Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

ANALISI DELLO SCENARIO POLITICO IN ITALIA ATTRAVERSO I SOCIAL MEDIA

478 views

Published on

ANALISI DELLO SCENARIO POLITICO IN ITALIA ATTRAVERSO I SOCIAL MEDIA

Published in: Social Media
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

ANALISI DELLO SCENARIO POLITICO IN ITALIA ATTRAVERSO I SOCIAL MEDIA

  1. 1. 1
  2. 2. 2 Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un crescente utilizzo dei social media da parte dei partiti politici sia per analizzare le opinioni dell’elettorato, che per cercare di condizionarne il comportamento. Ne sono un esempio le ultime elezioni presidenziali degli Stati Uniti, la Brexit e le elezioni politiche italiane del 2018. 2
  3. 3. Grazie alla disponibilità di un numero crescente di informazioni presenti sui social media ed all’utilizzo di strumenti tecnologici sempre più evoluti, è possibile conoscere opinioni e tendenze dell’elettorato. Conoscendo quali argomenti risultano maggiormente sensibili per le persone, è quindi possibile costruire una strategia di comunicazione che ne tenga conto per veicolare i contenuti specifici del proprio approccio politico. Una volta creato il messaggio si tratta quindi di comunicarlo utilizzando la piattaforma social più adatta e di renderlo sempre più diffondibile attraverso i classici meccanismi di passaparola e viralità. IL NUOVO PARADIGMA 3
  4. 4. 4 Per verificare il gradimento dell'opinione pubblica rispetto a proposte, linee di comunicazione ed argomenti specifici; politici e partiti si sono da sempre avvalsi di sondaggi basati su campioni ristretti di popolazione e focus group. Ora è invece sufficiente dichiarare pubblicamente un'intenzione o un'idea ed attendere che le persone si esprimano sui social media per capire la concreta applicabilità di ogni iniziativa. 4 !
  5. 5. FLAMEL ha applicato una parte delle proprie tecnologie proprietarie al mondo dei social media allo scopo di analizzare l’attuale situazione politica italiana a partire dalle Elezioni Europee dello scorso maggio fino all’11 ottobre 2019. 5 In particolare sono state utilizzate le piattaforme di analisi del social media sentiment e quella di analisi psicolingustica.
  6. 6. «L'analisi del sentiment o sentiment analysis (nota anche come opinion mining) è un campo dell'elaborazione del linguaggio naturale che si occupa di costruire sistemi per l'identificazione ed estrazione di opinioni dal testo. Si basa sui principali metodi di linguistica computazionale e di analisi testuale.» (https://www.wikiwand.com/it/Analisi_del_sentiment) La piattaforma FLAMEL è inoltre in grado di acquisire milioni di contenuti provenienti dai social media (anche se pubblicati in anni passati) e di analizzarli identificando i diversi livelli di engagement (interazioni) che questi hanno generato. È altresì possibile ottenere informazioni riguardo ai principali influencer per l’argomento in esame, nonchè scoprire quali sono le tendenze in essere nel mondo social. ANALISI SENTIMENT 6
  7. 7. ANALISI PSICO LINGUSTICA L'analisi psicolinguistica è una branca specializzata del neuro marketing le cui basi teoriche risalgono a circa un secolo fa, ma il cui enorme sviluppo è avvenuto dagli anni ‘60, con l'esplosione del settore della comunicazione di marchi e prodotti. La psicolinguistica studia la categorizzazione di individui o gruppi di individui, in elementi di valore e carattere basati sul tipo di parole che vengono usate per esprimersi. Per fare un esempio, se l'analisi del sentiment è in grado di capire se stiamo parlando bene o male di un determinato argomento o marchio, la psicolinguistica identifica che tipo di persona ha prodotto quelle affermazioni e può creare una segmentazione di tutto pubblico. Ciò consente di identificare il linguaggio e il messaggio corretti da mettere in relazione con il pubblico target, migliorando così la relazione. 7
  8. 8. Sono stati acquisiti contenuti a partire dal maggio scorso e sono stati analizzati 4 differenti periodi in base ai principali eventi della politica italiana relativi al 2019: Elezioni Europee – 26 maggio Crisi di Governo – 8 agosto Nuovo Governo – 4 settembre Scissione PD – 17 settembre Il campione preso in esame è di 911 mila tweet da cui sono stati estratti 273 mila hashtag e più di 1 milione di mention. La distribuzione geografica (geolocation) dei contenuti ha permesso la rappresentazione di densità di provenienza visibile a lato. I DATI 8
