Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

STATI GENERALI del TURISMO PIEMONTE | Ascomfidi

16 views

Published on

Strumenti e leve di finanziamento
Massimo Ariano, Direttore Generale ASCOMFIDI Nord-Ovest Piemonte
Massimo Calzoni, Senior Business Analyst INVITALIA, Agenzia Nazionale per l’Attrazione degli Investimenti e lo Sviluppo d’Impresa SpA
Gianfranco Di Salvo, Settore Agevolazioni e Strumenti Finanziari Finpiemonte S.p.A.
Chiara Pisani, Confindustria Piemonte, Enterprise Europe Network
Luca Tonelli, Confindustria Piemonte

Stati Generali del Turismo per il Piemonte
verso la stesura di un Piano Strategico
https://statigenerali.piemonte-turismo.it/

#3 di 8. Monferrato e Val Bormida
Asti | Polo Universitario UniASTISS Rita Levi-Montalcini
10 e 11 aprile 2018
https://statigenerali.piemonte-turismo.it/portfolio-item/monferrato-valbormida/

Published in: Economy & Finance
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

STATI GENERALI del TURISMO PIEMONTE | Ascomfidi

  1. 1. FIDUCIA, MUTUALITÀ, AGEVOLAZIONE Strumenti di accesso al credito per le PMI 16 novembre 2017
  2. 2. AGEVOLAZIONI: ESISTONO ANCORA? • Il nuovo bando della Camera di Commercio di Cuneo in collaborazione con i Confidi • (e altre interessanti idee su come possiamo rendere meno costosi i nostri investimenti) IL FONDO CENTRALE DI GARANZIA • Lo strumento che ha cambiato il modo di pensare delle Banche • Che cos’è e come possiamo usarlo per ottenere credito CENTRALE RISCHI E INFORMATORI FINANZIARI • Le notizie sulle quali le Imprese sono giudicate • Guardiamoci con gli occhi delle Banche: che cosa vedremo? UN PRESTITO DA CONFCOMMERCIO? • Il Finanziamento diretto di Ascomfidi Nordovest • E se potessi finanziarti non solo con la Banca?
  3. 3. Finanziare l’impresa? La Banca: Come ragiona? Agevolazioni, possibile? Esistono alternative?
  4. 4. 20,0 10,0 0,0 30,0 24,4 100,0 90,0 80,0 70,0 60,0 50,0 40,0 12 II 13 I 13 II 14 I 14 II 15 I 15 II 16 I 16 II 17 I 17 II 18 I 18 II 50,0 40,0 30,0 20,0 10,0 0,0 60,0 50,0 100,0 90,0 80,0 70,0 12 II 13 I 13 II 14 I 14 II 15 I 15 II 16 I 16 II 17 I 17 II 18 I 18 II Lei giudica l’andamento economico generale della Sua impresa negli ultimi sei mesi, rispetto ai sei mesi precedenti, migliorato, rimasto invariato, peggiorato? 38,036,0 72,270,0 SMALL BUSINESS (< 2,5 MLN €) IMPRESE (2,5 MLN € - 150 MLN €) IL CLIMA DI FIDUCIA È IN CRESCITA E TOCCA I LIVELLI MASSIMI DALL’INIZIO DELLE SERIE STORICHE… Scenario economico – Andamento congiunturale Fonte: Il Credito che crea sviluppo (Format Research). In rosso è riportata la previsione relativa al semestre successivo. La curva è composta dagli indicatorinetti delle risposte positive (per convenzione statistica: «migliore» + «50% invariato»).
  5. 5. La redditività delle imprese continua a crescere Margine operativo lordo e oneri finanziari (valori percentuali) Quota di imprese industriali e dei servizi con profitti (valori percentuali) Fonte: Istat. Fonte: Banca d’Italia.
