RETI di LABORATORI - [Energia] RINNOVABILE

942 views

Published on

Published in: Environment
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
942
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
146
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

RETI di LABORATORI - [Energia] RINNOVABILE

  1. 1. Produzione integrata di energia da fonti rinnovabili nel sistema agroindustriale regionale Codiceidentificativo:01 Coordinatore scientifico Prof. Giuseppe De Mastro, Dipartimento di Scienze AgroAmbientali e Territoriali, Università degli Studi di Bari “A.Moro”
  2. 2. Le unità di ricerca Unità di ricerca (UR) Responsabile Dipartimento di Scienze Agro Ambientali e Territoriali Università degli Studi di Bari “A. Moro” prof. Giuseppe De Mastro prof . Giacomo Scarascia Mugnozza dott. Marco Pantaleo Dipartimento Bioscienze, biotecnologie e biofarmaceutica Università degli Studi di Bari “A. Moro” prof. Luigi Palmieri Dipartimento di Farmacia - Scienze del Farmaco Università degli Studi di Bari “A. Moro” prof. Antonio Scilimati Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Gestionale Politecnico di Bari prof. Bernardo Fortunato Centro Interdipartimentale Bioagromed Università degli Studi di Foggia prof. Massimo Monteleone
  3. 3. Obiettivo della Rete La rete costituita è in grado di sviluppare innovazione e servizi al settore agricolo ed agro-industriale nel campo delle bioenergie e delle fonti rinnovabili più in generale, con particolare riferimento alle potenzialità di materie prime disponibili nel comprensorio regionale ed alle filiere bioenergetiche che presentano le maggiori opportunità di sviluppo sul territorio. Settori di impatto o Conoscenza scientifica e tecnologica nel settore energetico regionale e sviluppo di ricerca ed innovazione nel settore delle bioenergie o Realizzare attività di trasferimento tecnologico verso il sistema produttivo regionale o Valorizzazione delle risorse del territorio a fini energetici o Attività imprenditoriali nella realizzazione di filiere bioenergetiche
  4. 4. Domanda di innovazione del sistema produttivo • dimensionamento ottimale di modelli organizzativi aziendali per la produzione decentralizzata di energia da biomassa • riduzione degli impatti ambientali nei sistemi serricoli regionali • caratterizzazione, pretrattamento ed utilizzo di biomasse a fini energetici • Ottimizzazione della capacità fermentativa di microorganismi • valutazione delle prestazioni motoristiche nel caso di impiego di biocombustibili • implementazione di sistemi di certificazione della sostenibilità energetica ed ambientale Offerta tecnologica della Rete • gestione e valutazione dei processi produttivi dedicati all’ottenimento e trasformazione di biomasse ad uso energetico; • processi meccanici e termici nella valorizzazione energetica delle biomasse; • processi biochimici per la produzione di biocombustibili; • aspetti motoristici per l’utilizzo dei biocombustibili; • metodologie applicative di energie rinnovabili per il settore agricolo ed agroindustriale (solare termodinamico e sistemi di accumulo con celle a combustibile)
  5. 5. Le attività svolte al 31/12/2013 Servizio Gestione e valutazione dei processi produttivi dedicati all’ottenimento e trasformazione di biomasse ad uso energetico UR prof. Giuseppe De Mastro UR prof. Massimo Monteleone Risultati raggiunti Ricadute industriali • Strumenti per la progettazione di piani di approvvigionamento per impianti a biomassa. L’UR ha contribuito alla realizzazione della “Banca dati regionali sul potenziale di biomasse agricole utili ai fini energetici” • Sistemi colturali certificati per la produzione di biomasse a destinazione energetica e servizi di assistenza tecnica • Servizio di consulenza, caratterizzazione, controllo e certificazione delle biomasse e dei prodotti di trasformazione • Piani di alimentazione per l’ottimizzazione