Indagine imprese femminili

272 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
272
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
89
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Indagine imprese femminili

  1. 1. INDICEPremessa.................................................................................................................................................. 3Principali evidenze .................................................................................................................................. 5Clima di fiducia....................................................................................................................................... 9Andamento Congiunturale ................................................................................................................... 13Focus Congiuntura: le imprese manifatturiere................................................................................... 21Focus Congiuntura: le imprese dei servizi........................................................................................... 27Focus Congiuntura: le imprese delle costruzioni................................................................................ 31Fabbisogno finanziario......................................................................................................................... 33Osservatorio sul credito......................................................................................................................... 35Focus: i servizi bancari......................................................................................................................... 43Metodo ................................................................................................................................................... 45Appendice Congiuntura........................................................................................................................ 471Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili
  2. 2. PremessaIl costante incremento dell’imprenditoria femminile e della sua importanza nel contesto economicogenerale nel corso degli anni, ha portato alla recente costituzione, all’interno di RETE ImpreseItalia, del “Coordinamento sull’imprenditoria femminile” con l’obiettivo di rafforzare lacondivisione di obiettivi e azioni comuni alle sigle delle organizzazioni di donne imprenditrici delle5 realtà (Casartigiani Donne Artigiane, CNA Impresa Donna, Confartigianato Donne Impresa,Terziario Donna Confcommercio e Imprenditoria Femminile Confesercenti).Nell’ambito della forte azione di sostegno allo sviluppo dell’impresa di genere intrapresa dal nuovoorganismo, è emersa con chiarezza la necessità di elaborare un documento di analisi che possafornire informazioni a supporto delle attività del coordinamento, per attuare azioni da mettere incampo che siano sempre più incisive e mirate a favorire la creazione di un contesto che permettaalle imprenditrici di contribuire al meglio per la crescita del Paese.Tra i punti del Programma di attività che il Coordinamento ha presentato, infatti, c’è anche ingrande evidenza la tematica del credito, cui le imprenditrici accedono con maggiori difficoltà e acondizioni più gravose.Per questo motivo RETE Imprese Italia e Artigiancassa, che già curano trimestralmente l’edizionedell’ “Osservatorio Nazionale sul credito delle PMI”, hanno deciso di realizzare un ulteriore Studiofocalizzando il campo di indagine esclusivamente sulle imprese femminili, per avere una analisidinamica su clima di fiducia, andamento congiunturale, fabbisogno finanziario e credito declinati alfemminile.Il risultato è questa “Indagine congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili” di cuipresentiamo il primo numero.L’ “Indagine” nasce da una ricerca commissionata da Artigiancassa e condotta dall’Istituto Formatnel periodo 18 – 29 marzo 2013 su un campione di imprese femminili rappresentative dell’universodelle micro e piccole imprese italiane riconducibili alla filiera di RETE Imprese Italia (artigianato,commercio, turismo, servizi).I report successivi saranno pubblicati con cadenza trimestrale e costituiranno una raccolta di datisino ad ora unica nel panorama della ricerca economica di genere in Italia.3Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili
  3. 3. Indagine trimestrale congiunturale sulle micro e piccole impresefemminiliRapporto di ricerca – Primo trimestre 2013Principali evidenzeClima di fiduciaSe il giudizio delle imprese femminili (fino a 49 addetti) dell’industria, delle costruzioni e delterziario sull’andamento dell’economia nel primo trimestre 2013 è in sintonia con quello delleimprese italiane “tutte” (fino a 49 addetti), meno critiche rispetto alla precedente rilevazione. Leaspettative delle imprese femminili su come evolverà l’economia italiana nel secondo trimestre2013 migliorano ancor di più di quanto espresso dalle imprese in generale.I giudizi sull’andamento della propria impresa, invece, riflettono solo in parte quelli espressi aproposito dell’economia italiana nel suo complesso e mostrano una comune preoccupazionecrescente. Anche le attese per il secondo trimestre 2013 peggiorano per tutte le imprese, ma quellefemminili restano meno preoccupate delle altre.Congiuntura economicaIl primo trimestre 2013 conferma anche sotto il profilo dei ricavi il peggioramento della situazioneeconomica delle imprese in generale (fino a 49 addetti), anche se quelle femminili dell’industria,delle costruzioni e del terziario sembrano reggere meglio alla crisi, il che si riflette anche in terminiprospettici con le imprese femminili con qualche chance in più di vedere migliorata nei prossimimesi la propria situazione.Le opinioni raccolte fra le imprese femminili e le imprese “in generale” (fino a 49 addetti) in ordineall’andamento dell’occupazione nel primo trimestre 2013 sono convergenti, ma resta il fatto che unasu quattro ha ridotto il proprio organico. Per il prossimo futuro sembra che le cose siano destinate apeggiorare sensibilmente rispetto alla precedente rilevazione, senza che si manifesti una differenzasensibile fra imprese femminili e imprese non femminili.Nel corso del primo trimestre 2013, la pressione dei fornitori si è fatta sentire di più sulle impresefemminili rispetto al resto delle imprese italiane, e anche per il prossimo trimestre le previsioni sonotali da far immaginare un ulteriore indebolimento della loro posizione. In ogni caso non siriscontrano variazioni sensibili rispetto alla precedente rilevazione. In base all’andamento dei tempidi incasso, nel primo trimestre 2013 e in previsione nel secondo trimestre 2013, i rapporti fra leimprese femminili e i loro clienti sembrano leggermente migliori di quanto non accada con il restodelle imprese italiane.Imprese manifatturierePartendo dal dato che circa tre imprese su quattro giudicano il livello degli ordini nel primotrimestre 2013 comunque basso, quelle femminili (fino a 49 addetti) sembrano meno in difficoltàdelle altre, soprattutto se si confronta questo dato con quello della rilevazione precedente. Aconferma di ciò le imprese dell’industria femminili hanno visto diminuire la domanda in manierameno pronunciata rispetto alla altre imprese italiane dell’industria (addirittura l’11,6% del campioneintervistato ha avuto un aumento degli ordini) e le loro previsioni per il secondo trimestre 2013 sonosoprattutto di stazionarietà.Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili5
  4. 4. Per effetto della crisi della domanda, l’andamento dei prezzi di vendita delle imprese intervistate èstato, anche nel primo trimestre 2013, necessariamente piatto, e anche per il secondo trimestre 2013per tutte le imprese la tendenza a non variare i prezzi sarà ancora più accentuata, rispetto allaprecedente rilevazione.Il grado di utilizzo degli impianti, infine, riflette la crisi che attraversa il sistema delle impreseitaliane (fino a 49 addetti) e a nulla vale sottolineare il fatto che se quelle femminili in genere sonoin una condizione di minore difficoltà rispetto a tutte le altre, è anche vero che fra di esse siriscontra una percentuale decisamente maggiore di quelle che valutano la propria capacitàproduttiva insufficiente.Imprese dei serviziPer quanto riguarda il livello degli ordini, con riferimento al primo trimestre 2013, le impresefemminili dei servizi (fino a 49 addetti) sono in una condizione migliore rispetto alle altre impresedello stesso settore (fino a 49 addetti), e ciò sembra dovuto, diversamente dalla precedenterilevazione, dall’apporto della domanda estera.La gran parte delle imprese intervistate, femminili e non (fino a 49 addetti), hanno visto nel primotrimestre 2013 una diminuzione degli ordini e della domanda in genere, ma le imprese femminili deiservizi hanno visto aumentare gli ordini in un numero di casi maggiore delle altre imprese eprevedono che nel prossimo trimestre non possa esserci un ulteriore sviluppo, affidandosi a unaprevisione soprattutto di stazionarietà degli ordini. In relazione ai prezzi di vendita, ilcomportamento delle imprese femminili dei servizi, con riferimento sia al primo trimestre 2013 chealle previsioni per il prossimo trimestre, non si discosta in maniera significativa dal comportamentodelle altre imprese, anche se fra le prime prevale sempre la percentuale di quelle che nell’ultimotrimestre hanno potuto aumentarli o prevedono di poterli aumentare a breve.Imprese delle costruzioniNel primo trimestre 2013 la condizione delle imprese femminili dell’industria, in relazione agliordini e al livello di attività, è decisamente peggiorata, né sembra che nel prossimo trimestre le cosepossano migliorare. L’attività di costruzione registrata dalle imprese femminili nel corso del primotrimestre 2013 resta comunque del tutto paragonabile a quella delle altre imprese italiane del settoredelle costruzioni.Osservatorio sul creditoLa percentuale delle imprese femminili (fino a 49 addetti) che nel primo trimestre 2013 si sonorecate in banca per chiedere credito è risultata più bassa di quella registrata presso il resto delleimprese italiane fino a 49 addetti (10,5 su 12,0) e più bassa di quella registrata nella precedenterilevazione.In questo contesto l’accesso al credito per le imprese femminili risulta ben più difficile della realtànazionale. La cosiddetta area di stabilità (percentuale delle imprese che hanno visto accolta lapropria richiesta di credito con un ammontare pari o superiore) si riduce dal 23,8% al 17,1% (controil 25,0% del totale delle imprese) e quella di irrigidimento (percentuale delle imprese che hannovisto accolta la propria richiesta di credito con un ammontare inferiore a quello richiesto sommate aquelle che hanno visto respinta la propria richiesta) cresce dal 54,0% al 61,9% (contro il 45,1% deltotale delle imprese). In sostanza, le imprese di genere femminile che nel corso del primo trimestre2013 si sono recate in banca per chiedere credito sono diminuite rispetto alla precedente rilevazionee sono in percentuale meno delle altre imprese e, tra quelle che fanno domanda, si registra unaIndagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili6
