Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Malattie sessualmente trasmissibili

40,372 views

Published on

Relazione sulle malattie sessualmente trasmissibili

Published in: Health & Medicine
  • I Cured My Yeast Infection. Top ranked Candida plan for download Unique holistic System. ★★★ http://ishbv.com/index7/pdf
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here

Malattie sessualmente trasmissibili

  1. 1. MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI Dott. Antonio Canino U.O. Ostetricia e Ginecologia Azienda Ospedaliera Niguarda Cà Granda www.antoniocanino.it
  2. 2. MST • Malattie acquisite tramite contatto sessuale con partner infetto • Contatto diretto tra liquidi organici e mucose (sperma, secrezione vaginale) • Sedi di infezione correlate ad abitudini sessuali
  3. 3. MST • Al terzo posto tra le malattie infettive piu’ diffuse nel mondo dopo la Tubercolosi e la Malaria • Definite da sempre «veneree»
  4. 4. INCIDENZA MST • 340 MILIONI CASI ANNO NEL MONDO • 110 MILIONI HANNO MENO DI 25 ANNI • TRICHOMONAS (120), CLAMIDIA (92), GONORREA (62), SIFILIDE (12) • HIV CIRCA 35 MILIONI • INCIDENZA IN AUMENTO COSTANTE (mobilità, promiscuità, migrazioni)
  5. 5. INCIDENZA MST MST • FACILITANO INFEZIONE DA HIV • DIFFUSE IN TUTTO IL MONDO • DIFFUSE IN TUTTI GLI STRATI SOCIALI • EST EUROPEO PRESENTA 10 VOLTE INCIDENZA RISPETTO EUROPA OCCIDENTALE
  6. 6. Organizzazione Mondiale della Sanità Europa orientale e Asia centrale 22 milioni Nord America 14 milioni Europa occidentale 17 milioni Nord Africa e Mediooriente 10 milioni America latina e Caraibi 38 milioni Africa Subsahariana 69 milioni Asia dell’Est e Pacifico 18 milioni Asia del Sud e del Sud-Est 151 milioni Australasia 1 milione
  7. 7. Trichomonas 11.000.000 Chlamydia 5.000.000 Gonorrea 1.000.000 Sifilide 140.000
  8. 8. Maggiore mobilità della popolazione mondiale (lavoro, turismo, flussi migratori) Gradiente EstOvest Gradiente SudNord
  9. 9. Trend dell’infezione da Chlamydia e dei condilomi in Gran Bretagna (1990-1999) 80000 70000 60000 50000 40000 30000 20000 10000 0 1990 1991 1992 1993 1994 Chlamydia 1995 1996 1997 Condilomi 1998 1999
  10. 10. Trend dell’ infezione gonococcica e da HSV in Gran Bretagna (1990-1999) 16000 11000 6000 1000 1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 Gonorrea HSV 1998 1999
  11. 11. FATTORI DI RISCHIO • • • • Coitarca precoce Aumento rapporti sessuali non protetti Frequenza e numero di partner sessuali Numero di partner pregressi del compagno • Monogamia «seriale»
  12. 12. FATTORI DI RISCHIO • • • • Uso di alcool, fumo, droghe Prostituzione Contraccezione non protettiva Mobilità aumentata (lavoro, turismo, migrazioni)
  13. 13. FATTORI DI PROTEZIONE • Conoscenza di sé e del partner • Evitare rapporti occasionali con partner non conosciuti • No prostituzione • Attenzione al proprio stato di salute
  14. 14. FATTORI DI PROTEZIONE • No vergogna a parlare con medico • No automedicazione • Utilizzo profilattico nei rapporti a rischio • Monogamia con partner sicuro
  15. 15. SEDI DI INFEZIONE • Maschi eterosessuali (uretra, faringe) • Femmine eterosessuali (faringe,vagina,cervice, regione ano-rettale) • Maschi omosessuali (faringe,uretra,regione anorettale) • Femmine omossessuali (faringe)
  16. 16. SINTOMI PIU’ FREQUENTI • SECREZIONE URETRALE • DISURIA (pollachiuria, nicturia,stranguria) • LESIONI GENITALI (vescicole, papule, ulcere, eruzioni cutanee)
  17. 17. Solo una parte dei casi di MST viene riconosciuta CASI DIAGNOSTICATI CASI NON DIAGNOSTICATI Asintomatici Oligosintomatici Diagnosi errate Autoterapia
  18. 18. AGENTI CAUSALI • • • • • BATTERI VIRUS PROTOZOI FUNGHI PARASSITI
  19. 19. MST BATTERICHE • • • • • • • Sifilide Gonorrea Chlamydia Trachomatis Micoplasmi genitali Ulcera venerea Linfogranuloma venereo Vaginosi Batterica
  20. 20. MST VIRALI • • • • • Papilloma virus (HPV) Herpes simplex virus (HSV 1 e 2) Mollusco contagioso HIV Epatite A, B e C
  21. 21. MST PROTOZOARIE, MICOTICHE E PARASSITARIE • • • • TRICHOMONAS CANDIDA PEDICULOSI SCABBIA
  22. 22. SIFILIDE • Importata dai marinai di Colombo • “Mal Francese”... “Mal Napoletano” • Malattia grave, a decorso cronico, con manifestazioni intermittenti • Diffusione sporadico-epidemica
  23. 23. SIFILIDEE • • • • Causata da Treponema Pallidum Contagio diretto in sede genitale Incubazione di circa tre settimane Decorso extragenitale in seguito (cute, cardiovascolare, sistema nervoso)