del processo di digestione anaerobica in impianti per la produzione di biogas Altri risultati Ottimizzazione dei processi produttivi in agricoltura per la produzione di biomasse ad uso energetico secondo le più recenti normative in materia (valutazione del ciclo di vita con la metodologia LCA - Life Cycle Assessment) Imprese coinvolte Tipo di contatto Frequenza di contatto Regione Puglia Collaborazione per la realizzazione della Banca dati regionali sul potenziale di biomasse agricole utili ai fini energetici mensile Cooperativa Silvium Giovanni XXIII Definizione di itinerari colturali dedicati alla produzione di biomassa ad uso energetico e valutazione di novità varietali di cereali ed oleaginose mensile Eurochem Messa a punto di piani di nutrizione delle colture ad uso energetico mensile Pioneer Verifica delle potenzialità energetiche di nuovi ibridi di mais mensile
  6. 6. Strumentazionefinanziataedacquisita UR prof. Giuseppe De Mastro • Mietitrebbiatrice parcellare: dotata delle attrezzature per la raccolta di semi a destinazione energetica • Raccoglitrice parcellare per colture energetiche: adatta per la raccolta di piante la cui biomassa viene utilizzata a fini energetici
  7. 7. Strumentazionefinanziataedacquisita UR prof. Giuseppe De Mastro Impianto a biogas
  8. 8. Estrattore grassiAnalizzatore termogravimetrico Estrattore fibre Calorimetro isoperibolicoStazione spettrofotometrica Analizzatore CHN Strumentazionefinanziataedacquisita UR prof. Massimo Monteleone
  9. 9. DRY BOX (GLOVE BOX) Strumentazionefinanziataedacquisita UR prof. Massimo Monteleone AUTOCAMPIONATORE Implementazione di un HPLC con rivelazione elettrochimica STAZIONE ELETTROCHIMICA PORTATILE CON SISTEMA MINIATURIZZATO DI ANALISI IN FLUSSO
  10. 10. Le attività svolte al 31/12/2013 Attività/progetto/servizio processi meccanici e termici nella valorizzazione energetica delle biomasse UR Dott. Marco Pantaleo Risultati raggiunti Ricadute industriali Servizio di classificazione e caratterizzazione della qualità di biomasse per processi di conversione energetica, a disposizione di produttori di caldaie a biomassa, operatori della filiera di raccolta, condizionamento e commercializzazione di biomasse agro-forestali e ligno-cellulosiche, operatori del settore energetico interessati alla produzione di elettricità e calore da biomasse solide. Altri risultati Collaborazioni con Università di Padova e con Imperial College London Imprese coinvolte Tipo di contatto Frequenza di contatto AIEL Organizzazione per la diffusione dell’uso razionale di biomasse per energia mensile Uniconfort Produttore di caldaie a biomassa mensile Ingeco Produttore impianti a biomassa mensile
  11. 11. Analizzatore elementare CHN Calorimetro Analizzatore fusibilità ceneri Strumentazionefinanziataedacquisita UR dott. Marco Pantaleo
  12. 12. Cella climatica Stufa per essiccazione Analizzatore fumi di combustione Termocamera Strumentazionefinanziataedacquisita UR dott. Marco Pantaleo
  13. 13. Le attività svolte al 31/12/2013 Attività/progetto/servizio processi biochimici per la produzione di biocombustibili UR prof. Luigi Palmieri UR prof. Antonio Scilimati Risultati raggiunti Ricadute industriali • Progetto di ricerca industriale (Distretto H bio) in collaborazione con lo stabilimento Sanofi-Aventis di Brindisi • Capacità fermentativa di lieviti non convenzionali termoresistenti • Strategie analitiche per la determinazione dell’etanolo e dei monosaccaridi nel brodo di fermentazione. Altri risultati • Avvio di uno spin-off dedicato alle biotecnologie microbiche per la produzione di biocarburanti, biomasse microbiche, molecole chimiche di interesse industriale e molecole bioattive (farmaci ricombinanti, antibiotici) Imprese coinvolte Tipo di contatto Frequenza di contatto Consorzio Interuniversitario Reattività Chimica e Catalisi PROGETTO EUROPEO FP7 EUR Impresa Agricola Romanazzi - Putignano + Impresa Capursi - Molfetta Proposta progetto – BIOSINUTRA: Utilizzo di siero di latte per la produzione di biomassa microbica ad uso zootecnico Progetto di ricerca e sperimentazione in agricoltura - B.U.R.P. n. 59 del 02/05/2013 Ing. Claudio Massari consulente delle seguenti aziende: Sintofarm; Huvepharma; Shandong LUKANG; Jining Seedling Biotech Studio di fattibilità per la produzione di molecole bioattive e nutraceutici Mensile
