Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

TOURING CLUB | Stati Generali del Turismo | Bandiere Arancioni | Langhe e Roero

59 views

Published on

Stati Generali del Turismo per il Piemonte
verso la stesura di un Piano Strategico
https://statigenerali.piemonte-turismo.it/

#8 di 8. Langhe e Roero

Le Bandiere Arancioni
Filippo Ghisi, Console per Cuneo Touring Club Italiano

#8 di 8. Langhe e Roero

Castello di Grinzane Cavour
Enoteca Regionale Piemontese Cavour
Via Castello, 5
Mercoledì 5 e giovedì 6 settembre 2018

https://statigenerali.piemonte-turismo.it/portfolio-item/langhe-roero/

Published in: Marketing
  • Be the first to comment

TOURING CLUB | Stati Generali del Turismo | Bandiere Arancioni | Langhe e Roero

  1. 1. IL PROGRAMMA TERRITORIALE BANDIERE ARANCIONI Stati Generali del Turismo per il Piemonte Grinzane Cavour, 5 settembre 2018
  2. 2. LA BANDIERA ARANCIONE DEL TOURING CLUB ITALIANO BANDIERE ARANCIONI IN PIEMONTE COME STA CAMBIANDO IL TURISMO
  3. 3. COME STA CAMBIANDO IL TURISMO 1. Turismi vs turismo: le tipologie di viaggi e vacanze si sono progressivamente moltiplicati frammentazione e contaminazione tra tipologie diverse 2. Come vs dove: diventa fondamentale non solo il “dove” ma anche il “come” si viaggia sostenibilità, tutela del paesaggio e delle risorse naturali, autenticità sono sempre più centrali nell’idea di viaggio Fonte: Flash Eurobarometer, Preferencesof Europeanstowardstourism,2016
  4. 4. 5. Esperienza e storytelling: cresce il «turista esperienziale», non importa cosa vedere ma cosa fare 6. Short break, last minute e fai-da-te (online): vacanze più brevi e programmate all’ultimo momento, tendenza strutturale e non solo congiunturale disintermediazione soprattutto per viaggio a breve/medio raggio un occhio alla spesa 3. Extralberghiero, oltre la ricettività: l’alloggio non è più solo un elemento strumentale ma motivazione ed elemento determinante nei trend del turismo (es. agriturismi, B&B, terme & benessere) 4. Tutto è turistico: tradizionali artigianali, sempre più spesso al centro dell’esperienza di viaggio, così come enogastronomia e agricoltura
  5. 5. L’ATTENZIONE VERSO I BORGHI • I Comuni con meno di 15mila abitanti dell’entroterra rappresentano l’85% dei Comuni italiani • Questi centri sono oggetto di una flessione significativa del potenziale demografico, denatalità e invecchiamento sono le cause principali con un saldo naturale negativo pari a tre volte la media nazionale. • Particolarmente grave la diminuzione di popolazione giovanile, i piccoli comuni delle aree interne registrano da soli quasi la metà di questo fenomeno a livello nazionale pur rappresentando un quarto della popolazione nazionale. Qualcosa sta cambiando…maggiore attenzione ai borghi:  Piano Strategico per il Turismo 2017-2022  2017: ANNO DEI BORGHI 2018: ANNO DEL CIBO 2019: ANNO DEL TURISMO LENTO  Strategia nazionale per le aree interne  Legge salva borghi (settembre 2017)
  6. 6. COME STA CAMBIANDO IL TURISMO BANDIERE ARANCIONI IN PIEMONTE LA BANDIERA ARANCIONE DEL TOURING CLUB ITALIANO
  7. 7. IL TOURING CLUB ITALIANO • Oltre 120 anni di storia • 280.000 soci • 3.000 volontari attivi in modo costante • Iniziative di valorizzazione dell’ambiente e dei beni culturali • Contenuti per il viaggio e per il viaggiatore • Viaggi e vacanze