  5. 5. percentuale più elevata (e in crescita) di risposte negative. In relazione alle finalità del creditorichiesto, invece, non si riscontrano differenze sostanziali fra imprese femminili fino a 49 addetti,ovvero micro e piccole imprese, e le altre micro e piccole imprese italiane.In generale, le percentuali delle imprese, femminili e non, che nel primo trimestre 2013 giudicanomigliorate le condizioni al credito (tassi, durata, garanzie, costi e altre condizioni) sonoinsignificanti mentre le percentuali relative ai casi di situazione invariata o peggiorata mostrano unacondizione certamente di maggiore difficoltà delle imprese femminili rispetto alle altre impreseitaliane.Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili7
  6. 6. Clima di fiduciaAndamento dell’economia italianaSe il giudizio delle imprese femminili sull’andamento dell’economia nel primo trimestre 2013 è insintonia con quello delle imprese in generale e sembrano entrambi meno critici rispetto allaprecedente rilevazione, le aspettative delle imprese femminili su come evolverà l’economia italiananel secondo trimestre 2013 migliorano ancor di più di quanto espresso dalle imprese in generale.Base campione: 1.818 casi (di cui 480 imprese femminili). I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentualedelle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valorenegativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesseun’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinionedi peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: A suo giudizio la situazione economica generale dell’Italia,a prescindere dalla situazione della Sua impresa e del suo settore, negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti,è…? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Prospettica: Ritiene che la situazione economica generale dell’Italia, aprescindere dalla situazione della Sua impresa e del suo settore, nei prossimi tre mesi, rispetto al trimestre attuale…?Migliorerà, Resterà invariata, Peggiorerà. I dati sono riportati all’universo.previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese3,654,142,32,549,1 48,4Migliorerà Resterà invariata Peggiorerà-45,4-46,212 IV-38,8-45,813 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-75,3-76,212 IV-73,2-74,113 I0,525,773,80,824,474,9Migliorata Rimasta invariata Peggiorataprevisione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese3,654,142,32,549,1 48,4Migliorerà Resterà invariata Peggiorerà-45,4-46,212 IV-38,8-45,813 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-75,3-76,212 IV-73,2-74,113 I0,525,773,80,824,474,9Migliorata Rimasta invariata Peggioratacongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-75,3-76,212 IV-73,2-74,113 I0,525,773,80,824,474,9Migliorata Rimasta invariata PeggiorataIndagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili9
  7. 7. … analisi per dimensione, per settore, per territorioIn relazione alla dimensione e alla ubicazione, anche per le imprese femminili si riproducono lestesse dinamiche che si riscontrano nel resto delle imprese italiane: più piccole sono e più ci sisposta verso Sud, più critici e preoccupati sono i giudizi sull’andamento dell’economia del nostroPaese. Distinguendo fra i diversi comparti di appartenenza, invece, si nota il dato relativo alleimprese femminili di servizi alla persona, per le quali il primo trimestre è stato in media piùdifficile, ma le aspettative per l’immediato futuro sono in media migliori, e quelle delle imprese deiservizi alle imprese le cui aspettative sono peggiori della media.Base campione: 480 imprese femminili. I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese chehanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatorivariano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testooriginale delle domande. Attuale: A suo giudizio la situazione economica generale dell’Italia, a prescindere dallasituazione della Sua impresa e del suo settore, negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, è…? Migliorata,Rimasta invariata, Peggiorata. Prospettica: Ritiene che la situazione economica generale dell’Italia, a prescinderedalla situazione della Sua impresa e del suo settore, nei prossimi tre mesi, rispetto al trimestre attuale…? Migliorerà,Resterà invariata, Peggiorerà. I dati sono riportati all’universo.! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - %. )*/ 0# /0 ! /! $ / !0 $ /$ # /0 0 /0 " !/ 0 /! 0# ! /# / $ 0# " 0 $. 1! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - % 2. 2 )* 20 0 $ $$ ! $ " 0 # / ! $ / $# # $ ! $ " # # " !# !((Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili10
  8. 8. Andamento delle impreseI giudizi sull’andamento della propria impresa riflettono solo in parte quelli espressi a propositodell’economia italiana nel suo complesso, nel senso che se questi nel saldo migliorano, anche se dipoco, i primi peggiorano decisamente, in perfetta sintonia fra imprese femminili (fino a 49 addetti)e imprese in generale (fino a 49 addetti). Anche le attese per il secondo trimestre 2013 peggioranoper tutte le imprese, ma quelle femminili esprimono meno preoccupazione delle altre.Base campione: 1.818 casi (di cui 480 imprese femminili). I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentualedelle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valorenegativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesseun’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinionedi peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Come giudica l’andamento economico generale della Suaimpresa negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti…? Migliorato, Rimasto invariato, Peggiorato. Prospettica:Ritiene che l’andamento economico generale della Sua impresa nei prossimi tre mesi …? Migliorerà, Resterà invariato,Peggiorerà. I dati sono riportati all’universo.2,541,056,53,139,857,1Migliorato Rimasto invariato Peggiorato6,863,329,95,959,334,8Migliorerà Resterà invariata Peggioreràimprese Femminiliimprese-45,2-47,9imprese Femminiliimprese12 IV-54,0-54,013 I-19,7-22,412 IV-23,2-28,913 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)2,541,056,53,139,857,1Migliorato Rimasto invariato Peggiorato6,863,329,95,959,334,8Migliorerà Resterà invariata Peggioreràimprese Femminiliimprese-45,2-47,9imprese Femminiliimprese12 IV-54,0-54,013 I-19,7-22,412 IV-23,2-28,913 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili11
  9. 9. … analisi per dimensione, per settore, per territorioAnche in merito alla loro specifica situazione economica così come si è determinata nel corso delprimo trimestre 2013, le imprese femminili esprimono giudizi negativi in maggior misura manmano che diminuisce la loro dimensione occupazionale e man mano che ci si sposta verso Sud. Perquanto riguarda i diversi comparti, quelle del commercio hanno vissuto un trimestre più contrastatodelle altre e quelle dei servizi alla persona meno contrastato delle altre. In merito al prossimotrimestre, le attese delle imprese femminili (fino a 49 addetti) sono più omogenee se si fariferimento alla loro dimensione, si differenziano invece in relazione alla loro ubicazione(peggiorano spostandosi verso Sud, ma sono quelle del Centro ad essere le più pessimiste) e sidifferenziano ancora in relazione al settore di appartenenza con le imprese di servizi alla persone edel turismo meno preoccupate delle altre e quelle delle costruzioni più preoccupate delle altre.Base campione: 480 imprese femminili. I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese chehanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatorivariano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testooriginale delle domande. Attuale: Come giudica l’andamento economico generale della Sua impresa negli ultimi tremesi, rispetto ai tre mesi precedenti…? Migliorato, Rimasto invariato, Peggiorato. Prospettica: Ritiene chel’andamento economico generale della Sua impresa nei prossimi tre mesi …? Migliorerà, Resterà invariato,Peggiorerà. I dati sono riportati all’universo.! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - %. )*$ # ! ! / $" ! $0 / $ $ # $ 0 # 0 " ! $ # 0 ! 00 /$ . 1! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - % 2. 2 )* 20 " $ $ # 0 0 / 0 " ! $ ! # / # # / $((Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili12
  10. 10. Andamento CongiunturaleAndamento dei ricaviIl primo trimestre 2013 conferma anche sotto il profilo dei ricavi il peggioramento della situazioneeconomica delle imprese (fino a 49 addetti) in generale, anche se quelle femminili (fino a 49addetti) sembrano reggere meglio alla crisi, il che si riflette anche in termini prospettici con leimprese femminili con qualche chance in più di vedere, nel secondo trimestre 2013, migliorato ilproprio andamento.Base campione: 1.818 casi (di cui 480 imprese femminili). I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentualedelle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valorenegativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesseun’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinionedi peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestreconsiderato, i ricavi della Sua impresa rispetto al trimestre precedente sono …? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti.Prospettica: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel prossimo trimestre, prevede che i ricavi della Sua impresa …?Aumenteranno, Resteranno invariati, Diminuiranno. I dati sono riportati all’universo.2,143,554,42,537,560,0Aumentati Restati invariati Diminuiti8,456,435,26,957,835,2Aumenteranno Resteranno invariati Diminuirannoimprese Femminiliimprese-48,4-49,6imprese Femminiliimprese12 IV-52,3-57,513 I-25,7-26,812 IV-26,8-28,313 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)2,143,554,42,537,560,0Aumentati Restati invariati Diminuiti8,456,435,26,957,835,2Aumenteranno Resteranno invariati Diminuirannoimprese Femminiliimprese-48,4-49,6imprese Femminiliimprese12 IV-52,3-57,513 I-25,7-26,812 IV-26,8-28,313 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili13
