Blogmeter WAS 2011

2,098 views

Published on

Misurare l'efficacia della strategia di comunicazione aziendale tramite l'analisi del passaparola. Presentazione di Blogmeter al WAS 2011 (http://www.webanalyticstrategies.com/)
Per ricevere la presentazione, scriveteci http://blogmeter.it/was_2009_strategy/

Published in: Business, Technology
0 Comments
4 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
2,098
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
18
Comments
0
Likes
4
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Blogmeter WAS 2011

  1. 1. Misurare lefficacia della strategia dicomunicazione aziendale tramite lanalisi del passaparola online Viviana Venneri Product Manager WAS 2011 – Milano 20 Aprile 2011 www.webanalyticstrategies.com
  2. 2. SommarioIntroduzione: l’analisi del passaparola onlinePremesse: alcuni suggerimenti prima di cominciareProcesso di analisiAnalisi: metriche e misurazioneConclusioni
  3. 3. SommarioIntroduzione: l’analisi del passaparola online Premesse: alcuni suggerimenti prima di cominciare Processo di analisi Analisi: metriche e misurazione Conclusioni
  4. 4. Chi siamo e Cosa facciamo Blogmeter, presente in Italia dal 2007, è un servizio che si occupa di monitorare e analizzare il passaparola nei social media, con oltre 200 progetti al suo attivo; Il servizio si avvale di un team di analisti di social media e di una piattaforma tecnologica proprietaria; Blogmeter offre ai propri clienti (aziende e agenzie) un tool di ascolto e/o un servizio di analisi e reporting.
  5. 5. Perché misurare? “Your brand is …what your customers say it is” (Charlene Li)
  6. 6. Principali Applicazioni Monitoraggio della reputazione onlineTracking di attività di marketing e comunicazione Social CRMConsumer intelligence Market intelligence Price Intelligence Employer/Employee branding
  7. 7. Sommario Introduzione: l’analisi del passaparola onlinePremesse: alcuni suggerimenti prima di cominciare Processo di analisi Analisi: metriche e misurazione Conclusioni
  8. 8. Momenti/Periodicità di Ascolto Quando realizzare l’ analisi e il monitoraggio?PRIMA? DURANTE? DOPO? DOPO?
  9. 9. Momenti/Periodicità di Ascolto Quando realizzare l’ analisi e il monitoraggio?PRIMA COMPARATIVA DOPO ANALISI PUNTALE confronta due situazioni, due momenti (iniziale e finale) DOPO?
  10. 10. Momenti/Periodicità di AscoltoQuando realizzare l’ analisi e il monitoraggio? DURANTE ACCOMPAGNAMENTO Permette di «correggere il tiro», più frequente e superficiale DOPO?
  11. 11. Domande Quali domande è importante porsi prima di iniziare? QUANTITÀ BRIEFING COMPARATIVA TARGET analisi ad hoc confronta due situazioniVerificare che esista una Porsi delle domandee Quadro dettagliato Definire il target interno:quantità di conversazioni approfondito. rilevanti (che cosa, con chi utilizzerà i datisufficiente per realizzare che frequenza, come, dell’analisi? un’analisi significativa dove, qui, con che Marketing? (variabile a seconda del importanza) in funzione Comunicazione? settore e del prodotto) degli obiettivi della Intelligenza? Tutti ricerca insieme?
  12. 12. Domande Quali domande è importante porsi prima di iniziare? QUANTITÀ BRIEFING COMPARATIVA TARGET analisi ad hoc confronta due situazioniVerificare che esista una Porsi delle domandee Quadro dettagliato Definire il target interno:quantità di conversazioni approfondito. rilevanti (che cosa, con chi utilizzerà i datisufficiente per realizzare che frequenza, come, dell’analisi? un’analisi significativa dove, chi, con che Marketing?(variabile a seconda del importanza) in funzione Comunicazione? settore e del prodotto) degli obiettivi della Intelligenza? Tutti ricerca insieme?
  13. 13. Domande Quali domande è importante porsi prima di iniziare? QUANTITÀ BRIEFING COMPARATIVA TARGET analisi ad hoc confronta due situazioniVerificare che esista una Porsi delle domandee Quadro dettagliato Definire il target interno:quantità di conversazioni approfondito. rilevanti (che cosa, con chi utilizzerà i datisufficiente per realizzare che frequenza, come, dell’analisi? un’analisi significativa dove, qui, con che Marketing?(variabile a seconda del importanza) in funzione Comunicazione? settore e del prodotto degli obiettivi della Intelligenza? ricerca Quali sono le metriche già utilizzate in azienda?