  8. 8. BANDIERE ARANCIONI LE ORIGINI • Il programma nasce nel 1998 da un’esigenza espressa da Regione Liguria: valorizzare e rivitalizzare le piccole località dell’entroterra rispetto a quelle della costa ormai sature dal punto di vista turistico. • TCI elaborò allora un Modello di Analisi Territoriale (M.A.T.), per analizzare il territorio e stimolare processi di sviluppo dal punto di vista turistico e ambientale . • Per le località meritevoli venne ideato un marchio di qualità che potesse contraddistinguere le località eccellenti. 2018: festeggiamo i 20 anni di Bandiere arancioni, la prima iniziativa in Italia dedicata ai borghi!
  9. 9. • Marchio di qualità turistico-ambientale • temporaneo: 3 anni • per le piccole località: sotto i 15.000 abitanti • dell’entroterra BANDIERE ARANCIONI COS’È
  10. 10. COMUNI CANDIDATI: 2.847 BANDIERE ARANCIONI: 230 8% dei candidati CERTIFICAZIONI IN SECONDA ISTANZA: 30 BANDIERE ARANCIONI RITIRATE: 4 6 2 28 15 13 7 22 8 4 20 38 19 9 6 5 4 13 4 6 1 TARGET OBIETTIVI Comuni  valorizzazione del territorio  comunicazione alla domanda Turisti  certificazione come elemento di scelta  vivere un’esperienza di qualità BANDIERE ARANCIONI I NUMERI
  11. 11. AVVIO RACCOLTA CANDIDATURE APPLICAZIONE DEL M.A.T. ANALISI e SOPRALLUOGHI ELABORAZIONE RISULTATI PIANO DI MIGLIORAMENTO BANDIERA ARANCIONE 5 macroaree PIANO DI MIGLIORAMENTO SOLO 8% DEI CANDIDATI BANDIERE ARANCIONI COME FUNZIONA
  12. 12. La fase di valutazione “simula” l’esperienza del visitatore e il suo percorso di consumo turistico: Dalla RICERCA di INFORMAZIONI 250 INDICATORI CLASSIFICATI IN 5 MACROAREE Alla VISITA nella DESTINAZIONE L’APPLICAZIONE DEL M.A.T. Analisi dei dati trasmessi nei moduli di candidatura, integrazione con dati da database turistico Touring e altre fonti; identificazione del gruppo di Comuni che saranno oggetto di visita sul campo.
  13. 13. 1. ACCOGLIENZA 2. RICETTIVITÀ E SERVIZI COMPLEMENTARI LE AREE DI ANALISI  Informazioni turistiche e segnaletica  Strumenti digitali  Accessibilità e trasporti  Ricettività alberghiera ed extra-alberghiera  Ristorazione  Servizi complementari
  14. 14. LE AREE DI ANALISI 3. FATTORI DI ATTRAZIONE TURISTICA 4. QUALITÀ AMBIENTALE  Attrattività ambientale  Attrattività storico-culturale  Produzioni locali tipiche  Innovazione sociale ed eventi  Gestione ambientale  Gestione rifiuti  Verde urbano  Fonti rinnovabili e risparmio energetico  Educazione ambientale  Elementi di impatto
  15. 15. 5. STRUTTURA E QUALITÁ DELLA LOCALITÁ OBIETTIVO: valutare quelle componenti dell’offerta turistica non sempre facilmente quantificabili ma egualmente importanti nel determinare le scelte e l’esperienza del visitatore Conformazione urbanistica CENTRO STORICO VS AREA MODERNA Elementi strutturali e arredo urbano ARMONIA, OMOGENEITÀ, MANUTENZIONE E PULIZIA DELL’ABITATO Atmosfera e ospitalità IDENTITÀ, VIVACITÀ, TIPICITÀ E IMMAGINE COMPLESSIVA LE AREE DI ANALISI
  16. 16. LA VISITA SUL CAMPO • è svolta in autonomia e in forma anonima dal gruppo di ghost visitor del TCI; • il gruppo di visita è costante e lavora a livello nazionale; • vengono verificati tutti i dati, riguardanti le 5 aree, raccolti tramite candidatura dei Comuni; • la visita prevede la raccolta di circa 200 foto per località.
  17. 17.  Indica le principali linee di sviluppo della qualità turistico-ambientale della località;  Suggerisce specifiche azioni e linee di intervento;  Crea consapevolezza;  Attiva processi di autoanalisi presso gli operatori pubblici e privati che operano nel sistema locale di offerta turistica; IL PIANO DI MIGLIORAMENTO  Va letto coerentemente con le linee guida per la qualità turistico- ambientale dei piccoli comuni dell’entroterra, che offrono spunti, idee ed esempi, riferimenti normativi per l’approfondimento e l’aggiornamento su determinate tematiche.