  11. 11. … analisi per dimensione, per settore, per territorioNel primo trimestre 2013, le imprese femminili (fino a 49 addetti) che hanno subito una piùconsistente diminuzione dei ricavi sono le imprese con un solo addetto e quelle ubicate nelMezzogiorno d’Italia. Hanno risentito in minor misura delle crisi le imprese dei servizi alla persona,mentre più alta della media è la percentuale delle imprese del commercio ad aver visto, sempre nelprimo trimestre 2013, ridursi i propri ricavi. In merito alle attese delle imprese intervistate, fraquelle più piccole e ubicate nel Mezzogiorno d’Italia il sentimento di sfiducia è più forte, mentrepiù ottimiste delle altre sono le imprese di servizi alla personaBase campione: 480 imprese femminili. I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese chehanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatorivariano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testooriginale delle domande. Attuale: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, i ricavi della Suaimpresa rispetto al trimestre precedente sono …? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti. Prospettica: Tenuto conto deifattori stagionali, nel prossimo trimestre, prevede che i ricavi della Sua impresa …? Aumenteranno, Resterannoinvariati, Diminuiranno. I dati sono riportati all’universo.( & )! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - . )! / " # 0 0 $ $ $ $ / " ! !/ $0 " $ ! $" ! # " ! !/ #" ( & ) 1 )! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - . )! 0 0 0 # # ! 0 " # $ " " / ! # " " / " ! $" /((Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili14
  12. 12. Andamento dell’occupazioneLe opinioni raccolte fra le imprese femminili e le altre imprese (fino a 49 addetti) in ordineall’andamento dell’occupazione nel primo trimestre 2013 sono convergenti (-24,1 e -24,2), ma restail fatto che una su quattro ha ridotto il proprio organico. Per il prossimo futuro sembra che le cosesiano destinate a peggiorare rispetto alla precedente rilevazione, senza che si manifesti unadifferenza sensibile fra le imprese femminili e le altre imprese.Base campione: 1.818 casi (di cui 480 imprese femminili). I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentualedelle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valorenegativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesseun’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinionedi peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Nel trimestre considerato, l’occupazione complessiva dellaSua impresa, ovvero il numero degli addetti, rispetto al trimestre precedente, è …? Aumentato, Restato invariato,Diminuito. Prospettica: Nei prossimi tre mesi, prevede che l’occupazione complessiva della Sua impresa, ovvero ilnumero degli addetti, …? Aumenterà, Resterà invariata, Diminuirà. I dati sono riportati all’universo.imprese Femminiliimprese-22,5-22,7imprese Femminiliimprese12 IV-24,1-24,213 I-19,9-18,612 IV-27,0-27,413 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)0,574,924,61,073,725,2Aumentata Restata invariata Diminuita0,971,227,91,669,429,0Aumenterà Resterà invariata Diminuiràimprese Femminiliimprese-22,5-22,7imprese Femminiliimprese12 IV-24,1-24,213 I-19,9-18,612 IV-27,0-27,413 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)0,574,924,61,073,725,2Aumentata Restata invariata Diminuita0,971,227,91,669,429,0Aumenterà Resterà invariata DiminuiràIndagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili15
  13. 13. … analisi per dimensione, per settore, per territorioLa percentuale di imprese femminili che nel primo trimestre 2013 hanno diminuito la propriaoccupazione cresce all’aumentare della loro dimensione, con maggiore evidenza per le più grandi(fra quelle della classe di addetti 20-49, quasi 3 su 4 hanno ridotto l’organico). Le previsioni sulprossimo trimestre sono in prevalenza di stabilità, anche se fra le imprese più grandi la metàprevede di ridurre ancora il proprio organico (e se le imprese con un addetto dichiarano cheprevedono di ridurre il proprio organico, vuol dire che intendono cessare l’attività). In relazione aicomparti di appartenenza, si distinguono quelle delle costruzioni, fra le quali circa la metà, nel corsodell’ultimo trimestre, ha ridotto l’occupazione e prevede in misura maggiore della media, insieme aquelle di servizi alle imprese, di ridurla ancora nel prossimo trimestre, e quelle dei servizi allapersona per le quali il dato occupazionale appare più stabile della media.Base campione: 480 imprese femminili. I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese chehanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatorivariano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testooriginale delle domande. Attuale: Nel trimestre considerato, l’occupazione complessiva della Sua impresa, ovvero ilnumero degli addetti, rispetto al trimestre precedente, è …? Aumentato, Restato invariato, Diminuito. Prospettica: Neiprossimi tre mesi, prevede che l’occupazione complessiva della Sua impresa, ovvero il numero degli addetti, …?Aumenterà, Resterà invariata, Diminuirà. I dati sono riportati all’universo.! + ) ))! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - . )$ $ # " " $$ ! # / 0 $/ $ / ! # ! ! / # $ $0 $# + ) 1 ) ))! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - 2. 2 )2/ # 0 $ $ ! / / 0 $! " ! 0 # / 0 / # $ $ " # "((Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili16
  14. 14. Prezzi praticati dai fornitoriNel corso del primo trimestre 2013, la pressione dei fornitori si è fatta sentire di più sulle impresefemminili (fino a 49 addetti) rispetto al resto delle imprese (-50,3 su -48,8) e anche per il prossimotrimestre le previsioni sono tali da far immaginare un ulteriore indebolimento della posizione delleimprese femminili (con un allargamento previsto della forbice dei saldi da 1,5 a 3 puntipercentuali). In ogni caso non si riscontrano variazioni sensibili rispetto alla precedente rilevazione.Base campione: 1.818 casi (di cui 480 imprese femminili). I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentualedelle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valorenegativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesseun’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinionedi peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: I prezzi praticati alla Sua impresa dai suoi fornitori, negliultimi tre mesi, rispetto al trimestre precedente, sono …? Migliorati, Restati invariati, Peggiorati. Prospettica: Ellaprevede che i prezzi praticati alla Sua impresa dai suoi fornitori nei prossimi tre mesi …? Miglioreranno, Resterannoinvariati. I dati sono riportati all’universo.1,946,052,13,843,552,7Migliorati Restati invariati Peggiorati1,271,227,61,074,624,4Miglioreranno Resteranno invariati Peggiorerannoimprese Femminiliimprese-50,4-48,1imprese Femminiliimprese12 IV-50,3-48,813 I-25,0-23,512 IV-26,4-23,413 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)1,946,052,13,843,552,7Migliorati Restati invariati Peggiorati1,271,227,61,074,624,4Miglioreranno Resteranno invariati Peggiorerannoimprese Femminiliimprese-50,4-48,1imprese Femminiliimprese12 IV-50,3-48,813 I-25,0-23,512 IV-26,4-23,413 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili17
  15. 15. … analisi per dimensione, per settore, per territorioLa pressione dei fornitori sulle imprese femminili aumenta man mano che diminuisce la lorodimensione occupazionale e man mano che ci si sposta verso Sud, dove tre imprese su quattrohanno subito un aumento dei prezzi da essi praticati. Fra i settori, i meno penalizzati nell’ultimotrimestre sono quelli manifatturiero e dei servizi alla persona, anche se quest’ultimo settore sembraessere destinato, in prospettiva, ad indebolirsi più degli altri. La previsione delle imprese femminilisull’andamento dei prezzi praticati dai fornitori nel secondo trimestre 2013 appare meno divaricatain relazione sia alla loro dimensione occupazionale che alla loro ubicazione.Base campione: 480 imprese femminili. I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese chehanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatorivariano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testooriginale delle domande. Attuale: I prezzi praticati alla Sua impresa dai suoi fornitori, negli ultimi tre mesi, rispetto altrimestre precedente, sono …? Migliorati, Restati invariati, Peggiorati. Prospettica: Ella prevede che i prezzi praticatialla Sua impresa dai suoi fornitori nei prossimi tre mesi …? Miglioreranno, Resteranno invariati. I dati sono riportatiall’universo./ &! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - %. )*# ! # " / ! # / / $! $ !# " !/ !# 0 $ 0 $ !# ! !# / /!- ) 1 &! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - %. )*! $ ! / 0 / # # # # ! 0 $ 0 / # " $ " ! $ # " $ $ $((Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili18
  16. 16. Ritardi nei pagamenti da parte dei clientiIn base all’andamento dei tempi di incasso, nel primo trimestre 2013 e in previsione nel secondotrimestre 2013, i rapporti fra le imprese femminili (fino a 49 addetti) e i loro clienti sembranoleggermente migliori di quanto non accada con le altre imprese. Il saldo congiunturale per leimprese di genere è risultato addirittura in miglioramento (si è passati da -43,9 a -42,9), così come siprevede un miglioramento nel prossimo trimestre per tutte le imprese.Base campione: 1.818 casi (di cui 480 imprese femminili). I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentualedelle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valorenegativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesseun’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinionedi peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Il ritardo nei tempi di pagamento da parte dei clienti dellaSua impresa, negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, è …? Migliorato, Restato invariato, Peggiorato.Prospettica: Nei prossimi tre mesi il ritardo nei tempi di pagamento da parte dei clienti della Sua impresa …?Migliorerà, Resterà invariato, Peggiorerà. I dati sono riportati all’universo.6,273,820,04,773,122,2Migliorerà Resterà invariato Peggioreràimprese Femminiliimprese-43,9-47,6imprese Femminiliimprese12 IV-42,9-50,113 I-17,0-23,612 IV-13,8-17,513 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)0,256,743,10,548,9 50,6Migliorato Restato invariato Peggiorato6,273,820,04,773,122,2Migliorerà Resterà invariato Peggioreràimprese Femminiliimprese-43,9-47,6imprese Femminiliimprese12 IV-42,9-50,113 I-17,0-23,612 IV-13,8-17,513 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)0,256,743,10,548,9 50,6Migliorato Restato invariato PeggioratoIndagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili19