  6. 6. Elevata capacità di finanziare gli investimenti con risorse interne Fonte: Istat. Investmenti e autofinanziamento (milloni di euro; valori percentuali)
  7. 7. Il grado di indebitamento continua aridursi Fonte: Banca d’Italia. Flussi finanziari e leverage (milioni di euro; valori percentuali)
  8. 8. Dinamica del credito resta debole nonostante i bassi tassi diinteresse Fonte: Banca d’Italia e BCE. Tassi di variazione del credito e tassi di interesse (valori percentuali)
  9. 9. La domanda di credito è molto contenuta Fonte: Banca d’Italia. Domanda di credito (valori percentuali)
  10. 10. …E PUR FACENDOLO IN PRIMIS PER RAGIONI DI CASSA, AUMENTA LA DOMANDA FINALIZZATA A FINANZIARE GLI INVESTIMENTI… 12 II 13 I 13 II 14 I 14 II 15 I 15 II 16 I 16 II 17 I Percentuale di imprese che hanno fatto domanda di credito per INVESTIMENTI FUTURI SMALL BUSINESS IMPRESE 26,6% 22,0% 42,0% 42,2% 23,3% 34,4% Il 26,6% delle «Small Business» che hanno chiesto credito nel primo semestre 2017 lo ha fatto per finanziare investimenti futuri (tutti gli altri per ragioni di liquidità/cassa o per ristrutturazione del debito). La quota sale al 42,2% presso il segmento delle «Imprese». Scenario economico – Credito e investimenti DECRESCITA CRESCITA Fonte: Il Credito che crea sviluppo (Format Research).
  11. 11. Nonostante la situazione sia in miglioramento, il credito alle imprese, specie piccole, non presenta una crescita stabile. Dalla percezione delle Imprese ai dati reali
  12. 12. OTTENERE CREDITO FACILE DIFFICILERAPIDO LUNGO DIPENDE Facile Difficile Rapido Lento Costoso Eco nomico
  13. 13. Informazioni Creditizie Centrale Rischi Crif Altri Informatori
  14. 14. Gioca d’anticipo Conosci le informazioni finanziarie e creditizie sulle quali verrai valutato (quando chiedi credito e anche quando non lo chiedi)
  15. 15. LE GARANZIE Dell’imprenditore o di terzi Del Confidi Del FCG
  16. 16. FONDO DI GARANZIA L'intervento pubblico di garanzia sul credito alle PMI italiane Destinato alle piccole e medie imprese e ai professionisti di ogni settore per qualunque operazione finanziaria nell’ambito dell’attività imprenditoriale, l’intervento del Fondo assistito dalla garanzia dello Stato abbatte il rischio sull’importo garantito fino a 2,5 milioni di euro, facilitando l’accesso al credito.
  17. 17. Andamento Utilizzo del Fondo Centrale di Garanzia Var '10-’16: +304% -44% 13,4% 16,9% 16,8 28,2% 39,8% 49,2% 74,7% 71,3% 70,5% 60,2% 53,2% 46,0% QdM totale altri Confidi QdM FCG Fonte: Report FGC e Banca d'Italia 3,2 3,7 3,3 5,8 8,3 10,8 12,9 20,7 18,2 16,3 14,8 12,6 11,2 11,5 0 5 10 15 20 25 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 Finanziamenti garantiti da FCG Finanziamenti Garantiti da Sistema Confidi 52,9% 47,1% 23
  18. 18. Finanziamenti erogati alle Piccole Imprese Nonostante una crescita esponenziale dell’utilizzo del Fondo di Garanzia l’erogazione dei prestiti alle Piccole Imprese Non è cresciuta Le Imprese Garantite al FCG sono quelle poco rischiose Le imprese (specie piccole) non sanno dell’esistenza del Fondo di Garanzia
