mww I. MI I I o: _:m__om_ . . I . .o: _:m__om Imntmhl mm= IU % I I I 9_o_~£_m__om I I I I m: o_I. I§. m__om IIIIMII O. _> O. _> I I o: :o__om_ I o: _=m__om_ I m. .Nm: o> mmzug M. I II I III I II _: O_Nm. _I0QOn_m _>= m._oqo _. _uI: I00 fi_I>_= m wJIOOu_I

×