PROGETTI INNOVATIVI PER L’AVVIO E LA VALORIZZAZIONE DELLA RETE DEICENTRI PER LA CREATIVITA’ GIOVANILE
La ratio del bandoDocumento Strategico (Visioni Urbane)•La cultura e la creatività quali fattoriproduttivi e non consumi  ...
La ratio del bando• Progetti pluriennali.  – Per sviluppare la propria strategia di crescita e    percorrerne la curva di ...
La ratio del bandoSostenibilità economica:« Io ti aiuto a partire, faccio un investimento iniziale, tu haiqualche anno per...
La ratio del bando• Apertura internazionale e inserimento in reti  europee di cooperazione  – Matera 2019
La ratio del bando• Attenzione a:  – Sensibilizzazione e formazione del pubblico  – Comunicazione e distribuzione  – Valut...
finalità• promuovere l’avvio e la messa in rete dei Centri per la creatività  giovanile con progetti innovativi;• dare ori...
Fonti di finanziamento• Fondo Politiche Giovanili (Ministero delle  Politiche Giovanili)• Fondo Sociale Europeo
A chi è rivoltoAssociazioni culturali, fondazioni ed imprese,  operanti nei settori della creatività:  arti visive , arti ...
Chi e come partecipareSoggetti in partenariato:• 1 soggetto operante sul territorio della Basilicata –  capofila• 1 sogget...
SOGGETTO CAPOFILA• Associazioni culturali, fondazioni ed imprese,  indipendentemente dalla forma giuridica, regolarmente  ...
SOGGETTI PARTNER• PARTNER PRINCIPALE ED OBBLIGATORIO: PARTNER  EUROPEO Associazioni culturali, fondazioni, imprese e  reti...
Ruoli partenariato• Capofila: firma convenzione con Regione.  Responsabile del coordinamento del progetto.• Partner: esser...
COSA FINANZIAProgetti innovativi di carattere sperimentale da realizzare inuno o più centri per la creatività aperti in Ba...
LOCALIZZAZIONE• CECILIA – Centro per la Creatività di Tito (Potenza)• CASA CAVA – Centro per la creatività di Matera• Cent...
I CENTRI (1/2)• Spazi aperti utilizzati e attraversati da più creativi, in  grado di collaborare, competere, ispirarsi a v...
I CENTRI (2/2)• Per saperne di più, vedi sito  www.visioniurbanebasilicata.net• Contattare i gestori (vedi sito)
TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE      PROPOSTE PROGETTUALI• 1° SESSIONE: dal 29 ottobre al 31 dicembre 2012• 2° SESSIONE: da...
DURATA DELLE PROPOSTE           PROGETTUALI• Da 18 a 36 mesi dalla data di avvio delle  attività• Per la prima sessione l’...
BUDGET COMPLESSIVO DEL             BANDO• € 1.712.347,00 (in due sessioni temporali) così  ripartito:  – € 433.061,00 a va...
CONTRIBUTO PUBBLICO PREVISTO• Copre fino al 70 % delle spese di progetto• È possibile richiedere un contributo compreso tr...
REQUISITI DI AMMISSIBILITA’• Promuovere l’avvio e la messa in rete dei Centri per la  creatività giovanile con progetti in...
ATTIVITA’ FINANZIABILI• Co – progettazione, sviluppo e produzione (in  partenariato europeo, anche attraverso residenze);•...
CRITERI DI SELEZIONE DELLE PROPOSTE               PROGETTUALI1. Rispondenza alle finalità dell’avviso pubblico (0-10)2. Gr...
2. Grado di innovatività della proposta              progettuale        Innovatività dell’idea rispetto:         • allo st...
Grado di sostenibilità economica della         proposta progettuale• Capacità del progetto di contribuire allo sviluppo   ...
Partnership  coerenza della partnership e infungibilità delvalore aggiunto che i partner possono apportare     al progetto...
Fattibilità tecnico – economica del                    progetto• Realizzabilità dell’idea proposta e presenza di  fattori ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Visioni Urbane - Avviso pubblico progetti innovativi

695 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
695
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
240
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Visioni Urbane - Avviso pubblico progetti innovativi

  1. 1. PROGETTI INNOVATIVI PER L’AVVIO E LA VALORIZZAZIONE DELLA RETE DEICENTRI PER LA CREATIVITA’ GIOVANILE
  2. 2. La ratio del bandoDocumento Strategico (Visioni Urbane)•La cultura e la creatività quali fattoriproduttivi e non consumi – cioè fattori produttivi in grado portare valore economico aggiunto a altri settori fondamentali (turismo, inclusione sociale, marketing territoriale, comunicazione, prodotti digitali, innovazione dei prodotti del territorio ecc.)
  3. 3. La ratio del bando• Progetti pluriennali. – Per sviluppare la propria strategia di crescita e percorrerne la curva di apprendimento – i finanziamenti one-shot (anno per anno) non consentono programmazione, - non aiutano a trovare sponsor privati - spostano l’attenzione degli organizzatori sulla ricerca del finanziamento annuale anziché sul raggiungimento dei risultati.
