Consiglio di Amministrazione Poste Italiane
Nota per la stampa
Roma 1° luglio 2014 - Il CdA ha esaminato le attività svolt...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Consiglio amministrazione-poste-italiane

681 views

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
681
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
521
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Consiglio amministrazione-poste-italiane

  1. 1. Consiglio di Amministrazione Poste Italiane Nota per la stampa Roma 1° luglio 2014 - Il CdA ha esaminato le attività svolte nell'ultimo mese da Poste Italiane nella preparazione della quotazione e ha preso atto dell'impegno con cui l'Azienda sta lavorando su questo complesso progetto. La quotazione di Poste Italiane è un progetto di respiro strategico e di grande rilievo economico e finanziario e va dunque realizzata nelle migliori condizioni possibili, nell’interesse dell’azionista di riferimento, dei futuri investitori e di tutto il Paese per le ricadute finanziarie, industriali e di immagine che avrà anche sui mercati internazionali. Poste Italiane ha continuato a lavorare in stretto contatto con il Governo e sta definendo una tabella di marcia che prevede anche la presentazione del Piano Industriale (quinquennale) che sarà condiviso con l'azionista di riferimento e discusso con i sindacati nelle prossime settimane. Quanto ad Alitalia, l’alleanza con un partner industriale può creare le premesse per il potenziamento e il rilancio della Compagnia aerea. Non sono però ancora stati forniti da Alitalia tutti gli elementi necessari ad una compiuta valutazione dell'impatto che un accordo con Etihad potrá avere sulla struttura del capitale e del debito dell'azienda. L’interesse di Poste Italiane continua ad essere legato principalmente alle sinergie industriali e commerciali da realizzare nel settore della logistica; il CDA di Poste Italiane valuterà, comunque, eventuali nuovi investimenti solo dopo un’attenta analisi dei ritorni economici e finanziari associati al piano industriale, alla struttura societaria dell’accordo e alla valorizzazione della sua quota azionaria.

×