Il computer2

760 views

Published on

Slides sulla storia del computer e sui principali componenti.

Published in: Technology
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
760
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
49
Actions
Shares
0
Downloads
25
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il computer2

  1. 1. Il computer Concetti base sulle tecnologie ICT (Information and communicationtechnology) e breve storia del computer
  2. 2. Storia del computerA parte labaco, che è il più antico strumento di calcolousato dalluomo, le prime macchine costruite pereffettuare meccanicamente operazioni di calcolo, taliche ad un variabile input dellutente producessero uncorrispondente output come effetto di un processo deidati immessi determinato da una regola matematica ologica, sono molto antiche.Le prime importanti esigenze di calcolo riguardaronoprincipalmente lastronomia, disciplina legata da unverso a concezioni religiose o comunque spiritualiste.
  3. 3. L’abaco è lo strumento più antico di calcolo di cui siconosca traccia, i primi esemplari, sotto forma di“tavolette di calcolo” sono apparsi in Mesopotamia e inCina intorno al 1200 a.C.
  4. 4. Fù Blaise Pascal filosofo, matematico e fisicofrancese, nel 1643 a realizzare una macchina cheeseguiva automaticamente addizioni esottrazioni, la Pascalina.
  5. 5. Charles Babbage, matematico inglese, costruì nel 1834 ilprimo calcolatore digitale automatico di uso generale(addizioni, sottrazioni, divisioni, moltiplicazioni). Ilcalcolatore prese il nome di “macchina analitica’”, ecostituì un modello per tutti i successivi calcolatori digitali.Tale macchina poteva essere utilizzata tramite delle schedeperforate”.
  6. 6. Thomas J. Watson, imprenditore americano, fondò nel1924 l’International Business Machine, meglio nota ainostri giorni come IBM. La nuova azienda diventò in pocotempo il più potente impero industriale nel settoreinformatico. Thomas è, inoltre, l’uomo che coniò lo slogan“THINK” che ancor’oggi invade i prodotti e gli sloganpubblicitari di IBM.
  7. 7. I primi computer elettronici nascono sul finire dellaseconda guerra mondiale. A quell’epoca erano moltodiversi da come li concepiamo oggi: si trattava di enormicalcolatori, grandi quanto un intero edificio, che venivanoutilizzati per scopi specifici. Non avevano un sistemaoperativo, il loro funzionamento era determinato dal loroschema elettrico invece che da un programma. Il piùfamoso di questi, il “Colossus” (o “Mark I”), fù costruitonel 1943 dal governo britannico per decriptare inmaniera più rapida le comunicazioni radio dei Tedeschicriptate con la macchina ENIGMA.Nel 1945, dopo la fine della grande guerra gli Americaniintuirono l’utilità che i calcolatori avrebbero potutoassumere anche per scopi non bellici.
  8. 8. Iniziarono così la realizzazione di un calcolatore che fosse“programmabile”, nacque l’ENIAC (Electronic NumericalIntegrator and Computer). Il suo scopo era quello dieffettuare calcoli balistici per l’esercito americano. Laprogrammazione di questa enorme macchina venivarealizzata esclusivamente in linguaggio macchina, ossiasecondo codici binari direttamente eseguiti dalprocessore, ed era realizzata per mezzo di una serie dispinotti inseriti su particolari schede.Lo studio dei calcolatori si trasferì nelle università degliStati Uniti, dove il lavoro di molti ricercatori ed inparticolare del matematico e fisico John Von Neumanportò a definire le basi dei moderni calcolatori: non piùsofisticate calcolatrici ma entità capaci di eseguiresequenze di comandi (algoritmi).
  9. 9. John von Neumann definì per la prima volta il concettodi elaboratore elettronico a programma memorizzato, lacosiddetta “macchina di von Neumann”. Neumann fù ilprimo a inquadrare in una teoria matematica coerente le“macchine intelligenti” e gli automi. Per questo è ancheconsiderato come il padre dell’informatica.
