Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Puglia digitale open lab salute - smau

773 views

Published on

Presentazione a SMAU 2013 del lavoro di clustering sul tema della salute per la coprogettazione di soluzioni innovative.

Published in: Health & Medicine
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Puglia digitale open lab salute - smau

  1. 1. PUGLIA DiGITALE 2020 Living LAB Salute verso SMART PUGLIA2020 SMAU Milano 24 Ottobre 2013 1
  2. 2. Premessa: SMART culture «Ci stiamo muovendo verso una storia della vita orientata dall’intelligenza e non più dall’evoluzione» Aldo Schiavone – Storia e destino - Einaudi 2
  3. 3. Europa 2020: 3 priorità di crescita 1. crescita intelligente: sviluppare un'economia basata sulla conoscenza e sull'innovazione 2. crescita sostenibile promuovere un'economia più efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva; 3. crescita inclusiva: promuovere un'economia con un alto tasso di occupazione che favorisca la coesione sociale e territoriale. 3
  4. 4. Europa 2020 interventi per la crescita Crescita intelligente INNOVAZIONE ISTRUZIONE SOCIETÀ DIGITALE 4
  5. 5. Condizionalità ex-ante dell’Obiettivo tematico “Migliorare l’accesso alle tecnologie dell’informazione” i) Crescita digitale: esistenza, all'interno della strategia di innovazione nazionale o regionale per la specializzazione intelligente, di un capitolo dedicato esplicitamente alla crescita digitale, per stimolare la domanda di servizi privati e pubblici accessibili, di buona qualità e interoperabili consentiti dalle TIC e aumentarne la diffusione tra cittadini, compresi i gruppi vulnerabili, imprese e pubbliche amministrazioni, anche con iniziative transfrontaliere; 5
  6. 6. Condizionalità ex-ante dell’Obiettivo tematico “Migliorare l’accesso alle tecnologie dell’informazione” ii) Infrastruttura di reti di accesso di nuova generazione (NGA): esistenza di piani nazionali per reti NGA che tengano conto delle azioni regionali al fine di raggiungere gli obiettivi dell'UE di accesso a Internet ad alta velocità, concentrandosi su aree in cui il mercato non fornisce un'infrastruttura aperta ad un costo accessibile e di qualità adeguata in conformità delle norme dell'Unione in materia di concorrenza e di aiuti di Stato, e forniscano servizi accessibili a gruppi vulnerabili 6
  7. 7. Le 7 Azioni dell’ Agenda Digitale Europea Promuovere un accesso ad Internet veloce e superveloce per tutti Realizzare il mercato digitale unico Migliorare l’alfabetizzazione, le competenze e l’inclusione nel mondo digitale Investire nella ricerca e nell’innovazione Consolidare la fiducia e la sicurezza on line Aumentare l’interoperabilità e gli standard Creare vantaggi per la società grazie a un utilizzo intelligente della tecnologia 7
  8. 8. PUGLIA DiGITALE 2020 La Smart Spacialization Strategy (S3) e L’ Agenda Digitale Regionale Piattaforma S3 di Siviglia: Indice di lavoro 8
  9. 9. PUGLIA DiGITALE 2020 Analisi del contesto regionale: Le traiettorie tecnologiche 9
  10. 10. PUGLIA DiGITAL E 2020 Analisi del contesto regionale: Distretti e Aggregazioni 10
  11. 11. Agenda Digitale: PUGLIA DiGITALE 2020 Obiettivi di sviluppo e tecnologie Salute, Inclusione sociale, Invecchiamento Attivo Obiettivi di evoluzione Interactome network and human desease – Cell Review 2011 – M.Vidal, Cusick, A.L.Barabasi •Attuazione ed Evoluzione del Piano della Sanità Elettronica regionale. Assistenza territoriale domiciliare, protesica e residenziale. Sistemi per programmi di medicina personalizzata e telemedicina. Registri regionali (tumori, mortalità, malattie infettive). Anagrafe unica regionale delle strutture sanitarie pubbliche private (integrazione di classificazione Progetto Mattoni NSIS). Gestione prestazioni di assistenza farmaceutica ospedaliera e di farmaci in somministrazione diretta nelle strutture sanitarie regionali. Sistemi di business intelligence per prevenzione/riduzione di patologie ad alto impatto sociale (es: diabete, ipertensione, obesità, insufficienza renale cronica). Incrementare il numero di ASL e ospedali che offrono accesso a report diagnostici in formato digitale. Traiettorie Tecnologiche •Tecnologie di monitoraggio e assistenza remota. Ambiente Assisted Living technologies. Tecnologie di screening e monitoraggio parametri (wearable sensor/devices). Biorobotica per la riabilitazione. Board Application. Eye tracking, Interfacce multimodali, Microgenerazione di energia per sensori; ERP; Nuovi sistemi modulari per gestire le informazioni mediche dei pazienti e monitoraggio dei parametri vitali. Sensoristica per la prevenzione delle cadute e la prevenzione 11 generica di eventi di pericolo; Virtual coaching.