  14. 14. Incubatore orbitale Biofermentatore biostat Detector x HPLC a indice di rifrazione e a fluorescenza Sistema analizzatore di gas Strumentazionefinanziataedacquisita UR prof. Luigi Palmieri
  15. 15. Spettrometro UVmicroscopio HPLC automatizzato dotato di rivelatore UV, a indice di rifrazione e a fluorescenza Bagno termostatato Macina biomasse Impianto pilota per la produzione di bioetanolo Strumentazionefinanziataedacquisita UR prof. Antonio Scilimati
  16. 16. Le attività svolte al 31/12/2013 Attività/prog etto/servizio Prove al banco di motori alimentati a bio-diesel o a gasolio con relativi accessori UR prof. Bernardo Fortunato Ricadute industriali • Prove di motori alimentati a bio-diesel o a gasolio; la ricerca prevista è di fatto iniziata completando l’allestimento del banco prova per motori a combustione interna ad accensione spontanea ed effettuando la rilevazione delle caratteristiche di un motore diesel di tipo commerciale, di cui fossero note le prestazioni, in modo da poter verificare l’attendibilità dei risultati delle prove effettuate Altri risultati • La ricerca in questione è fortemente connessa ad altra ricerca coordinata dalla UR, chiamata “PRINCE” e finanziata con fondi PON, in cui la cella di carico verrà dotata anche di un trans- esterificatore, in modo da poter preparare in loco il bio-diesel , partendo da olio combustibile, potendone variare pertanto le caratteristiche chimico-fisiche. Imprese coinvolte Tipo di contatto Frequenza di contatto Centro CVIT gruppo Bosch Ricerca e trasferimento tecnologico: ricerche teorico sperimentali sui motori diesel, sia per quanto riguarda la combustione, che per quanto riguarda il controllo del motore. Mensile
  17. 17. Didascalia Interno della bilancia gravimetrica (in alto) e del condizionatore (in basso): AVL smoke meter Sistema di regolazione potenza: 1.Potenziometro – 2.Cavo di regolazione – 3.Attuatore. Pianta del banco prova Strumentazionefinanziataedacquisita UR prof. Bernardo Fortunato
  18. 18. Vista frontale del freno. Cerchiata in rosso la cella di carico. Didascalia Motore in prova: Circuito dell’acqua di raffreddamento Giunto di collegamento motore- freno con gabbia di sicurezza. Strumentazionefinanziataedacquisita UR prof. Bernardo Fortunato
  19. 19. Immagini (fotodellestrumentazionie/odiprototipi,prodotti,impiantipilota) Didascalia Didascalia Struttura del sistema bobcat Screen principale realizzato per l’esecuzione delle prove. Schermata principale del software con due esempi di grafici ottenuti.
  20. 20. Le attività svolte al 31/12/2013 Attività/progetto/servizio Sistema integrato per la produzione, l’accumulo e l’utilizzo di idrogeno da fotovoltaico in ambito serricolo UR prof. Giacomo Scarascia Mugnozza Risultati raggiunti Ricadute industriali: • Superamento del problema dell’intermittenza di produzione energetica dei sistemi basati sulle energie rinnovabili nel comparto delle produzioni agricole protette. • Rafforzamento dell’industria del settore delle tecnologie per la produzione, utilizzo ed accumulo di idrogeno come vettore energetico. Altri risultati: • Elevazione dei livelli di sostenibilità del settore agricolo con : abbattimento di emissioni di inquinanti e di gas serra (CO2) e certificazione ambientale con valutazione del ciclo di vita (Life Cycle Assessment) dell’intero processo produttivo. Imprese coinvolte Tipo di contatto Frequenza di contatto SGS future S.r.l. – Cavalese (TN) Rapporti di collaborazione finalizzati al trasferimento delle tecnologie Mensile NITIDOR S.r.l. - Codogno (LO) Rapporti di collaborazione finalizzati al trasferimento delle tecnologie Mensile