  9. 9. HASHTAG E MENTION 9
  10. 10. KEYWORD E SENTIMENT MEDIA 10
  11. 11. INFLUENCER 11
  12. 12. ANALISI SENTIMENT POLITICA La sentiment analysis ha preso in esame i principali partiti politici italiani e i loro rappresentanti, in dettaglio:  Lega  Movimento 5 Stelle  Partito Democratico  Forza Italia  Fratelli d’Italia  Italia Viva  Liberi e Uguali 12 Considerando le Elezioni Europee del 26 Maggio, il giorno di inizio della Crisi di Governo, la formazione del nuovo Governo Conte e la scissione del Partito Democratico, sono stati confrontati i seguenti periodi temporali:  27 maggio – 8 agosto  9 agosto – 4 settembre  5 settembre – 17 settembre  18 settembre – 11 ottobre  Matteo Salvini  Luigi Di Maio  Nicola Zingaretti  Silvio Berlusconi  Giorgia Meloni  Matteo Renzi  Pietro Grasso I princpiali indicatori sono la sentiment media che è espressa in scala da 0 a 1 e l’intensità della sentiment che fornisce indicazioni in merito a quando la sentiment stessa si è manifestata in modo più o meno intenso.
  13. 13. HASHTAG A CONFRONTO 13
  14. 14. CONFRONTO INFLUENCER 14
  15. 15. MOVIMENTO 5 STELLE 15 L’andamento della sentiment media si presenta sostanzialmente stabile per tutto l’arco temporale oggetto della ricerca con l’eccezione di un vero e proprio picco (+ 0.10) durante la Crisi di Governo. Successivamente i valori sono tornati a normalizzarsi. 9 agosto – 5 settembre Media – 0.33 27 maggio – 8 agosto Media – 0.23 18 settembre – 11 ottobre Media – 0.23 6 settembre – 17 settembre Media – 0.24
  16. 16. PARTITO DEMOCRATICO 16 Il posizionamento del Partito Democratico risulta essere pressochè stabile sia prima della Crisi di Governo che nel periodo precedente alla formazione del nuovo Governo. Successivamente si registra una flessione che ha preceduto un riassestamento dei valori a valle della scissione del Partito Democratico stesso. 9 agosto – 5 settembre Media – 0.27 27 maggio – 8 agosto Media – 0.26 18 settembre – 11 ottobre Media – 0.27 6 settembre – 17 settembre Media – 0.25
  17. 17. LEGA 17 Come è possibile apprezzare dai grafici sottostanti, la sentiment media è stata decisamente elevata fino all’inizio della Crisi di Governo per poi subire una flessione. Il trend di risalita coincide con la nascita del secondo Governo Conte, fino all’attuale ripristino dei valori registrati nella prima fase della ricerca. 9 agosto – 5 settembre Media – 0.27 27 maggio – 8 agosto Media – 0.31 18 settembre – 11 ottobre Media – 0.31 6 settembre – 17 settembre Media – 0.29
  18. 18. FORZA ITALIA 18 Per quanto riguarda Forza Italia, il posizionamento della media sentiment si presenta basso fino alla notevole crescita durante il periodo di Crisi di Governo. Dopo la formazione del nuovo Governo si registra una notevole flessione per poi arrivare ad un considerevole incremento dopo la nascita di Italia Viva. 9 agosto – 5 settembre Media – 0.26 27 maggio – 8 agosto Media – 0.23 18 settembre – 11 ottobre Media – 0.26 6 settembre – 17 settembre Media – 0.21
  19. 19. FRATELLI D’ITALIA 19 Fratelli d’Italia presenta una media della sentiment con una tendenza al ribasso a partire dall’inizio della Crisi di Governo. La formazione del Governo Conte Bis e la scissione del Partito Democratico non paiono aver inciso rispetto al trend negativo di Fratelli d’Italia. 9 agosto – 5 settembre Media – 0.23 27 maggio – 8 agosto Media – 0.25 18 settembre – 11 ottobre Media – 0.23 6 settembre – 17 settembre Media – 0.22
  20. 20. LIBERI E UGUALI 20 Liberi e Uguali presenta un andamento della sentiment media sostanzialmente costante. Si registra un calo durante il periodo di Crisi di Governo a cui ha fatto seguito un riassestamento dopo la formazione del nuovo Governo. Il trend si presenta in crescita dopo la nascita di Italia Viva. 9 agosto – 5 settembre Media – 0.20 27 maggio – 8 agosto Media – 0.22 18 settembre – 11 ottobre Media – 0.24 6 settembre – 17 settembre Media – 0.22
  21. 21. 21 Sebbene il partito Italia Viva sia ufficialmente nato il 18 settembre 2019, FLAMEL è stata in grado di acquisire contenuti social antecedenti a tale data prendendo in esame quanto afferente ai principali esponenti di Italia Viva mentre questi erano ancora membri del Partito Democratico. Va altresì ricordato che gli attuali canali social del partito fanno riferimento ai Comitati di Azione Civile i cui profili social erano già presenti ben prima che il partito nascesse. (https://www.comitatiazionecivile.it/) 21 !
