Osservatorio Mensile Findomestic - giugno

282 views

Published on

Published in: Economy & Finance
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
282
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Osservatorio Mensile Findomestic - giugno

  1. 1. Indagine giugno 2014 Dati rilevati nel mese di maggio 2014 Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa in collaborazione con IPSOS
  2. 2. Comunicato stampa 2 Milano, 29 maggio 2014 1.550 €: è questa la soglia media di povertà per le famiglie italiane. Sotto questo reddito, non si arriva alla fine del mese. E’ quanto rileva l’edizione di maggio dell’Osservatorio Findomestic. Un anno fa, la soglia di povertà era più bassa: 1.350 €. Resta comunque, tra 2013 e 2014, invariata la quota di coloro che si ritengono “poveri”: un anno fa era al 16%; quest’anno è al 15. Rispetto a 5 anni fa, comunque, gli Italiani non hanno dubbi: il 65% si ritiene più povero, il 28% fotografa la situazione come “stabile”, mentre appena il 3% si considera “più ricco”. In tema di risparmio, inoltre, il 32% delle famiglie afferma che non sarebbe in grado di affrontare una spesa imprevista superiore ai 1.000 €. Sul fronte della fiducia, il dato di maggio resta stabile: 3,48 punti, contro i 3,38 di aprile (su una scala che va da 1 a 10 e ha nel 7 la sua soglia positiva). E’ 1.550 € la cifra che, a livello mensile, per le famiglie italiane, rappresenta il discrimine tra una condizione di povertà e una, invece, di (relativa) serenità. Il dato lo fotografa l’Osservatorio Findomestic di maggio. Lo scorso anno, la cifra di riferimento era più bassa: 1.350 €. All’altro capo della “classifica”, cala la soglia oltre la quale una famiglia viene definita ricca: da 4.100 € a 3.830 €. Segnale, quest’ultimo, evidenzia l’Osservatorio, che testimonia il fatto che “gli Italiani sembrano essersi abituati a vivere con meno”. Se però agli Italiani viene chiesto di guardare a cinque anni fa, ci sono pochi dubbi: il 65% si ritiene “più povero”; il 28% considera “stabile” la propria situazione; solo il 3% afferma, con una certa sicurezza, di essere “più” ricco. Sul fronte del risparmio, il 32% ammette che non riuscirebbe ad affrontare una spesa imprevista superiore ai 1.000 €, mentre il 20% sarebbe invece capace di sostenerne una anche superiore ai 10.000 €. Spese mediche (cure dentistiche, in particolare) e istruzione sono i due ambiti per i quali le famiglie italiane non sono disposte a fare rinunce. Da segnalare, comunque, la riduzione di quanti giudicano i propri risparmi insoddisfacenti all’interno della classe socio-economica bassa e medio – bassa: il dato, infatti, tra 2013 e 2014 è calato di 8 punti percentuali, a conferma del fatto che chi è povero ha registrato un lieve miglioramento della propria condizione. Sempre per quanto attiene alla sfera del risparmio, gli Italiani che si dicono pronti, da qui a maggio 2015, ad poter incrementare i soldi da mettere da parte, sono il 15,1% (contro il 15,3 di aprile). In materia di fiducia, il dato di maggio risulta stabile rispetto a quelli degli ultimi mesi. 3,48 punti, contro i 3,38 di aprile e i 3,45 di marzo. La soglia positiva, tuttavia, resta a 7, in una scala che – lo ricordiamo – va da 1 a 10. Previsioni di acquisto a tre mesi Elettrodomestici: arretrano tutti i trend, sia per i piccoli, sia per i grandi, sia per l’elettronica di consumo. Arretrano di un punto e mezzo circa le previsioni per i piccoli