  21. 21. Impianto fotovoltaico Container delle attrezzature per la produzione e utilizzo di idrogeno e serbatoi per l’accumulo di idrogeno Serre sperimentali riscaldate con impianto a termosifone alimentato da pompa di calore geotermica Inverter per immissione nella rete di distribuzione Strumentazionefinanziataedacquisita UR prof. Giacomo Scarascia Mugnozza
  22. 22. Elettrolizzatore con capacità produttiva 0,5 Nmc/h, 30 bar Fuel Cell con potenza di picco 2 kW Inverter isola Batterie tampone Strumentazionefinanziataedacquisita UR prof. Giacomo Scarascia Mugnozza
  23. 23. Attività promozionali svolte Giuseppe De Mastro • 19 settembre 2012 Workshop: Calore ed Energia elettrica da un uso sostenibile del suolo: esempi di best practice, Aeroporto Karol Wojtyla Bari • Green City Energy Med, Bari 12-13 novembre 2012. Workshop: La produzione di energia rinnovabile dalle biomasse: tecnologie emergenti e progetti all’avanguardia . • 27 febbraio 2013 Gravina in Puglia. Convegno organizzato dal Gal Murgia più dal titolo: “Investire nelle energie rinnovabili: un'opportunità di diversificazione dell'economia delle imprese agricole”. Tesi • Salem Alhajj Ali . 2013 Life Cycle Assessment of wheat-faba bean cropping system under alternative management practices in southern Italy. Tesi di Dottorato di ricerca Pubblicazioni • L.G. Angelini, G. De Mastro, D. Sacco 2013. Le colture da energia in ambiente mediterraneo: potenzialità e limiti. Italian Journal of agronomy (under revision) • Salem Alhajj Ali*, Luigi Tedone, Giuseppe De Mastro. Lowering carbon footprint of durum wheat in southern Italy using alternative management practices. Field and crop research (under revision) • Grassano N., Tedone L., Verdini L., De Mastro G. 2011. Evaluation of rapeseed cultivation suitability in Apulia with GIS-multicriteria analysis. Italian Journal of Agronomy 2011; 6:e16. 101-105 • Salem Alhajj Ali*, Luigi Tedone, Giuseppe De Mastro. 2013. A comparison of the energy consumption of rainfed durum wheat under different management scenarios in southern Italy. Energy, (61): 308 Massimo Monteleone • “Centro Energetico Dimostrativo ed Educativo” allestito dal Consorzio EDEN. EDEN è un consorzio senza fini di lucro, presieduto dall’Università di Foggia, a cui aderiscono imprese operanti nel settore delle fonti energetiche rinnovabili e dell’efficienza d’uso dell’energia. L’intervento è collocato all’interno dell’ incubatore d’impresa sito presso l’area industriale del Comune di Candela (FG). L’ “Incubatore d’Impresa” è gestito dal GAL “Meridaunia”. • “Politiche territoriali e Distretti Agro-Energetici: modelli possibili ed affidabili”, 5 dicembre 2012, Auditorium Biblioteca Provinciale – Foggia. • “Biogas e Biometano per le aree agricole del Mediterraneo”, 3 maggio 2013, 64° Fiera Internazionale dell’Agricoltura e Zootecnia – Foggia. • “Biomass, Bioenergy, Bioeconomy: Research performed, case studies and lesson learned”, 24 aprile 2012. Sala Auditorium dell’Università degli Studi di Foggia. • “Paradigm Lost and Paradigm Regained: the Transition to a Biobased Society”, 12 dicembre 2012. Auditorium Biblioteca Provinciale, Foggia. • “Intellectual Property and Technological Transfer: an Operative Model for Research”, 21 febbraio 2013. Sala Auditorium dell’Università degli Studi di Foggia. • Meeting itinerante con le imprese pugliesi della “green economy”: Taranto, 20 settembre 2013, presso Confindustria (Distretto “DIPAR”); Bari, 24 settembre, presso CONFAPI (Distretto “La Nuova Energia”); Brindisi, 1 ottobre 2013, preso Confindustria (Distretto “DES”). Sito web della Rete: http://