  12. 12. livinglabs.regione.puglia.it
  13. 13. I Living Labs Se una pubblica amministrazione ha un problema … …..descrivere la propria criticità e consentire che altri lavorino alla ricerca di una possibile via d’uscita • “Living Labs” è un nuovo approccio nelle attività di ricerca e innovazione che consente agli utilizzatori di partecipare allo sviluppo e alla sperimentazione di soluzioni innovative destinate agli abitanti di uno specifico territorio. • Attraverso lo scambio di idee e di conoscenze e l’aggregazione fra ricercatori, imprese e gruppi organizzati di cittadini, si definiscono le specifiche di nuovi prodotti e servizi, si realizzano e valutano i primi prototipi e si sperimentano soluzioni tecnologiche innovative. • Occasione di sviluppo economico, sociale e culturale, in tutta Europa sono circa 230 i Living Lab che stimolano l'innovazione, trasferendo la ricerca dai laboratori verso la vita reale, dove i cittadini e gli utenti diventano essi stessi “co-sviluppatori”. 13
  14. 14. Apulian ICT Living Labs I protagonisti Laboratori di Ricerca afferenti a Università, Enti Pubblici di ricerca, ENEA, Reti di Laboratori promossi nell'ambito dell’Accordo di Programma Quadro per la Ricerca (Delibera CIPE 35/2005), Distretti Tecnologici riconosciuti dal MIUR e dalla Regione Puglia, Centri di Competenza riconosciuti dal MIUR, Centri di ricerca privati iscritti all’albo del MIUR. Utenti: Associazioni ed enti Enti Pubblici (Comuni, Province, ASL, Istituti di formazione, ecc.) Sistema socioeconomico regionale, rappresentato da soggetti attivi in uno o più domini di riferimento dell’iniziativa come Associazioni datoriali e di categoria, Associazioni e organismi rappresentativi di bisogni collettivi, distretti produttivi, sindacati. Piccola e Media Impresa del settore ICT PMI che operino nel settore delle Tecnologie della Comunicazione e dell’Informazione (ICT) (sviluppo, produzione e/o integrazione di software, hardware, micro e nano sistemi, sensoristica, dispositivi meccanici elettrici ed elettronici, sistemi di trasmissione, ricezione ed elaborazione di informazioni, ecc.).
  15. 15. Apulian ICT Living Labs Le aree tematiche Ambiente, Sicurezza e Tutela Territoriale Inclusione Sociale e Invecchiamento attivo e in salute Beni Culturali e Turismo Istruzione ed Educazione Energia Industria Creativa Governo elettronico per la PA Trasporti e Mobilità
  16. 16. Apulian ICT Living Labs Le risposte al 20 Settembre 2013 Esigenze Fabbisogni Sfide Utenti finali 400 Fabbisogni in 22 sottoclassi 192 Partner 123 Utenti 69 Laboratori Archivio fabbisogni Catalogo partner Laboratori di ricerca PMI settore TIC 34 Progetti LL Finanziati Progetti Living Labs
  17. 17. Apulian ICT Living Labs Open Community http://livinglabs.regione.puglia.it 17
  18. 18. Living Lab SALUTE livinglabs.regione.puglia.it
  19. 19. Apulian ICT Living Labs Inclusione Sociale e Invecchiamento attivo e in salute  74 Fabbisogni  4 classi tecnologiche  Tecnologie per l’assistenza remota ed il monitoraggio di soggetti svantaggiati  Sistemi tecnologici avanzati a supporto chirurgico delle tecniche chirurgiche  Piattaforme informative e applicazioni per la condivisone dei fabbisogni sociali e sanitari  Applicazioni ICT per l’inclusione sociale
  20. 20. SINTESI DEI PROGETTI LIVING LABS AMMESSI A FINANZIAMENTO PER IL DOMINIO INCLUSIONE SOCIALE E INVECCHIAMENTO ATTIVO E IN SALUTE-SALUTE Progetti ammessi a finanziamento 7 di cui 5 in ambito SALUTE Importo totale valore dei progetti € 3.888.168,46 Importo totale ammesso a finanziamento € 2.089.965,24 1 LAPIS SISTEMA MINI-INVASIVO DI NAVIGAZIONE INTRAOPERATORIA PER CHIRURGIA ADDOMINALE Capofila aggregazione: MASMEC spa . Partner: Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo (BR) ; Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza - IRCCS San Giovanni Rotondo (FG). Studio, realizzazione e sperimentazione di un sistema di navigazione spaziale per applicazioni di chirurgia addominale che permetta di assistere gli interventi in laparoscopia ottica fornendo al chirurgo la visualizzazione 3D del distretto di intervento e le traiettorie degli strumenti operatori in tempo reale utilizzando tecniche di elaborazione delle immagini, realtà virtuale, tracking spaziale e sensoristica avanzata. Valore del progetto € 375.847,00 Contributo € 131.546,45
