Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Le componenti ambientali di bullismo e cyberbullismo

145 views

Published on

Bullismo e cyberbullismo: due aspetti dello stesso disagio adolescenziale. La realtà e il web: due ambienti in cui i giovani possono vivere in modo sereno o tormentato le loro esperienze di vita e di socialità, in una fase della vita in cui il bisogno di integrazione è essenziale.
Un’analisi sociobiologica che proponga la scomposizione e lo studio dei diversi fattori ambientali che caratterizzano gli attuali stili di vita, può essere utile per ben indirizzare le azioni educative e ipotizzare soluzioni nei casi problematici.
Una riflessione sugli elementi comportamentali e sociali: dai rapporti diretti e reali con famiglia, scuola e territorio, a quelli indiretti e virtuali con media e web.

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Le componenti ambientali di bullismo e cyberbullismo

  1. 1. Le componenti ambientali di bullismo e cyberbullismo
  2. 2. Oristano, 23 settembre 2016 Anna Lacci Final PNSD 2016 Le componenti ambientali di bullismo e cyberbullismo selezionato dall’ambiente adatta l’ambiente alle sue esigenze Il cammino dell’animale tecnologico
  3. 3. Oristano, 23 settembre 2016 Anna Lacci Final PNSD 2016 Le componenti ambientali di bullismo e cyberbullismo SOCIALE •  Vive in comunità gerarchiche •  Si inserisce nei contesti sociali con modalità precise Cosa resta del cammino evolutivo? CULTURALE •  Apprende dall’ambiente/territorio •  Acquisisce cognizioni e abilità durante stadi ben definiti della vita Homo sapiens sapiens è:
  4. 4. Oristano, 23 settembre 2016 Anna Lacci Final PNSD 2016 Le componenti ambientali di bullismo e cyberbullismo Bullismo (e cyberbullismo) In un quadro di determinismo biologico, fondamentale per una visione sociobiologica del fenomeno del bullismo (e del cyberbullismo), secondo la Teoria Dinamica dell’Aggressività di Konrad Lorenz, il fenomeno, riferito soprattutto agli adolescenti, può essere definito come aggressività aperta per la costruzione di reti di predominanza reale (virtuale).
  5. 5. Oristano, 23 settembre 2016 Anna Lacci Final PNSD 2016 Le componenti ambientali di bullismo e cyberbullismo famiglia territorio tempo I fattori ambientali
  6. 6. Oristano, 23 settembre 2016 Anna Lacci Final PNSD 2016 Le componenti ambientali di bullismo e cyberbullismo I fattori ambientali: la famiglia genitori “amici” dei figli = organizzazione orizzontale della famiglia i NO servono per dare, insieme ai SÌ, l’orientamento valoriale; la mancanza dei no genera spaesamento e assenza di una corretta collocazione sociale i genitori trascorrono, in media, fuori dalle questioni quotidiane, solo un’ora al giorno con i figli attraverso il gioco passa la COMUNICAZIONE PROFONDA tra adulti e bambini tempo libero in attività programmate dagli adulti = il bambino SUBISCE regole stabilite da altri il GIOCO SPONTANEO permette di sperimentare se stessi ed entrare in relazione con i coetanei favorendo lo sviluppo affettivo, cognitivo, sociale diffidenza verso l’estraneo i bambini sviluppano paura del mondo e della vita E’ in famiglia che i bambini fanno i primi passi della loro vita, in famiglia faranno le prime esperienze nell’uso del computer e dei telefonini. Tutti i device devono essere in sicurezza.
  7. 7. Oristano, 23 settembre 2016 Anna Lacci Final PNSD 2016 Le componenti ambientali di bullismo e cyberbullismo prossimità corporea sperimentazione del dolore “su piccola scala” assenza di adulti sperimentazione della tenerezza quotidiana senso di responsabilità abilità collaborative capacità di socializzazione giusta collocazione sociale modello sociale “in scala” e regole autogestite sviluppo dei freni inibitori dell’aggressività capacità di modulare e ritualizzare l’aggressività maturazione del rispetto verso l’altro sviluppo della capacità di accudimento Il gioco spontaneo La tecnologia non è nemica del gioco spontaneo; anzi, fornisce ulteriori elementi di stimolo per l’espressione creativa, se gestita dai bambini in sicurezza e senza l’aiuto degli adulti.