  19. 19. I PUNTI CARDINE DELLA RIFORMA I MOTIVI Aumento generalizzato all’80% delle coperture su tutto il territorio e per (quasi) tutte le tipologie di operazioni finanziarie, in risposta alla crisi economica Incremento del fabbisogno di risorse pubbliche per il funzionamento del Fondo Rischio di deresponsabilizzazione – evidenziato anche da analisi della Banca d’Italia – delle banche nella selezione dei prenditori, associato al riconoscimento di elevate misure di copertura sui finanziamenti I PILASTRI Adozione di un nuovo modello di valutazione delle imprese, basato sulla probabilità di inadempimento del prenditore Ri-modulazione delle misure di garanzia in funzione inversa della rischiosità del prenditore, con l’introduzione di un limite massimo di PD per l’accesso al Fondo GLI OBIETTIVI Ampliamento della platea dei beneficiari Maggiore focalizzazione su PMI a rischio razionamento Maggiore efficienza gestionale, con accantonamenti commisurati al rischio Maggiori margini per attrarre risorse regionali e/o comunitarie per il cofinanziamento degli interventi, in un’ottica di efficace integrazione e reale addizionalità
  20. 20. Usare in modo proattivo il FCG A maggior ragione con la riforma, per aumentare le probabilità di ottenere credito bancario e ridurne i costi!
  21. 21. GARANZIA FIDUCIA ALLA TUA IMPRESA Ti Garantiamo verso la tua banca AGEVOLAZIONI CREDITO PIU' FACILE Ti Aiutiamo nell'accesso ai Fondi Pubblici CONSULENZA CENTRALI RISCHI Ti spieghiamo come ti giudicano le banche INTERMEDIAZIONE TROVIAMO IL TUO FINANZIATORE Ti accompagniamo nella relazione con e banche ANALISI ACCESSO AL FONDO CENTRALE Cuciamo per te l'abito giusto per ottenere credito FINANZIAMENTO INVESTIRE INSIEME Finanziamo direttamente i Tuoi investimenti PIANO DI IMPRESA DESCRIVERE IL TUO BUSINESS Scriviamo con te la presentazione della tua impresa o della tua idea
  22. 22. Numero di aziende associate Patrimonio netto Fondi Propri (Patrimonio di Vigilanza) Volume dell’attività finanziaria al 31/12/2016 Totale delle garanzie in essere Totale delle controgaranzie in essere 10.212 € 16.528.967 € 16.478.703 € 175.366.252 € 139.454.846 € 41.926.894
  23. 23. GARANZIA FIDUCIA ALLA TUA IMPRESA Ti Garantiamo verso la tua banca AGEVOLAZIONI CREDITO PIU' FACILE Ti Aiutiamo nell'accesso ai Fondi Pubblici CONSULENZA CENTRALI RISCHI Ti spieghiamo come ti giudicano le banche INTERMEDIAZIONE TROVIAMO IL TUO FINANZIATORE Ti accompagniamo nella relazione con e banche ANALISI ACCESSO AL FONDO CENTRALE Cuciamo per te l'abito giusto per ottenere credito FINANZIAMENTO INVESTIRE INSIEME Finanziamo direttamente i Tuoi investimenti PIANO DI IMPRESA DESCRIVERE IL TUO BUSINESS Scriviamo con te la presentazione della tua impresa o della tua idea
  24. 24. ANALISI PER L’AMMISSIONE AL FCG Il Fondo Centrale di Garanzia è lo strumento più importante per facilitare la concessione dei finanziamenti alle imprese da parte degli intermediari finanziari. Grazie ad uno strumento semplice ma efficace Ascomfidi può verificare se la tua azienda ha i parametri per ottenere la garanzia del fondo e suggerirti le strade per migliorare le tue possibilità di ottenere credito e risparmiare sui tassi. ANALISI DI AMMISIBILITA' AL FCG Verifica informazioni di bilancio verifica assorbilmento plafond CONSULENZA PER L'ACCESSO AL FGC Quali azioni puoi mettere in campo per migliorare la tua capacità di ottenere credito
  25. 25. Fondo Centrale di Garanzia Analisi di Ammissibilità DEMO s.r.l.