  24. 24. Attività promozionali svolte Luigi Palmieri Pubblicazioni • Agrimi G, Mena MC, Izumi K, Pisano I, Germinario L, Fukuzaki H, Palmieri L, Blank LM, Kitagaki H.Improved sake metabolic profile during fermentation due to increased mitochondrial pyruvate dissimilation.FEMS Yeast Res. 2013 Oct 23. doi: 10.1111/1567-1364.12120. • Agrimi G, Pisano I, Palmieri L. Process development and metabolic engineering for bioethanol production from lignocellulosic biomass. 2012. p. 207-230. Berlino: de Gruyter. ISBN:978-3-11-026028-1. • Marobbio CM, Pisano I, Porcelli V, Lasorsa FM, Palmieri L. Rapamycin reduces oxidative stress in frataxin-deficient yeast cells. Mitochondrion. 2012 Jan;12(1):156-61. doi: 10.1016/j.mito.2011.07.001 • Agrimi G, Brambilla L, Frascotti G, Pisano I, Porro D, Vai M, Palmieri L.Deletion or overexpression of mitochondrial NAD+ carriers in Saccharomyces cerevisiae alters cellular NAD and ATP contents and affects mitochondrial metabolism and the rate of glycolysis.Appl Environ Microbiol. 2011 Apr;77(7):2239-46. doi: 10.1128/AEM.01703-10 Antonio Scilimati Pubblicazioni • Vitale P, D'Introno C, Perna FM, Perrone MG, Scilimati A. Kluyveromyces Marxianus CBS 6556 Growing Cells As A New Biocatalyst In The Asymmetric Reduction Of Substituted Acetophenones. Tetrahedron-Asymmetry, 2013, 24, 389-394. (Highlight in CHEMINFORM Vol. 44, Issue 35, 2013.) • Vitale P, Perna FM, Perrone MG, Scilimati A. A Screening On The Use Of Kluyveromyces Marxianus CBS 6556 Growing Cells As Enantioselective Biocatalyst For Ketones Reduction. Tetrahedron-Asymmetry, 2011, 1985-1993. • P Vitale, FM Perna, MG Perrone, A Scilimati. Enantioselective bio-reduction of prochiral ketones by the non-conventional yeast Kluyveromyces marxianus PO126. XXIV Congresso Nazionale della Società Chimica Italiana, Lecce 11-16 settembre 2011. • Vitale P, Perrone MG.Antonio Scilimati, Di Nunno L.Tangorra R,Capozzi MAM,Cardellicchio C, Naso F. Bioethanol from biomass model fermentation by Kluyveromyces marxianus CBS 6556. ORG-PO-75. XXIII Congresso Nazionale della SCI, Sorrento 5-10 luglio 2009 Marco Pantaleo • Attivazione del servizio di caratterizzazione di matrici vegetali per processi di conversione termochimica attraverso il supporto di AIEL, al servizio di aziende produttrici di caldaie a cippato, pellet e altre biomasse lignocellulosiche, di operatori coinvolti nella filiera di approvvigionamento e condizionamento di biomasse, di produttori di energia da biomasse. • Progetti in corso: “The future role of bioenergy in urban areas”, in collaborazione con Imperial College London, finanziato da BP
  25. 25. Attività promozionali svolte Bernardo Fortunato • attività dimostrativa per il progetto rete alla presenza di docenti del Politecnico e di studenti. • tesi di laurea dal titolo: “Allestimento e collaudo di un banco prova per motori a combustione interna alimentati a biodiesel” • tesi di laurea dal titolo: “ I biocarburanti di seconda generazione : possibili carburanti per ridurre l’inquinamento atmosferico” Pubblicazioni • Torresi, M., Fortunato, B., Camporeale, S.M., Saponaro, A. 2012. CFD modeling of pulverized coal combustion in an industrial burner Proceedings of the ASME Turbo Expo 1 , pp. 657-666 • Camporeale, S.M., Fortunato, B., Pantaleo, A.M., Sciacovelli, D. 2011 Biomass utilization in dual combustion gas turbines for distributed power generation in mediterranean countries. Proceedings of the ASME Turbo Expo 1 , pp. 573-582 • Fanelli, I., Camporeale, S. and Fortunato, B., "Efficient On-Board Pegging Calculation from Piezo-Electric Sensor Signal for Real Time In- Cylinder Pressure Offset Compensation,"SAE Int. J. Engines 5(2):2012, doi: 10.4271/2012-01-0901. • Fanelli, S.M. Camporeale, B. Fortunato, M. Calò, “Simulation of a turbo charged compression ignition engine at low loads and high rates of EGR”, 9th International Conference on Engines & Vehicles" ICE2009, SAE, Capri, set. 2009.
