<ul><li>Cos’è che permette al progettista di liberare la propria fantasia? </li></ul>
<ul><li>Dall’industriale al post-industriale </li></ul>Dal  disegno manuale al Cad Hyperarchitecture Da natura progettuale...
Dall’oggetto di design che non serve più per servire
… all’architettura che non serve più per abitare
 
<ul><li>A cosa serve allora??? </li></ul>
<ul><li>creativa tensione dialogica, tra produttori e consumatori, architettura e utenza </li></ul>
<ul><li>Per gli architetti sono legate alla geometria descrittiva </li></ul>
alle di Autocad Dagli di Appaduraj
[…]  l’eterotopia ha come regola quella di giustapporre in un luogo reale più spazi che normalmente sarebbero, dovrebbero ...
“ L’arte della post-produzione sembra rispondere al caos proliferante della cultura globale nell’età dell’informazione che...
Il museo Guggheneim di Bilbao, non è da considerarsi progetto finito ma, opera in continuo divenire, generatore di esperie...
Strumento del computer è la proiezione, suo fine è la mutazione, il suo prodotto è la simulazione.   (Pugliesi, 1998)
Le torri dei venti_ Toyo Ito L’architettura digitale è fatta più di nervi che di corpo
<ul><li>Cosa fare dell’inventato? </li></ul>
Architettura  come Esperienza
Dives in Misericordia_Tor Tre Teste Arch. Richard Meier   durata lavori 1996- 2003 vela maggiore 26 metri  elementi autopo...
Esistono limiti/confini in una periferia?
 
Se l’architettura è risultato della progettazione che mette in relazione i soggetti con la materia, con gli artefatti quot...
Grazie a tutti per la cortese attenzione    [email_address]
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Dalle Shapes Di Autocad Agli Scapes Di Appadurai

966 views

Published on

Presentazione Architettura_Design seminario Quarticciolo

Published in: Technology, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
966
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
18
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Dalle Shapes Di Autocad Agli Scapes Di Appadurai

  1. 2. <ul><li>Cos’è che permette al progettista di liberare la propria fantasia? </li></ul>
  2. 3. <ul><li>Dall’industriale al post-industriale </li></ul>Dal disegno manuale al Cad Hyperarchitecture Da natura progettuale a processuale
  3. 4. Dall’oggetto di design che non serve più per servire
  4. 5. … all’architettura che non serve più per abitare
  5. 7. <ul><li>A cosa serve allora??? </li></ul>
  6. 8. <ul><li>creativa tensione dialogica, tra produttori e consumatori, architettura e utenza </li></ul>
  7. 9. <ul><li>Per gli architetti sono legate alla geometria descrittiva </li></ul>
  8. 10. alle di Autocad Dagli di Appaduraj
  9. 11. […] l’eterotopia ha come regola quella di giustapporre in un luogo reale più spazi che normalmente sarebbero, dovrebbero essere incompatibili. (Foucault, 2004)
  10. 12. “ L’arte della post-produzione sembra rispondere al caos proliferante della cultura globale nell’età dell’informazione che è caratterizzata dall’incremento di forme ignorate e disprezzate fino ad ora e della loro annessione al mondo dell’arte […] Non si tratta più di elaborare una forma sulla base di un materiale grezzo, ma di lavorare con oggetti che sono già in circolazione sul mercato culturale, vale a dire , oggetti già informati da altri oggetti”. (Bourriad, 2004)
  11. 13. Il museo Guggheneim di Bilbao, non è da considerarsi progetto finito ma, opera in continuo divenire, generatore di esperienze. Le shapes come maglia strutturale di cornici narrative di nuovi possibili scapes in un movimento senza fine.
  12. 14. Strumento del computer è la proiezione, suo fine è la mutazione, il suo prodotto è la simulazione. (Pugliesi, 1998)
  13. 15. Le torri dei venti_ Toyo Ito L’architettura digitale è fatta più di nervi che di corpo
  14. 16. <ul><li>Cosa fare dell’inventato? </li></ul>
  15. 17. Architettura come Esperienza
  16. 18. Dives in Misericordia_Tor Tre Teste Arch. Richard Meier durata lavori 1996- 2003 vela maggiore 26 metri elementi autoportanti, formate da 256 conci prefabbricati assemblati alla perfezione ciascuno degli elementi pesa 12 tonnellate.
  17. 19. Esistono limiti/confini in una periferia?
  18. 21. Se l’architettura è risultato della progettazione che mette in relazione i soggetti con la materia, con gli artefatti quotidiani, per dare la possibilità di autorappresentarsi e rappresentare il quotidiano attraverso nuovi scenari, che traiettorie descrive (se ne descrive) nel paesaggio culturale? Via Francesco Tovaglieri Orari: Dalle 7.30 /12:30. Dalle 15:30 / 19.30 Per visite: 06.2315833
  19. 22. Grazie a tutti per la cortese attenzione  [email_address]

×