  22. 22. ITALIA VIVA 22 Analizzando la sentiment media di quanto afferente ai principali esponenti di Italia Viva si evince che mentre questi erano ancora membri del Partito Democratico il loro movimento si presentava con valori inferiori rispetto a quelli del partito per poi superare il partito stesso durante la Crisi di Governo. Successivamente alla formazione del nuovo Governo si riscontra un notevole calo che resta costante anche dopo la scissione e la nascita di Italia Viva. 9 agosto – 5 settembre Media – 0.29 27 maggio – 8 agosto Media – 0.22 18 settembre – 11 ottobre Media – 0.18 6 settembre – 17 settembre Media – 0.18
  23. 23. POLITICI A CONFRONTO 23 Differentemente da quanto auspicabile, i rappresentanti dei principali partiti politici presentano un andamento della sentiment media differente rispetto ai propri partiti. Risulta evidente un deciso calo di Salvini a partire dall’inizio della Crisi di Governo, così come accade per Zingaretti e Grasso che però risulta in risalita. Di Maio segue un opposto andamento di crescita esattamente come Berlusconi e soprattutto Renzi. Meloni, ad accezione del periodo di Crisi di Governo, si presenta con sentiment media stabile. MATTEO SALVINI LUIGI DI MAIO NICOLA ZINGARETTI SILVIO BERLUSCONI GIORGIA MELONI MATTEO RENZI PIETRO GRASSO 27 mag. – 8 ago. 0.31 0.21 0.28 0.21 0.22 0.22 0.28 9 ago. – 5 set. 0.25 0.24 0.24 0.24 0.24 0.25 0.24 6 set. – 17 set. 0.24 0.23 0.24 0.23 0.22 0.26 0.21 18 set. – 11 ott. 0.25 0.24 0.24 0.23 0.21 0.26 0.25
  24. 24. GOVERNO CONTE II 24 Prendendo in esame la media sentiment relativa al Governo Conte Bis, è possible notare che i valori iniziali si presentavano non particolarmente elevati. Successivamente alla scissione del Partito Democratico ed alla conseguente nascita di Italia Viva si registra un deciso incremento rispetto ai valori di partenza. 18 settembre – 11 ottobre Media – 0.27 6 settembre – 17 settembre Media – 0.23
  25. 25. Analizzando le quantità di contenuti (tweet, commenti, mention, hashtag e keyword) appare evidente il massiccio utilizzo dei social da parte di Matteo Salvini. Ciononostante la sua incidenza come influencer (positività dell’engagement) è decisamente scesa a partire dall'inizio della Crisi di Governo probabilmente per via delle responsabilità nell'aver provocato la crisi stessa. Sembra quindi venir meno il principio secondo cui sono appunto la numerosità dei contenuti e la frequenza di pubblicazione a condizionare l'elettorato, come dimostrato ad esempio dal fenomeno Trump nei social media. A differenza di quanto auspicabile, l’analisi sentiment evidenzia un sostanziale scostamento tra l’andamento dei partiti politici e i loro principali rappresentanti che non sembrano realmente condizionare la media sentiment dei partiti di cui sono portavoce. 25 CONCLUSIONI SENTIMENT PARTE 1
  26. 26. Le posizioni che hanno preceduto la Crisi di Governo rispecchiano il risultato delle Elezioni Europee del maggio 2019 mentre l’incertezza iniziale del periodo di crisi ha scatenato un generale incremento della media sentiment in virtù dell’incertezza e delle varie opzioni allora prese in esame (governo tecnico, elezioni anticipate, ecc.). La formazione del nuovo governo ha viceversa provocato un sensibile calo dei valori anche per quanto riguarda i partiti che compongono il governo stesso, come se la base elettorale non abbia inizialmente approvato la nuova coalizione. La scissione del Partito Democratico e la nascita di Italia Viva