Scrivere di Protezione Civile

538 views

Published on

Un progetto tra la Scuola Media Giorgini e la Protezione Civile del Comune Di Montignoso con la collaborazione della Prociv.Arci.
I ragazzi all' interno del Progetto Giornalismo che ogno anno coinvolge i ragazzi della scuola, quest'anno parleranno di Protezione Civile raccontando il Piano ai loro lettori.

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
538
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
12
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Scrivere di Protezione Civile

  1. 1. SCRIVERE DI PROTEZIONE CIVILE I RAGAZZI E IL GIORNALISMO NELLA COMUNICAZIONE DI P ROTEZIONE C IVILE 18 Dicembre 2013 Protezione Civile Comune di Montignoso Barbara barsanti Scuola media Giorgini -Montignoso
  2. 2. LINGUAGGIO
  3. 3. ocincet oiggaugniL Es. sciallare ………………………… LINGUAGGIO Il linguaggio è la capacità dell'Uomo di comunicare per mezzo di un codice complesso, cioè una lingua. Spesso con linguaggio ci si riferisce in generale a un sistema di comunicazione: si veda "linguaggio animale", "linguaggio del corpo", "linguaggio dei computer", "linguaggio dei fiori". Linguaggio Scritto Cos’è il linguaggio ???? Linguaggio privato Linguaggio comune
  4. 4. Comunicare GIORNALISTI E COMUNICAZIONE Comunicazione
  5. 5. Emittente Ricevente Colui che Dà l’ informazione Colui che riceve l’ informazione Ha il compito di tradurre in linguaggio comprensibile le informazioni che gli arrivano in linguaggio tecnico GIORNALISTI E COMUNICAZIONE GIORNALISTA
  6. 6. VOI SIETE I GIORNALISTI VOI SIETE I GIORNALISTI
  7. 7. ? Di cosa dovete scrivere ?
  8. 8. Scritto per sua natura in linguaggio «tecnico» che dovrete tradurre in un linguaggio «giornalistico» comprensibile al maggior numero possibile di persone mantenendo correttezza e chiarezza … ARGOMENTO Piano Comunale Di Protezione Civile
  9. 9. SI PREGA DI PIGIARE IL BOTTONE VERDE. Cominciamo…..
  10. 10. PERCHÉ IL PIANO?
  11. 11. Decreto-legge n. 59 del 15 maggio 2012 convertito dalla legge n. 100 del 12 luglio 2012: LEGGE 225/1992 disposizioni urgenti per il riordino della protezione civile PERCHÉ IL PIANO È un obbligo di legge
  12. 12. È uno strumento a disposizione dei componenti del Sistema di Protezione Civile al fine di : 1. È istituito il Servizio nazionale della protezione civile al fine di tutelare l'integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l'ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da calamità naturali, da catastrofi e da altri eventi calamitosi. Art. 1-bis. Legge 225/1992 - (Istituzione Servizio nazionale della protezione civile). – RATIO DELLA LEGGE 225/1992 Ma soprattutto :
  13. 13. Parte generale COME È COMPOSTO ? Allegati
  14. 14. Raccoglie i dati di base del territorio, della popolazione , degli eventi storici occorsi e analizza i rischi presenti sul territorio IL PIANO-PARTE GENERALE Parte generale
  15. 15. 16,67 KM2 1087 mslm Altimetria Da quota 0 a 200 m s.l.m. Da quota 201 a oltre 701 m s.l.m. 7 km2 9,67 MONTAGNA Com’è fatto il territorio in cui vivete NOTA Dal punto di vista del rischio meteoidrogeologico è molto diverso avere un territorio con montagne molto ripide piuttosto che una pianura. Qui ci sono entrambe !!!! 10 mslm Pianura 0 mslm INQUADRAMENTO TERRITORIALE ESTENSIONE TERRITORIALE