  3. 3. Comunicato stampa 3 sono pronti a comprare un’auto nuova nell’arco dei prossimi tre mesi, contro l’11,2% del mese precedente. Simile la flessione che ha interessato le auto usate (dal 9,1 all’8,5%). Restano stabili al 4,7% le previsioni per l’acquisto di scooter e motocicli. Cala di circa 400 € il budget per le auto nuove (da 18.472 a 18.076 €), mentre resta sostanzialmente stabile quello per le usate (da 6.481 a 6.462 €). Risale leggermente quello per gli scooter (da 2.834 a 2.898 €). Casa e arredamento: tengono le previsioni di ristrutturazioni e acquisti di nuove case. Continua il trend positivo per i mobili. Tengono le previsioni di acquisto di case nuove e di ristrutturazioni, dopo il trend positivo dei mesi scorsi. Entrambi i dati vedono confermati i numeri di aprile (11,9% per le ristrutturazioni e 5,8% per le case nuove). Continua il trend positivo per i mobili. A maggio il 16,1% dei consumatori si è detto intenzionato a effettuare un acquisto, contro il 15,5% di aprile. Leggero incremento per il budget di spesa, che passa da 2.223 a 2.235 €. Tempo libero: prosegue il trend di crescita per i viaggi; stabili fai – da – te e attrezzature e abbigliamento sportivi. Non accenna ad arrestarsi il trend di previsione di acquisto per viaggi e vacanze: a maggio, il 40,4% dei consumatori si dice pronto all’acquisto nei prossimi 90 giorni. Si tratta di un dato di 4 punti circa superiore all’anno scorso. Il fai – da – te resta stabile (29%) mentre per attrezzature e abbigliamento sportivi il dato è in leggero arretramento: elettrodomestici (la quota di quanti si dicono pronti all’acquisto passa dal 26,9 a 25,5%). Una flessione in linea con quella riportata dai grandi elettrodomestici (da 15,8 a 14,6%). Per l’elettronica di consumo il dato passa dal 24% di aprile, al 22,7% di maggio. Restano sostanzialmente stabili i budget di spesa previsti. Quello per i piccoli elettrodomestici, a maggio, conferma i 184 € previsti ad aprile; quello per l’elettronica di consumo cala lievemente (564 € contro i 567 del mese precedente), mentre quello per i grandi elettrodomestici passa dai 796 € del mese scorso a 773. Informatica, telefonia e fotografia: tutte le proiezioni (tablet, pc e accessori, telefonia e foto e videocamere) risultano in calo. A maggio il 21% degli Italiani si è detto pronto ad un acquisto nel settore della telefonia nell’arco dei prossimi 90 giorni, mentre ad aprile il dato era al 21,8%. Giù anche le previsioni per i pc e gli accessori (da 19,4 a 18,1%), per i tablet (da 14,3 a 13,3%) e per le foto e videocamere (da 13,5 a 13,1%). Per quanto riguarda i budget di spesa, quello per i pc cala a 496 € (contro i 501 del mese precedente), quello per la telefonia diminuisce a 290 (contro 307), quello per i tablet a 268 (contro 295), e infine quello per foto e videocamere passa dai 302 di aprile ai 269 dell’ultima rilevazione. Auto e moto: tengono gli scooter, mentre auto nuove e usate registrano una battuta d’arresto. Le previsioni per le auto nuove riportano che il 9,5% dei consumatori Milano, 29 maggio 2014
  4. 4. Comunicato stampa 4 dal 24,2% di aprile al 23,8 di questo mese. Efficienza energetica: in lieve contrazione la propensione all’acquisto di tutte le categorie di prodotti (impianti fotovoltaici, impianti solari, stufe e infissi). Dopo tre mesi di crescita, prima lieve flessione per tutte le quattro categorie di questo ambito merceologico. Gli interessati all’acquisto di nuovi infissi scendono dall’11,1 al 9,8% del totale; quelli che si stanno orientando ad acquistare una stufa passano dall’8,1 al 7,4; quelli interessati a un impianto fotovoltaico calano dal 5,1 al 4,6%; quelli interessati a un impianto solare, invece, passano dal 4% del totale registrato in aprile, al 3,8 di questi ultimi 30 giorni. Diverso il trend per i budget di spesa: quello per gli impianti fotovoltaici continua a crescere, e sale a 7.094€ (contro i 6.988 del mese precedente); su anche quello per le stufe (da 1.280 a 1.556€) e quello per gli infissi (da 3.004 a 3.011€). In calo quello per gli impianti solari (da 4.205 a 4.068€). Milano, 29 maggio 2014