  26. 26. ANALISI PER L’AMMISSIONE AL FCG
  27. 27. ANALISI PER L’AMMISSIONE AL FCG
  28. 28. CONSULENZA L'analisi a cui le imprese sono sottoposte per ottenere credito bancario, si basa molto sui dati delle centrali rischi informative. Ascomfidi ti accompagna nella conoscenza di questi strumenti, ti aiuta a tenerne conto, ti avvisa in anticipo in caso di situazioni problematiche e ti aiuta a risolverle. CENTRALERISCHI EASY Il servizio che analizza per te i dati della Centrale Rischi aiutandoti a verificare la presenza di anomalie e a prevenire i problemi che possono derivarne CRIF FACILE molte banche segnalano a crif linee di credito, finanziamenti e affidamenti. Ascomfidi Analizza per te questi dati, suggerendo come migliorare la tua credibilità bancaria WARNING E CONSULENZA APPROFONDITA Ascomfidi ti avverte in anticipo di eventuali problemi e ti accompagna verso al risoluzione.
  29. 29. Contenuti • Il servizio provvede a richiedere periodicamente la visura centrale rischi Banca d’Italia per conto del soggetto segnalato (non più perdite di tempo ed adempimenti burocratici). • Ricevuta la visura il sistema invia al soggetto segnalato un warning (e- mail) allegando la visura e il Report CR Easy (nel caso di alert apprezzabili il Consulente Ascomfidi verrà informato potendo quindi assistere prontamente il proprio cliente) • Nel caso di problematiche complesse o necessità di analisi personalizzate, il Consulente Ascomfidi potrà richiedere l’assistenza di esperti e l’erogazione di servizi più mirati. • Affianco ai servizi collegati alla centrale rischi Banca d’Italia è possibile ottenere analisi della propria visura CRIF (CRIF FACILE) e valutazioni più complesse ed incrociate (rating MCC nuova Sabatini, analisi portafoglio banche e condizioni, ecc…)
  30. 30. Mail warning CR Easy Servizi di analisi personalizzata ed approfondita CRIF Facile
  31. 31. FINANZIAMENTO DIRETTO Ascomfidi Nord – Ovest eroga direttamente il credito in collaborazione con il Fondo di garanzia e la Società gestione fondi per l'agroalimentare. Uno strumento agile e rapido per le aziende che decidono di investire. BENEFICIARI PMI e Consorzi iscritti al Registro delle Imprese IMPORTO da euro 10.000€ fino a euro 50.000€. DURATA da 18 mesi a 60 mesi con possibilità di pre- ammortamento fino a 12 mesi. RIMBORSO Rimborso rateale con perdiodicità mensile
  32. 32.  Forte contrazione del credito al settore privato: riduzione dei crediti di circa € 130 miliardi nel periodo 2011-2015 e lieve risalita nel 2016.  Riduzione dei prestiti soprattutto nei confronti delle imprese (specie se PMI), più contenuta per le famiglie  La contrazione del credito continua nel 2016 (-2,1%) se si tiene conto della sola platea delle imprese di piccola dimensione. 1.640 1.681 1.686 1.654 1.590 1.557 1.556 1.570 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 La contrazione del credito… Impieghi lordi al settore privato (€/mld) -130 €/mld Fonte: dati Banca d'Italia La crisi dell'economia ha portato negli ultimi anni all'intensificazione dei trend relativi al cd. «credit crunch», SPECIE PER LE PICCOLE IMPRESE