  8. 8. Oristano, 23 settembre 2016 Anna Lacci Final PNSD 2016 Le componenti ambientali di bullismo e cyberbullismo I fattori ambientali: la scuola La scuola non solo deve alfabetizzare e aiutare le capacità di approccio e di espressione attraverso i linguaggi multimediali, ma deve soprattutto fornire chiare conoscenze della sintassi della comunicazione. acritica difesa dei figli e scarsa considerazione del ruolo dei docenti da parte genitori nega ai ragazzi la possibilità di avere importanti punti di riferimento per lo sviluppo e la maturazione della loro vita culturale, sociale e gerarchica strutture fatiscenti e carenza di adeguato personale ATA aumenta le occasioni di avere dentro la scuola zone franche in cui possono crearsi situazioni a rischio inadeguati investimenti nell’istruzione Inducono il convincimento dell’inutilità dell’istruzione strumentazione scientifica e multimediale carente scarse possibilità di aggiornamento dei docenti classi ipertrofiche
  9. 9. Oristano, 23 settembre 2016 Anna Lacci Final PNSD 2016 Le componenti ambientali di bullismo e cyberbullismo I fattori ambientali: la società Aumento delle possibilità di accesso alle reti telematiche. Promozione di una rivoluzione culturale per distinguere la forma dal contenuto per imparare ad usare la Rete senza “annegarci” dentro. gli adulti, per vigilare sulla loro integrità, sottopongono a controllo continuo i rapporti fra i bambini, evitando la prossimità dei corpi non consente la sperimentazione del dolore e della forza; ostacola: la genesi dei freni inibitori degli atti violenti; la modulazione dell’aggressività; il controllo della prossemica; lo sviluppo degli atteggiamenti rituali compensativi e del rispetto per la fisicità ed il pensiero dell’altro i media propongono modelli sociali e fisici irraggiungibili e promuovono la visibilità a tutti i costi costruzione di false personalità, in cui la vita reale ha meno valore di quella virtuale i social network facilitano l’accesso anche ai minori che non hanno adeguate capacità di gestione della privacy sovraesposizione della propria vita privata con conseguenti rischi
  10. 10. Oristano, 23 settembre 2016 Anna Lacci Final PNSD 2016 Le componenti ambientali di bullismo e cyberbullismo I fattori ambientali: il territorio Rappresentare il territorio fisico, culturale, sociale, storico per mezzo di linguaggi multimediali, dopo averlo sperimentato nella realtà, serve a migliorare l’introiezione di quanto il territorio ci insegna. scarsa frequentazione degli ambienti selvatici da parte dei bambini e degli adolescenti la negazione di un rapporto emotivo e sensoriale personale osteggia la piena maturazione della sensorialità e frena l’acquisizione del senso di appartenenza al proprio paesaggio culturale scarsa conoscenza del territorio limita la capacità di osservazione e di conoscenza profonda dell’ambiente e di se stessi utilizzo eccessivo dell’auto per gli spostamenti ostacola l’acquisizione delle abilità spaziali e compromette lo sviluppo del senso di orientamento e dell’indipendenza
  11. 11. Oristano, 23 settembre 2016 Anna Lacci Final PNSD 2016 Le componenti ambientali di bullismo e cyberbullismo I fattori ambientali: il tempo A scuola è molto importante imparare a usare il tempo. Riflessioni comuni sulle gerarchie delle “necessità temporali” e reperimento di momenti di “fantasticherie” servono a conoscersi fuori dalle gerarchie scolastiche, per migliorare i rapporti docenti-alunni e imparare a progettare insieme. incapacità di “storicizzare” le azioni compiute e la propria vita incapacità di “vedere” e progettare il futuro inconsapevolezza dei danni che nel tempo si possono causare agli altri come conseguenza di atti aggressivi realtà vissuta in modo sincronico e non diacronico impossibilità di sperimentazioni “a perdere” scarse occasioni di fantasticare e riflettere diminuzione delle capacità critiche ritmi incessanti
  12. 12. Oristano, 23 settembre 2016 Anna Lacci Final PNSD 2016 Le componenti ambientali di bullismo e cyberbullismo

×