Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Roberta Milano [Marzo 2011] - Social network e reputazione

1,171 views

Published on

Workshop ITERR-COST
Scuola Superiore Sant'Anna Pisa
9 Marzo 2011

Social network e reputazione: come cambia il marketing?

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Roberta Milano [Marzo 2011] - Social network e reputazione

  1. 1. Social network e reputazione: come cambia il marketing?<br />
  2. 2. la reazione più comune …<br />
  3. 3. Opportunità o Minaccia?<br />
  4. 4. Roberta Milano<br />4<br />Ci troviamo continuamente di fronte ad una serie di grandi opportunità brillantemente mascherate da problemi insolubili<br />John W. Gardner<br />
  5. 5. e-commerce<br />Alcuni dati che fanno molto pensare…<br />
  6. 6. Italia vs. estero<br />
  7. 7. Italia vs. estero<br />In Italia c’è un problema di offerta più che di domanda!<br />
  8. 8. 8<br />analisi scenario Internet lato OFFERTA<br />Rischio concentrazione dell’offerta anche nel web <br />dove tutto è invece sempre più disintermediato<br />
  9. 9. SOLO IL 21 % LE VENDITE ALL’ESTERO PER IL TURISMO<br />9<br />
  10. 10. e-commerce: OLTA vs. DIRECT<br />10<br />Cresce l’acquisto diretto, la disintermediazione<br />
  11. 11. Italia compra (anche) l’Italia… all’estero!<br />11<br />acquisto verso operatori stranieri<br />
  12. 12. Social Network<br />Importanza dei Social Network nell’e-commerce turistico<br />
  13. 13. Sui SM si dialoga di ogni argomento<br />Persone che conosco<br />Viaggi<br />Musica<br />Elettronica di<br /> consumo<br />Lavoro<br />Cinema<br />TV<br />Ambiente<br />Software<br />Istruzione<br />Benessere<br />Giochi<br />TLC<br />Abbigliamento, moda<br />Gossip, attualità<br />Auto<br />Politica<br />Temi etici<br />Sesso<br />Persone famose<br />Ristoranti/locali<br />Alimentari<br />Economia<br />Cosmetica<br />Propria situazione<br />Accessori<br />Religione<br />Farmaci<br />Prodotti finanziari / assicurativi<br />Infanzia, gravidanza<br />Arredi, design<br />Gioielli<br />
  14. 14. BRAND REPUTATION<br />
  15. 15. Roberta Milano<br />15<br />Nell’era del web 2.0 non esiste più un confine preciso tra chi produce e chi subisce i contenuti, per cui il tradizionale concetto di autorità viene stravolto: tutto è indefinito (“Everythingismiscellaneous” ).<br />Il passaggio dal concetto di brandawareness a quello di brand engagement, passa necessariamente attraverso l’esperienza diretta della marca e la sua reputazione, che oggi costituisce il vero valore per un’azienda.<br />David Weinberger<br />
  16. 16. stereotipi<br />
  17. 17.
  18. 18. Roberta Milano<br />18<br />
  19. 19.
  20. 20. Roberta Milano<br />20<br />
  21. 21. CBI 2010: ITALIA<br />- scesa da 6° a 12° posto<br />- scesa al 15° posto nella classifica turismo<br />
  22. 22. The Role of Media: <br />… the leading country brands have a healthy mixture of public and commercial broadcast networks with multiple stations, some international reach and a relatively free press. <br /> They also have excellent communications infrastructure with high levels of Internet and mobile phone penetration. <br /> In a world defined by user-generated content, borderless communication through social networks and unprecedented access to news, information and rich media, a country brand is now partly built by aggregated sentiments and content arising from peoples’ personal experience. <br />Thereforeit isn’t a co-incidence that digital openness is a common feature of the strongest country brands.<br />
  23. 23.
  24. 24. Roberta Milano<br />24<br />
  25. 25. Roberta Milano<br />25<br />
  26. 26. fonte: Vincenzo Cosenzahttp://www.vincos.it/2010/06/13/la-mappa-dei-social-network-nel-mondo-giugno-2010/<br />