  21. 21. SINTESI DEI PROGETTI LIVING LABS AMMESSI A FINANZIAMENTO PER IL DOMINIO INCLUSIONE SOCIALE E INVECCHIAMENTO ATTIVO E IN SALUTE / SALUTE 2 PRO DOMO SUD Rete di Imprese Capofila aggregazione: Evolvo S.r.l. Partner: Fondazione San Raffaele Cittadella della Carità (TA); Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo (BR) Erogazione di servizi assistenziali sociali e sanitari a pazienti cronici, a volte non autosufficienti, attraverso tecnologie domotiche, telemedicina, sistemi di misura e valutazione funzionale.. Gli elementi i principali del progetto sono: deospedalizzazione e maggiore dotazione di servizi residenziali, semiresidenziali e domiciliari attraverso l’uso delle tecnologie informatiche e telematiche; realizzazione e sperimentazione “in living” di alcune infrastrutture tecnologiche per fornire una risposta adeguata alle varie tipologie di pazienti/utenti. Valore del progetto € 846.426,62 Contributo € 423.213,31
  22. 22. SINTESI DEI PROGETTI LIVING LABS AMMESSI A FINANZIAMENTO PER IL DOMINIO INCLUSIONE SOCIALE E INVECCHIAMENTO ATTIVO E IN SALUTE / SALUTE 3 STESEGEO Capofila aggregazione: Computer Sharing Sud Partner: Agenzia per l'inclusione sociale del Patto Territoriale Nord Barese Ofantino s.r.l. (BAT) DHITECH scarl (LE) Realizzazione di un Webgis Sociale, fruibile da PC, Smartphone e Tablet, per la rilevazione e l’analisi dei bisogni di natura sociale e sociosanitaria presenti nel territorio. Il Sistema consentirà la geolocalizzazione dei bisogni e delle situazioni di disagio, evidenziando le aree con maggior criticità sul territorio, al fine di un miglior monitoraggio sociale. Verrà, inoltre, resa disponibile una Carta dei servizi on line georeferenziata su una mappa interattiva, per consentire al cittadino di reperire i servizi disponibili sul territorio, le strutture che li erogano e le procedure da seguire per l’ottenimento di tali servizi. Valore del progetto € 421.020,60 Contributo€ 701.701,00
  23. 23. SINTESI DEI PROGETTI LIVING LABS AMMESSI A FINANZIAMENTO PER IL DOMINIO INCLUSIONE SOCIALE E INVECCHIAMENTO ATTIVO E IN SALUTE / SALUTE 4 IHCS - Innovative Health Care System Capofila aggregazione: Iris Di De Rocco G. & C. Snc (RES AGIRIS) Partner: Consorzio CETMA (BR); Società Cooperativa Sociale "CONSORZIO EMMANUEL" O.n.l.u.s. (LE); MATRIX spa (BA); Software Engineering Research and Practices srl (Ba); Laboratorio di Informatica Industriale UNIVERSITÀ DI BARI; UNIVERSITA' DI BARI DIPARTIMENTO SBMNOS. Sistema di telemedicina per il monitoraggio e la riabilitazione domiciliare di soggetti deboli affetti da disturbi cognitivi o da patologie cronico degenerative e neurodegenerative rare. Il sistema sarà composto da una piattaforma di acquisizione ed elaborazione di segnali audiovideo che consentirà di erogare servizi innovativi: teleassistenza socio-terapeutica, attività riabilitative, diagnosi per valutare il decorso di patologie rare, tramite la rilevazione del movimento oculare e il test del finger tapping, e monitorare il dolore percepito. Le diagnosi effettuate a domicilio saranno trasmesse a un centro servizi specializzato in teleassistenza che avvierà la segnalazione repentina al verificarsi di stati di allarme e assicurerà l’archiviazione protetta delle informazioni attraverso una piattaforma cloud-based, in grado di garantire servizi di sicurezza avanzata, disaster recovery e la condivisione delle informazioni secondo vari livelli di accesso. Valore del progetto € 569.985,01 Contributo€ € 341.991,01