  24. 24. SIFILIDE E STADI • • • • • • PRIMARIA (sifiloma, adenopatia) SECONDARIA (sifiloderma) TERZIARIA (noduli, gomme, aortite, demenza) LATENTE (sierologia positiva) ACEFALA (antibiotici) CONGENITA (trasmissione materno-fetale)
  25. 25. SIFILIDE – Diagnosi e terapia e Terapia • • • • Sierologia (Vdrl – Tpha – FTA-Abs) Microscopia in campo oscuro Penicellina benzatina Tetraciclina
  26. 26. GONORREA
  27. 27. GONORREA • Causata da Gonococco (diplococco gram-, intracellulare, aerobio) • Incubazione da 1 a 4 giorni • Può essere asintomatica (70% nella donna) • Nell’uomo interessa uretra, prostata, epididimo, canale anale e faringe
  28. 28. GONORREA • Nella donna interessa uretra, vagina, cervice, ghiandole Bartolino, salpingi, pelvi (PID), canale anale e faringe • In casi rari interessa articolazioni, endocardio, congiuntiva, cute, meningi • Non genera immunità
  29. 29. GONORREA – Diagnosi e terapia • • • • • Microscopia a fresco e dopo colorazione Terreni di coltura Penicellina Cefalosporine Ciprofloxacina
  30. 30. CHLAMYDIA TRACHOMATIS
  31. 31. CHLAMYDIA TRACHOMATIS • Causata da Chlamydia, battere a parassitismo intracellulare obbligato • Alcuni sierotipi causano Tracoma e Linfogranuloma venereo • MST a maggior prevalenza nei paesi occidentali • Incubazione da 1 a 3 settimane
  32. 32. CHLAMYDIA TRACHOMATIS • Paucisintomatica • Associata con frequenza a gonorrea • Nel maschio interessa uretra, epididimo, prostata, canale anale, faringe e congiuntiva • Nella donna interessa uretra, cervice, salpingi, pelvi (PID), congiuntiva, faringe
  33. 33. CHLAMYDIA TRACHOMATIS Diagnosi e terapia • • • • Coltura Metodi immunochimici Amplificazione genica (DNA) Macrolidi
  34. 34. TRICHOMONAS
  35. 35. TRICHOMONAS • • • • • Protozoo Flagellato (5 flagelli) Diffuso, a trasmissione quasi esclusiva sessuale Maggiormente infetta la donna con > PH vaginale Asintomatico o paucisintomatico Causa prurito, disuria, secrezioni giallo-verdastre, schiumose
  36. 36. TRICHOMONAS • Diagnosi mediante microscopia a fresco o con colorazioni • Terapia con metronidazolo • Terapia per entrambi i partner • Facilitata trasmissione HIV
  37. 37. PAPILLOMA VIRUS (HPV) • • • • • DNA virus (120 sottotipi!) Alto rischio (16,18,31,35) Rischio intermedio (30,31,33,35) Basso rischio (6,11) 80% della popolazione sessualmente attiva entra in contatto con virus • 1% sviluppa manifestazioni cliniche
  38. 38. PAPILLOMA VIRUS (HPV) • Si manifesta come infezione latente e subclinica, verrucche cutanee, condilomi floridi, condilomi piani, displasie cervicali, carcinoma cervicale • Infezione favorita da fumo, diabete, malattie con immunocompromissione, stress, depressione
  39. 39. PAPILLOMA VIRUS HPV - Sede di infezione • Nel maschio interessato glande, meato uretrale, prepuzio, asta peniena, inguine, ano e periano • Nella donna interessate piccole e grandi labbra, vagina, cervice, vulva, ano periano • Raro interessamento bocca e faringe • Temibili papillomatosi respiratoria recidivante del bambino
  40. 40. HPV - Diagnosi • • • • • Clinica Acido acetico al 3% o 5% Colposcopia Pap test Hpv - Test
  41. 41. HPV - Terapia • • • • • • • • Attesa Interferone Podofilotossina Creme immunomodulanti Crioterapia Diatermocoagulazione Laser Co2 Escissione chirurgica
  42. 42. HERPES VIRUS • DNA Virus (Varicella Zoster, Citomegalovirus, Epstain-Barr) • 80% (tipo 1) – 20% (tipo 2) • Causa infezioni genitali, orofaringee, infezioni neonatali, encefalite erpetica • Infezione primaria e quindi ricorrenti
  43. 43. HERPES VIRUS Sintomi e segni • • • • • • Arrossamento cutaneo-mucoso Prurito e bruciore Vescicole a grappolo Ulcere ed erosioni Linfoadenite satellite Febbre
  44. 44. HERPES VIRUS Fattori predisponenti • • • • • • Febbre Stress emotivi Mestruazioni Esposizione solare Cortisone, chemioterapia
  45. 45. HERPES VIRUS Diagnosi e terapia • • • • • • • Clinica Pap test Sierologia Terreni di coltura Ricerca DNA virale, Immunoperossidasi Antivirali locali e sistemici Attesa
  46. 46. EPATITI • EPATITE A • EPATITE B • EPATITE C
  47. 47. EPATITI Modalità di trasmissione • • • • • • • Contagio sessuale (vaginale, anale, orale) Scambio siringhe, droga Tatuaggi Esposizione lavorativa Trasfusioni Iatrogena Parto (neonato)
  48. 48. EPATITI Sintomi e Diagnosi • • • • • • • • Astenia marcata Nausea e vomito Febbre, brivido Urina scura Feci chiare Ittero Dolore fianco destro Sierologia
  49. 49. Possibili soluzioni…..
  50. 50. Senza esagerare!!!!!
  51. 51. HIV Grazie per l’attenzione!!!!

×