Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
La situazione delle carceri israeliane e dei prigionieri politici palestinesi
La situazione all’interno delle carceri per ...
Detenzioni amministrative e detenzioni legali hanno comunque un minimo comune denominatore:
le condizioni intollerabili di...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Report prigionieri palestinesi 2015

370 views

Published on

La situazione delle carceri israeliane e dei prigionieri politici palestinesi redatto dall'associazione palestinese Addamer. Aggiornato a dicembre 2014

Published in: News & Politics
  • DOWNLOAD THE BOOK INTO AVAILABLE FORMAT (New Update) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download Full doc Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download PDF EBOOK here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ................................................................................................................................... eBook is an electronic version of a traditional print book THE can be read by using a personal computer or by using an eBook reader. (An eBook reader can be a software application for use on a computer such as Microsoft's free Reader application, or a book-sized computer THE is used solely as a reading device such as Nuvomedia's Rocket eBook.) Users can purchase an eBook on diskette or CD, but the most popular method of getting an eBook is to purchase a downloadable file of the eBook (or other reading material) from a Web site (such as Barnes and Noble) to be read from the user's computer or reading device. Generally, an eBook can be downloaded in five minutes or less ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBOOK .............................................................................................................................. Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, CookBOOK, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult, Crime, EBOOK, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .....BEST SELLER FOR EBOOK RECOMMEND............................................................. ......................................................................................................................... Blowout: Corrupted Democracy, Rogue State Russia, and the Richest, Most Destructive Industry on Earth,-- The Ride of a Lifetime: Lessons Learned from 15 Years as CEO of the Walt Disney Company,-- Call Sign Chaos: Learning to Lead,-- StrengthsFinder 2.0,-- Stillness Is the Key,-- She Said: Breaking the Sexual Harassment Story THE Helped Ignite a Movement,-- Atomic Habits: An Easy & Proven Way to Build Good Habits & Break Bad Ones,-- Everything Is Figureoutable,-- What It Takes: Lessons in the Pursuit of Excellence,-- Rich Dad Poor Dad: What the Rich Teach Their Kids About Money THE the Poor and Middle Class Do Not!,-- The Total Money Makeover: Classic Edition: A Proven Plan for Financial Fitness,-- Shut Up and Listen!: Hard Business Truths THE Will Help You Succeed, ......................................................................................................................... .........................................................................................................................
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

Report prigionieri palestinesi 2015

  1. 1. La situazione delle carceri israeliane e dei prigionieri politici palestinesi La situazione all’interno delle carceri per i prigionieri politici Palestinesi peggiora di mese in mese. Sono diversi i dati che possiamo leggere di questa degenerazione, a partire dal numero stesso dei prigionieri che aumenta proporzionalmente all’intensificarsi dell’occupazione israeliana dei territori. Come si vede dalle tabelle sotto riportate (tabella 1 - dicembre 2013 e tabella 2 - dicembre 2014), in un anno i prigionieri sono aumentati del 23%. È importante notare come anche siano aumentati i prigionieri provenienti dall’area Est di Gerusalemme (+122%). Tale intensificazione sta ad indicare un’inasprimento da parte di Israele nei confronti degli abitanti della Città Vecchia, vista sempre più evidentemente come il nuovo epicentro degli insediamenti. Sono significativamente anche aumentati le detenzioni amministrative. Questo strumento è stato sempre più usato dalle forze israeliane soprattutto in seguito della Seconda Intifada. L’amministrazione detentiva permette ai militari israeliani di trattenere prigionieri senza limiti di tempo e sotto informazioni segrete, senza aver l’obbligo di definire l’accusa o senza permesso di poter partecipare ad un normale processo. Nonostante per le leggi internazionali le detenzioni amministrative dovrebbero essere usate solo in via eccezionale, Israele le usa come routine in modo da poter eludere alle strette leggi internazionali. La detenzione amministrativa può durare qualche giorno, come nel caso dell’ultima ragazza ventitreenne arrestata a Ramallah solo qualche giorno fa (Lina Khattab), la quale dopo 10 giorni di detenzione amministrativa è stata condannata a 6 mesi di prigione più ad una pena pecuniaria, ma può durare anche mesi, anni, come nel caso di Mohammad Ghazal, che dopo essere stato arrestato ha visto una lunga serie di reiterazioni di detenzioni amministrative (3 mesi + 3 mesi…).
  2. 2. Detenzioni amministrative e detenzioni legali hanno comunque un minimo comune denominatore: le condizioni intollerabili di vita dentro le carceri israeliane. Ogni diritto umano viene violato, i prigionieri vengono torturati, maltrattati e le condizioni della loro esistenza vengono rese insopportabili. Vengono sottoposti a mesi interi di isolamento, intesa come misura preventiva, e per questo infatti spesso indirizzata nello specifico a prigionieri politici, ossia a persone attive nel mondo politico e per questo scomode all’interno delle carceri. Ma anche il solitary confinement, che prevede un isolamento totale all’interno di una cella minuscola senza luce e senza aria, con all’interno solo un materasso e un tempo indefinito da trascorrerci dentro. È inoltre quasi impossibile per le famiglie andare a visitare i propri parenti in carcere. I parenti di primo grado infatti non posso andare a visitare il prigioniero (solo moglie, figli e genitore), e a praticamente nessun uomo in età compresa tra i 16 e i 35 anni viene permessa la visita. Quando possibili le visite possono avvenire una volta ogni due settimane per 45 minuti. La vita nelle e delle prigioni diventa insostenibile non solo per chi è dentro, ma l’obiettivo è proprio quello di creare un isolamento completo del detenuto, rendendo impossibile anche alla famiglia resistere a questa tortura psichica e fisica. Tra le ultime, ma non per importanza, cause di violazione dei diritti umani nelle carceri israeliane troviamo la negligenza medica. Oltre alle malsane condizioni di vita all’interno delle carceri (poca luce, dieta non corretta, sporcizia), è fondamentale per un malato poter comunicare, e anche ciò non può avvenire: i medici nelle carceri sono tutti ebrei e non parlano arabo, rendendo impossibile la comunicazione medico-paziente. Questo si ripercuote negli ultimi casi di sciopero della fame. Sono sempre di più i prigionieri che scelgono la via della resistenza attraverso lo sciopero della fame. Il non rispetto e la violenza delle corti militari israeliane fanno si che anche questi metodi diventino un vero e proprio mezzo di tortura per i prigionieri stessi: a questi ultimi vengono negate infatti le principali cure mediche e i sali minerali di cui, anche se in sciopero della fame, si continuano a nutrire. Fonte: www.addameer.org

×