  5. 5. La sintesi dei trend 5 Scenario socio-economico Sentiment Tempo libero Elettrodomestici Informatica, telefonia e fotografia Veicoli Casa In calo la propensione ad acquistare per tutte e tre le tipologie di elettrodomestici Resta stabile nella sua criticità la situazione dell’Italia Nonostante il leggero calo della soddisfazione personale, gli italiani mostrano un lieve miglioramento della soddisfazione per la situazione del Paese Resta positivo il trend del tempo libero: in particolare aumenta la propensione ad effettuare una vacanza nei prossimi tre mesi (con il valore più alto degli ultimi due anni) Diminuisce anche il numero di coloro che hanno intenzione di acquistare prodotti ad alta tecnologia Stabile la propensione ad acquistare o ristrutturare la casa mentre cresce la propensione ad acquistare mobili Dopo il trend positivo delle ultime wave si registra un calo nella propensione ad acquistare auto usate o nuove Efficienza energetica In leggero calo anche la propensione ad investire in prodotti a risparmio energetico
  6. 6. 6 Alcuni dati di scenario
  7. 7. v  Da segnalare l’aumento dell’inflazione registrato ad aprile, che rimane però ancora sotto l’1% Lo scenario socio-economico 7 in sintesi •  Il tasso di disoccupazione giovanile in Italia Cosa è rimasto stabile? Cosa è aumentato?Cosa è diminuito? • L’inflazione su base annua• Il tasso di disoccupazione overall in Italia
  8. 8. 3,3 3,3 3,2 3,3 3,3 3,3 3,2 3,3 3,1 3,2 3,2 2,62,5 2,3 2,2 1,9 1,6 1,1 1,1 1,21,2 1,2 0,9 0,8 0,7 0,7 0,7 0,5 0,4 0,6 0 0,5 1 1,5 2 2,5 3 3,5 8 Ad aprile torna a salire l’inflazione su base annua FONTE: Istat variazioni % tendenziali, al lordo dei tabacchi Variazioni % mese su stesso mese anno precedente
  9. 9. 34,5 35,5 34,6 36,1 36,1 37,6 37,6 38,2 38,3 39,6 40 38,2 39,3 40,1 40,6 40,8 41,6 42,1 41,7 42,9 42,8 42,7 22,7 22,8 22,9 23,0 23,1 23,3 23,4 23,5 23,4 23,3 23,4 23,3 23,3 23,4 23,3 23,2 23 23 22,9 22,8 22,7 22,6 10,4 10,4 10,5 10,5 10,6 10,7 10,8 10,9 10,9 10,9 10,9 10,9 10,8 10,8 10,8 10,8 10,7 10,7 10,6 10,5 10,5 10,5 10,8 10,8 10,7 10,9 11,3 11,3 11,5 11,9 11,8 12,0 12,0 12,1 12,1 12,1 12,3 12,4 12,4 12,7 12,6 12,7 12,7 12,7 4 8 12 16 20 24 28 32 36 40 44 Italia 15-24 EU 27 15-24 EU 27 overall Italia overall A marzo resta stabile il tasso di disoccupazione in Italia; quella giovanile diminuisce lievemente ma resta sopra quota 42% Valori % ü Andamento del tasso di disoccupazione mensile DATI DESTAGIONALIZZATI ü Rapporto tra persone in cerca di occupazione e il totale di persone occupate e in cerca di occupazione ü Campione: popolazione 15 anni e più FONTE: Istat - Eurostat
  10. 10. 10 Il sentiment
  11. 11. Il sentiment 11 Cosa è aumentato?Cosa è diminuito? Cosa è rimasto stabile? in sintesi A differenza del sentiment per la situazione personale, aumenta la soddisfazione circa la situazione italiana nel complesso Da registrare un lievissimo calo in termini di soddisfazione per la situazione personale e delle aspettative circa l’aumento del risparmio Restano stabili: •  la previsione della situazione italiana a 12 mesi •  la percentuale di coloro che sono riusciti a risparmiare nell’ultimo mese
  12. 12. 3,42 3,14 3,21 3,2 3,2 3,26 3,33 3,2 3,053,12 3,29 3,213,18 2,883,13 3,2 3,19 3,263,09 2,95 3,16 3,00 3,253,19 3,45 3,38 3,48 4,10 4,25 4,21 4,24 4,18 4,29 4,38 4,23 4,23 4,28 4,09 4,30 4,11 4,23 4,18 4,22 4,15 3,99 4,07 4,16 4,11 4,32 4,20 4,38 4,334,27 2,5 3,0 3,5 4,0 4,5 5,0 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 mag-13 giu-13 lug-13 ago-13 set-13 ott-13 nov-13 dic-13 gen-14 feb-14 mar-14 apr-14 mag-14 Situazione italiana (Voto medio) Situazione personale (Voto medio) Il grado di soddisfazione circa la situazione italiana e la situazione personale In che misura lei è soddisfatto/a della situazione italiana nel suo complesso (economica, politica e sociale)? In che misura lei è soddisfatto della sua attuale condizione economica? La Soddisfazione Soglia positiva: voto 7 Scala da 1 a 10 12 Base: totale campione (497) Dato su base wave di maggio
  13. 13. Le previsioni sulla situazione italiana a 12 mesi Lei ritiene che nel corso dei prossimi 12 mesi, la situazione italiana, nel suo complesso sarà migliore o peggiore? Situazione Peggiore:-1 Situazione Migliore: 1 Situazione Stabile: 0 13 -0,22-0,22 -0,41 -0,31 -0,31 -0,28 -0,28 -0,38 -0,19 -0,25 -0,28 -0,28 -0,20 -0,32 -0,35 -0,31 -0,31 -0,04 -0,10 -0,10 -0,27 -0,18 -0,27 -0,31 -0,16 -0,30 -0,39 -0,5 -0,4 -0,3 -0,2 -0,1 0 0,1 0,2 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 mag-13 giu-13 lug-13 ago-13 set-13 ott-13 nov-13 dic-13 gen-14 feb-14 mar-14 apr-14 mag-14 Base: totale campione (497) Dato su base wave di maggio
