L'estremismo delle differenze. Il caso Rosarno in due quotidiani italiani

934 views

Published on

Questo lavoro nasce dall’interesse per le attività portate avanti dall’Osservatorio Carta di Roma, che si occupa di monitorare la rappresentazione dell’informazione giornalistica italiana sul tema dell’immigrazione.
Il primo capitolo verte anzitutto sull’analisi del fenomeno migratorio, le dimensioni e le caratteristiche che assume in Italia, e sulla sua “rappresentazione mediata”. È questo l’aspetto sul quale si incentra il seguente lavoro, ovvero sull’analisi della narrazione mediale del fenomeno in questione e dei relativi processi di newsmaking che fanno riscontrare talvolta una difficoltà del giornalismo italiano nel raccontare l’immigrazione, ricadendo in una visione stereotipata e pregiudiziale del fenomeno.
I capitoli successivi sono dedicati all’approfondimento del caso Rosarno, in una prospettiva innovativa e approfondita, negli aspetti anche i più controversi, attraverso lo studio della cronaca sui vari mezzi di informazione italiani. Rosarno, paese della Calabria, diventa nota alle cronache da gennaio 2010 per quella che è stata definita come "la rivolta degli immigrati", e successivamente come città simbolo del "razzismo italiano" e di "sconfitta sociale", a seguito dell'espulsione degli africani dal territorio.
In particolare, il lavoro di ricerca viene sviluppato attraverso l'analisi della copertura mediatica del caso in questione su 13 testate (Avvenire, Corriere della Sera, Il Messaggero, Il Mattino, L’Unità, Repubblica, Quotidiano Nazionale, il manifesto, Libero, Il Giornale, La Stampa, Il Sole 24Ore, Il Tempo), in un periodo di tempo ben limitato (dall’8 gennaio, giorno dello scoppio delle rivolte, al 14 gennaio, giorno della soluzione politica).
Da queste testate sono state individuate – attraverso una scheda di rilevazione, secondo la metodologia dell’analisi del contenuto come inchiesta– alcune macroaree utili per l’analisi del caso, come i temi utilizzati (e l’eventuale processo di tematizzazione), i frame interpretativi scelti per inquadrare il fatto in una cornice semantica piuttosto che in un’altra e le relative parole chiave, ovvero i termini maggiormente presenti all’interno degli articoli per descrivere l’evento e i suoi attori.
Tra i quotidiani visionati, maggiore attenzione è stata dedicata nel terzo capitolo a Libero e il Manifesto, per mettere in luce le divergenze di rappresentazione dei fatti e i meccanismi attraverso cui, partendo da una differente linea editoriale, si può deviare l'ordine del discorso riguardo a temi delicati come quello dell'immigrazione e del razzismo.

Published in: News & Politics, Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
934
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