  10. 10. Un anno dopo, John Von Neumann e altri realizzarono ilprimo vero computer l’EDVAC (Electronic Discrete VariableComputer) dotato di un primo rudimentale “SistemaOperativo”. Derivato dall’ENIAC, esso ne perfezionò ilconcetto di programmabilità, in quanto i programmi,anziché essere inseriti dall’esterno, sono incorporati nellamemoria della macchina e richiamabili a piacimento.Nel 1957 l’IBM introduce e inizia le installazioni dei sistemiRAMAC (Random Access Method Of Accounting AndControl). Si tratta dei primi elaboratori commerciali chedispongono di una unità a dischi fissi (hard-disk) per lamemorizzazione di dati che sostituisce le ingombranti elente unità a nastro magnetico.Nel 1962 nasce al MIT il primo videogame della storia permerito dello studente Steve Russell.
  11. 11. Space WarIl primo gioco giocato da un computer è tris.
  12. 12. Intorno al 1969 presso i Bell Labs (AT&T) Ken Thompsoninventò il sistema operativo Unix. Questo nuovo sistemaoperativo a differenza dei predecessori era multiutente emultiprocesso, ovvero potevano essere eseguiti piùprogrammi contemporaneamente e poteva essereutilizzato da più utenti nello stesso momento; era dotatodi strumenti di “networking”, ovvero: due sistemi unixpotevano dialogare tra di loro attraverso una rete.In seguito il Dipartimento della Difesa USA commissionaARPANET la rete antenata di Internet. Lo scopo di questarete era mantenere in contatto i centri strategici militariamericani in caso di attacco con armi nucleari
  13. 13. ARPAnet non venne mai pienamente utilizzata per scopimilitari, le università e gli uffici governativi americaniiniziarono anche loro a richiedere un nodo di collegamentoper poterne farne parte.Nel 1971 Ray Tomlinson realizza la più importanteapplicazione della rete: la posta elettronica. Con Newmanspediscono il loro primo messaggio E-mail attraverso larete.Nel 1977 esce sul mercato l’APPLE II il primo homecomputer con programmi di videoscrittura, fogli di calcolo,giochi e tanto altro. Nello stesso anno Bill Gates e Paul Allen fondano la Microsoft.
  14. 14. Nel 1982 Commodore presenta il Commodore 64. Ilcalcolatore più venduto della storia: fra 17 e 22 milioni diunità. Nel 1984 l’Apple annuncia il personal computer Macintosh. Sony e Philips introducono i primi CD-ROM, che forniscono una enorme capacità di registrazione dei dati (fino a 640mb).
  15. 15. Nel 1985 La Microsoft sviluppa Windows 1.0,introducendo aspetti tipici del Macintosh (menù, finestre,icone) nei computer DOS compatibili.Nell’aprile del 1994 nasce il software che cambierà lastoria: Jim Clark e Marc Andreesen fondano la NetscapeCommunications. Alla fine dell’anno esce il browserNetscape Navigator ed è subito il boom dei navigatori delweb.Nel 1995 la Microsoft, con una straordinaria operazionedi mercato, lancia Windows 95 che include il browserInternet Explorer. Per questo motivo la Microsoft subiràun processo per concorrenza sleale. La mossa di Microsoftpermette di conquistare la leadership della navigazione inInternet costringendo la Netscape a chiudere.
  16. 16. Dal 2000 al 2012 internet è ovunque attraversoconnessioni via cavo, satellite o wi-fi: da ogni dispositivo èpossibile accedere a internet. I telefoni cellulari si sonotrasformati in dei mini PC tascabili connessipermanentemente alla rete e capaci di eseguire video intempo reale. Anche la telefonia migra sulle rete, grazie adesempio a Skype , è possibile telefonare sfruttando la rete.E’ anche il periodo in cui Apple ritorna alla ribalta creandoprodotti come l’iPhone e l’iPad basati su un interfacciatouch di estrema qualità e usabilità.
  17. 17. Il computerCon computer si intende un dispositivo ingrado di eseguire programmi.Con hardware si intendono tutte lecomponenti elettroniche del computer, cioèla sua parte FISICA.Con software si intendono i programmi delcomputer.
  18. 18. Come si «usa» l’informaticaIl computer serve principalmente a risolvereproblemi e fornire dei servizi mediante l’uso diappositi programmi. Come si creano questiprogrammi?Per fare un esempio molto pratico: quasi tuttiusiamo word, excel o facebook, ma chi li hainventati e creati affinché noi potessimo usarli?Come si fa a CREARE un programma?
  19. 19. L’AlgoritmoUn Algoritmo è una sequenza logica di istruzioniche, se eseguite nell’ordine stabilito,permettono la soluzione di un problema in unnumero finito di passi.Un problema risolvibile mediante un algoritmosi dice computabile. Il termine "algoritmo"deriva dalla trascrizione latina del nome delmatematico persiano al-Khwarizmi, che èconsiderato uno dei primi autori di algoritmi.