  14. 14. 22,0 19,721,0 27,026,626,7 23,923,523,2 26,1 20,8 23,924,7 20,8 25,5 28,527,025,5 22,822,623,825,1 29,9 26,1 27,828,428,5 6,2 5,5 5,9 7,6 6,4 7,3 6,1 6,7 5,9 8,2 6,3 6,7 5,3 5,0 6,5 8,1 8,0 6,6 7,4 6,0 6,5 7,88,0 6,8 7,8 7,9 7,7 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 0 10 20 30 40 50 60 70 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 mag-13 giu-13 lug-13 ago-13 set-13 ott-13 nov-13 dic-13 gen-14 feb-14 mar-14 apr-14 mag-14 % sono riusciti a risparmiare percentuale media di reddito risparmiato sul totale della popolazione Il risparmio dell'ultimo mese Nell'ultimo mese Lei/la sua Famiglia è riuscito/a a risparmiare parte del reddito guadagnato? Che percentuale del suo reddito mensile è riuscito/a a risparmiare? Valori % 14 Base: totale campione (497) Dato su base wave di maggio
  15. 15. 9,9 14,4 15,7 11,4 12,9 17,0 12,8 15,8 13,5 10,9 12,3 16,7 15,4 11,4 13,4 13,0 13 12,1 16,9 13,7 13,4 13,7 15,5 14,4 16,3 15,3 15,1 0 10 20 30 40 50 % sicuramente sì + probabilmente sì L'aspettativa personale all'aumento del risparmio a 12 mesi Lei ritiene che nel corso dei prossimi 12 mesi lei aumenterà l'importo di denaro che riesce a mettere da parte personalmente come risparmio? Valori % 15 Base: totale campione (497) Dato su base wave di maggio
  16. 16. 16 Il tempo libero
  17. 17. Il tempo libero 17 Cosa è aumentato?Cosa è rimasto stabile? in sintesi Cosa è diminuito? Ancora una volta viene confermato il trend positivo del mercato del tempo libero: • Particolarmente alta (il valore più elevato registrato negli ultimi due anni e mezzo) la percentuale di coloro che prevedono di effettuare un viaggio o una vacanza nei prossimi 3 mesi; • Stabile rispetto alla wave precedente le attrezzature per il fai-da-te
  18. 18. 22,4 30,0 33,7 36,2 38,6 34,7 29,5 30,5 29,4 28,5 29,5 32,1 33,3 34,9 35,1 36,0 33,8 31,6 28,7 26,8 28,7 31,5 32,9 36,9 39,4 40,4 20,0 20,1 19,4 22,0 19,718,9 21,1 22,3 20,6 18,9 19,920,5 22,722,3 22,9 22,4 20,921,7 21,3 21,4 21,6 22,3 24,1 24,2 23,8 15,9 20,7 22,8 23,8 23,0 24,7 22,9 25,0 23,9 23,523,2 22,3 23,0 22,6 23,9 21,6 20,019,6 20,921,0 19,9 20,2 23,5 26,4 28,1 29,029,0 10 20 30 40 50 Viaggi, vacanze Attrezzature e abbigliamento sportivi Attrezzature fai-da-te Quanti prevedono di sostenere delle spese per il TEMPO LIBERO nei prossimi tre mesi Pensa di acquistare ....... personalmente nei prossimi 3 mesi? % di coloro che hanno risposto “sicuramente sì” o “probabilmente sì” Base: totale campione dato rolling 18 Valori %
  19. 19. 19 Gli elettrodomestici
  20. 20. Gli elettrodomestici 20 •  In leggero calo il trend delle previsioni di acquisto di tutti e tre i settori in analisi, che rimangono però superiori all’analogo periodo del 2013. Nel dettaglio: q i grandi elettrodomestici e TV e Hi-Fi invertono la tendenza degli ultimi mesi e fanno registrare una riduzione rispettivamente di 1,2 e di 1,3 punti percentuali; q  i p i c c o l i e l e t t r o d o m e s t i c i confermano il trend decrescente già analizzato nei mesi precedenti e le previsioni di acquisto per i prossimi 3 mesi diminuiscono di 1,4 punti percentuali. Cosa è rimasto stabile? in sintesi Cosa è aumentato?Cosa è diminuito? •  Stabile la previsione di spesa nei tre comparti
  21. 21. 15,3 16,1 17,3 18,2 17,3 17,5 17,0 18,2 18,5 18,8 16,8 17,8 18,4 17,9 15,9 14,4 14,1 15,9 17,3 17,9 17,5 17,2 17,7 20,8 23,0 24,0 22,722,7 21,7 21,5 23,2 22,9 25,6 25,4 25,2 24,6 24,9 24,2 22,8 22,8 22,4 22,6 21,8 22,2 22,6 23,5 21,9 23,0 23,8 25,3 26,5 27,9 26,9 25,5 14,5 13,4 13,6 14,4 14,5 13,8 14,5 13,6 14,3 13,8 12,7 13,5 13,0 13,8 12,4 13,6 14,1 13,9 14,5 15,0 14,8 15,8 15,4 14,4 14,9 15,8 14,6 0 5 10 15 20 25 30 Elettronica consumo (TV, Hi-Fi) Piccoli elettrodomestici Grandi elettrodomestici Quanti prevedono di acquistare ELETTRODOMESTICI nei prossimi 3 mesi Pensa di acquistare ....... personalmente nei prossimi 3 mesi? 21 % di coloro che hanno risposto “sicuramente sì” o “probabilmente sì” Base: totale campione dato rollingValori %