  17. 17. … analisi per dimensione, per settore, per territorioLa maggiore dimensione aziendale sembra premiare in termini di potere contrattuale verso i clienti,visto che le imprese femminili più grandi (comunque fino a 49 addetti) subiscono meno i ritardi neipagamenti. Con riferimento ai diversi comparti di appartenenza, le imprese femminili dellecostruzioni e manifatturiere sono le più penalizzate (3 su 4 hanno subito nel corso del primotrimestre 2013 un allungamento dei tempi di incasso dai clienti), così come sono più penalizzate leimprese del Mezzogiorno. In termini previsionali sul secondo trimestre 2013, le opinioni delleimprese intervistate sono improntate in generale a un sentimento di stabilità, anche se si riscontrauna leggera maggiore preoccupazione fra le imprese più piccole e quelle del Mezzogiorno.Base campione: 480 imprese femminili. I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese chehanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatorivariano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testooriginale delle domande. Attuale: Il ritardo nei tempi di pagamento da parte dei clienti della Sua impresa, negli ultimitre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, è …? Migliorato, Restato invariato, Peggiorato. Prospettica: Nei prossimi tremesi il ritardo nei tempi di pagamento da parte dei clienti della Sua impresa …? Migliorerà, Resterà invariato,Peggiorerà. I dati sono riportati all’universo.0! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - %. )*$ " $0 $$ $ $# 0 # 0 # / / " ! $ / ! 0 $" " / 0 !+! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - % 2. 2 )* 20 / ! 0 # 0 # / $ # " # 0 ! $ $ 0 ! " #((Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili20
  18. 18. Focus Congiuntura: le imprese manifatturiereLivello degli ordini e della domanda in generalePartendo dal dato che circa 3 imprese su 4 giudicano il livello degli ordini nel primo trimestre 2013comunque basso, quelle femminili sembrano meno in difficoltà delle altre, soprattutto se siconfronta questo dato con quello della rilevazione precedente. In particolare, le impresemanifatturiere femminili sembrano più competitive sui mercati esteri.Base campione: 540 casi (di cui 237 imprese femminili). Esclusivamente le imprese della manifattura Testo originaledelle domande. Livello ordini: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, il livello degli ordini edella domanda in generale alla Sua impresa, è risultato mediamente …? Alto, Normale, Basso. Interni: Tenuto contodei fattori stagionali, nel trimestre considerato, il livello degli ordini e della domanda dall’interno , è risultatomediamente …? Alto, Normale, Basso. Base campione: Micro e piccole imprese 63 casi, Imprese femminili 20 casi.Esclusivamente le imprese della manifattura che esportano. Esteri: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestreconsiderato, il livello degli ordini e della domanda dall’estero è risultato mediamente …? Alto, Normale, Basso. I datisono riportati all’universo.6,520,073,52,517,280,3Alto Normale Bassolivello degli ordini(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-66,6-58,912 IV13 I-67,0-77,76,520,073,52,517,280,3Alto Normale Bassolivello degli ordini(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-66,6-58,912 IV13 I-67,0-77,715,230,054,82,250,4 47,4Alto Normale Bassolivello degli ordini interni(saldi delle opinioni degli imprenditori)livello degli ordini esteri(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-61,5-50,612 IV13 I-90,0-80,0imprese Femminiliimprese-30,6-24,112 IV13 I-39,6-45,10,010,090,00,020,080,0Alto Normale Basso15,230,054,82,250,4 47,4Alto Normale Bassolivello degli ordini interni(saldi delle opinioni degli imprenditori)livello degli ordini esteri(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-61,5-50,612 IV13 I-90,0-80,0imprese Femminiliimprese-30,6-24,112 IV13 I-39,6-45,10,010,090,00,020,080,0Alto Normale Bassolivello degli ordini interni(saldi delle opinioni degli imprenditori)livello degli ordini esteri(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-61,5-50,612 IV13 I-90,0-80,0imprese Femminiliimprese-30,6-24,112 IV13 I-39,6-45,10,010,090,00,020,080,0Alto Normale BassoIndagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili21
  19. 19. Variazione degli ordiniA conferma di quanto detto a proposito del livello degli ordini, le imprese manifatturiere femminili(fino a 49 addetti), nel corso del primo trimestre 2013, hanno visto diminuire la domanda in manierameno pronunciata rispetto alle altre imprese e addirittura l’11,6% del campione intervistato ha avutoun aumento degli ordini. Le loro previsioni per il secondo trimestre 2013 sono invece soprattutto distazionarietà, quando per più della metà delle altre imprese gli ordini diminuiranno ancora.Base campione: 540 casi (di cui 237 imprese femminili). Esclusivamente le imprese della manifattura. I saldi sonorestituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delleimprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degliintervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistaticampione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande Attuale: Tenuto conto dei fattoristagionali quale è stata la variazione degli ordini e della domanda in generale, nel trimestre considerato, rispetto ai tremesi precedenti …? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti. Prospettica: Tenuto conto dei fattori stagionali, nelprossimo trimestre, la tendenza degli ordini e della domanda in generale alla Sua impresa sarà…? In aumento,Stazionaria, In diminuzione. I dati sono riportati all’universo.11,6 12,575,91,715,083,3Aumentati Restati invariati Diminuiti1,077,521,53,345,151,6In aumento S tazionaria In diminuzioneimprese Femminiliimprese-75,0-54,5imprese Femminiliimprese12 IV-64,3-81,613 I-25,3-21,112 IV-20,5-48,413 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)11,6 12,575,91,715,083,3Aumentati Restati invariati Diminuiti1,077,521,53,345,151,6In aumento S tazionaria In diminuzioneimprese Femminiliimprese-75,0-54,5imprese Femminiliimprese12 IV-64,3-81,613 I-25,3-21,112 IV-20,5-48,413 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili22
  20. 20. Livello della produzioneI saldi, passando dall’ultimo trimestre 2012 al primo trimestre 2013, peggiorano per tutte le impresefino a 49 addetti, ma la differenza fra quelle femminili e le altre passa da 5 a 10 punti percentuali.Molto contrastate sembrano invece le prospettive per le imprese femminili visto che, nel secondotrimestre 2013, il livello della produzione sembra destinato ad aumentare per (circa) 1 impresafemminile su 3 e a diminuire per le (circa) altre 2 imprese su 3.Base campione: 540 casi (di cui 237 imprese femminili). Esclusivamente le imprese della manifattura. I saldi sonorestituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delleimprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degliintervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistaticampione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Tenuto conto dei fattoristagionali, nel trimestre considerato, il livello della produzione della Sua impresa è risultato mediamente …? Alto,Normale, Basso. Prospettica: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel prossimo trimestre, la produzione della Suaimpresa sarà…? In aumento, Stazionaria, In diminuzione. I dati sono riportati all’universo.1,277,621,21,666,132,2Alto Normale Basso34,34,461,25,073,121,9In aumento S tazionaria In diminuzioneimprese Femminiliimprese-15,5-20,3imprese Femminiliimprese12 IV-20,0-30,613 I-19,0-13,612 IV-26,9-16,913 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)1,277,621,21,666,132,2Alto Normale Basso34,34,461,25,073,121,9In aumento S tazionaria In diminuzioneimprese Femminiliimprese-15,5-20,3imprese Femminiliimprese12 IV-20,0-30,613 I-19,0-13,612 IV-26,9-16,913 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili23
  21. 21. Variazione dei prezzi di venditaPer effetto della crisi della domanda, l’andamento dei prezzi di vendita delle imprese intervistate èstato, anche nel primo trimestre 2013, necessariamente piatto, con la percentuale di impresefemminili che hanno aumentato i prezzi più che compensata dalla percentuale di quelle che invecehanno dovuto ridurli e il saldo è diventato negativo (per le altre imprese lo scarto si è praticamenteannullato). Anche per il secondo trimestre 2013 per tutte le imprese la tendenza a non variare iprezzi si annuncia in leggera diminuzione rispetto alla precedente rilevazione.Base campione: 540 casi (di cui 237 imprese femminili). Esclusivamente le imprese della manifattura. I saldi sonorestituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delleimprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degliintervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistaticampione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Nel trimestreconsiderato, la variazione dei prezzi di vendita dei vostri prodotti finiti è risultata, rispetto al trimestre precedente…?In aumento, Stazionaria, In diminuzione. Prospettica: Nel prossimo trimestre, i prezzi di vendita dei vostri prodottifiniti …? Aumenteranno, Resteranno gli stessi, Diminuiranno. I dati sono riportati all’universo.11,075,913,18,782,98,4In aumento S tazionaria In diminuzione18,865,715,512,380,37,4Aumenteranno Resteranno glistessiDiminuirannoimprese Femminiliimprese2,47,6imprese Femminiliimprese12 IV-2,10,313 I10,910,412 IV3,34,913 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)11,075,913,18,782,98,4In aumento S tazionaria In diminuzione18,865,715,512,380,37,4Aumenteranno Resteranno glistessiDiminuirannoimprese Femminiliimprese2,47,6imprese Femminiliimprese12 IV-2,10,313 I10,910,412 IV3,34,913 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili24