  20. 20. InizioEsempio Prendi due uova dal frigorifero Vai a comprarle Sono no :D fresche? sì Sbatti le Metti a scaldare uova in un po’ di olio in una ciotola una teglia no L’olio è caldo? sì Versa le uova sbattute nella teglia no La frittata sì Fine è cotta?
  21. 21. • Decimale = 10 cifre;• Binario = 2 cifre (bit in informatica);• Esadecimale = 16 cifre;• Ottale = 8 simboli.
  22. 22. Sono i calcolatori più potenti in assoluto e sono moltocostosi.Sono spesso proprietà di enti di ricerca, come adesempio nella ricerca nucleare o nella meteorologia.Vengono utilizzati in condivisione da più operatoricontemporaneamente. Recentemente il divario tra lapotenza della CPU di un supercomputer e tra ilmicroprocessore di un normale PC è andatoassottigliandosi e ad oggi i supercomputer sono uninsieme di centinaia di migliaia di unità di calcolo dinormali PC connessi tra loro.
  23. 23. Sono computer molto grandi e sofisticati ed anchemolto costosi. Vengono utilizzati• In ambito militare;• Per gestire ed amministrare grandi e medie aziende;• Per gestire ed amministrare lo stato e gli uffici pubblici.
  24. 24. Sono dei Mainframe in miniatura.Hanno potenza medio alta e sono utilizzati in piccolee medie aziende .Sono abbastanza simili ai PC, ma possiedono unapotenza di calcolo e prestazioni grafiche molto piùelevate.Sono usate per la progettazione, lo sviluppo grafico ela creazione di software.
  25. 25. L’hardware è la struttura fisica del computer.I principali dispositivi che si trovano all’internodel case, il telaio all’interno del quale sonoinstallati i principali componenti di un computer,sono:• La scheda madre (mainboard);• La CPU (Central Process Unit);• Le memorie• Le memorie di massa• Le porte di comunicazione
  26. 26. I principali dispositivi che si trovano all’esterno del case,detti unità periferiche, sono :• Dispositivi di input;• Dispositivi di output;• Dispositivi misti di input e output.
  27. 27. La scheda madre è una scheda elettronica che raccoglietutta la circuiteria elettronica di interfaccia tra i varicomponenti principali.Fa da supporto e connessione tra icomponenti interni al case e contiene una serie di circuitiadibiti al controllo delle varie parti.Sulla scheda madre si trovano come componenti separati:• Il microprocessore (CPU);• Le memorie (RAM e ROM);• Le interfacce per i supporti di massa (Hard disk, Floppy disk, CD, DVD);• I connettori necessari per la gestione delle periferiche(mouse e tastiera.)
  28. 28. La CPU sovraintende al funzionamento dell’interamacchina ed esegue le istruzioni ed i vari programmi.Le due funzioni principali sono leggere o scrivere i dati inmemoria, per questo si divide in due parti:1. L’unità ALU(Arithmetic Logic Unit) sede delle operazioni logico-aritmetiche;2. L’unità di controllo che recupera le istruzioni dalla memoria, codificandole ed eseguendole.Esistono due modelli principali di CPU1. Architettura di VON NEUMANN in cui dati e istruzioni risiedono nella stessa memoria2. Architettura di Harvard in cui risiedono in memorie diverse.
  29. 29. L’unità di misura della memoria è il byte.Il byte è costituito da 8 bit.Il bit (binary digit) è un segnale elettrico che può esserepresente o assente nel circuito del computer, assumendorispettivamente i valori 0 o 1.8 bit, cioè un byte, compongono il codice binario di uncarattere della tastiera.Tali caratteri sono codificati secondo lo standard ASCII(American Standard Code Information Interchange).
  30. 30. La memoria RAM (Random Access Memory) è lamemoria dove vengono conservati i dati in corso incorso di elaborazione, cioè i documenti aperti, e leistruzioni del programma in esecuzione. È unamemoria di scrittura e lettura delle informazioni ed èuna memoria volatile, cioè perde le informazioni senon è alimentata elettricamente.Può essere paragonata alla nostra memoria a brevetermine.