ha provocato un’ulteriore evoluzione decisamente inattesa. Infatti, oltre all'incremento della media sentiment dei partiti d'opposizione, il Partito Democratico stesso ha visto rafforzarsi i propri valori. Va infine sottolineato che, sebbene la posizione di Matteo Renzi sia andata consolidandosi progressivamente a partire dall'inizio della Crisi di Governo, il movimento che questi già rappresentava prima della scissione presentava valori in forte calo ancora prima di trasformarsi nel partito politico Italia Viva. CONCLUSIONI SENTIMENT PARTE 2 26
  27. 27. PSICOLINGUSTICA POLITICA La relazione tra i partiti e l’elettore sulla base del consenso è rappresentabile mediante l’efficacia relazionale che è determinata dalla scelta delle classi valoriali e del tratto di carattere che sono stati usati nella narrazione del messaggio. La maggiore efficacia determina infatti la leadership relazionale. Sono stati presi in esame: La forma del messaggio La modalità con la quale l'audience sceglie Lo storytelling La codifica sensoriale del messaggio 27
  28. 28. LA FORMA DEL MESSAGGIO Il valore in questa sede è inteso come un concetto o un'oggetto facente parte del nostro sistema culturale che un individuo o un gruppo di persone vuole possedere per soddisfare un bisogno o per distinguersi dagli altri. L'analisi di un valore viene effettuata comparando fra loro alcuni segnali presenti nel sistema culturale, che vengono filtrati e classificati in 8 classi (es. sussistenziale, tribale, eroico, ecc.). Una volta isolata la categoria statisticamente più rilevante è possibile usare questa informazione per creare un messaggio capace di generare relazione con l'audience. 28
  29. 29. LA MODALITA’ CON CUI L’AUDIENCE SCEGLIE 29 Il carattere di un sistema culturale come quello di un individuo è un insieme di "regole" con le quali vengono interpretati i valori presenti in un comunicato (è un meta-linguaggio). Con modalità simile all'analisi valoriale, anche per lo studio del carattere il dato è stato ricavato da segnali che indicano la presenza dei tratti di carattere più rilevanti. Il diagramma rappresenta in ordine d'importanza i principali tratti di carattere utili per costruire un messaggio diretto ai consumatori. La nota in basso fornisce la modalità per orientare il messaggio in modo da rendere compatibile il carattere del messaggio con il carattere dell'audience.
  30. 30. LO STORYTELLING 30 Questa sezione fornisce indicazioni per generare relazione facendo riferimento alla Struttura narrativa ed ai tempi della narrazione. La struttura narrativa viene suggerita da FLAMEL sulla base di una sintesi ottimale del valore e del carattere che viene espressa tramite due indicazioni riferite alle modalità: "dell'essere" e "del fare". Per quanto possibile, queste due indicazioni vanno espresse in base alla loro percentuale di priorità. "L'essere" implica l'impatto che l'oggetto della comunicazione ha sulla persona (es. perché gli serve, chi diventa se lo usa, quanto lo fa crescere, acquisire importanza, essere considerato, ecc.) Il "fare" implica il cosa fa in modo specifico l'oggetto della comunicazione, il dove lo fa ed il come fa a farlo. I tempi della narrazione indicano il tempo da dedicare alle quattro fasi del racconto: il problema, le sue conseguenze, l'apprendimento necessario per giungere alla soluzione ed infine l'applicazione della soluzione. Fatto 100 il tempo a disposizione, FLAMEL suggerisce quale percentuale attribuire a ciascuna fase.