  27. 27. fonte: Vincenzo Cosenzahttp://www.vincos.it/2010/06/13/la-mappa-dei-social-network-nel-mondo-giugno-2010/<br />
  28. 28. Mappa delle relazioni su Facebook<br />(Vincos Blog)<br />
  29. 29. Twitter<br />29<br />
  30. 30. Twitter nel settore Travel<br />Roberta Milano<br />30<br />
  31. 31. Twitter nel settore Travel<br />Roberta Milano<br />
  32. 32. Twitter nel settore Travel<br />Roberta Milano<br />32<br />
  33. 33. Roberta Milano<br />33<br />Twitter nel settore Travel<br />there is a positive correlation between airlines on Twitter than promote low rates and airlines’ booking success<br />
  34. 34. Geolocalizzazione Social<br />
  35. 35. Geolocalizzazione Social<br />
  36. 36. Geolocalizzazione Social<br />
  37. 37. Milano, R., Baggio, R., & Piattelli, R. (2011). The effects of online social media on tourism websites. Proceedings of the Enter 2011 International Conference, Innsbruck, Austria, January 26-28. <br />
  38. 38.
  39. 39.
  40. 40. ESPERIENZA di Viaggio<br />
  41. 41. ESPERIENZA di Viaggio<br />
  42. 42. ESPERIENZA di Viaggio<br />
  43. 43.
  44. 44.
  45. 45.
  46. 46. Roberta Milano<br />
  47. 47. Roberta Milano<br />Utente genera/condivide<br />contenuti<br />Utente cerca informazioni su aziende/prodotti<br />
  48. 48. QUALE MARKETING?<br />come affrontare questi cambiamenti?<br />
  49. 49. Roberta Milano<br />49<br />Orientamento al MARKETING: approccio non scontato<br />MKT<br />strategico<br /> Qualche passo indietro …<br />L’impresa orientata al MARKETING considera come essenziali presupposti<br />del proprio agire strategico e operativo<br />la conoscenza e comprensione dei bisogni dei consumatori, <br /> dei loro atteggiamenti e dei loro comportamenti, <br />l’analisi dei punti di forza e di debolezza rispetto ai concorrenti <br />la valutazione delle opportunità e minaccedell’ambiente generale e competitivo in cui opera o intende operare.<br />Analisi della DOMANDA<br />Analisi dell’ <br />AMBIENTE MERCATO<br /> e<br />POSIZIONAMENTO<br />
  50. 50. 50<br />Orientamento al MARKETING: approccio non scontato<br />Coerentemente con l’analisi scaturita dai punti precedenti, bisogna contestualmente identificare<br />Che cosa offrire, in termini di benefici, ai clienti attuali o potenziali;<br />A chi indirizzare l’offerta;<br />Come proporre un’offerta che consenta di acquisire e conservare un vantaggio competitivo difendibile<br />product idea<br />segmentazione e scelta dei segmenti target<br />posizionamento competitivo<br />Roberta Milano<br />
  51. 51. Roberta Milano<br />51<br />MKT dei servizi… turistici<br />TURISMO: prodotto o servizio?<br />Le implicazioni per il MARKETING sono notevoli<br />Aumentano le variabili e<br />l’indeterminatezza<br />Caratteristiche dei servizi:<br /><ul><li>INTANGIBILITA’
  52. 52. INSEPARABILITA’
  53. 53. VARIABILITA’
  54. 54. DEPERIBILITA’</li></ul>Si comincia a parlare di PROSUMER(Alvin Toffler 1980 e P. Kotler 1991)<br />Si decreta (R.Normann) la centralità della CULTURA AZIENDALE<br />Nel Turismo questo primo fondamentale passaggio culturale non è ancora compiutamente avvenuto<br />
  55. 55. Roberta Milano<br />52<br />Il consumatore ha ormai acquisito un potere ed una discrezionalità che contrasta sempre più vistosamente con gli stereotipi della sua tradizionale subalternità.<br />Significa anche che i mercati, per usare un lessico caro ai cultori delle nuove tecnologie, sono ormai divenuti luoghi di conversazione (Cluetrain Manifesto): in transizione da  mercati di massa a una massa di mercati (Chris Anderson) composti da tante nicchie, al limite formati da  singoli individui, in cui si frammenta oggi la domanda<br /> .<br /> Giampaolo Fabris ( fonte: Societing)<br />