  4. 4. La ratio del bandoSostenibilità economica:« Io ti aiuto a partire, faccio un investimento iniziale, tu haiqualche anno per coinvolgere sponsors, consolidare un tuopubblico e una tua riconoscibilità.”un’autonomia imprenditoriale sempre maggiore e afavorirne linserimento stabile in reti sovralocali.(Massa critica ed unicità attestata anche dalla risonanzanazionale o internazionale, attenzione alla distribuzione,valutazione effetti socio economici, lavoro in rete)
  5. 5. La ratio del bando• Apertura internazionale e inserimento in reti europee di cooperazione – Matera 2019
  6. 6. La ratio del bando• Attenzione a: – Sensibilizzazione e formazione del pubblico – Comunicazione e distribuzione – Valutazione – Ecc.
  7. 7. finalità• promuovere l’avvio e la messa in rete dei Centri per la creatività giovanile con progetti innovativi;• dare origine a coproduzioni e partnership internazionali tra gli operatori della creatività lucana e realtà di eccellenza a livello europeo, con un forte coinvolgimento della comunità giovanile lucana;• favorire la realizzazione di prodotti culturali di mercato, che abbiano una valenza economica;• offrire ai fruitori dei Centri per la creatività (per lo più giovani compresi tra i 14 e i 35 anni) la possibilità di venire a contatto, formarsi e lavorare con centri di eccellenza nazionale ed internazionale
  8. 8. Fonti di finanziamento• Fondo Politiche Giovanili (Ministero delle Politiche Giovanili)• Fondo Sociale Europeo
  9. 9. A chi è rivoltoAssociazioni culturali, fondazioni ed imprese, operanti nei settori della creatività: arti visive , arti dello spettacolo (musica, danza, teatro, circo, ecc.), letteratura e fumetto, audiovisivo e nuovi media, design, architettura, comunicazione, applicazioni digitali, servizi al turismo.
  10. 10. Chi e come partecipareSoggetti in partenariato:• 1 soggetto operante sul territorio della Basilicata – capofila• 1 soggetto operante in uno dei 27 paesi dell’unione europea diverso dall’ Italia (partner principale ed obbligatorio)• 1 o più soggetti operanti in Basilicata o in altre regioni italiane ed europee in qualità di partner (altri partner- non obbligatori)
  11. 11. SOGGETTO CAPOFILA• Associazioni culturali, fondazioni ed imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, regolarmente costituite ed attive con sede legale ed operativa in Regione Basilicata, operanti da almeno tre anni, alla data di pubblicazione dell’avviso pubblico nei settori della creatività• Deve osservare per il personale dipendente le vigenti disposizioni normative e contrattuali, comprese quelle in materia di sicurezza e il collocamento dei disabili• Deve essere in regola con gli obblighi nei confronti degli enti assistenziali e previdenziali• Deve accettare il sistema dei controlli come previsto dalla normativa comunitaria, nazionale e regionale
  12. 12. SOGGETTI PARTNER• PARTNER PRINCIPALE ED OBBLIGATORIO: PARTNER EUROPEO Associazioni culturali, fondazioni, imprese e reti operanti – non in via di esclusiva – in uno dei settori della creatività, regolarmente costituito ed attivo con sede legale in 1 dei 27 paesi dell’Unione Europea. (CHI E’ IL PIU’ BRAVO? TENDENZA? RETE?)• ALTRI PARTNER: Associazioni culturali, fondazioni, imprese e reti operanti – non in via di esclusiva – in uno dei settori della creatività, regolarmente costituito ed attivo con sede legale in uno dei 27 paesi dell’Unione Europea o in Italia (e quindi Basilicata)
  13. 13. Ruoli partenariato• Capofila: firma convenzione con Regione. Responsabile del coordinamento del progetto.• Partner: essere coinvolti nell’attuazione del progetto con apporti specifici e coerenti con la proposta progettuale (chiarezza su attività che svolgono). Responsabili anche della rendicontazione a costi reali.
  14. 14. COSA FINANZIAProgetti innovativi di carattere sperimentale da realizzare inuno o più centri per la creatività aperti in Basilicata con ilprogetto Visioni Urbane, per la realizzazione diprodotti/servizi economicamente sostenibili, nei seguentiambiti: – Inclusione sociale – Media e comunicazione – Narrazione dei territori – Servizi e prodotti per il turismo e la filiera enogastronomica – Sostenibilità ambientale e sociale
  15. 15. LOCALIZZAZIONE• CECILIA – Centro per la Creatività di Tito (Potenza)• CASA CAVA – Centro per la creatività di Matera• Centro per la creatività della Val Sarmento (San Paolo Albanese – PZ)• Centro per la creatività di Marconia di Pisticci (MT)• Il Centro per la Creatività di Rionero in Vulture sarà disponibile una volta individuato il soggetto gestore• REQUISITO OBBLIGATORIO: almeno il 50% delle attività di formazione, presentazione e distribuzione del prodotto creativo e l’attività di residenza deve svolgersi presso i Centri.