  22. 22. Giacenze e scorteNel primo trimestre 2013, sembra che le imprese femminili abbiano accumulato scorte in eccesso innumero maggiore rispetto alle altre imprese, anche se continuano a prevalere quelle che giudicanonormale il livello delle loro scorte. Tale fenomeno sembra riguardare soprattutto le imprese piùgrandi, fra le quali 1 su 3 giudica le proprie scorte superiori al normale (nel corso della precedenterilevazione la gran parte delle imprese più grandi giudicava le scorte in linea). Scendendo lungo lostivale, non si riscontrano più valutazioni così difformi fra imprese intervistate.Base campione: 540 casi (di cui 237 imprese femminili). Esclusivamente le imprese della manifattura. I saldi sonorestituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delleimprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degliintervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistaticampione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale della domanda: Attualmente (ovvero alla fine deltrimestre …) le giacenze / scorte dei prodotti finiti sono …? Superiori al normale, Normali, Inferiore al normale,Nessuna scorta. I dati sono riportati all’universo.giacenze / scorte(saldi delle opinioni degli imprenditori)23,076,01,0 0,021,772,65,70,0S uperiori alnormaleNormali Inferiore alnormaleNessunascortaimprese Femminiliimprese16,715,612 IV22,016,013 Igiacenze / scorte(saldi delle opinioni degli imprenditori)23,076,01,0 0,021,772,65,70,0S uperiori alnormaleNormali Inferiore alnormaleNessunascortaimprese Femminiliimprese16,715,612 IV22,016,013 I3 )) & 4 5 &! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - +&+# $ # # 0 # ! # 0 / # / $ !(Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili25
  23. 23. Utilizzo degli impianti e capacità produttivaIl grado di utilizzo degli impianti riflette la crisi che attraversa il sistema delle imprese (e non solo)italiane e a nulla vale sottolineare il fatto che se le micro e piccole imprese femminili in genere sonoin una condizione di minore difficoltà rispetto a quelle italiane di pari dimensione, è anche vero chefra di esse si riscontra una percentuale decisamente maggiore di imprese che valuta la propriacapacità produttiva insufficiente.Base campione: 540 casi (di cui 237 imprese femminili). Esclusivamente le imprese della manifattura. Testo originaledella domanda: Rispetto all’utilizzazione massima quale è stato percentualmente il grado di utilizzo degli impianti nelcorso del trimestre …? I dati sono riportati all’universo.Base campione: 540 casi (di cui 237 imprese femminili). Esclusivamente le imprese della manifattura. I saldi sonorestituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delleimprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degliintervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistaticampione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale della domanda: Attualmente, tenuto conto delportafoglio ordini e dell’andamento della richiesta della domanda, la capacità produttiva della sua impresa è …? Piùche sufficiente, Sufficiente, Insufficiente. I dati sono riportati all’universo.LE % SI RIFERISCONO AL PRIMO TRIMESTRE 2013grado di utilizzo degli impianti(percentuale di utilizzo)capacità produttiva dell’impresa(saldi delle opinioni degli imprenditori)94,06,00,0 0,096,33,7 0,0 0,0meno del 25% tra il 26% e il50%tra il 51% e il75%oltre il 75%44,633,022,429,164,96,0Più che sufficiente Sufficiente Insufficienteimprese Femminiliimprese15,017,412 IV22,223,113 ILE % SI RIFERISCONO AL PRIMO TRIMESTRE 2013grado di utilizzo degli impianti(percentuale di utilizzo)capacità produttiva dell’impresa(saldi delle opinioni degli imprenditori)94,06,00,0 0,096,33,7 0,0 0,0meno del 25% tra il 26% e il50%tra il 51% e il75%oltre il 75%44,633,022,429,164,96,0Più che sufficiente Sufficiente Insufficienteimprese Femminiliimprese15,017,412 IV22,223,113 IIndagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili26
  24. 24. Focus Congiuntura: le imprese dei serviziLivello degli ordini e della domanda in generaleConsiderati i saldi fra le imprese dei servizi che, con riferimento al primo trimestre 2013, giudicanobasso il livello degli ordini e quelle che invece lo giudicano alto, le imprese femminili sembra sianoin una condizione migliore rispetto alle altre imprese, e ciò sembra dovuto, in modo analogo aquanto emerso nella precedente rilevazione, all’apporto della domanda estera.Base campione: 350 casi (di cui 32 imprese femminili). Esclusivamente le imprese dei servizi alle imprese. Testooriginale delle domande. Livello ordini: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, il livello degliordini e della domanda in generale alla Sua impresa, è risultato mediamente …? Alto, Normale, Basso. Interni: Tenutoconto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, il livello degli ordini e della domanda dall’interno, è risultatomediamente …? Alto, Normale, Basso. Base campione: Micro e piccole imprese 63 casi, Imprese femminili 20 casi.Esclusivamente le imprese della manifattura che esportano. Esteri: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestreconsiderato, il livello degli ordini e della domanda dall’estero è risultato mediamente …? Alto, Normale, Basso. I datisono riportati all’universo.livello degli ordini(saldi delle opinioni degli imprenditori)9,025,066,04,812,582,7Alto Normale Bassoimprese Femminiliimprese-45,2-65,612 IV13 I-57,0-77,9livello degli ordini(saldi delle opinioni degli imprenditori)9,025,066,04,812,582,7Alto Normale Bassoimprese Femminiliimprese-45,2-65,612 IV13 I-57,0-77,913,650,036,43,545,850,8Alto Normale Bassoimprese Femminiliimprese-52,9-64,812 IV13 I-67,4-82,7imprese Femminiliimprese-26,9-38,512 IV13 I-22,9-47,30,032,667,40,017,382,7Alto Normale Basso13,650,036,43,545,850,8Alto Normale Bassoimprese Femminiliimprese-52,9-64,812 IV13 I-67,4-82,7imprese Femminiliimprese-26,9-38,512 IV13 I-22,9-47,30,032,667,40,017,382,7Alto Normale BassoIndagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili27
  25. 25. Variazione degli ordiniRilevato il dato secondo cui la gran parte delle imprese intervistate, femminili e non, hanno vistonel primo trimestre 2013 una diminuzione degli ordini e della domanda in genere, le impresefemminili dei servizi (fino a 49 addetti) hanno visto aumentare gli ordini in un numero di casimaggiore delle altre imprese, ma prevedono che nel prossimo trimestre non possa esserci unulteriore suo sviluppo, affidandosi a una previsione soprattutto di stazionarietà degli ordini.Base campione: 350 casi (di cui 32 imprese femminili). Esclusivamente le imprese dei servizi alle imprese. I saldi sonorestituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delleimprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degliintervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistaticampione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande Attuale: Tenuto conto dei fattoristagionali quale è stata la variazione degli ordini e della domanda in generale, nel trimestre considerato, rispetto ai tremesi precedenti …? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti. Prospettica: Tenuto conto dei fattori stagionali, nelprossimo trimestre, la tendenza degli ordini e della domanda in generale alla Sua impresa sarà…? In aumento,Stazionaria, In diminuzione. I dati sono riportati all’universo.7,924,567,62,021,576,5Aumentati Restati invariati Diminuiti3,061,635,45,446,4 48,3In aumento Stazionaria In diminuzioneimprese Femminiliimprese-40,6-64,6imprese Femminiliimprese12 IV-59,7-74,413 I-27,0-38,612 IV-32,4-42,913 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)7,924,567,62,021,576,5Aumentati Restati invariati Diminuiti3,061,635,45,446,4 48,3In aumento Stazionaria In diminuzioneimprese Femminiliimprese-40,6-64,6imprese Femminiliimprese12 IV-59,7-74,413 I-27,0-38,612 IV-32,4-42,913 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili28
  26. 26. Variazione dei prezzi di venditaIn relazione ai prezzi di vendita, il comportamento delle imprese femminili dei servizi, conriferimento sia al primo trimestre 2013 che alle previsioni per il prossimo trimestre, non si discostain maniera significativa dal comportamento delle altre imprese. Queste ultime registrano sia unandamento che una previsione che si assestano su valori più stazionari rispetto alle imprese diservizi femminili.Base campione: 498 casi (di cui 46 imprese femminili). Esclusivamente le imprese dei servizi. I saldi sono restituitidalla differenza tra la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle impreseche hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistaticampione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campioneesprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Nel trimestre considerato, lavariazione dei prezzi di vendita dei servizi erogati dalla Sua impresa è risultata, rispetto al trimestre precedente…? Inaumento, Stazionaria, In diminuzione. Prospettica: Nel prossimo trimestre, i prezzi di vendita dei servizi erogati dallaSua impresa …? Aumenteranno, Resteranno gli stessi, Diminuiranno. I dati sono riportati all’universo.10,082,08,04,990,74,5In aumento Stazionaria In diminuzione14,075,011,09,381,39,4Aumenterà Resteranno glistessiDiminuirannoimprese Femminiliimprese3,99,4imprese Femminiliimprese12 IV2,00,413 I10,312,312 IV3,0-0,213 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)10,082,08,04,990,74,5In aumento Stazionaria In diminuzione14,075,011,09,381,39,4Aumenterà Resteranno glistessiDiminuirannoimprese Femminiliimprese3,99,4imprese Femminiliimprese12 IV2,00,413 I10,312,312 IV3,0-0,213 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili29
  27. 27. Focus Congiuntura: le imprese delle costruzioniOrdiniSembra che nel primo trimestre 2013 la condizione delle imprese femminili, in relazione agli ordinie al livello di attività, sia decisamente peggiorata, in assoluto e in confronto con le altre imprese dicostruzioni, né sembra che nel prossimo trimestre le cose possano migliorare, anche se per ilsecondo trimestre 2013, le opinioni espresse dalle imprese intervistate sono più omogenee.Base campione: 225 casi (di cui 123 imprese femminili). Esclusivamente le imprese delle costruzioni. I saldi sonorestituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delleimprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degliintervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistaticampione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande Attuale: Tenuto conto dei fattoristagionali il portafoglio degli ordini e/o i piani di costruzione della Sua impresa possono essere considerati al momentoattuale…? Elevati, Normali, Bassi. Prospettica: Nel prossimo trimestre gli ordini e/o i piani di costruzionedell’impresa …? Aumenteranno, Resteranno invariati, Diminuiranno. I dati sono riportati all’universo.imprese Femminiliimprese-30,0-32,112 IV-56,0-51,713 Iprevisione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-45,0-50,812 IV-89,8-59,813 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)0,010,289,80,040,259,8Elevati Normali Bassi0,044,056,00,048,3 51,7Aumenteranno Resteranno invariati Diminuirannoimprese Femminiliimprese-30,0-32,112 IV-56,0-51,713 Iprevisione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-45,0-50,812 IV-89,8-59,813 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)0,010,289,80,040,259,8Elevati Normali Bassiimprese Femminiliimprese-45,0-50,812 IV-89,8-59,813 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)0,010,289,80,040,259,8Elevati Normali Bassi0,044,056,00,048,3 51,7Aumenteranno Resteranno invariati DiminuirannoIndagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili31