  22. 22. 843 886 846 778 805 762 753 683 644 629 628 637 662 643 625 609 681 734 747 715 681 710 697 633 583 567 564 193 197 225 210 207 204 171 158 171 187 175171 170 182 154 141 146 163166 158 156 168 166173 163 184 184 856 923 911 831 876877 851 745 701 713 774790 766 661 690 648 684 665 693 740 637 857 902 839 809 796 773 € 0 € 100 € 200 € 300 € 400 € 500 € 600 € 700 € 800 € 900 € 1.000 € 1.100 € 1.200 € 1.300 previsione elettronica consumo (TV, Hi-Fi) previsione piccoli elettrodomestici previsione grandi elettrodomestici L'ammontare medio di spesa previsto per gli ELETTRODOMESTICI a 3 mesi Quanto pensa di spendere al massimo per questo acquisto? 22 Base: % pensano di acquistare il bene dato rolling
  23. 23. 23 Informatica, telefonia e fotografia
  24. 24. Informatica, telefonia e fotografia 24 in sintesi Cosa è rimasto stabile? Cosa è aumentato?Cosa è diminuito? •  Lieve calo sia degli acquisti previsti che della previsione di spesa per tutti i settori in analisi in particolare per PC e accessori che mostrano una riduzione delle intenzioni di acquisto di 1,3 punti percentuali
  25. 25. 18,4 17,4 17,6 18,5 17,9 19,0 18,8 19,8 20,1 21,2 18,7 17,7 18,0 19,6 19,1 18,3 20,1 19,3 18,7 17,9 18,5 21,6 22,5 22,5 21,9 21,8 21,0 18,0 17,2 17,0 17,9 20,5 19,4 18,0 17,1 17,7 18,1 18,1 17,6 18,5 17,8 17,6 16,317,1 15,1 16,1 15,3 17,8 18,8 19,4 19,4 20,1 19,4 18,1 10,5 8,0 9,2 10,6 10,7 10,7 10,4 11,2 11,0 11,8 10,8 11,0 10,6 11,4 12,512,3 12,2 11,7 11,9 11,3 12,4 13,3 13,7 14,4 14,2 14,3 13,313,2 12,3 12,0 12,0 12,4 12,3 10,6 10,4 11,7 12,5 10,9 9,4 10,4 11,6 10,5 10,711,0 10,8 11,4 10,9 11,5 11,3 10,9 10,8 12,7 13,5 13,1 0 5 10 15 20 25 Telefonia PC e accessori Tablet/E-book Fotocamera/Videocamera Quanti prevedono di acquistare informatica, telefonia e fotografia nei prossimi 3 mesi Pensa di acquistare ....... personalmente nei prossimi 3 mesi? 25 % di coloro che hanno risposto “sicuramente sì” o “probabilmente sì” Base: totale campione dato rollingValori %
  26. 26. L'ammontare medio di spesa previsto per informatica, telefonia e fotografia a 3 mesi Quanto pensa di spendere al massimo per questo acquisto? 26 Base: % pensano di acquistare il bene dato rolling 267 279 310 307 303 301 324 305 294 274 276 305 307 313 300 288 297 306 283 288 305 299 301 295 298 307 290 580 590 605 581 623 596 604 621 596 600 537 553 520 519 521 507 499 531 494484 494 510 515 510 509 501 496 449 471 494 446 441 435 410 385 340 339 306 360 364 355 326 310 302 295 282 282 292 287 300 303 292 295 268 332 342 395 369 360 352 342 362 303 277 282 367 358 336 283 280 271 298 314 308 366 368 353 340 318 302 269 € 100 € 200 € 300 € 400 € 500 € 600 € 700 previsione Telefonia previsione PC e accessori previsione Tablet/E-book previsione Fotocamera/Videocamera
  27. 27. 27 I veicoli
  28. 28. I veicoli •  L’esborso previsto per l’acquisto di motocicli ed automobili 28 in sintesi Cosa è rimasto stabile? Cosa è aumentato?Cosa è diminuito? Le previsioni di acquisto •  di motocicli e scooter nonostante l’avvicinarsi della bella stagione •  di automobili nuove ed usate, che dopo gli aumenti degli ultimi mesi mostrano un cambio di tendenza (rispettivamente -1,7 e -0,6 punti percentuali)
  29. 29. 9,2 7,3 7,4 8,2 9,1 9,3 7,6 8,4 7,4 6,9 7,1 6,8 8,0 7,8 8,0 7,6 7,2 7,4 7,8 8,0 8,0 8,1 8,4 9,1 10,1 11,2 9,5 7,3 5,4 5,4 5,1 5,9 7,1 6,9 6,9 6,7 7,1 7,3 8,1 8,0 7,4 6,2 6,6 6,8 6,9 6,8 7,0 6,6 5,8 6,5 6,9 7,7 9,1 8,5 5,9 4,7 5,0 4,6 4,4 4,2 4,8 4,7 5,7 5,1 4,2 3,2 2,6 3,4 4,2 3,4 2,9 2,6 3,6 4,1 4,4 4,1 3,5 3,5 5,1 4,7 4,7 0 2 4 6 8 10 12 14 previsione Automobile nuova previsione Automobile usata previsione Motociclo, scooter Quanti prevedono di acquistare VEICOLI nei prossimi 3 mesi Pensa di acquistare ....... personalmente nei prossimi 3 mesi? 29 % di coloro che hanno risposto “sicuramente sì” o “probabilmente sì” Base: totale campione dato rollingValori %