  14. 14. Sommario Introduzione: l’analisi del passaparola online Premesse: alcuni suggerimenti prima di cominciareProcesso di analisi Analisi: metriche e misurazione Conclusioni
  15. 15. Le 4 fasi di Analisi e Monitoraggio Social Media Blog, forum, newsgroup, social network ecc.
  16. 16. Le 4 fasi di Analisi e Monitoraggio  Mappatura automatica e supervisionata (approccio misto)  Raccolta contenuti user generated attraverso agenti software (spider, crawler, ecc.) e analisti. Social Media Blog, forum, newsgroup, social network ecc.
  17. 17. Le 4 fasi di Analisi e Monitoraggio Social Media Blog, forum, newsgroup, social network ecc.  Strutturazione del dominio: definizione regole di classificazione in funzione degli oggetti di analisi (marche, persone, prodotti, servizi)  Classificazione automatica dei messaggi rilevanti attraverso tecnologie di analisi semantica
  18. 18. Le 4 fasi di Analisi e Monitoraggio Social Media Blog, forum, newsgroup, social network ecc. Analisi desk quantitativa e qualitativa Attività di reporting
  19. 19. Le 4 fasi di Analisi e Monitoraggio Attivazione campagne di social media marketing; Attività di social CRM (gestione relazioni con i consumatori online) Social Media Blog, forum, newsgroup, social network ecc.
  20. 20. Fase di AnalisiAnalisi qualitativa o quantitativa? CARATTERISTICHE QUANTITATIVA QUALITATIVA FLASH REPORT REPORT APPROFONDITO Overview relativa ai Analisi approfondita di brand, prodotti e temi tutti gli aspetti principali di analisi quantitativi già emersi nei flash report con analisi di un campione significativo di messaggi
  21. 21. Fase di AnalisiAnalisi qualitativa o quantitativa? CARATTERISTICHE QUANTITATIVA QUALITATIVA FLASH REPORT REPORT APPROFONDITO Overview relativa al Analisi approfondita di brand, prodotti e temi tutti gli aspetti principali di analisi quantitativi già emersi nei flash report con analisi di un campione significativo di messaggi
  22. 22. Fase di AnalisiAnalisi qualitativa o quantitativa? VANTAGGI e SVANTAGGI QUANTITATIVA QUALITATIVA + Identificare + Lettura e tempestivamente interpretazione più trend e criticità approfondita del + < costo passaparola online - Lettura e - Meno tempestiva interpretazione più superficiale del - > costo passaparola online;
  23. 23. Fase di AnalisiAnalisi qualitativa o quantitativa? VANTAGGI e SVANTAGGI QUANTITATIVA QUALITATIVA COMPARATIVA analisi ad hoc + Identificare +confrontaedue situazioni Lettura tempestivamente interpretazione più Quadro dettagliato e trend e criticità approfondita del approfondito. + < costo passaparola online - Lettura e - Meno tempestiva interpretazione più superficiale del - > costo passaparola online;
  24. 24. Analisi QualitativaCome identificare il campione di analisi qualitativa? RILEVANZA VISIBILITÀ RILEVANZA COMPARATIVA ENGAGEMENT analisi ad hoc TEMATICA confronta due situazioni visibilità della fonte sui Quadro della fonte e Affinità dettagliato Grado di interesse e motori di ricerca approfondito. rispetto al settore/brand viralità del post.(es: calcolabile utilizzando in analisi. Il calcolo differisce a il Page Rank di Google) Nº di post relativi al seconda del tipo di fonte settore analizzato Nº TOT. di post complessivi prodotti dalle fonti considerate
  25. 25. Analisi QualitativaCome identificare il campione di analisi qualitativa? RILEVANZA VISIBILITÀ RILEVANZA COMPARATIVA ENGAGEMENT analisi ad hoc TEMATICA confronta due situazioni visibilità della fonte sui Quadro della fonte e Affinità dettagliato Grado di interesse e motori di ricerca approfondito. rispetto al settore/brand viralità del post.(es: calcolabile utilizzando in analisi. Il calcolo differisce a il Page Rank di Google) Nº di post relativi al seconda del tipo di fonte settore analizzato Nº di post complessivi prodotti dalle fonti considerate
  26. 26. Analisi QualitativaCome identificare il campione di analisi qualitativa? RILEVANZA VISIBILITÀ RILEVANZA COMPARATIVA ENGAGEMENT analisi ad hoc TEMATICA confronta due situazioni visibilità della fonte sui Quadro della fonte e Affinità dettagliato Grado di interesse e motori di ricerca approfondito. rispetto al settore/brand viralità del post.(es: calcolabile utilizzando in analisi. Il calcolo differisce a il Page Rank di Google) Nº di post relativi al seconda del tipo di fonte. settore analizzato Nº di post complessivi prodotti dalle fonti considerate