  31. 31. La memoria ROM (Read Only Memory) è una memoriapermanente di sola lettura che viene scritta una volta solain fase di fabbricazione del computer.All’interno della RAM si trova il BIOS (Basic Input OutputSystem) un software che contiene tutti i programmielementari sufficienti al controllo della tastiera, delloschermo, dei dischi rigidi, dei floppy e delle comunicazioniseriali. Il BIOS fornisce una serie di funzioni di base perlaccesso allhardware e alle periferiche integrate nellascheda madre da parte del sistema operativo e deiprogrammi.
  32. 32. Le memorie di massa consentono di registrare i dati inmodo permanente, cioè non sono memorie volatili.Le principali sono• Di tipo magnetico (Hard Disk, Floppy…);• Di tipo ottico (CD, DVD).L’HD è la memoria permanente del computer in cui siconservano i programmi, i dati e i documenti. Gli attualiHD hanno capacità di centinaia di GB. Esistono anche HDesterni che si possono collegare al computer.
  33. 33. La penna USB o chiavetta USB (anche in inglese USBflash drive, o pendrive) è una memoria di massaportatile di dimensioni molto contenute (qualchecentimetro in lunghezza e intorno al centimetro inlarghezza) che si collega al computer mediante lacomune porta USB.Date le dimensioni ridotte e la facilità di utilizzo stadiventando l’unità preferita per il trasporto fisico deidati.La velocità di trasferimento dei dati è maggiore rispettoa quella di CD e DVD.
  34. 34. La tastiera è la principale unità di input derivadirettamente dalla tastiera in uso nella vecchia macchinaper scrivere è appositamente studiata per poterimmettere dei dati per mezzo della pressione manuale deitasti.Di solito le tastiere sono “nazionalizzate”, ciascuna linguaadotta un set di caratteri dellalfabeto, oltre ai numeri,punteggiatura e alcuni caratteri detti di controllo.
  35. 35. Tipi di tastiera • Tastiera americana• Tastiera italiana
  36. 36. Il mouse è un dispositivo di input che invia al computerl’informazione è selezionata tramite un indicatore sulloschermo chiamato cursore cui è trasmesso lospostamento del mouse sulla scrivania. È dotato di unoo più tasti ai quali possono essere assegnate variefunzioni.
  37. 37. Lo scanner è la periferica di input in grado di acquisireimmagini da superfici piane (in genere fogli di carta ofoto) che, tramite appositi programmi, sono memorizzatenel computer come immagini. Lo svantaggio è che ilcomputer non farà distinzione tra parti di immagini eparti di testo scannerizzate. Per riconoscere l’immaginecome parte di testo modificabile serve un’ opportunatecnologia in commercio chiamata OCR (OpticalCharacter Recognition ).
  38. 38. Il Monitor è l’interfaccia principale con cui l’operatoreumano è in grado di controllare l’attività del computer.Originariamente erano costituiti da tubi catodici (CRT),attualmente sono sempre più diffusi gli schermi piatti acristalli liquidi (LCD). Per specifiche applicazionipossono essere utilizzati monitor sensibili al semplicetocco delle dita (in questo caso diventano periferichesia di input che di output).
  39. 39. Le Stampanti si distinguono in base alla modalità di stampa:- ad aghi: ormai obsolete perché rumorose, molto lente,producono stampe di bassissima qualità ed utilizzano specialimoduli continui di carta. Usano una testina ad aghi che battesu un nastro inchiostrato, come nelle vecchie macchine perscrivere;- laser: simili, nella tecnologia di stampa, alle fotocopiatrici,hanno un’ottima qualità di stampa e stampano moltovelocemente ed in modo silenzioso. Sono adatte per grossivolumi di lavoro;
  40. 40. - a getto d’inchiostro: La stampa avviene spruzzando sulla carta un sottilissimo getto d’inchiostro liquido. Più lente e con qualità di stampa leggermente inferiore, sono più piccole ed economiche che quelle laser.Possono essere a colori o in bianco e nero.
  41. 41. Il Software è l’insieme delle istruzioni o programmi checontengono le informazioni necessarie per svolgere tuttele diverse funzioni del computer.Si dividono in• Software di sistema, detto Sistema Operativo;• Software applicativo, detti programmi.
  42. 42. Il programma principale di un computer è ilSistema Operativo , che si occupa di gestirela macchina, le sue risorse e i programmiche vi sono eseguiti e permette all’utente diinstallare altri programmi. All’interno di unostesso computer possono essere caricati piùsistemi operativi, ma dovranno essere usatiuno alla volta.