L'estremismo delle differenze. Il caso Rosarno in due quotidiani italiani

  1. 1. L’estremismo delle differenze Il caso Rosarno in due quotidiani italiani Relatore: Prof. Mario Morcellini Correlatore: Prof.ssa Giovanna Gianturco Candidata: Angela Iannone a.a. 2009/2010
  2. 2. L’informazione sull’immigrazione <ul><li>Gigantografia in nero : la rappresentazione del fenomeno migratorio è un fotogramma immobile, focalizzato sulla cronaca nera o giudiziaria. </li></ul><ul><li>I mezzi di informazione forniscono una visione problematica del fenomeno, appiattita su tre principali dimensioni: </li></ul><ul><li>criminalità , sicurezza , emergenza . </li></ul><ul><li>Il migrante è rappresentato come clandestino e protagonista di fatti criminali , evidenziando la nazionalità come dettaglio schiacciante della sua personalità. </li></ul>Pagina
  3. 3. La ricerca di sfondo: da “Il tempo delle rivolte”, Osservatorio Carta di Roma <ul><li>Periodo di riferimento : Gennaio – Aprile 2010 </li></ul><ul><li>Case history : Caso Rosarno (8 – 14 Gennaio 2010) </li></ul><ul><li>Analisi : prime pagine e pagine interne di 13 quotidiani nazionali </li></ul><ul><li>Riot : nuovo tema attraverso cui rappresentare l’immigrazione </li></ul><ul><li>4 cornici interpretative : - Allarme sociale </li></ul><ul><li>- Analisi dei motivi </li></ul><ul><li>- Individuazione delle colpe </li></ul><ul><li>- Forme di intervento </li></ul>Pagina
  4. 4. <ul><li>42 articoli Il Manifesto, 26 Libero, dall’ 8 al 14 gennaio 2010 </li></ul><ul><li>Analisi del contenuto come inchiesta e analisi lessico testuale </li></ul><ul><li>Confronto delle prime pagine e pagine interne </li></ul><ul><li>Individuazione di frame , temi e parole chiave </li></ul><ul><li>Obiettivo : confrontare due diversi modi di rappresentare una notizia </li></ul>Focus su Libero e Il Manifesto: la ricerca Pagina
  5. 5. Focus on Libero e Il Manifesto : temi e frame <ul><li>Libero </li></ul><ul><li>Temi : </li></ul><ul><li>- Immigrazione e sicurezza </li></ul><ul><li>- Politica e immigrazione </li></ul><ul><li>- Riot </li></ul><ul><li>Frame : </li></ul><ul><li>Individuazione delle colpe </li></ul><ul><li>- Intervento </li></ul><ul><li>Tematizzazione : </li></ul><ul><li>emergenza sicurezza </li></ul><ul><li>Il Manifesto </li></ul><ul><li>Temi : </li></ul><ul><li>Immigrazione e sfruttamento </li></ul><ul><li>Razzismo </li></ul><ul><li>Integrazione </li></ul><ul><li>Frame : </li></ul><ul><li>- Analisi delle cause </li></ul><ul><li>Tematizzazione : politiche discriminanti in materia di immigrazione </li></ul>25/02/11 Titolo Presentazione Pagina
  6. 6. Focus on Libero e Il Manifesto : cronologia della notizia Pagina Il fatto Linea editoriale Evoluzione Titolazione Conclusione Libero In prima pagina dal 9 gennaio e nelle pagine interne Le colpa è degli immigrati , alla tolleranza del Governo , all’incapacità delle istituzioni locali Dal 10 al 13 gennaio gli articoli si spostano nelle pagine interne (da p.8 a 11); la cronaca cede il posto al commento . Patemici e narrativi , si rivolgono al lettore per innescare sentimenti di paura e insicurezza sociale Il 13 gennaio il fatto si sposta nelle pagine interne,sul dibattito tra Italia ed Egitto . Il Manifesto Riportato l’8 gennaio in prima pagina, con un rimando alle pagine interne Approfondisce le cause della rivolta, conseguenza di: lavoro nero , caporalato , condizioni dei migranti , severità delle politiche in tema di immigrazione Numerosi approfondi- menti il 9 gennaio (da p.1 a 4); ulteriori aperture in prima pagina il 10 e 12 Iconici , meno ricchi di informazioni che tendono a spettacolarizzare la notizia. Si rivolgono ad un lettore che ha una previa conoscenza dei fatti Il 13 e 14 gennaio il fatto si sposta all’interno del giornale. Articoli sullo sciopero del prima marzo e il “ dopo Rosarno”
  7. 7. Rosarno: un anno dopo <ul><li>“ Caso Rosarno” relegato nel genere della cronaca in cui domina l’aspetto emergenziale </li></ul><ul><li>Narrazione : drammatica e ricca di particolari, ma povera di contestualizzazione </li></ul><ul><li>Rassegna stampa* 15 gennaio 2010- 14 dicembre 2010 : 90 articoli </li></ul><ul><li>Rosarno come evento ciclico : routine presentata nella cornice della novità </li></ul><ul><li>*rassegna.camera.it </li></ul>25/02/11 Titolo Presentazione Pagina
  8. 8. Un altro punto di vista <ul><li>“ Nel giornalista è venuta a mancare quella educazione, quella formazione che dovrebbe portarlo a pensare diversamente, ad evitare generalizzazioni, stereotipi o altro genere di fattori devianti. Oggi ci troviamo spesso di fronte a giornalisti con poca esperienza, quando invece il mestiere richiede persone più colte, più avanzate. Questa disinformazione del giornalista finisce quindi per supportare tali discriminazioni, che sono intollerabili e che migliorano molto poco la situazione degli immigrati e la loro rappresentazione nel nostro paese”. </li></ul><ul><li>(Vittorio Roidi) </li></ul>25/02/11 Titolo Presentazione Pagina

×