  24. 24. SINTESI DEI PROGETTI LIVING LABS AMMESSI A FINANZIAMENTO PER IL DOMINIO INCLUSIONE SOCIALE E INVECCHIAMENTO ATTIVO E IN SALUTE 5 CARE@HOME - Sistema informativo integrato per la gestione della continuità delle cure tramite assistenza domestica e organizzazione degli interventi sociosanitari in pazienti fragili Capofila aggregazione: eResult srl Partner: Ente Pubblico di Ricerca - Istituto Microelettronica e Microsistemi - Consiglio Nazionale delle Ricerche (LE); Consorzio CETMA (BR); MATRIX spa (BA); COMUNE DI ZOLLINO (LE); Neurofisiologia del dolore UNIVERSITA' DI BARI; Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza - IRCCS San Giovanni Rotondo (FG). Sistema integrato di assistenza remota e di monitoraggio rivolto ai pazienti fragili o non autosufficienti, per rilevare eventi critici quali caduta o perdita di equilibrio, essere di aiuto nell’espletare le attività quotidiane, favorire la comunicazione con familiari e operatori sanitari, operare un coordinamento delle diverse attività di terapia o riabilitazione. Il sistema è in grado di effettuare una registrazione periodica, presso il domicilio dell’assistito, di tutti quei parametri utili a monitorare nel tempo le condizioni di salute, in un’ottica multidimensionale, utilizzando un dispositivo mobile. Il sistema permetterà di rappresentare i dati di sintesi e quelli di dettaglio dei singoli pazienti, evidenziandone le variazioni significative, e segnalando, attraverso algoritmi opportuni, la necessità di un intervento. Consentirà inoltre di registrare le prestazione dei diversi operatori in una cartella clinica sociosanitaria, consultabile da ciascun operatore per quanto attiene alla sua competenza consentendo una comunicazione multilivello. Valore del progetto € 746.043,50 Contributo € 447.626,10
  25. 25. Living Lab SALUTE “Super-centenarian Societies” https://ec.europa.eu/digital-agenda/futurium/en/content/super-centenarian-societies Nel 2050 le persone vivranno più a lungo e più in salute di prima . L’ attuale popolazione mondiale di 7 Miliardi di individui aumenterà di oltre 1/3 passando a 10 Miliardi di persone. L’ aspettativa media di vita raggiungerà i 90 anni e la maggior parte della popolazione sarà ultracentenaria. La società sarà guidata principalmente dai fabbisogni degli ultracentenari. 25
  26. 26. Living Lab SALUTE GLI ELEMENTI CHIAVE DELLA TRASFORMAZIONE (I) 1.L’avvento dei nano-robots consentirà la diagnosi ed il trattamento di malattie a qualunque età inclusa la chirurgia prenatale. Consentiranno di leggere e scrivere all’interno della nostra biologia, rivelare e distruggere neoplasmi, distruggendo così il cancro per sempre. Similarmente I bio-computers saranno inoculati nel corpo umano per compiere operazioni complesse,ad esempio misurare e monitorare tessuti ed organi in tempo reale, in situ, nell’ordine del micro e nanometro. 2.Quasi tutti gli organi saranno rigenerati in vitro e impiantati con percentuali del 100% di successo o saranno riparati in situ. Il rimpiazzo di organi amputati consentirà a persone portatrici di disabilità di godere le esperienze sensoriali così come il resto della società. 3.Il progresso nella bio-medicina consentirà di sconfiggere l’ Alzheimer, Parkinson, e altre malattie degenerative. Ma nuove malattie sociali potranno emergere parzialmente causate da nuove forme di inquinamento (super-esposizione a sorgenti elettromagnetiche, contaminazioni con tecnoologie, etc…) che potrebbero avere un impatto opposto alle aspettative di vita. 26
  27. 27. Living Lab SALUTE GLI ELEMENTI CHIAVE DELLA TRASFORMAZIONE (II) 4.Il complesso meccanismo della vita e i più profondi processi biologici che regolano le funzioni o disfunzioni biologiche saranno pienamente compresi 5.La disponibilità di sempre più accurati modelli computazionali dell’anatomia e fisiologia umana consentiranno la diagnosi e la prevenzione di malattie a livello genetico, o di trattarle prima che evolvano nelle attuali forme patologiche.Tali modelli virtuali consentiranno anche test preliminari prima dell’effettivo trattamento consentendo di ragggiungere una precisione del 100% e assenza di effetti collaterali. 6.L’aumentata capacità di ottenere dati biologici e ambientali grazie alla diffusione di reti nano-sensoriali, l’internet delle cose, così come alla diffusa disponibilità di capacità di calcolo ad elevata prestazione computazionale consentirà di immagazzinare dati ed effettuare simulazioni. 27