  18. 18. 79% dei Comuni ha istituito almeno un nuovo servizio turistico → in media 2 nuovi per Comune; 81 % dei Comuni ha aperto almeno un nuovo esercizio commerciale → in media 6 nuovi per Comune; 79 % dei Comuni ha aperto almeno una nuova struttura ristorativa → in media 3 nuove per Comune; 81% dei Comuni ha incrementato la propria offerta ricettiva Arrivi turistici: + 45 % Presenze turistiche: + 38% Nota: In media dall’anno di assegnazione del marchio nei Comuni certificati BANDIERE ARANCIONI I RISULTATI
  19. 19. COME STA CAMBIANDO IL TURISMO LA BANDIERA ARANCIONE DEL TOURING CLUB ITALIANO BANDIERE ARANCIONI IN PIEMONTE
  20. 20. Assessorato al Turismo di Regione Piemonte e TCI collaborano da ben 12 anni, con i comuni obiettivi di:  Avviare un percorso di miglioramento continuo e valorizzazione dei centri minori  Promuovere la cultura dell’accoglienza  Diffondere tra gli operatori del settore la centralità del principio di qualità dell’offerta turistica  Costruire un prodotto turistico sostenibile, in grado di garantire un’esperienza autentica. BANDIERE ARANCIONI IN PIEMONTE • 280 Comuni piemontesi sottoposti all’analisi Touring • 28 Bandiere arancioni (10% dei candidati, dato superiore alla media nazionale) • di cui 7 Bandiere arancioni in seconda istanza • Il Piemonte è la 2° regione più ‘arancione’ d’Italia
  21. 21. PROV. CUNEO: 1. Barolo 2. Bene Vagienna 3. Bergolo 4. Cherasco 5. Chiusa di Pesio 6. Grinzane Cavour 7. La Morra 8. Monforte d’Alba 9. Neive PROV. TORINO: 1. Agliè 2. Avigliana 3. Fenestrelle 4. Usseaux BANDIERE ARANCIONI IN PIEMONTE I 28 COMUNI CERTIFICATI PROV. ASTI: 1. Cocconato PROV. NOVARA: 1. Orta San Giulio PROV. ALESSANDRIA: 1. Gavi 2. Ozzano Monferrato PROV. VERCELLI: 1. Alagna Valsesia 2. Fobello 3. Varallo PROV. BIELLA: 1. Candelo PROV. VERBANIA: 1. Cannero Riviera 2. Cannobio 3. Macugnaga 4. Malesco 5. Mergozzo 6. Santa Maria Maggiore 7. Vogogna
  22. 22. L’offerta turistica dei piccoli centri d’eccellenza oggi risponde pienamente alle esigenze dei viaggiatori e intercetta molti flussi nazionali e internazionali con ottime ricadute sul territorio e sulla popolazione residente. • I 28 Comuni Bandiera arancione del Piemonte confermano il trend positivo: negli ultimi 4 anni, dal 2014 al 2017, gli arrivi sono aumentati in media del 20% e le presenze del 22%, dato leggermente superiore alla media regionale, con alcuni incrementi particolarmente significativi come a Macugnaga (arrivi +70%, presenze +52%), Orta San Giulio (arrivi +33%, presenze +30%) e Cherasco (arrivi +38%, presenze +29%). Inoltre, nei Comuni Bandiera arancione del Piemonte: • La % di rifiuti differenziati media è pari al 55%, più alta rispetto alla media nazionale e anche alla media delle Bandiere arancioni italiane (53%), con performance molto alte in alcuni comuni come Vogogna (81%) e Chiusa di Pesio (80%) • Oltre 80% dei Comuni ha forme di tutela del territorio, tutte hanno una rete sentieristica e l’85% ha percorsi cicloturistici • Tutte le località hanno produzioni agroalimentari distintive acquistabili in loco BANDIERE ARANCIONI IN PIEMONTE I RISULTATI
  23. 23. GAVI (AL) Foto: Maurizio Ravera
  24. 24. COCCONATO (AT)
  25. 25. GRINZANE CAVOUR (CN) Foto: Francesca Medeot
  26. 26. CANDELO (BI) Foto: Remo Cagnazzi
  27. 27. ORTA SAN GIULIO (NO)Foto: Alice Sconfietti
  28. 28. AVIGLIANA (TO)
  29. 29. SANTA MARIA MAGGIORE (VB) Foto: Cieffe Comunication
  30. 30. FOBELLO (VC) Foto: Rino Visconti
  31. 31. Grazie per l’attenzione! PER INFORMAZIONI: www.bandierearancioni.it bandiere.arancioni@touringclub.it tel. 02.8526828

×