  26. 26. Attività promozionali svolte Giacomo Scarascia Mugnozza • impianto pilota fotovoltaico-idrogeno presentato e promosso nell’ambito di eventi nazionali quali il forum - Green City Energy MED tenutosi a Bari (12-13 Novembre 2012) • seminario “Progetto: Energie per la Ricerca” organizzato dalla Fondazione Centro Studi Enel - Bari (2 Ottobre 2012), • conferenza internazionale “AIIA13 – Horizons in agricultural, forestry and biosystems engineering” - Viterbo (8-12 Settembre 2013). • giornata dedicata al Progetto Dimostratore - Valenzano (11 Ottobre 2013) Pubblicazioni • I. Blanco, A. S. Anifantis, S. Pascuzzi, G. Scarascia Mugnozza (2013) Hydrogen and renewable energy sources integrated system for greenhouse heating. Journal of Agricultural Engineering 2013; volume XLIV(s2):e44, pISSN 1974-7071 - eISSN 2239-6268; doi:10.4081/jae.2013.(s1): e45, page 226-230 • G. Vox, I. Blanco, G. Scarascia Mugnozza, E. Schettini, C. Bibbiani, C. Viola, C. A. Campiotti (2013) Solar Absorption Cooling System for Greenhouse Climate Control: Technical Evaluation; paper accettato a Greensys 2013 - New Technologies for Environment Control, Energy-saving and Crop Production in Greenhouse and Plant Factory (Jeju - Republic of Korea 6-11 Ottobre 2013) - submitted to ISHS
  27. 27. Attività programmate Partecipazione a progetti di ricerca e di trasferimento tecnologico: • Progetto PIF Val Fil AVI: valorizzazione della filiera avicola pugliese - Regione Puglia; • Progetto PIF: miglioramento della filiera del grano duro pugliese attraverso la corretta pratica agronomica, SILVIUM - Regione Puglia; • Progetto PIF: modelli organizzativi aziendali innovativi per il miglioramento della cerealicoltura pugliese, PEUCETIA - Regione Puglia; • Progetto: Utilizzo di sistemi innovativi basati su reti di sensori wireless nella programmazione irrigua del pomodoro da industria (SIWIP). MiPAAF; • Progetto PON 01-01480 – “Innovazioni tecnologiche e di processo per il riutilizzo irriguo delle acque reflue urbane e agro-industriali ai fini della gestione sostenibile delle risorse idriche (IN.TE.R.R.A.)”. MIUR; • Progetto PON (art. 13): Promozione di Processi ECO_sostenibili per la valorizzazione delle Produzioni agroalimentari Pugliesi (ECO_P4). MIUR; • Progetto: "Autonomia energetica e sequestro del carbonio tramite biochar: una strategia win-win per le aziende olivicole - AGRI-CHAR“. MiPAAF; • STAR-AGROENERGY” Project “Scientific and Technological Advancement in Research on Agro-Energy”. Commissione Europea; • Progetti di ricerca industriale (distretto H bio) in collaborazione con lo stabilimento Sanofi-Aventis di Brindisi; • Progetto: “Diffusion of Cooling and Refreshing Technologies using the Solar Energy Resource in the Adriatic Regions (Adriacold)”. Commissione Europea (IPA Adriatic Cross Border Cooperation Programme). Richiesta prestazioni di servizio a privati • Validazione di piani di nutrizione di colture a destinazione energetica a basso impatto. Eurochem • Validazione di piani di nutrizione di colture a destinazione energetica a basso impatto. Yara • Validazione di nuovi ibridi di mais a destinazione energetica. Pioneer • Analisi su sulle caratteristiche di biomasse ad uso energetico. Kad 3, Orus, oleificio Ferrara.