  56. 56. Roberta Milano<br />53<br />Un “marketing diverso”<br />Il marketing tradizionalmente inteso è morto<br />“Il marketing è morto in quanto sono esaurite le due condizioni che lo nutrivano: primo, che le persone non potessero parlare facilmente e direttamente tra loro; secondo, che il canale di trasmissione fosse concentrato, semplice e direttamente controllabile”<br />“Non è la vostra promozione ma la loro conversazione a differenziare il vostro prodotto, e provocare un acquisto”<br />“La conversazione prenderà una forma che non dipenderà dalla vostra volontà, dalle vostre linee-guida e dalla vostra pianificazione – a meno che non vogliate farla emigrare altrove. Dove, comunque, di nuovo prenderà una forma non prevedibile”<br />GialucaDiegoli(91 tesi per un marketing diverso) <br />
  57. 57. Roberta Milano<br />54<br />L'attenzione si sposta dal “ME” a “VOI”<br />Fare marketing nell'era del web 2.0 significa, anche:<br /><ul><li>saper osservare come ci vedono gli altri;
  58. 58. ascoltare ciò che (ci) dicono </li></ul>(anche “segnali deboli”); <br /><ul><li>interagire partendo dalle loro istanze;
  59. 59. “costruire” con la loro</li></ul>partecipazione<br />E il successo si misura <br />nella capacità di trasformare quel VOI in NOI<br />
  60. 60. Roberta Milano<br />55<br />Nuovo marketing turistico<br /><ul><li>nuovi modelli di consumo del prodotto/servizio turistico (polisensoriale, attivo,…),
  61. 61. nuove istanze (intensità, autenticità, personalizzazione, esperienza…)</li></ul>Fonte: ricerca sul turismo Regione Campania<br />
  62. 62. Internet impone al Marketing, volente o nolente, nuovi scenari e nuovi modelli<br />
  63. 63. Internet impone al Marketing, volente o nolente, nuovi scenari e nuovi modelli<br />
  64. 64. Le conversazioni sono complicate…<br />
  65. 65. I problemi sono drammatizzati<br />
  66. 66. I problemi sono drammatizzati<br />
  67. 67. I problemi sono drammatizzati<br />Il cibo fa parte del carattere esplorativo di un viaggio. Se cerchi e valuti solo il già noto ti sei precluso le migliori esperienze in partenza.<br />
  68. 68. I problemi sono drammatizzati<br />Il cibo fa parte del carattere esplorativo di un viaggio. Se cerchi e valuti solo il già noto ti sei precluso le migliori esperienze in partenza.<br />però dovete ammettere che, per un italiano che va all'estero e vuole trovare casa sua, una recensione di un ristorante fatta da un altro che cercava la stessa cosa può essere utile<br />personalmente non parlo mai di recensioni giuste o sbagliate. Parlo di recensioni utili o inutili.<br />
  69. 69. I problemi sono drammatizzati<br />Il cibo fa parte del carattere esplorativo di un viaggio. Se cerchi e valuti solo il già noto ti sei precluso le migliori esperienze in partenza.<br />però dovete ammettere che, per un italiano che va all'estero e vuole trovare casa sua, una recensione di un ristorante fatta da un altro che cercava la stessa cosa può essere utile<br />personalmente non parlo mai di recensioni giuste o sbagliate. <br />Parlo di recensioni utili o inutili.<br />Ma è altrettanto ovvio come nei giudizi conti l'esperienza (in quanti ristoranti simili è stato?) e la capacità di decifrare quello che si ha davanti. Non tutti la hanno, mentre su Tripadvisor possono scrivere tutti. Non è un dramma, basta saperlo, saper leggere le recensioni e scremare scremarescremare. <br />Nonostante tutto questo, infatti, considero Tripadvisor utile<br />
  70. 70.
  71. 71.
  72. 72.
  73. 73. Roberta Milano<br />67<br />Roberta Milano<br />docente Web Marketing per il Turismo<br />Corso di laurea in Economia del Turismo - Facoltà di Economia<br />Università di Genova – Campus di Savona<br />contatti: info@robertamilano.com<br />Blog: www.robertamilano.com<br />

×