  43. 43. I principali sistemi operativi sono:• MS-DOS Adottato dall’IBM è stato il primo sistema operativo ad avere unificato l’uso dei PC.• MAC-OS Questo sistema operativo è stato elaborato dalla società americana Apple ed è stato il primo a interfaccia grafica GUI (Graphical User Interface) che permette un’interazione in cui ogni operazione è mediata da una rappresentazione grafica.• WINDOWS Il sistema operativo windows è prodotto dalla Microsoft; applica l’interfaccia grafica GUI all’MS-DOS. Ad oggi è il più diffuso per i PC domestici.
  44. 44. • UNIX-LINUX Sistema operativo molto potente che permette la gestione stabile ed efficiente di un computer da parte di un elevato numero di utenti. L’utilizzo di Unix richiede personale specializzato con elevate competenze tecniche. Linux rappresenta l’avanguardia del software libero e del progetto open source, che indica un software i cui autori (più precisamente i detentori dei diritti) ne permettono, anzi ne favoriscono il libero studio e lapporto di modifiche da parte di altri programmatori indipendenti.
  45. 45. InternetLe reti "telematiche" esistono da più di vent’anni. Ma ilfenomeno di cui si parla oggi, genericamente definito"internet", nella forma in cui lo conosciamo è nato in Italianel 1994; e nel resto del mondo non molto prima.Variamente definita, Internet è sostanzialmente la "retedelle reti", cioè un insieme di reti di computer sparse intutto il mondo e collegate tra loro, a cui possono accederemigliaia di utenti per scambiare tra loro informazioni.Tecnicamente la definizione più corretta di Internet è forsequella di una federazione o un insieme di reti in grado dicomunicare.
  46. 46. La parola Internet, prima ancora di indicare una electronichighway è anzitutto una espressione inglese formata dadue parole intere net (rete), con cui si indica uncollegamento tra due reti attraverso una gateway (viad’accesso): è questo collegamento che permette aqualsiasi computer di una rete di comunicare con unqualsiasi altro computer di un’altra rete.Si capisce meglio allora quale sia la potenzialitàcomunicativa di Internet se la rete è un’immensaragnatela fondata da migliaia di reti di computer sparse intutto il mondo e tutte collegate tra loro.
  47. 47. Al di là del tentativo di definirla, per descrivere Internetsono state usate varie analogie; la più frequente è quelladelle reti telefoniche locali o nazionali che nel loro insiemeformano una immensa rete internazionale, della qualemolti possiedono una parte, senza che nessuno possapossederla tutta; infatti si dice che Internet non è dinessuno, anche se - perché il tutto funzioni - tutti devonotenere in efficienza la parte di loro proprietà.Non mancano naturalmente analogie più fantasiose, tra cuiquella della scuola di McLuhan che vede Internet come"prolungamento" all’esterno del nostro cervello (così comela televisione era il prolungamento all’esterno della nostravista) o quella addirittura fantascientifica secondo cuiInternet sarebbe un "cervello collettivo".
  48. 48. Comunicazione.Internet è una rete mondiale formata da milioni di computer, chetra loro possono essere molto diversi e funzionare con differentisistemi operativi. C’è quindi da porsi non solo il problema dicome avvenga la trasmissione dei dati nella rete, ma anche dellaloro intelligibilità; cioè di come fa un computer a decifrare unmessaggio scritto con un computer ed un programma di scritturacompletamente diversi.Va allora chiarito che in Internet due computer connessi possonocomunicare tra loro solo utilizzando lo stesso protocollo (chevedremo più avanti) intendendo per protocollo l’insieme delleregole che ne permettono la comunicazione: si tratta in pratica diun insieme di convenzioni che definiscono un linguaggiocomune, il quale a sua volta rende possibile la comunicazione fracomputer dotati di sistemi operativi diversi.
  49. 49. Quando si manda o si cerca una informazione via Internet, èevidentemente indispensabile che il destinatario siachiaramente individuato da un preciso indirizzo, altrimentila comunicazione rischia di perdersi nella rete.Quindi due computer per comunicare tra loro tramiteInternet hanno bisogno almeno di: un indirizzo che liindividui con precisione assoluta, cioè di un IP address;un protocollo, cioè un linguaggio comprensibile daentrambi.Nella rete Internet incontreremo almeno due tipi diindirizzi: gli E-mail, cioè gli indirizzi per la posta elettronica;gli Url, cioè un indirizzo che si usa per gli altri protocolli dicomunicazione gestiti da un browser, cioè da un programmadi gestione di servizi Internet.