  30. 30. 17.845 18.571 18.449 18.056 18.584 18.098 19.361 18.359 19.233 19.423 18.919 18.474 18.400 18.174 18.577 18.098 18.252 18.490 17.783 17.514 17.713 18.043 18.162 18.51318.465 18.472 18.076 7.534 7.103 7.134 6.849 6.797 7.125 7.060 7.061 7.067 6.900 7.916 7.664 7.514 7.372 6.922 6.853 6.867 6.558 6.509 6.386 6.339 6.687 6.660 6.573 6.605 6.481 6.462 3.564 3.598 3.642 3.910 3.307 2.821 2.810 2.873 2.988 3.006 2.731 2.733 2.673 2.773 2.811 3.053 2.765 2.949 2.827 2.624 2.750 2.645 2.721 2.669 2.753 2.834 2.898 € 0 € 2.000 € 4.000 € 6.000 € 8.000 € 10.000 € 12.000 € 14.000 € 16.000 € 18.000 € 20.000 € 22.000 € 24.000 previsione Automobile nuova previsione Automobile usata previsione Motociclo, scooter L'ammontare medio di spesa previsto per i VEICOLI a 3 mesi Quanto pensa di spendere al massimo per questo acquisto? 30 Base: % pensano di acquistare il bene dato rollingValori %
  31. 31. 31 La casa
  32. 32. 32 •  Continua il trend positivo di previsione dell’acquisto di mobili, dato che raggiunge il valore più alto delle rilevazioni degli ultimi 2 anni; mentre rimane stabile la spesa prevista La casa in sintesi Cosa è rimasto stabile? Cosa è aumentato?Cosa è diminuito? •  Stabile la propensione ad acquistare o ristrutturare casa
  33. 33. 5,5 4,1 4,7 4,7 5,0 4,1 4,0 3,7 4,6 3,7 3,7 4,3 4,1 4,3 3,8 3,9 4,0 4,3 4,4 3,7 4,8 5,8 5,9 4,7 4,9 5,8 5,8 9,3 7,5 7,7 8,6 8,5 8,7 7,7 7,6 7,9 7,3 7,9 8,7 9,8 10,0 9,6 9,2 8,7 8,0 9,4 9,4 10,7 9,6 9,6 9,6 10,8 11,911,9 14,614,314,7 15,515,5 14,7 15,615,9 13,7 15,114,7 15,6 14,7 13,4 12,712,6 13,213,3 15,115,5 14,414,0 14,7 15,7 15,3 15,5 16,1 0 5 10 15 20 previsione Casa, appartamento previsione Ristrutturazione casa, appartamento previsione Mobili Quanti prevedono di acquistare mobili, casa o ristrutturarla Pensa di acquistare ....... personalmente nei prossimi 3 mesi? 33 % di coloro che hanno risposto “sicuramente sì” o “probabilmente sì” Base: totale campione dato rollingValori %
  34. 34. L'ammontare medio di spesa previsto per i MOBILI a 3 mesi Quanto pensa di spendere al massimo per questo acquisto? 34 Base: % pensano di acquistare il bene dato rolling Valori € 3.541 3.229 3.176 3.285 3.002 2.694 2.478 2.344 2.257 2.040 2.022 1.974 1.904 1.884 1.904 1.687 1.774 1.990 2.036 1.980 1.842 1.886 1.901 1.936 2.003 2.223 2.235 1.000 2.000 3.000 4.000 5.000 previsione Mobili
  35. 35. 35 L’efficienza energetica
  36. 36. 36 In leggero aumento la previsione di spesa per impianti fotovoltaici e stufe a pellets L’efficienza energetica in sintesi Cosa è rimasto stabile? Cosa è aumentato?Cosa è diminuito? In leggero calo la propensione degli italiani ad effettuare acquisti a risparmio energetico, infatti diminuisce il numero degli intenzionati all’acquisto di tutte e 4 le tipologie di beni: -1,3 punti percentuali per gli infissi, -0,7 per le stufe a pellet, -0,5 per gli impianti di fotovoltaico e -0,2 per gli impianti solari termici
  37. 37. Quanti prevedono di acquistare prodotti per l’efficienza energetica Pensa di acquistare ....... personalmente nei prossimi 3 mesi? 37 % di coloro che hanno risposto “sicuramente sì” o “probabilmente sì” Base: totale campione Da marzo 2014 dato rolling Valori % 3,5 3,9 5,1 4,6 2,3 3,4 4,0 3,8 7,4 7,8 8,1 7,4 9,4 10,2 11,1 9,8 0 5 10 15 20 25 30 feb-14 mar-14 apr-14 mag-14 Previsione Impianto di fotovoltaico Previsione Impianto solare termico Previsione Stufe a pellet/caldaie a risparmio energetico Previsione Infissi/serramenti
  38. 38. 38 Base: totale campione Valori % 3.717 6.815 6.988 7.094 2.460 3.601 4.205 4.068 1.130 1.253 1.280 1.556 2.480 2.671 3.004 3.011 € 500 € 1.500 € 2.500 € 3.500 € 4.500 € 5.500 € 6.500 € 7.500 feb-14 mar-14 apr-14 mag-14 Previsione Impianto di fotovoltaico Previsione Impianto solare termico Previsione Stufe a pellet/caldaie a risparmio energetico Previsione Infissi/serramenti L'ammontare medio di spesa previsto per prodotti per l’EFFICIENZA ENERGETICA a 3 mesi Quanto pensa di spendere al massimo per questo acquisto?