  31. 31. LA CODIFICA SENSORIALE DEL MESSAGGIO 31 In questa sezione vengono indicati gli elementi riferiti all'immagine e al suono che per analogia sono più coerenti con le classi valoriali ed il tratto di carattere del concept comunicazionale: il partito. Gli elementi più attivi sono quelli che si scostano maggiormente dalla riga centrale di ciascun diagramma.
  32. 32. M5S 32
  33. 33. 33 M5S
  34. 34. 34 M5S
  35. 35. 35 M5S
  36. 36. 36 M5S
  37. 37. PD 37
  38. 38. 38 PD
  39. 39. 39 PD
  40. 40. 40 PD
  41. 41. 41 PD
  42. 42. LEGA 42
  43. 43. 43 LEGA
  44. 44. 44 LEGA
  45. 45. 45 LEGA
  46. 46. 46 LEGA
  47. 47. FORZA ITALIA 47
  48. 48. FORZA ITALIA 48
  49. 49. FORZA ITALIA 49
  50. 50. FORZA ITALIA 50
  51. 51. FORZA ITALIA 51
  52. 52. FRATELLI D’ITALIA 52
  53. 53. FRATELLI D’ITALIA 53
  54. 54. FRATELLI D’ITALIA 54
  55. 55. FRATELLI D’ITALIA 55
  56. 56. FRATELLI D’ITALIA 56
  57. 57. ITALIA VIVA 57
  58. 58. ITALIA VIVA 58
  59. 59. ITALIA VIVA 59
  60. 60. ITALIA VIVA 60
  61. 61. ITALIA VIVA 61
  62. 62. LIBERI E UGUALI 62
  63. 63. LIBERI E UGUALI 63
  64. 64. LIBERI E UGUALI 64
  65. 65. LIBERI E UGUALI 65
  66. 66. LIBERI E UGUALI 66
  67. 67. GOVERNO 67
  68. 68. 68 GOVERNO
  69. 69. 69 GOVERNO
  70. 70. GOVERNO 70
  71. 71. GOVERNO 71
  72. 72. PARTITI E GOVERNO 72
  73. 73. POLITICI A CONFRONTO 73
  74. 74. La distanza dal benchmark “consenso” risulta essere più legata ai rappresentanti di partito per Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e Italia Viva. Nel caso di Partito Democratico, Movimento 5 Stelle e Liberi e Uguali è invece il partito stesso ad avvicinarsi maggiormente al consenso. Per quanto riguarda gli aspetti valoriali, appare evidente che i valori tribali accomunano Movimento 5 Stelle, Partito Democratico e Fratelli d’Italia che però manifesta un elevata presenza di valori eroici molto meno importanti per gli altri due partiti. Lega, Forza Italia e Italia Viva presentano una predominanza di valori eroici che sembrerebbero coincidere con la presenza di rappresentanti di partito dalla spiccata individualità che di fatto incarnano l'immagine percepita del partito stesso. Liberi e Uguali richiama invece valori di tipo sociale come a sottolinearne la gerarchia orizzontale e l'attenzione verso i temi ambientali. Relativamente all'attuale Governo è possibile evincerne una percezione autoritaria e un quadro caratteriale eterogeneo sebbene incentrato sulla necessità di sviluppare nuove idee. CONCLUSIONI PSICO LINGUISTICA PARTE 1 74
  75. 75. Risulta significativo il confronto tra partiti e Governo rispetto alla vicinanza con l'elettorato da cui si evince uno scenario maggiormente positivo per i partiti di Governo ad eccezione della Lega che spicca come il partito più prossimo con l'elettorato stesso. In tal senso è altresì evidente la distanza tra Governo ed elettori, sebbene la figura politica che registra il miglior risultato in assoluto è proprio il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Risultano invertite le tendenze dei partiti di Governo e di opposizione rispetto ai loro rappresentanti con la sola eccezione di Silvio Berlusconi che si segnala tra i più distanti dall'elettorato. Infine, in merito alla percezione temporale è possibile affermare che la quasi totalità dei partiti e dei loro rappresentanti vengono visti proiettati verso il passato con riferimenti più emozionali che razionali. Questa tendenza sembra essere parzialmente diversa relativamente al Governo. 75 CONCLUSIONI PSICO LINGUISTICA PARTE 2
  76. 76. Neal Creative | click & Learn moreNeal Creative © GRAZIE PER L’ATTENZIONE!

×