Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

ALESSANDRA PRIANTE | UNWTO Food and Wine Tourism | Meet Forum 2019

8 views

Published on

Meet Forum 2019 | Mediterranean European Economic Tourism Forum

Roberta Garibaldi: Food and Wine Tourism
Forte Village, in Sardegna | Sabato 5 ottobre
UniCredit Hall | 11.20 : 12.10
https://www.meetforum.it/programma-2019/

Alessandra Priante
Relazioni Internazionali per il turismo, associate professor di tourism strategy Luiss, Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo – MiPAAFT
https://www.meetforum.it/speaker/alessandra-priante/

Meet Forum 2019 | Mediterranean European Economic Tourism Forum, a Forte Village, uno dei resort più premiati al mondo: sabato 5 e domenica 6 ottobre un formidabile appuntamento con conference, Laboratori d'Innovazione Turistica e Tavoli al Lavoro, il tema è lo sviluppo economico delle Destinazioni Turistiche del Mediterraneo.
https://www.meetforum.it

Published in: Marketing
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

ALESSANDRA PRIANTE | UNWTO Food and Wine Tourism | Meet Forum 2019

  1. 1. LO SCENARIO MONDIALE: IL FOOD TOURISM E IL WINE TOURISM LO UNWTO è l’agenzia delle Nazioni Unite – con sede a Madrid - che si occupa di turismo a livello mondiale. Il Turismo Gastronomico viene definito come un «tipo di turismo caratterizzato dall’esperienza del viaggiatore/visitatore, che si lega al cibo e ai prodotti locali, alle tradizioni ed alle innovazioni culinarie La Gastronomia è «conoscenza ragionata» di cosa mangiamo e di come lo mangiamo La Gastronomia è SEMPRE stata parte del turismo ma questa relazione è cambiata molto ultimamente Le strategie mondiali: lo UNWTO
  2. 2. Il TURISMO GASTRONOMICO: la catena del valore ampia Il Turismo Gastronomico è un turismo «complesso», oltre il table setting, perché include tutti i settori principali di una destinazione: • Produttori (agricoltura, pesca, etc… ) • Trasformatori • Distributori • Turismo ed ospitalità • Commercio • Scienza/Conoscenza Base concept: conoscere e imparare, mangiare (bere) assaggiare la cultura gastronomica che identifica e caratterizza un territorio Il Turismo Gastronomico necessita di nuovi modelli strategici, economici e promozionali Problema centrale: la quantificazione, i dati, le analisi dei turisti «gastronomici»
  3. 3. Qualche dato…
  4. 4. Il Metodo Lo UNWTO definisce una serie di strumenti pratici destinati alle amministrazioni nazionali di turismo (Ministeri, Regioni, etc etc..) e alle DMOs Gli strumenti devono guidare il percorso: • dall’analisi del sistema «allargato», • alla guida per i vari aspetti della pianificazione e gestione delle destinazioni di turismo gastronomico Essenziale il Piano Strategico del turismo gastronomico immagine
  5. 5. Come si analizzano le risorse, i prodotti e la gastronomia di un territorio?... Esempio… L’approccio ordinato, coordinato ed analitico è FONDAMENTALE!
  6. 6. I risultati dell’analisi… e le cose importanti • Mappa del valore gastronomico • Turismo gastronomico, molto più del «mangia e bevi» • Turismo gastronomico, una «freccia che attraversa l’economia» • Catena del valore: ampia, eterogenea e frammentata • Dal produttore al consumatore: dalla terra al piatto (e al bicchiere) • Interrelazioni tra settori economici, sociali, culturali PAROLE CHIAVE • Innovazione nella GOVERNANCE (Azioni: obiettivi strategici e piani di attuazione), nel MANAGEMENT e nella FORMAZIONE (Azioni: Gestione imprenditoriale, Capitale umano, Tecnologia e ingegneria finanziaria), nella TECNOLOGIA (Azioni: Cultura di ricerca e imprenditoriale, Capitale umano e Formazione Professionale) • Competitive Intelligence (dati, dati, dati…) • Tecnologia al servizio della conoscenza • Knowledge management
  7. 7. Il Turismo del Vino: parte o capitolo? • Il Turismo del Vino: Componente chiave del turismo gastronomico • Il progetto UNWTO introduce una metodologia innovativa per identificare i produttori, le cantine e i territori, rendendoli prodotto nella cornice della conoscenza. Il Progetto si è applicato su SPAGNA ed ARGENTINA Ingrediente di base: alleanza tra i principali produttori di vino (lavorare insieme) Le 3 linee di azione per il nuovo prodotto: 1. promuovere lo sviluppo sostenibile (ambientale, sociale, culturale) 2. Obiettivo: destagionalizzazione 3. Sviluppo delle aree rurali
  8. 8. Spain through its wineries: lavorare insieme per obiettivi chiari Il mercato potenziale degli «enoturisti» è il 40% di tutti i turisti. La percezione/esperienza positiva rispetto ai «vini spagnoli» è cresciuta del 18% durante il viaggio e crea un incremento di consumo del vino spagnolo del 24%.
  9. 9. Grazie! alessandra.priante@politicheagricol e.it

×