  27. 27. Sommario Introduzione: l’analisi del passaparola online Premesse: alcuni suggerimenti prima di cominciare Processo di analisiAnalisi: metriche e misurazione Conclusioni
  28. 28. Misurare l’ efficacia di una campagna BRAND PRESENCE (quanto, dove e chi); TOPIC (cosa si dice); SENTIMENT (in che modo); ENGAGEMENT (attenzione, partecipazione, coinvolgimento)
  29. 29. Misurare l’ efficacia di una campagna METRICA QUANTITATIVA: BRAND PRESENCE Esempio: modelli di auto QUANTO CHI Quanto se ne parla? Chi ne parla? Conoscere iConteggio del numero di blogger, i membri di un citazioni e post forum, gli influencer che parlano dell’oggettosull’oggetto (awareness) DATI sui CONCORRENTI ANALIZZARE ANCHE I SCARSITÀ DI DATI SOCIO- (share of buzz) LINK PIÙ CONDIVISI DEMOGRAFICI Totale messaggi: 53.865
  30. 30. Misurare l’ efficacia di una campagna METRICA QUANTITATIVA/QUALITATIVA: BRAND PRESENCE Esempio: campagna online QUANTO/TREND volume Che tipo di impatto sul buzz può avere NELTEMPO una campagna on e/o offline INTEGRARE CON DATI di RICERCA TRADIZIONALE periodo Totale messaggi: 1.798
  31. 31. Misurare l’ efficacia di una campagna METRICA QUANTITATIVA: BRAND PRESENCE Esempio: settore automotive DOVE QUANTODove se nese ne parla? Quanto parla? Q&A,social network? Forum? Conteggio del numero di Blog, etc.citazioni e post che citano l’oggetto (awareness) ANALIZZARE ANCHE I LINK PIÙ CONDIVISI
  32. 32. Misurare l’ efficacia di una campagna METRICA QUANTITATIVA: BRAND PRESENCE Esempio: settore beauty CHIChi ne parla? Conoscere i blogger, i membri di unforum, gli influencer che parlano dell’oggetto SCARSITÀ DI DATI SOCIO-DEMOGRAFICI
  33. 33. Misurare l’ efficacia di una campagna METRICA QUANTITATIVA/QUALITATIVA: TOPIC Esempio: politica COSA Di cosa si parla? le Periodo considerato: 45 giorni. conversazioni piùdibattute e i concetti ricorrenti AIUTA A SINTETIZZARE L’AMPIA MOLE DI INFORMAZIONI QUALITATIVA E/O QUANTITATIVA Totale messaggi: 1.325
  34. 34. Misurare l’ efficacia di una campagna METRICA QUANTITATIVA/QUALITATIVA: SENTIMENT Esempio: campagna online IN CHE MODO COMPARATIVAIn che analisise ne parla? modo ad hoc confronta dueneutro, Bene, male, situazioni opinioni favorevoli, Quadro dettagliato e sfavorevoli, dubbi, … approfondito. DISTINGUERE LE FONTI MARGINE DI ERRORE PRE-CAMPAGNA POST-CAMPAGNA
  35. 35. Misurare l’ efficacia di una campagna METRICA QUANTITATIVA/QUALITATIVA: ENGAGEMENTA Esempio: views lorde e tempo speso (viewing o surfing) ENGAGEMENT RATE ATTENZIONEB Esempio: numero di contenuti prodotti (post, commenti, tweet, video, foto, podcast, applicazioni, ecc.) di autori PARTECIPAZIONE attivi, condivisioni (share, incoming link, retweet, bookmarks, tag), sottoscrizioni (iscritti, amici, fan, gruppi, feed RSS o mailing), …C Numero di post/commenti/recensioni positive / totale, numero voti (likes, votes), rank/punteggio medio GRADIMENTO È necessario distinguere i diversi tipi di social media È interessante integrare metriche di web analytics
  36. 36. Misurare l’ efficacia di una campagna FACEBOOK ANALYTICS MODULE Misura l’attività e il• Measure the sentiment di una fan page e activity and dei gruppi su Facebook; sentiment of your Permette Facebook con i brand’s il confronto concorrenti; Gruppi Fan page e• Compare it with Misuracompetition di una your la notorietà• marca; Measure your Identifica influencer e profili più attivi
  37. 37. Sommario Introduzione: l’analisi del passaparola online Premesse: alcuni suggerimenti prima di cominciare Processo di analisi Analisi: metriche e misurazioneConclusioni
  38. 38. Consigli finaliAscoltare prima di agireMonitorare è un punto di partenza e non un punto di arrivoStart small (partire con un progetto pilota e poi estendere)Affidarsi a specialistiIdentificare le fonti più rilevanti e isolare (e filtrare) le fonti «rumorose»Integrare l’analisi dei social media con altre fonti di analisi
  39. 39. Grazie per l’attenzione Viviana Venneri Product Manager E-mail: viviana.venneri@blogmeter.it Website: http://www.blogmeter.it/ Twitter: http://twitter.com/blogmeter WAS 2011 – Milano 20 Aprile 2011 www.webanalyticstrategies.com

×