  28. 28. L’attività di costruzione delle impreseIn parte contraddicendo quanto rilevato nel quadro precedente, l’attività di costruzione registratadalle imprese femminili nel corso del primo trimestre 2013 è paragonabile in tutto a quella dellealtre imprese. In un contesto che comunque rimane di grande difficoltà, a mostrare una maggioredebolezza sono soprattutto le imprese femminili di più piccole dimensioni e ubicate nel Centro-Sud.Base campione: 225 casi (di cui 123 imprese femminili). Esclusivamente le imprese delle costruzioni. I saldi sonorestituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delleimprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degliintervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistaticampione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale della domanda: L’attività di costruzionedell’impresa, nell’ultimo trimestre, è …? Aumentata, Restata invariata, Diminuita. I dati sono riportati all’universo.attività di costruzione(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-60,0-41,712 IV-65,0-65,913 I0,035,065,00,034,165,9Aumentata Restata invariata Diminuitaattività di costruzione(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-60,0-41,712 IV-65,0-65,913 I0,035,065,00,034,165,9Aumentata Restata invariata Diminuita67 ) 2 7 7! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - . )(! # / !/ 0 " # $" # ! # # ! / !/ 0 / !(Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili32
  29. 29. Fabbisogno finanziarioCapacità di fare fronte ai propri impegniRilevato che nel corso del primo trimestre 2013 la capacità delle imprese a far fronte ai loroimpegni finanziari si è in generale ridotta, la condizione delle imprese femminili (fino a 49 addetti),rispetto a quella delle altre imprese di pari dimensione, sembra aver subito minori contraccolpi dallacrisi. Tale scenario dovrebbe confermarsi anche nel corso del secondo trimestre del 2013.Base campione: 1.818 casi (di cui 480 imprese femminili). I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentualedelle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valorenegativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesseun’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinionedi peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Negli ultimi tre mesi la Sua impresa è stata in grado difare fronte al fabbisogno finanziario? Sì (la situazione della liquidità è “buona”), Sì ma con qualche difficoltà o ritardo(la situazione della liquidità è “mediocre”), No (la situazione della liquidità è “cattiva”). Prospettica: Ritiene che nelprossimo trimestre la capacità di fare fronte al fabbisogno finanziario della Sua impresa, ovvero la situazione dellaliquidità …? Migliorerà, Resterà invariata, Peggiorerà. I dati sono riportati all’universo.28,748,323,024,650,225,3Sì Con difficoltà No3,674,821,62,072,525,5Migliorerà Resterà invariata Peggioreràimprese Femminiliimprese-40,2-43,2imprese Femminiliimprese12 IV-42,7-50,913 I-11,2-13,712 IV-18,0-23,513 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)28,748,323,024,650,225,3Sì Con difficoltà No3,674,821,62,072,525,5Migliorerà Resterà invariata Peggioreràimprese Femminiliimprese-40,2-43,2imprese Femminiliimprese12 IV-42,7-50,913 I-11,2-13,712 IV-18,0-23,513 Icongiuntura 2013 I trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)previsione 2013 II trimestre(saldi delle opinioni degli imprenditori)Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili33
  30. 30. … analisi per dimensione, per settore, per territorioSono le imprese di dimensione occupazionale minore (e dei settori del commercio, delle costruzionie dei servizi alle imprese) ad aver avuto, nel corso del primo trimestre 2013, le maggiori difficoltàfinanziarie, e le differenze con le imprese delle altre classi dimensionali si sono ampliate. Anche inrelazione alla loro ubicazione, le differenze si sono allargate: le imprese che sono riuscite a farfronte ai loro impegni nel Mezzogiorno sono il 6,5% del campione (erano il 21% nella precedenterilevazione) e nel Nord Ovest il 33% (erano il 41%). Anche le previsioni per il prossimo trimestre,pur segnalando una ampia e diffusa preoccupazione da parte di tutte le imprese, mostrano le stessedifferenziazioni.Base campione: 480 imprese femminili. I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese chehanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatorivariano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testooriginale delle domande. Attuale: Negli ultimi tre mesi la Sua impresa è stata in grado di fare fronte al fabbisognofinanziario? Sì (la situazione della liquidità è “buona”), Sì ma con qualche difficoltà o ritardo (la situazione dellaliquidità è “mediocre”), No (la situazione della liquidità è “cattiva”). Prospettica: Ritiene che nel prossimo trimestrela capacità di fare fronte al fabbisogno finanziario della Sua impresa, ovvero la situazione della liquidità …?Migliorerà, Resterà invariata, Peggiorerà. I dati sono riportati all’universo.+ & & & 88 &! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - 9 && 2+$ / !# $ / $ ! 0 0 $" / ! $ $ $ # $$ # !# $ 0/ #$ . 1 2 & & & 88 & )) : 2! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - % 2. 2 )* 20 # / # ! / # $ $ " 0 / # $$ "((Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili34
  31. 31. Osservatorio sul creditoPrincipali evidenzeLa percentuale delle imprese femminili che nel primo trimestre 2013 si sono recate in banca perchiedere un fido o la rinegoziazione di un fido esistente è risultata più bassa di quella registratapresso il resto delle imprese italiane (10,5 su 12,0) e più bassa di quella registrata nellaprecedente rilevazione (12,6).In questo contesto l’accesso al credito per le imprese femminili (fino a 49 addetti) risulta benpiù difficile della realtà nazionale. La cosiddetta area di stabilità (percentuale delle imprese chehanno visto accolta la propria richiesta di credito con un ammontare pari o superiore) si riducedal 23,8% al 17,1% (contro il 25,0% del totale delle imprese) e quella di irrigidimento(percentuale delle imprese che hanno visto accolta la propria richiesta di credito con unammontare inferiore a quello richiesto sommate a quelle che hanno visto respinta la propriarichiesta) cresce dal 54,0% al 61,9% (contro il 45,1% del totale delle imprese). In sostanza, leimprese di genere femminile che nel corso del primo trimestre 2013 si sono recate in banca perchiedere credito sono diminuite rispetto alla precedente rilevazione e sono in percentuale menodelle altre imprese e, tra quelle che fanno domanda, si registra una percentuale più elevata (e increscita) di risposte negative.In relazione alle finalità del credito richiesto, invece, non si riscontrano differenze sostanziali fraimprese femminili e le altre imprese.In generale, le percentuali delle imprese, femminili e non, che nel primo trimestre 2013giudicano migliorate le condizioni al credito (tassi, durata, garanzie, costi e altre condizioni)sono insignificanti mentre le percentuali relative ai casi di situazione peggiorata mostrano unacondizione di maggiore difficoltà delle imprese femminili rispetto alle altre imprese.Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili35
  32. 32. Domanda e offerta di credito presso le imprese FEMMINILI (< 49 addetti, industria,costruzioni, servizi)Base campione: 480 casi. Percentuali ricalcolate facendo =100,0 le imprese che nei trimestri considerati hannochiesto un fido o un finanziamento, o hanno chiesto di rinegoziare un fido o un finanziamento esistente. (Irrigidimento= richiesta accolta con ammontare inferiore + richiesta non accolta). Testo originale delle domande: A prescinderedalle motivazioni e dalla forma tecnica, la Sua impresa ha chiesto un fido o un finanziamento, o ha chiesto dirinegoziare un fido o un finanziamento esistente, ad una delle banche con la quale intrattiene rapporti negli ultimi tremesi? Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare pari o superiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiestaed è stata accolta con un ammontare inferiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ma non è stata accolta, Sì ha fattorichiesta ed è in attesa di conoscere lesito, No non ha fatto richiesta, ma è intenzionata a formalizzarla nel prossimotrimestre, No non ha fatto richiesta e non è intenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre. I dati sono riportatiall’universo.10,589,5Hanno fattorichiesta di creditoNON hanno fattorichiesta di creditopercentuali di imprese FEMMINILI che hannochiesto un credito al sistema bancario nelprimo trimestre 2013avevano fatto richiesta di credito (2012 IV): 12,6%10,589,5Hanno fattorichiesta di creditoNON hanno fattorichiesta di creditopercentuali di imprese FEMMINILI che hannochiesto un credito al sistema bancario nelprimo trimestre 2013avevano fatto richiesta di credito (2012 IV): 12,6%17,128,633,314,36,7Accolta(ammontare pario superiore)Accolta(ammontareinferiore)Non accolta In attesa diconoscere lesitoIntenzionati afare richiesteprossimo trimEsito delle richieste delle imprese che hanno fatto domandadi credito nel trimestre (% di imprese)AREA DISTABILITA’17,1%AREA DIIRRIGIDIMENTO61,9%12 IV23,8%12 IV23,8%12 IV30,2%12 IV11,1%12 IV11,1%17,128,633,314,36,7Accolta(ammontare pario superiore)Accolta(ammontareinferiore)Non accolta In attesa diconoscere lesitoIntenzionati afare richiesteprossimo trimEsito delle richieste delle imprese che hanno fatto domandadi credito nel trimestre (% di imprese)AREA DISTABILITA’17,1%AREA DIIRRIGIDIMENTO61,9%12 IV23,8%12 IV23,8%12 IV30,2%12 IV11,1%12 IV11,1%Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili36