  28. 28. Attività promozionali svolte: Il progetto ha previsto la realizzazione di un impianto pilota fotovoltaico-idrogeno a servizio di una pompa di calore geotermica, con sorgente a bassa entalpia, per il riscaldamento di una serra. L’impianto è stato presentato e promosso nell’ambito di eventi nazionali quali il forum Green City Energy MED tenutosi a Bari (12-13 Novembre 2012), il seminario “Progetto: Energie per la Ricerca” organizzato dalla Fondazione Centro Studi Enel e tenutosi a Bari (2 Ottobre 2012), ed alla Conferenza internazionale “AIIA13 – Horizons in agricultural, forestry and biosystems engineering” tenutosi a Viterbo (8-12 Settembre 2013). Inoltre in occasione della giornata dedicata al Progetto Dimostratore (11 Ottobre 2013) l’impianto sperimentale è stato illustrato a docenti tecnici e studenti dell’Università di Bari. Sito web della Rete: http://
  29. 29. Elenco delle strumentazioni acquisite La rete realizzata, per l’ampiezza di attività che propone nell’ambito dello studio delle biomasse, ha richiesto l’acquisizione di ben 42 strumentazioni diverse, che ha indotto la necessità di proporre 12 lotti omogenei per procedure di bando per cottimo fiduciario, di seguito riportati: 1. Attrezzature scientifiche per la raccolta della granella secca per uso energetico (mietitrebbiatrice parcellare ) (DISAAT) 2. Attrezzature scientifiche per la raccolta di biomasse ad uso energetico (raccoglitrice parcellare per colture energetiche) (DISAAT) 3. Strumentazioni scientifiche per l’analisi e caratterizzazione chimico-fisica delle biomasse: analizzatore termogravimetrico (DISACD-BIOAGROMED, unità per la determinazione del contenuto in grassi nelle matrici organiche (DISACD-BIOAGROMED) Stazione di spettrofotometria UV-Vis (DISACD-BIOAGROMED Analizzatore fusibilità ceneri (DISAAT) 4. Strumentazioni scientifiche per analisi e caratterizzazione chimico-energetica delle biomasse: n 2 analizzatori automatici CHN (o analizzatore elementare), (DISACD- BIOAGROMED); (DISAAT), N 2 calorimetro isoperibolico (DISACD-BIOAGROMED), Analizzatore polveri (DISAAT), Analizzatore fumi di combustione (DISAAT) Compressore rotativo a vite silenziato (DISAAT) 5. Aggiornamento di strumentazioni scientifiche per analisi chimiche (interfaccia per LC-Ms con doppia ionizzazione contemporanea ESI ed APCI per spettrometro di massa Agilent a Singolo quadrupolo serie 6100, modello 6120 (DISACD-BIOAGROMED), Autocampionatore per cromatografo ionico (DISACD-BIOAGROMED), Miniaturized flow injection electrochemical system (DISACD-BIOAGROMED), Detector a indice di rifrazione e a fluorescenza per HPLC (Dipartimento Farmaco Biologico)
  30. 30. Elenco delle strumentazioni acquisite 6. Attrezzature per analisi microbiologiche in processi di trasformazione di matrici vegetali (Sistema di fermentazione completo di 2 bioreattori, (Dipartimento Farmaco Biologico); Analizzatore di gas (combinato di O2 e CO) per fermentatore (Dipartimento Farmaco Biologico), Lettore di piastra per microbiologia e incubatore orbitale, (Dipartimento Farmaco Biologico); Macchina produttrice di ghiaccio granulare (Dipartimento Farmaco Biologico) 7. Attrezzature scientifiche per analisi fisiche di matrici vegetali (Dry box completa di accessori (DISACD-BIOAGROMED), Termocamera compreso software, (DISAAT), Cella climatica (DISAAT); Polariscopio con software (DISAAT) Centralina estensimetrica e sensori laser (DISAAT); Sonde termo idrometriche (DISAAT) Stufa per essiccazione e vibrosetacciatore (DISAAT) 8. Attrezzature informatiche per il monitoraggio dei processi di conversione energetica delle biomasse Portable electrochemical workstation controlled via pocket-pc (DISACD- BIOAGROMED), Scheda di acquisizione dati e software (DISAAT), Software per l’analisi agli elementi finiti (DISAAT), Software per l’analisi del ciclo di vita, (DISAAT), Apparecchiatura informatica (DISAAT) 9. Attrezzature per la produzione e controllo qualità del bioetanalo da biomasse (Bioreattore per fermentazione bio-masse in condizioni sterili, Sistema HPLC, Microscopio ottico a contrasto di fase per lieviti e batteri, Bagno termostatico ad acqua con agitazione orbitale, Spettrofotometro UV-Visibile a reticolo, Macinatore di bio- masse (Dipartimento Farmaco Chimico)