  16. 16. I CENTRI (1/2)• Spazi aperti utilizzati e attraversati da più creativi, in grado di collaborare, competere, ispirarsi a vicenda per promuovere lo sviluppo e l’innovazione nei vari settori dellacreatività e della cultura.• Spazi multifunzionali, cioè luoghi attrezzati a svolgere più funzioni: educazione e formazione, produzione, intrattenimento, servizi turistici, residenza, caffetteria, ecc.
  17. 17. I CENTRI (2/2)• Per saperne di più, vedi sito www.visioniurbanebasilicata.net• Contattare i gestori (vedi sito)
  18. 18. TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE PROGETTUALI• 1° SESSIONE: dal 29 ottobre al 31 dicembre 2012• 2° SESSIONE: dal 1 aprile al 30 maggio 2013
  19. 19. DURATA DELLE PROPOSTE PROGETTUALI• Da 18 a 36 mesi dalla data di avvio delle attività• Per la prima sessione l’ultimazione dei progetti non potrà avvenire oltre il 30 giugno 2015
  20. 20. BUDGET COMPLESSIVO DEL BANDO• € 1.712.347,00 (in due sessioni temporali) così ripartito: – € 433.061,00 a valere sul P.O. FSE Basilicata 2007- 2013 – € 1.279.286,00 a valere sul Fondo per le Politiche Giovanili 2007-2009
  21. 21. CONTRIBUTO PUBBLICO PREVISTO• Copre fino al 70 % delle spese di progetto• È possibile richiedere un contributo compreso tra 25.000 e 85.000 euro• Fino a 120.000 euro per progetti che coinvolgono l’intera rete dei Centri• Una priorità è accordata ai progetti che prevedono il coinvolgimento di più Centri di Visioni Urbane e altre strutture e aree della Basilicata (ad esempio attraverso la presentazione del prodotto finale in più centri).
  22. 22. REQUISITI DI AMMISSIBILITA’• Promuovere l’avvio e la messa in rete dei Centri per la creatività giovanile con progetti innovativi;• Dare origine a coproduzioni e partnership internazionali tra gli operatori della creatività lucana e realtà di eccellenza a livello europeo, con forte coinvolgimento della comunità giovanile lucana;• Favorire la realizzazione di prodotti culturali di mercato aventi valenza economica;• Offrire ai fruitori dei Centri per la creatività (giovani compresi tra 14 e 35 anni) la possibilità di venire a contatto , formarsi e lavorare con centri di eccellenza nazionale ed internazionale.
  23. 23. ATTIVITA’ FINANZIABILI• Co – progettazione, sviluppo e produzione (in partenariato europeo, anche attraverso residenze);• Formazione (che coinvolga soprattutto la comunità giovanile);• Sensibilizzazione ed educazione del pubblico (soprattutto quello giovanile);• Presentazione e distribuzione del prodotto creativo;• Comunicazione, distribuzione e sviluppo di un piano di promozione/marketing e commercializzazione del prodotto creativo;
  24. 24. CRITERI DI SELEZIONE DELLE PROPOSTE PROGETTUALI1. Rispondenza alle finalità dell’avviso pubblico (0-10)2. Grado di innovatività della proposta progettuale (0-25)3. Grado di sostenibilità economica della proposta progettuale (0-25);4. Partnership (0-25);5. Progetti di rete (0-5);6. Fattibilità tecnico – economica del progetto: congruità e coerenza dei costi e della durata del progetto (0-10)I progetti saranno giudicati finanziabili al raggiungimento della soglia minima di accettabilità di almeno il 70% del punteggio complessivo previsto, e fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.
  25. 25. 2. Grado di innovatività della proposta progettuale Innovatività dell’idea rispetto: • allo stato delle conoscenze,• alle tendenze in atto a livello nazionale ed europeo e a come i territori nel quale si interviene possono anticiparle o seguirle, •al mercato al quale si rivolge,•alle modalità di coinvolgimento dei giovani
  26. 26. Grado di sostenibilità economica della proposta progettuale• Capacità del progetto di contribuire allo sviluppo sociale, economico e territoriale della comunità regionale e/o delle comunità giovanili sulle quali interviene. • Prospettive di continuità e sviluppo dell’idea progettuale (soluzioni per il reperimento delle risorse, la prosecuzione delle attività, la diffusione dei risultati, il rafforzamento degli effetti attesi dal progetto).
  27. 27. Partnership coerenza della partnership e infungibilità delvalore aggiunto che i partner possono apportare al progetto in termini di contributo alla progettazione, sviluppo ed implementazione congiunta del progetto pilota (proprio loro e nessun altro?)
  28. 28. Fattibilità tecnico – economica del progetto• Realizzabilità dell’idea proposta e presenza di fattori chiave che ne rafforzIno la fattibilità, in relazione con i vincoli e le criticità tipiche del settore di intervento. • Capacità del progetto di conseguire gli obiettivi dichiarati.

×