  39. 39. 39 Argomento del mese: La crisi attuale e la definizione di povertà
  40. 40. 40 Argomento del mese Come l’osservatorio Findomestic rileva da alcuni anni, la congiuntura ha influito negativamente sull’economia domestica delle famiglie italiane sotto molteplici aspetti: status occupazionale, consumi e risparmi. Eppure negli ultimi mesi alcuni segnali positivi sono emersi, specie con riferimento al sentiment verso la situazione del Paese ma anche verso la propria condizione economica. L’analisi della povertà percepita, a distanza di un anno dal primo studio, evidenzia uno stop del peggioramento. Pur in una situazione critica, cresce la dimensione di coloro che percepiscono la propria condizione stabile. È più ampia rispetto a un anno fa la fascia di popolazione che si percepisce “classe media” ed è in lieve contrazione quella che si ritiene povera (15 versus 16%). Stiamo male ma almeno non continuiamo a peggiorare. Si contrae la fetta di popolazione che si ritiene più povera rispetto a 5 anni fa, ma anche quella che prevede di peggiorare ulteriormente il proprio tenore di vita nei prossimi cinque anni (31% versus 40% nel 2013). Rispetto al passato aumentano anche coloro che intravedono maggiore stabilità. Certamente la crisi ha eroso in modo consistente i risparmi e infatti il campione intervistato continua ad essere molto insoddisfatto di quelli accumulati, oltreché preoccupato. A tal punto che mentre il 59% sarebbe in grado di far fronte a spese impreviste di un ammontare approssimativo di 1.000 euro, solo un minimo 20% sarebbe capace di sopportare un esborso imprevisto di 10.000 euro. Ad ogni modo le spese a cui non può rinunciare una famiglia «normale» (ossia in grado di prendersi cura dei propri componenti), sono quelle mediche (in rilievo il dentista) e quelle per l’istruzione. È interessante però notare la riduzione di quanti giudicano i propri risparmi insoddisfacenti all’interno della classe socio-economica bassa e medio-bassa (-8 punti percentuali rispetto al 2013), a conferma del fatto che chi è povero ha visto un lieve miglioramento della propria condizione economica. Rispetto a un anno fa aumenta la soglia netta mensile al di sotto della quale una famiglia può essere considerata povera (media totale 1.550 euro versus 1.350), al contrario diminuisce quella che definisce un nucleo di persone ricche (media totale 3.830 euro versus 4.100). Gli italiani sembrano essersi abituati a vivere con meno. Tuttavia, si ritiene che l’Italia sia un Paese sempre più diseguale, con una disparità tra ricchi e poveri molto più elevata che nel resto d’Europa.
  41. 41. 41 Valori % Rispetto al 2013 aumentano coloro che si percepiscono appartenere alla classe media 29 30 51 48 20 22 2013 2014 Non sa No Sì Lei ritiene che la sua famiglia possa essere considerata povera? Base: appartengono alla classe socio-economica bassa/medio-bassa 5 4 38 46 42 38 14 12 1 2013 2014 Non indica Classe bassa Classe medio-bassa Classe media Classe medio-alta Classe alta Secondo Lei oggi la sua famiglia a quale classe sociale appartiene? Base: totale campione Dato rolling 16% sul totale campione 15% sul totale campione
  42. 42. 3 28 65 4 Più ricca Stabile Più povera Non sa Valori % Base: totale campione Aumentano anche coloro che giudicano stabile la condizione economica della propria famiglia Lei ritiene che la sua famiglia oggi – rispetto a 5 anni fa… 4 26 68 2 Più ricca Stabile Più povera Non sa 20142013
  43. 43. 43 Valori % Base: totale campione Quasi 1 intervistato su 2 si aspetta nei prossimi 5 anni una situazione di stabilità per la propria famiglia; dato in aumento rispetto al 2013 8 46 31 15 Più ricca Stabile Più povera Non sa Lei ritiene che nei prossimi 5 anni la sua famiglia sarà… 20142013
  44. 44. 3.830 3.230 3.550 3.600 3.850 4.000 4.100 3.550 3.550 3.700 4.050 4.300 TOTALE 1 percettore di reddito - 1 componente 1 percettore di reddito - 2 componenti 1 percettore di reddito - 3 o più componenti 2 percettori di reddito - 2 componenti 2 o più percettori di reddito - 3 o più componenti 2.300 1.750 1.900 2.400 2.270 2.450 2.100 1.650 1.750 2.050 2.000 2.250 TOTALE 1 percettore di reddito - 1 componente 1 percettore di reddito - 2 componenti 1 percettore di reddito - 3 o più componenti 2 percettori di reddito - 2 componenti 2 o più percettori di reddito - 3 o più componenti 44 Valori medi in €Base: totale campione Per una famiglia come la sua, qual è il reddito netto mensile complessivo al di sotto del quale può essere considerata povera? 