  33. 33. Domanda e offerta di credito presso tutte le imprese italiane (< 49 addetti, industria, costruzioni,servizi)Base campione: 1.818 casi. Percentuali ricalcolate facendo =100,0 le imprese che nei trimestri considerati hannochiesto un fido o un finanziamento, o hanno chiesto di rinegoziare un fido o un finanziamento esistente. (Irrigidimento= richiesta accolta con ammontare inferiore + richiesta non accolta). Testo originale delle domande: A prescinderedalle motivazioni e dalla forma tecnica, la Sua impresa ha chiesto un fido o un finanziamento, o ha chiesto dirinegoziare un fido o un finanziamento esistente, ad una delle banche con la quale intrattiene rapporti negli ultimi tremesi? Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare pari o superiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiestaed è stata accolta con un ammontare inferiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ma non è stata accolta, Sì ha fattorichiesta ed è in attesa di conoscere lesito, No non ha fatto richiesta, ma è intenzionata a formalizzarla nel prossimotrimestre, No non ha fatto richiesta e non è intenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre. I dati sono riportatiall’universo.20,933,7 36,435,844,3 45,156,738,336,530,8 28,725,00,010,020,030,040,050,060,070,080,090,0100,0IV 12 II III IV 13Percentuali di PMI che hanno chiesto un credito alsistema bancario nel primo trimestre 2013IrrigidimentoStabilità e/oallentamento15,2 17,8 21,715,4 14,7 12,0IV 12 II III IV 13"Hanno chiesto un fido, o la rinegoziazione di unfido esistente, nei trimestri" (% di imprese)20,933,7 36,435,844,3 45,156,738,336,530,8 28,725,00,010,020,030,040,050,060,070,080,090,0100,0IV 12 II III IV 13Percentuali di PMI che hanno chiesto un credito alsistema bancario nel primo trimestre 2013IrrigidimentoStabilità e/oallentamento15,2 17,8 21,715,4 14,7 12,0IV 12 II III IV 13"Hanno chiesto un fido, o la rinegoziazione di unfido esistente, nei trimestri" (% di imprese)25,0 25,020,19,220,8Accolta(ammontare pari osuperiore)Accolta(ammontareinferiore)Non accolta In attesa diconoscere lesitoIntenzionati a farerichieste prossimotrim"Esiti delle richieste delle imprese che hanno chiesto un fido, o larinegoziazione di un fido esistente, nel trimestre" (% di imprese)Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili37
  34. 34. Tipologia di fido o finanziamentoBase campione: 312 casi (di cui 74 imprese femminili). Esclusivamente le imprese che hanno dei fidi o deifinanziamenti da oltre sei mesi. Testo originale della domanda Negli ultimi tre mesi la Sua impresa ha chiesto unfinanziamento o la rinegoziazione dei un finanziamento esistente prevalentemente per…. I dati sono riportatiall’universo.80,116,53,481,615,03,3Liquidità e cassa Investimenti Ristrutturazione deldebitoNegli ultim i tre m es i La S ua im pres a ha chies to un finanziam ento o la rinegoziazione dei unfinanziam ento es is tente prevalentem ente per….im pres e fem m iniliim pres e80,116,53,481,615,03,3Liquidità e cassa Investimenti Ristrutturazione deldebitoNegli ultim i tre m es i La S ua im pres a ha chies to un finanziam ento o la rinegoziazione dei unfinanziam ento es is tente prevalentem ente per….im pres e fem m iniliim pres eIndagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili38
  35. 35. Tassi di interesse e “altre condizioni” applicateSe le percentuali delle PMI, femminili e non, che nell’ultimo trimestre giudicano migliorati i tassi diinteresse e le “altre condizioni” al credito sono insignificanti, le altre percentuali che parlano disituazione invariata o peggiorata, mostrano invece una condizione certamente di maggiore difficoltàdelle PMI femminili rispetto alle altre PMI.Base campione: 1.025 casi (di cui 311 imprese femminili). Esclusivamente le imprese che hanno dei fidi o deifinanziamenti da oltre sei mesi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese che hannoespresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatorivariano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testooriginale delle domande. Andamento dei tassi di interesse applicati ai finanziamenti: Per quanto concerne l’offerta deifidi e/o dei finanziamenti da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato la situazione del costo delfinanziamento, sia … (Tasso di interesse praticato dalla banca per i finanziamenti a breve e medio termine) ?Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Andamento delle “altre condizioni” applicate ai finanziamenti: Per quantoconcerne l’offerta dei fidi o dei finanziamenti da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato, la situazionerelativa al costo dell’istruttoria e alle “altre condizioni” sia … (es. servizi bancari comunque legati ad un servizio difinanziamento)? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. I dati sono riportati all’universo.andamento dei tassi di interesse(saldi delle opinioni degli imprenditori)andamento delle “altre condizioni”(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-46,8-40,4imprese Femminiliimprese12 IV-48,7-44,113 I-53,6-46,312 IV-54,6-49,213 I0,250,9 48,90,554,944,6Migliorata Rimasta invariata Peggiorata0,145,154,70,549,9 49,7Migliorata Rimasta invariata Peggiorataandamento dei tassi di interesse(saldi delle opinioni degli imprenditori)andamento delle “altre condizioni”(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-46,8-40,4imprese Femminiliimprese12 IV-48,7-44,113 I-53,6-46,312 IV-54,6-49,213 I0,250,9 48,90,554,944,6Migliorata Rimasta invariata Peggiorata0,145,154,70,549,9 49,7Migliorata Rimasta invariata PeggiorataIndagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili39
  36. 36. … analisi per dimensione, per settore, per territorioIn considerazione della loro dimensione, le differenze non riguardano le percentuali delle impreseche nel primo trimestre 2013 giudicano migliorati i tassi e le “altre condizioni” al credito, quasisempre pari a zero, quanto fra il numero delle imprese più piccole (che sono più del 50%) e ilnumero di quelle più grandi (che sono meno di 1/4) che giudicano questi due fattori delle condizionidi credito in peggioramento (forse leggermente meno i tassi passivi). In relazione ai comparti delleimprese intervistate, quelle che hanno avvertito più delle altre un peggioramento dei tassi e delle“altre condizioni” al credito sono quelle delle costruzioni, così come le difficoltà aumentano manmano che si scende verso il Mezzogiorno d’Italia.Base campione: 311 imprese femminili. Esclusivamente le imprese che hanno dei fidi o dei finanziamenti da oltre seimesi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e lapercentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cuiil totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degliintervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Andamento dei tassidi interesse applicati ai finanziamenti: Per quanto concerne l’offerta dei fidi e/o dei finanziamenti da parte dellebanche ritiene che nel periodo considerato la situazione del costo del finanziamento, sia … (Tasso di interessepraticato dalla banca per i finanziamenti a breve e medio termine) ? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata.Andamento delle “altre condizioni” applicate ai finanziamenti: Per quanto concerne l’offerta dei fidi o deifinanziamenti da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato, la situazione relativa al costo dell’istruttoria ealle “altre condizioni” sia … (es. servizi bancari comunque legati ad un servizio di finanziamento)? Migliorata,Rimasta invariata, Peggiorata. I dati sono riportati all’universo./ * : && & 5 & 8 1 1 &! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - %. )*$0 / " / $ $ $ ! $0 # " ! " 0 / " $/ ! /# "/ * : && & & 8 1 1 ) ; <! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - %. )*$ ! !" # $0 $ $/ / !! ! $ / # $ $/ $ 0 # !"((Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili40
  37. 37. Durata del credito e garanzie richiesteAnche nel caso della durata del credito e delle garanzie richieste dalle banche, se le percentualidelle imprese, femminili e non (fino a 49 addetti), che nel primo trimestre 2013 giudicanomigliorate tali condizioni al credito sono insignificanti, le percentuali relative ai casi di situazionepeggiorata mostrano una condizione certamente di ulteriore generale deterioramento e in particolaredi maggiore difficoltà per le imprese femminili rispetto alle altre imprese.Base campione: 1.025 casi (di cui 311 imprese femminili). Esclusivamente le imprese che hanno dei fidi o deifinanziamenti da oltre sei mesi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese che hannoespresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatorivariano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testooriginale delle domande. Andamento della durata temporale del credito per i finanziamenti: Per quanto concernel’offerta dei “fidi” da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato, con riferimento alla durata temporale delcredito, la situazione sia …? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Andamento della situazione delle garanzie acopertura dei finanziamenti: Per quanto concerne le garanzie richieste da parte delle banche ritiene che nel periodoconsiderato la situazione sia … ? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. I dati sono riportati all’universo..andamento della durata del credito(saldi delle opinioni degli imprenditori)andamento delle garanzie richieste(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-56,7-48,9imprese Femminiliimprese12 IV-58,6-52,413 I-65,7-53,712 IV-67,8-53,113 I0,241,058,80,945,853,3Migliorata Rimasta invariata Peggiorata0,132,067,90,146,653,3Migliorata Rimasta invariata Peggiorataandamento della durata del credito(saldi delle opinioni degli imprenditori)andamento delle garanzie richieste(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-56,7-48,9imprese Femminiliimprese12 IV-58,6-52,413 I-65,7-53,712 IV-67,8-53,113 I0,241,058,80,945,853,3Migliorata Rimasta invariata Peggiorata0,132,067,90,146,653,3Migliorata Rimasta invariata PeggiorataIndagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili41