  16. 16. il 64% della popolazione è compreso tra i 19 e i 65 anni, il 5% nella fascia prescolare tra 0 e 5 anni, il 10% nella fascia tra 6 e 18 anni e il 21% nella fascia over 65 . Com’è composta la sua popolazione??? Quanti bambini? Quanti anziani? Abitano piu in collina, vicino al mare o in montagna? E tra quelli che abitano in montagna sono piu i bambini o gli anziani??? INQUADRAMENTO DEMOGRAFICO Popolazione Totale residenti 10559 Nuclei familiari 4430
  17. 17. Centraline di Monitoraggio Cfr-toscana Ma a Montignoso piove? E quanto? E quando???? INQUADRAMENTO METEOCLIMATICO Un analisi speditiva del diagramma a lato evidenzia già i due rischi preponderanti del territorio del Comune di Montignoso. L’ alto numero di giorni piovosi concentrati nei mesi di ottobre. Novembre e Dicembre e il numero minimo di Luglio pongono l’ accento sul Rischio Idrogeologico e sul Rischio Incendi Boschivi.
  18. 18. Ma soprattutto…
  19. 19. Perché l’ assassino torna sempre sul luogo del delitto !!! EVENTI STORICI La storia
  20. 20. IL PIANO – GLI ALLEGATI
  21. 21. ALLEGATO 1 – RISCHIO IDROGEOLOGICO
  22. 22. M. Locati, R. Camassi e M. Stucchi (a cura di), 2011. DBMI11, la versione 2011 del Database Macrosismico Italiano. Milano, Bologna, http://emidius.mi.ingv.it/DBMI11. Zona 3 ALLEGATO 2 – RISCHIO SISMICO Classificazione Sismica
  23. 23. “incendio di interfaccia urbano-foresta” (IUF) qualunque incendio che originatesi o in ambiente forestale o in ambiente urbano vada ad interessare quelle zone, aree o fasce nelle quali l'interconnessione tra le strutture antropiche e aree naturali è molto stretta. ALLEGATO 3 –RISCHIO INCENDI DI INTERFACCIA 'O.P.C.M. 3606/2007
  24. 24. Inquadrandolo con uno smartphone o tablet permette di accedere a Gmap e di ricavare automaticamente la posizione dell’ area di emergenza o del COC ALLEGATO 5 – SCHEDE AREE DI EMERGENZA QR-Code
  25. 25. ALLEGATO 6- VIABILITÀ DI EMERGENZA E CANCELLI
  26. 26. ALLEGATO 7 – MANSIONARIO
  27. 27. IL PIANO – NORME DI COMPORTAMENTO E da norme di comportamento per la popolazione
  28. 28. E se……………………. Come si organizza il comune per fronteggiare l’ emergenza? ORGANIZZAZIONE NELLA FASE OPERATIVA
  29. 29. Autorità locale di Protezione Civile Unità di Crisi: Funzioni di supporto : Centro Situazioni: 1 Tecnico-scientifica e Pianificazione -Servizi essenziali - Strutture operative locali – Viabilità 2 Sanità, Assistenza Sociale & Assistenza alla Popolazione e Attività Scolastica 3 Volontariato & Telecomunicazioni. 4 Comunicazione 5 Materiali e Mezzi - Censimento danni, persone e cose C.O.C.. Centro Operativo Comunale LE FUNZIONI DI SUPPORTO SINDACO:
  30. 30. « chi deve fare cosa quando» IL PIANO – PROCEDURE OPERATIVE È composto da procedure operative che sono il cuore del piano . Si può sintetizzare nella frase :
  31. 31. Da giornalisti, da quali fonti possiamo attingere notizie? E da quali fonti i cittadini posso avere informazioni corrette, attendibili, efficaci ? COME POSSIAMO ESSERE INFORMATI?
  32. 32. SOCIAL MEDIA - FACEBOOK
  33. 33. SOCIAL MEDIA – TWITTER G+ Abbiamo ampliato la presenza
  34. 34. http://protezionecivile.comune.montignoso.ms.it PROTEZIONECIVILE.COMUNE.MONTIGNOSO.MS.IT Ma soprattutto…….
  35. 35. Buon Lavoro ragazzi

×