  50. 50. L’Url permette di arrivare con sicurezza al server, cioè alcomputer remoto presso cui l’oggetto da noi cercato sitrova. A questo punto servono naturalmente leinformazioni normali per cercare un oggetto nel computerdi un utente, cioè la directory, le eventuali sottodirectory eil file che lo contiene.Il messaggio di posta elettronica finisce in una casellaall’interno del server dove risiede l’indirizzo didestinazione. Il messaggio rimarrà nel server finchél’utente non si collegherà alla rete e scaricherà nel propriocomputer tutti i messaggi arrivati alla sua mailbox(cassetta delle lettere). Se l’utente è collegato, potrebbeaver attivato un programma che ad intervalli regolaricontrolla l’arrivo di nuova posta segnalando con un avvisosonoro eventuali nuovi messaggi arrivati.
  51. 51. Reti LANLocal Area Network (LAN) (in italiano rete in arealocale, o rete locale) è una tipologia di rete informaticacontraddistinta da unestensione territoriale nonsuperiore a qualche chilometro.In una rete LAN• Il numero di computer collegabili è limitato;• I computer connessi devono essere in un’area inferiore al km quadrato.
  52. 52. I vantaggi tipici di una LAN sono:• condivisione di dati e programmi;• condivisione di un collegamento a Internet unico per più PC;• condivisione di accesso a risorse hardware (stampanti, periferiche fax, modem, etc.);• riduzione dei costi grazie alla condivisione;• standardizzazione delle applicazioni;• gestione più efficiente di dati, comunicazione e pianificazioni.
  53. 53. Reti WAN• La rete di comunicazione geografica, in sigla WAN (dallacronimo inglese "Wide Area Network"), anche abbreviata in rete geografica, è una tipologia di rete di computer che si contraddistingue per avere unestensione territoriale pari a una o più regioni geografiche.• Molte WAN sono costruite per una particolare organizzazione e sono private. La più grande WAN mai realizzata, Internet, una rete di computer che copre lintero pianeta, è invece ad accesso pubblico.
  54. 54. Le reti WAN si caratterizzano per• Il numero elevato di computer che vi si possono collegare;• La possibilità di far interagire computer molto distanti tra loro;• La necessità di collegare il computer ad un modem per permettere la trasmissione del segnale sulla linea telefonica.
  55. 55. WWW: World Wide WebCaratteristica principale della rete Web è che i nodi chela compongono sono tra loro collegati tramite icosiddetti link formando un enorme ipertesto. E i suoiservizi possono essere resi disponibili dagli stessi utentidi Internet. Per quanto riguarda i contenuti, quindi, ilWeb possiede la straordinaria peculiarità di offrire achiunque la possibilità di diventare editore e, con unaspesa estremamente esigua, di raggiungere un pubblicopotenzialmente vastissimo distribuito in tutto il mondo.[
  56. 56. HTMLIn informatica lHyperText Markup Language (HTML) è unparticolare protocollo di di comunicazione che serve peraccedere al ricco patrimonio di documenti e informazioniofferti dal WWW.L’enorme quantità di contenuti e la possibilità di muoversiattraverso i vari documenti tramite un impercettibile filovirtuale possono far pensare ad una ragnatela che avvolgeil mondo. Questo è il significato di WEB, cioè l’insieme deidocumenti e dei collegamenti presenti in Internet.Tutti i siti web, sono identificati dal cosiddetto indirizzoweb, una sequenza di caratteri univoca chiamata intermini tecnici URL che ne permette la rintracciabilità nelWeb.
  57. 57. Il browserIl browser o navigatore è un programma che consente diusufruire dei servizi di connettività in Rete e di navigaresul World Wide Web, permettendo di visualizzare icontenuti delle pagine dei siti web e di interagire con essi.Questultima funzionalità è supportata dalla capacità delbrowser di interpretare lHTML — il codice con il qualesono scritte la maggior parte delle pagine web — e divisualizzarlo in forma di ipertesto.I browser vengono principalmente utilizzati su personalcomputer, ma anche su altri dispositivi come i palmari egli smartphone. Quelli più noti e diffusi sono InternetExplorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, Safari e Opera.

×