  38. 38. … analisi per dimensione, per settore, per territorioIn considerazione della loro dimensione, le differenze non riguardano le percentuali delle imprese(fino a 49 addetti) che nel primo trimestre 2013 giudicano migliorate le condizioni al credito inordine alla sua durata e alle garanzie richieste dalle banche, visto che tali percentuali sono (quasi)sempre pari a zero, quanto fra il numero delle imprese più piccole (che sono quasi 3 su 4) e ilnumero di quelle più grandi (che sono 1 su 3) che giudicano questi due fattori delle condizioni dicredito in peggioramento. In relazione ai comparti, le imprese femminili che hanno subitomaggiormente sono quelle delle costruzioni e del turismo, mentre a livello geografico la situazionepeggiora quanto più si scende verso il Mezzogiorno.Base campione: 311 imprese femminili. Esclusivamente le imprese che hanno dei fidi o dei finanziamenti da oltre seimesi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e lapercentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cuiil totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degliintervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Andamento delladurata temporale del credito per i finanziamenti: Per quanto concerne l’offerta dei “fidi” da parte delle banche ritieneche nel periodo considerato, con riferimento alla durata temporale del credito, la situazione sia …? Migliorata,Rimasta invariata, Peggiorata. Andamento della situazione delle garanzie a copertura dei finanziamenti: Per quantoconcerne le garanzie richieste da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato la situazione sia … ?Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. I dati sono riportati all’universo.!8 * : && ;& < 8 1 1 &! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - %. )*0 ! / # # $! $ ! $ $" ! 0 ! ! ! ! $ $ # ! $ ! 0 !0 #0 * : 1 8 1 1! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - %. )*!/ 0 /$ / $ 0 / $0 / ! # /# # ! $ !" 0 ! $! $0 # $" $ 0 0((Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili42
  39. 39. Focus: i servizi bancariCosto dei servizi bancariSe le percentuali delle imprese, femminili e non (fino a 49 addetti), che dichiarano che nel primotrimestre 2013 i costi dei servizi bancari sono diminuiti sono insignificanti, le percentuali relative aicasi di situazione peggiorata mostrano una condizione certamente di maggiore difficoltà delleimprese femminili rispetto alle altre imprese.Le maggiori difficoltà si sono riscontrate nelle imprese più piccole, in quelle ubicate nel Sud e nelleisole e nel comparto dei servizi alla persona (meno penalizzate sembrano invece le imprese dicostruzioni).Base campione: 1.818 casi (di cui 480 imprese femminili). I saldi sono restituiti dalla differenza tra la percentualedelle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valorenegativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesseun’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinionedi peggioramento). Testo originale della domanda: Con riferimento al costo dei servizi bancari (es. tenuta conto,emissione disposizioni, pagamento effetti, movimenti di titoli, ecc.), ritiene che, negli ultimi tre mesi, rispetto altrimestre precedente, la situazione sia …? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. I dati sono riportati all’universo.costo dei servizi bancari(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-53,4-42,512 IV-54,1-44,313 I0,844,354,91,253,445,4Migliorata Rimasta invariata Peggioratacosto dei servizi bancari(saldi delle opinioni degli imprenditori)imprese Femminiliimprese-53,4-42,512 IV-54,1-44,313 I0,844,354,91,253,445,4Migliorata Rimasta invariata Peggiorata & ) 8 3 && ) 4 1! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - %. )*$ ! " $! $ $! " $0 $ " 0 !$ # $! $/ / / !#(Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili43
  40. 40. MetodoScheda tecnica della ricercaCommittenteArtigiancassaAutoreFormat Srl – ricerche (www.formatresearch.com)Obiettivi del lavoroIndagine congiunturale sull’andamento economico e sul fabbisogno del credito delle micro epiccole imprese italiane a carattere femminile.Disegno del campioneCampione rappresentativo dell’universo delle micro e piccole imprese italiane. Domini di studio delcampione: Area geografica (Nord Ovest, Nord Est, Centro, Sud/Isole), Settore di attività(Manifattura, Costruzioni, Commercio, Turismo [riaggregazione settori Ateco], Servizi alleimprese, Servizi alle persone), Dimensione (1 addetto, 2-5 addetti, 6-9 addetti, 10-19 addetti, 20-49addetti). I dati sono riportati all’universo.Numerosità campionariaNumerosità campionaria complessiva: 1.818 casi (1.818 interviste a buon fine, di cui 480 aimprese femminili). Anagrafiche “non reperibili”: 980 (26,6%); “Rifiuti”: 888 (24,1%);“Sostituzioni”: 1.868 (50,7%). Intervallo di confidenza 95% (Errore +2,3%). Fonte delleanagrafiche delle imprese: Camere di commercio.Metodo di contattoInterviste telefoniche somministrate con il Sistema Cati (Computer Assisted Telephone Interview).Tecnica di rilevazioneQuestionario strutturato.Periodo di effettuazione delle intervisteDal 18 al 29 marzo 2013.Codice deontologicoLa rilevazione è stata realizzata nel rispetto del Codice deontologico dei ricercatori europei Esomar,del Codice deontologico Assirm (Associazione istituti di ricerca e sondaggi di opinione italiani), edella “Legge sulla Privacy” (D.lgs n. 196/03).Direttore della ricercaDott. Pierluigi Ascani.Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili45
  41. 41. Universo rappresentato e struttura del campioneFonte: I.Stat 2013Universo delle micro e piccole imprese italiane1 addetto 2-5 addetti 6-9 addetti 10-19 addetti 20-49 addetti Totalenord ovest manifatturacostruzionicommercioturismoservizi impreseservizi personetotalenord est manifatturacostruzionicommercioturismoservizi impreseservizi personetotalecentro manifatturacostruzionicommercioturismoservizi impreseservizi personetotalesud e isole manifatturacostruzionicommercioturismoservizi impreseservizi personetotaleitalia manifatturacostruzionicommercioturismoservizi impreseservizi personetotale 3.698.101Campione delle micro e piccole imprese italiane femminili1 addetto 2-5 addetti 6-9 addetti 10-19 addetti 20-49 addetti Totalenord ovest manifatturacostruzionicommercioturismoservizi impreseservizi personetotalenord est manifatturacostruzionicommercioturismoservizi impreseservizi personetotalecentro manifatturacostruzionicommercioturismoservizi impreseservizi personetotalesud e isole manifatturacostruzionicommercioturismoservizi impreseservizi personetotaleitalia manifatturacostruzionicommercioturismoservizi impreseservizi personetotale 480Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili46
  42. 42. Appendice CongiunturaAppendice - Congiuntura. Livello degli ordini presso le imprese manifatturiere e dei servizi alleimprese ……analisi per dimensione, per settore, per territorioBase campione: 269 imprese femminili. Esclusivamente le imprese della manifattura e dei servizi alle imprese Testooriginale delle domande. Livello ordini: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, il livello degliordini e della domanda in generale alla Sua impresa, è risultato mediamente …? Alto, Normale, Basso. Interni: Tenutoconto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, il livello degli ordini e della domanda dall’interno , è risultatomediamente …? Alto, Normale, Basso. Esteri: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, il livellodegli ordini e della domanda dall’estero è risultato mediamente …? Alto, Normale, Basso. I dati sono riportatiall’universo.8 ( & )! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - +=!# $ // / / $ # 0 / ! !/ # / # $! ! # / 0 / #(& ( & ) 7! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - +=// / "$ $ 0 # 0$ 0 /! /$ # "# # !/ $ ! ! # " $ "! 0(( & ) 7! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - +=0 $! # $ / $ " / " ! " 0 0 # $ #(8 ( & )! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - +=!# $ // / / $ # 0 / ! !/ # / # $! ! # / 0 / #(& ( & ) 7! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - +=// / "$ $ 0 # 0$ 0 /! /$ # "# # !/ $ ! ! # " $ "! 0(( & ) 7! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - +=0 $! # $ / $ " / " ! " 0 0 # $ #(Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili47
  43. 43. Appendice - Congiuntura. Variazione degli ordini presso le imprese manifatturiere e dei servizialle imprese……analisi per dimensione, per settore, per territorioBase campione: 269 imprese femminili. Esclusivamente le imprese della manifattura e dei servizi alle imprese . I saldisono restituiti dalla differenza tra la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentualedelle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totaledegli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degliintervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande Attuale: Tenuto contodei fattori stagionali quale è stata la variazione degli ordini e della domanda in generale, nel trimestre considerato,rispetto ai tre mesi precedenti …? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti. Prospettica: Tenuto conto dei fattoristagionali, nel prossimo trimestre, la tendenza degli ordini e della domanda in generale alla Sua impresa sarà…? Inaumento, Stazionaria, In diminuzione. I dati sono riportati all’universo.( & : )! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - . )! " / " ! ! " ! $0 / !$ " / ! " $ ! ! 0$(1 ( & 2! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - " $ $# / $ # $ !(( & : )! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - . )! " / " ! ! " ! $0 / !$ " / ! " $ ! ! 0$(1 ( & 2! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - " $ $# / $ # $ !(Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili48
  44. 44. Appendice - Congiuntura. Produzione presso le imprese manifatturiere ……analisi per dimensione, per settore, per territorioBase campione: 237 imprese femminili. Esclusivamente le imprese della manifattura. I saldi sono restituiti dalladifferenza tra la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese chehanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistaticampione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campioneesprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Tenuto conto dei fattori stagionali,nel trimestre considerato, il livello della produzione della Sua impresa è risultato mediamente …? Alto, Normale,Basso. Prospettica: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel prossimo trimestre, la produzione della Sua impresasarà…? In aumento, Stazionaria, In diminuzione. I dati sono riportati all’universo.( & )! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - +=# # " 0 / 0 # / $ # # # / "(( & 2! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - ! " " 0 # " / 0 ! 0 ! ! " 0 0 " 0 ! " / /(( & )! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - +=# # " 0 / 0 # / $ # # # / "(( & 2! " # " # $" % & ( ) ) * + ,) + - ! " " 0 # " / 0 ! 0 ! ! " 0 0 " 0 ! " / /(Indagine Congiunturale sulle micro e piccole imprese femminili49

×