  31. 31. Elenco delle strumentazioni acquisite 10. Sistema di produzione di idrogeno da fotovoltaico (Sistema di produzione di idrogeno da fotovoltaico) (DISAAT) 11. Laboratorio per valutazione motoristica di biocarburanti (freno a correnti parassite a carcassa oscillante con cella di carico,sistema di controllo e automazione, sistema di rilievo del ciclo indicato, bilancia gravimetrica,sistema di misura del particolato, analizzatore di gas di scarico) (DIMEG) 12. Impianto pilota per il monitoraggio dei processi di conversione energetica delle biomasse in biogas (Impianto pilota per la produzione di biogas) (DISAAT)
  32. 32. Calendarizzazione delle procedure di acquisto esperite Lotto Avvio procedura Acquisizione strumentazione Chiusura pagamenti lotto1 25/09/2011 21/06/2012 09/07/2013 lotto 2 25/09/2011 Procedura bloccata in fase di valutazione dell'offerta per caratteristiche non rispondenti al capitolato lotto 2 ribandito 14/03/2012 05/07/2012 27/05/2013 lotto 3 27/02/2012 12/03/2013 11/07/2013 lotto 4 27/02/2012 12/03/2013 11/07/2013 lotto 5 26/03/2012 16/11/2012 29/05/2013 Lotto esperito parzialmente, per la difficoltà a trovare un offerente in grado di fornire tutte le strumentazioni. Acquisito il solo detector a indice di rifrazione e a fluorescenza per HPLC lotto 6 26/03/2012 12/03/2013 29/07/2013 lotto 7 17/10/2011 procedura deserta per mancanza di offerte lotto 8 procedura non avviata per impossibilità nel trovare offerenti lotto 9 15/03/2012 22/10/2012 23/04/2013 lotto 10 19/03/2012 11/03/2013 30/07/2013 lotto 11 29/04/2011 06/09/2012 02/02/2013 lotto 12 05/10/2011 01/08/2012 29/07/2013
  33. 33. Lotti 5, 7 e 8 Per le strumentazioni inerenti le strumentazioni di questi 3 lotti, rilevata l’impossibilità di poter esperire una procedura di cottimo fiduciario, si è avviata una trattativa privata per singola strumentazione, con richiesta di preventivi e acquisizione delle strumentazioni, cosi come da calendario seguente
  34. 34. Lotti 5, 7 e 8 STRUMENTAZIONE AZIENDE CONTATTATE DATA CONFERIMENTO ORDINE DATA COLLAUDO STRUMENTAZIONI CHIUSURA PAGAMENTI Interfaccia per LC-Ms con doppia ionizzazione contemporanea ESI ed APCI per spettrometro di massa Agilent a Singolo quadrupolo serie 6100, modello 6120. 4 16/05/2012 01/11/2012 29/07/2013 Autocampionatore per cromatografia a scambio ionico 3 16/05/2012 01/09/2012 20/09/2012 Miniaturized flow injection electrochemical system (FLO) 1 (dichiarazione esclusiva) 22/05/2012 01/09/2012 20/09/2012 Dry box completa di accessori (DRY) 3 16/05/2012 01/09/2012 29/11/2012 Termocamera compreso software 4 16/05/2012 01/07/2013 29/07/2013 Cella climatica 5 13/04/2012 20/07/2012 20/09/2012 Centralina estensimetrica e sensori laser 4 16/05/2012 05/10/2012 25/07/2013 Sonde termoigrometriche 1 (dichiarazione esclusiva) 22/05/2012 01/05/2013 12/06/2013 Stufa per essiccazione e vibrosetacciatore 6 13/04/2012 01/07/2012 01/08/2012 Portable electrochemical workstation controlled via pocket-pc 3 16/05/2012 01/11/2012 29/11/2012 Scheda acquisizione dati National Instrument e software LabView 1 (dichiarazione esclusiva) 16/05/2012 19/11/2012 17/09/2013 Software Galdabini 1 (dichiarazione esclusiva) 16/05/2012 01/09/2012 20/11/2012 Software Sima pro per analisi del ciclo di vita con database 1 (dichiarazione esclusiva) 24/05/2012 01/06/2012 01/08/2012 Apparecchiatura informatica 5 29/05/2012 26/9/2012 21/12/2012

×