Presentazione

380 views

Published on

Google vs Facebook

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
380
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
53
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione

  1. 1. Modelli e strumenti di vendita pubblicitaria (Google VS Facebook) Luigi La Torre Alessio Bellino
  2. 2. Pubblicità <ul><li>È una delle componenti del marketing mix. (prodotto, prezzo, distribuzione, promozione )
  3. 3. È una comunicazione uno a molti.
  4. 4. Utilizza vari mezzi di comunicazione di massa (tra cui internet).
  5. 5. Il medium utilizzato dipende dal pubblico (target) che si vuole raggiungere. </li></ul>
  6. 6. Pubblicità e medium <ul><li>Il medium viene scelto in base all'ampiezza e alla tipologia del target (potenziale utilizzatore del prodotto) che si intende raggiungere.
  7. 7. L'ampiezza del target dipende dalla tipologia del prodotto. Prodotto per il consumo di massa (es. dentifricio); Prodotto di nicchia (tavoletta grafica)
  8. 8. È importante conoscere anche la tipologia del target per stabilire un piano di comunicazione adeguato . Una comunicazione rivolta rivolta a un professionista sarà diversa da quella effettuata verso una casalinga.
  9. 9. In linea generale: più ampio sarà il target e maggiori saranno i costi. </li></ul>
  10. 10. Pubblicità e internet (due possibilità) <ul><li>Internet consente di fare campagne pubblicitarie mirate in quanto si riesce a raggiungere il target di interesse con estrema precisione.
  11. 11. Tuttavia è possibile utilizzare internet come un media tradizionale. </li></ul>
  12. 12. 1. Internet come medium tradizionale <ul><li>Gli utenti di internet sono molto eterogenei (stili di vita, interessi) e la diffusione degli stessi è in costante aumento.
  13. 13. La comunicazione, come per i media tradizionali, può raggiungere il target di interesse in maniera sufficientemente precisa. Riviste di settore / Siti di settore – Riviste generaliste / Siti generalisti. </li></ul>
  14. 14. 2. Internet come medium “su misura” <ul><li>Profili degli utenti (Google e Facebook) Ti conosco, so cosa ti piace, ti propongo la pubblicità di sicuro interesse per te!
  15. 15. Bisogni degli utenti (Google) Hai bisogno di un prodotto/servizio? Te lo propongo! </li></ul>
  16. 16. Profilazione degli utenti (Google) <ul><li>Google sviluppa servizi di vario tipo che gli utenti utilizzano gratuitamente.
  17. 17. Gli utenti, utilizzando i servizi, li “riempiono” con i loro dati.
  18. 18. Google, sulla base dei dati degli utenti, crea i profili degli stessi.
  19. 19. Maggiori saranno i dati sugli utenti, più precisa sarà la profilazione, e maggiore sarà la probabilità di proporre pubblicità di interesse per gli stessi. </li></ul>
  20. 20. Facebook, Mi piace! (Profilazione degli utenti Facebook) <ul><li>Gli utenti comunicano di loro spontanea volontà i loro interessi.
  21. 21. La funzione “Mi piace!” è fondamentale per profilare gli utenti. Tramite questa funzione gli utenti comunicano “inconsapevolmente” i propri interessi.
  22. 22. Dato che è l'utente stesso a comunicare i propri interessi, la profilazione è molto accurata
  23. 23. Va da se che probabilità di proporre pubblicità di interesse per l'utente è elevatissima.
  24. 24. Facebook può ricavare gli interessi degli utenti anche a seconda dell'iscrizione ai gruppi, la partecipazione agli eventi, ecc... </li></ul>
  25. 25. Bisogni degli utenti (Google) <ul><li>Google propone pubblicità anche in base alle ricerche degli utenti.
  26. 26. L'utente visualizza pubblicità di sicuro interesse. Se si cerca un volo Milano-Roma Google propone le rispettive pubblicità.
  27. 27. L'interesse non denota necessariamente un bisogno. Da un bisogno, invece, è molto probabile che si passi all'acquisto. Se si cerca su Google “prezzi monitor 24 pollici” è molto probabile che si passi all'acquisto. </li></ul>
  28. 28. Differenze Google - Facebook Google Facebook Profilazione Google cerca di ricavare gli interessi degli utenti attraverso i dati dell'utente (non sempre è facile ricavare tali interessi). L'utente comunica i propri interessi (la funzione “Mi piace!” rende la profilazione molto precisa). Bisogni Google propone le pubblicità di cui l'utente ha “bisogno”. L'utente comunica i propri bisogni tramite la query di ricerca.

×