  28. 28. Living Lab SALUTE GLI ELEMENTI CHIAVE DELLA TRASFORMAZIONE (III) 7.Diagnosi e trattamenti personalizzati, inclusi consigli nutrizionali e di stili di vita, strutturati su misura sugli specifici fabbisogni dei singoli individui 8.Produzione illimitata di cellule staminali:ciascun individuo avrà a disposizione una disponibilità illimitata utilizzabile per molti usi potenziali, dal recupero di disfunzioni al miglioramento della capacità fisiche. Le cellule staminali saranno usate in vitro per costruire nuovi organi o riparare quelli malfunzionanti. 9.Una migliore condizione lavorativa e un migliore stile di vita delle persone inclusi un miglior equilibrio tra vita professionale e privata consentirà di ottenere un significativo decremento delle malattie sociali e dei disturbi psicosomatici 28
  29. 29. PUGLIA DiGITALE 2020 Modello di governance: Open Innovation Open Innovation per: •Realizzare infrastrutture performanti e assicurare una gestione efficiente e sostenibile delle risorse •Aumentare la partecipazione al mercato del lavoro, promuovere l'inclusione sociale e il miglioramento della qualità del capitale umano •Sviluppare un ambiente favorevole all'innovazione delle imprese •Sostenere la qualità, l'efficacia e l'efficienza della pubblica amministrazione 29
  30. 30. PUGLIA DiGITALE 2020 Il Modello di Governance Modello di governance “demand oriented” (intesa più come raccolta e analisi di fabbisogni, che come domanda di mercato) 30
  31. 31. PUGLIA DiGITALE 2020 I IL Modello di Governance che attraverso l’infrastruttura digitale consenta di: rendere sistemiche le relazioni stakeholder-user e favorisca la costruzione di comunità intelligenti, inclusive ed aperte a nuove applicazioni tecnologiche. 31
  32. 32. PUGLIA DiGITALE 2020 Smart Puglia : Vision e Modello 32
  33. 33. Smart Puglia : Vision e Modello PUGLIA DiGITALE 2020 • • • Nella rappresentazione orizzontale il modello evidenzia il ruolo trasversale al processo di evoluzione verticale delle Tecnologie (ICT e più in generale le KET) a favore delle Reti della conoscenza (Distretti, Aggregazioni PPP, etc.). Tecnologie e Reti sono correlati attraverso le condizioni di adottabilità/adattabilità (Security, Trust, Access, etc.) che consentono agli Attori delle reti di sviluppare e realizzare applicazioni di business e di mercato a loro più favorevoli. Il modello offre l’opportunità di incidere sui processi garantendo/migliorando le condizioni di contesto, in cui le diverse comunità di utenti e imprese possano svilupparsi autonomamente, con azioni mirate sui fattori orizzontali di accesso, efficienza, sicurezza, fiducia, trasparenza e valutazione. Il dominio applicativo dell’AAL (Ambient Assisted Living) rappresenta un esempio di evoluzione di filiera (verticale) e di positiva incidenza delle condizioni di adottabilità/adattabilità tecnologica (orizzontale) all’interno del modello. Da un lato infatti il tessuto socio economico e lo scenario regionale favoriscono l’evoluzione di un settore come quello della salute verso ambiti di diversificazione/specializzazione dell’e-health come quello dell’assistenza del singolo negli ambienti domestici (AAL). Dall’altro, iniziative regionali di disseminazione di tecnologie disponibili per la social innovation e la qualità della vita in Puglia, promozione di Partenership Pubblico Private (PPP) che rappresentano le capacità tecnologiche e produttive pela la social innovation, politiche di sperimentazione di strumenti di Pre-Commercial Public Procurement consentono a soggetti operanti nel settore di sfruttare tali condizioni cogliendo opportunità tecnologiche e specializzando la loro offerta adottando/adattando tecnologie ICT/KET (sistemi di comunicazione intelligenti, sensoristica a basso consumo, Interfacce multimodali, microgenerazione di energia per sensori, Biorobotica, etc.) 21 22 23 24 33
  34. 34. Living Lab SALUTE 34

×