1.550 1.400 1.170 1.470 1.600 1.600 1.350 1.200 1.200 1.350 1.250 1.450 TOTALE 1 percettore di reddito - 1 componente 1 percettore di reddito - 2 componenti 1 percettore di reddito - 3 o più componenti 2 percettori di reddito - 2 componenti 2 o più percettori di reddito - 3 o più componenti 2014 2013 Per una famiglia come la sua, qual è il reddito netto mensile complessivo che la definirebbe nella media? Per una famiglia come la sua, qual è il reddito netto mensile complessivo al di sopra del quale può essere considerata ricca? Aumentano la soglie che definiscono la povertà e la classe media
  45. 45. 1 19 41 39 Più che soddisfacenti Soddisfacenti Poco soddisfacenti Per nulla soddisfacenti 45 Valori % I risparmi accumulati rimangono poco soddisfacenti, anche se sale la percentuale di chi giudica i propri risparmi soddisfacenti Lei ritiene che i suoi risparmi accumulati siano al momento… 1 2 1 1 915 21 16 7 22 69 42 37 33 29 53 20 42 40 50 64 24 2 Non ha figli Ha un figlio Ha 2 o più figli Bassa/ Medio- bassa Media Alta/Media alta Più che soddisafacenti Soddisfacenti Poco soddisfacenti Per nulla soddisfacenti Numero di figli Classe d’appartenenza Base: totale campione 1 1 1 7 21 21 15 8 28 46 47 43 32 37 45 41 32 35 52 55 26 6 Non ha figli Ha un figlio Ha 2 o più figli Bassa/ Medio- bassa Media Alta/Media alta Più che soddisafacenti Soddisfacenti Poco soddisfacenti Per nulla soddisfacenti 2014 2013
  46. 46. 46 Valori % Base: totale campione Quasi 6 intervistati su 10 ritengono di poter far fronte a spese impreviste di 1.000 €, mentre solo 1 su 5 se la spesa salisse a 10.000€ La sua famiglia sarebbe in grado di far fronte a spese impreviste di un ammontare approssimativo di 1.000 euro con risorse proprie? Sì 59% No 32% Non sa 9% La sua famiglia sarebbe in grado di far fronte a spese impreviste di un ammontare approssimativo di 10.000 euro con risorse proprie? Sì 20% No 69% Non sa 11%
  47. 47. 47 Valori % Base: totale campione Il divario tra ricchi e poveri in Italia viene percepito come maggiore rispetto a quello degli altri Paesi dell’Unione Europea Le chiediamo ora di estendere la Sua visione ai Paesi dell’Unione Europa. Lei ritiene che la disuguaglianza economica, ossia il divario tra ricchi e poveri, in Italia sia 63 24 5 8 maggiore rispetto agli altri Paesi dell’Unione Europea uguale agli altri Paesi dell’Unione Europea minore rispetto agli altri Paesi dell’Unione Europea non saprei
  48. 48. 48 Base: totale campione Mi può indicare quali sono i beni e i servizi che una famiglia con dei figli deve garantire a se stessa senza particolari difficoltà per essere definita normale, economicamente stabile? 91 85 74 66 61 7 3 3 1 1 Cure mediche Spese per la scuola/università Dentista Casa di proprietà Auto Motorino/moto Cibo Altri immobili Vacanze, viaggi e tempo libero Abbigliamento Le cure mediche e le spese per la scuola sono i beni indispensabili per una famiglia con figli Valori %
  49. 49. 49 Il campione
  50. 50. 50 59 41 60 40 Uomini Donne Campione ponderato Campione non ponderato 5 19 29 28 19 14 17 25 26 18 18-24 anni 25-34 anni 35-44 anni 45-54 anni 55-64 anni 30 22 21 27 32 20 21 27 Nord Ovest Nord Est Centro Sud e Isole 17 83 18 82 Laureati Non laureati Sesso Età Area geografica Titolo di studio Il campione Base: totale campione (497) Dato su base wave di maggio 2014
  51. 51. 51 Il responsabile degli acquisti Per ciò che riguarda gli acquisti in famiglia, è Lei che se ne occupa ? Valori % 1 43 51 6 Non indica Sì, del tutto Sì, in parte No Base: totale campione (497) Dato su base wave di maggio 2014 Uomo Donna 18-34 35-44 45-64 Base 295 202 119 142 236 Sì, del tutto 34 56 34 46 46 Sì, in parte 57 42 54 49 50 No 8 2 12 4 3 Non indica 1 - - 1 1
  52. 52. 52 Base: totale campione Dato rolling Valori % 4 4 4 4 4 4 3 4 4 4 5 4 4 4 4 5 4 3 4 4 4 4 5 5 4 4 4 13 14 15 16 16 13 10 10 13 15 14 16 16 13 14 15 17 17 13 10 13 13 10 11 12 10 9 5 7 8 7 5 5 6 5 5 5 6 7 6 5 6 6 5 5 5 5 5 4 4 3 4 6 6 76 74 72 72 73 77 80 79 76 75 73 71 72 76 75 73 73 74 76 79 76 77 79 79 78 78 79 2 1 1 1 2 1 1 2 2 1 2 2 2 2 1 1 1 1 2 2 2 2 2 2 2 2 2 Sì, è cambiato ed èpiù stabile Sì, è cambiato ed èmeno stabile Sì, è cambiato ma è stabile nello stesso modo No, non è cambiato Non sa È cambiato il suo contratto di lavoro negli ultimi 12 mesi? Il contratto di lavoro

×