  33. 33.  Concentrazione dell'erogazione di credito sulle imprese migliori: performanti, sufficientemente capitalizzate e senza tensioni di liquidità  Riduzione dei livelli di produttività delle reti distributive anche delle "banche di prossimità" e "allontanamento" progressivo dalle PMI  Strategia delle banche volta all'alleggerimento dei portafogli dal piccolo credito agli operatori economici, non redditizio …e la selettività delle banche Margine di contribuzione per dimensione del finanziamento (€) Fonte:elaborazioniKPMGeCNAsudatiBancad'Italia Cfr."Unanuovapoliticaperilfinanziamentodellepiccoleimprese:Scenario,paradigmi, Strumenti",CNA,Maggio2016 (185) (5) 400 1003010 Dimensione Prestiti (€/mgl) Uno dei principali gruppi bancari italianai, in un recente road show a Londra, ha dichiarato l’intenzione di diminuire la propria presenza nel segmento dei finanziamenti retail di piccolo importo a causa della scarsa marginalità Alle Banche (specie alcune) NON CONVIENE EROGARE PICCOLI PRESTITI
  34. 34. … e non dipende dalla probabilità di deterioramento  La percentuale dei prestiti deteriorati in rapporto al totale dei prestiti per le micro imprese è ormai sostanzialmente pari a quella delle imprese di maggiori dimensioni.  Questo significa che i tassi più alti pagati dalle micro imprese rispetto alle altre non sono spiegati in termini di maggiore rischio corso dai finanziatori.
  35. 35. Descrizione 1 Finanziamento destinato a supportare le imprese per esigenze di investimenti di ridotta dimensione/finanziamento circolante Principali caratteristiche Descrizione Condizioni dell'offerta 2 Clientela target 3 Taglio medio 4 Finanziamento non garantito da ipoteca PMI (socie e non) con un buon merito creditizio Il Piccolo Credito prevede l’offerta di piccole forme di finanziamento a imprese sane e “bancabili” che non riescono a ricevere credito, e non a imprese classificabili come “in difficoltà” 30.000 € - 50.000 € CREDITO DIRETTO DI ASCOMFIDI NORDOVEST
  36. 36. AGEVOLAZIONI Ascomfidi Nord Ovest, insieme ai suoi partner qualificati, offre consulenza nell’accesso ai più importanti strumenti di agevolazione pubblica degli investimenti, individuando il più adatto alle esigenze dell’impresa e accompagnandola nella richiesta e nella rendicontazione. BANDI REGIONE PIEMONTE DIAGNOSI ENERGETICHE 2016 PMI E CREDITO BANCARIO POR ENERGIA POR INNOVAZIONE PMI L.R. 34 BANDI NAZIONALI CREDITO DI’IMPOSTA RS SABATINI TER TURISMO TAX CREDIT RIQUALIFICAZIONE VOUCHER DIGITALIZZAZIONE PMI VOUCHER INTERNALIZZAZIONE PMI
  37. 37. GARANZIA Ascomfidi Nord – Ovest offre sostegno e agevola i propri Soci per l’accesso a finanziamenti bancari con molteplici finalità, contenendone i costi e migliorando il rapporto dell’imprenditore con il sistema bancario, garantendone le linee di credito e ottimizzando la copertura finanziaria degli investimenti. Grazie a convenzioni sottoscritte con 30 Istituti di Credito, è facilitato l’accesso alle PMI a diverse tipologie di finanziamento a breve, medio e lungo termine. LINEE DI CREDITO A BREVE TERMINE Aperture di credito in conto corrente Anticipi commerciali Factoring Antimport Antexport Crediti di Firma FINANZIAMENTI A MEDIO-LUNGO TERMINE Investimenti Liquidità Scorte Leasing Capitalizzazione dell’impresa Impianti di energie rinnovabili
  38. 38. PIANO DI IMPRESA Ascomfidi Nord – Ovest può accompagnarti nella redazione del tuo progetto di impresa o di investimento, necessario per ottenere finanziamento bancario o agevolazioni pubbliche. BUSINESS PLAN START UP Presentare la tua idea, farne comprendere la sostenibilità e le potenzialità di guadagno PIANO DI INVESTIMENTO Descrivere come è perché l'investimento che hai programmato porterà valore alla tua impresa PRESENTAZIONE ATTIVITA' Descrivere il tuo business a finanziatori ed Enti Pubblici
  39. 39. INTERMEDIAZIONE Ascomfidi Nord – Ovest può ricercare per te una banca disposta a finanziarti. RICERCA DI UN ISTITUTO FINANZIATORE ACCOMPAGNAMEN TO IN BANCA E ASSISTENZA NELLA RICHIESTA PAGAMENTO AL BUON FINE DELL’OPERAZIONE
  40. 40. GARANZIE SERVIZI Di contenuto elevato Diversificati Personalizzati Ripetibili ? Dal «MONOPRODOTTO» al «MULTISERVIZI»
  41. 41. L’analisi della relazione tra Banca e impresa avviene attraverso due modalità: • CS (Customer Satisfaction), che misura il livello di soddisfazione «generale». • NPS (Net Promoter Score), che misura la propensione dell’iŵpƌesa a consigliare a qualcuno la Banca di cui si serve (è l’aŶalisi del tasso di «passaparola» presso le imprese). CS (Customer Satisfaction) Misura il livello di soddisfazione dell’iŵpƌesa verso la Banca «principale» NPS (Net Promoter Score) Misura la propensione dell’iŵpƌesa a consigliare a qualcuno la propria Banca «principale» CS = % Soddisfatti - % Insoddisfatti NPS = % Promotori - % Detrattori COME ANALIZZIAMO IL RAPPORTO TRA BANCA E IMPRESA DAL PUNTO DI VISTA RELAZIONALE… ANALIZZIAMO IL RAPPORTO BANCA / IMPRESA PER INDIVIDUARE LE LEVE SULLE QUALI AGIRE, IN UN’OTTICA DI MIGLIORAMENTO DELLA RELAZIONE (SITUAZIONE WIN-WIN, PER LA BANCA E PER L’IMPRESA) Insoddisfatti Neutrali Soddisfatti Detrattori Passivi Promotori (0-6) (7-8) (9-10) (0-6) (7-8) (9-10)
  42. 42. 12 II 13 I 13 II 14 I 14 II 15 I 15 II 16 I 16 II 17 I 12 II 13 I 13 II 14 I 14 II 15 I 15 II 16 I 16 II 17 I L’INDICE DI CS PRESSO LE «SMALL BUSINESS» È PARI A 24,9… PRESSO LE «IMPRESE» SALE A 30,9… SMALL BUSINESS (< 2,5 MLN €) IMPRESE (2,5 MLN € - 150 MLN €) (CS) Sulla base della Sua esperienza, quanto si dichiara soddisfatto nel complesso della Sua Banca principale? 17,0 17% 41% 42% 24,9 32,2 15% 39% 46% 30,9 Fonte: Il Credito che crea sviluppo (Format Research).
  43. 43. 12 II 13 I 13 II 14 I 14 II 15 I 15 II 16 I 16 II 17 I12 II 13 I 13 II 14 I 14 II 15 I 15 II 16 I 16 II 17 I L’NPS PRESSO LE «SMALL BUSINESS» È PARI A 12,4… PRESSO LE «IMPRESE» SALE A 26,0… SMALL BUSINESS (< 2,5 MLN €) IMPRESE (2,5 MLN € - 150 MLN €) (NPS) Sulla base della Sua esperienza, quanto è probabile che Lei consigli ad altri la Sua Banca principale? 17,0 23% 42% 35% 12,4 32,2 17% 40% 43% 26,0 Fonte: Il Credito che crea sviluppo (Format Research).
  44. 44. Un cliente fedele e soddisfatto genera: Customer satisfaction e fidelity
  45. 45. Direzione Generale Via Massena 20 Torino
  46. 46. Grazie per l’attenzione!!!!!!!

×