Portfolio
Alessandro Pepe - cellulare: +39 340 235 73 75 - e-mail: a.pepe@officina8a.com
APPARTAMENTO DI ALE E TATI 2013
Allestimento di terrazzo
I giovani clienti desiderano creare sul proprio terraz-
zo, situa...
CONCORSO DI PROGETTAZIONE A CASINALBO - MODENA - 2013
Una nuova centralità per Casinalbo
Concorso di progettazione
Comune ...
MASTERPLAN DI UNA ZONA MULTIFUNZIONALE A PLOVDIV IN BULGARIA - 2011
Orizare (Plovdiv - Bulgaria)
ClientI: Dual S.r.l., Bul...
APPARTAMENTO DI GIOVANNA E GIANCARLO
Il pilastro con funzione
strutturale, originaria-
mente inglobato in un
tramezzo, è q...
EDIFICIO RESIDENZIALE A SUPERGA - PROGETTO PRELIMINARE
Progetto autonomo - committente privato
Cliente privato
La giovane ...
Nel 2011 ci è stato chiesto di progettare l’allestimento di una
mostra per il Museo della Resistenza, in Corso Valdocco 4a...
ÁLVARO LEITE SIZA VIEIRA, CASA -STUDIO DELL’ARCHITETTO A PORTO
Collaborazione al progetto come direttore di cantiere (gen....
1
3
2
1
3
2
MANIFATTURA DI MONCALIERI - STUDIO DEGLI SPAZI INTERNI (2009)
Conversione da edificio industriale a edificio res...
ÁLVARO LEITE SIZA VIEIRA, ARQ - MUSEU DO RIO TEJO - CARTAXO
Collaborazione nello studio (2008-09)
L’edificio é composto da ...
Impianto planimetrico- scala 1:1000
L’edificio è localizzato in un par-
co di conifere centenarie. La
monumentalità che pre...
MASTERPLAN DI UNA ZONA INDUSTRIALE IN BULGARIA - 2007
Orizare (Plovdiv - Bulgaria)
Cliente privato
In previsione di una cr...
14° SERMINARIO INTERNAZIONALE DI MONTE CARASSO - 2007
Piano per la Valle di Magadino
Direttore: arch.Luigi Snozzi
Comitato...
Nel 2005 il tema del Seminario consisteva nella
progettazione di un Istituto di ricerca permanen-
te e il lotto era situat...
Progetto di tensostruttura per le
mura storiche del Rivellino di Pizzi-
ghettone. Il disegno nervoso della
tensostruttura ...
DISEGNO A MANO
schizzi realizzati nel 2008-2009
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Portfolio

437 views

Published on

architecture portfolio

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Portfolio

  1. 1. Portfolio Alessandro Pepe - cellulare: +39 340 235 73 75 - e-mail: a.pepe@officina8a.com
  2. 2. APPARTAMENTO DI ALE E TATI 2013 Allestimento di terrazzo I giovani clienti desiderano creare sul proprio terraz- zo, situato nel centro di Torino uno spazio piacevole e rurale, con un grande divano con struttura fissa in legno, una vasca idromassaggio e vari altri accessori. Cliente privato
  3. 3. CONCORSO DI PROGETTAZIONE A CASINALBO - MODENA - 2013 Una nuova centralità per Casinalbo Concorso di progettazione Comune di Formigine Oggi Casinalbo manca di una vera e propria piazza, dove prendano posto il mercato, le annuali feste e sa- gre di paese e si concentri la vita pubblica. La stazione ferroviaria e la Parrochia individuano come spazio preferibile quello situato più a nord dell’Area Ex-Salumificio Maletti. Verrà dissotterrata l’antica ghiacciaia che costituirà parte del Museo di Casinalbo, attorno a cui verrà creata una piazzetta sotto il livello stradale. Al piano superiore del Museo troverà spazio il bar enoteca. Le strategie per la separazione di funzioni diverse (agroindustriale, commerciale e residenziale) all’interno della stessa area sono costituite dalla distribuzione degli edifici e dalle strade. La parte civile (residenziale e commerciale) di costruito si erge lungo un boulevard alberato che conduce ad un parco fluviale, lungo il quale sono previsti impianti di carattere naturalistico e di divertimento (campi sportivi, camminamenti lungofiume attrezzati, parco divertimenti, etc.) Le zone a carattere produttivo (laboratori e fabbricati di produzione agroindustriale) sono invece accessibili tramite un sistema viario proprio. Il corpo di fabbrica principale dell’A- rea Ex-Salumificio Maletti, che ospitava le lavorazioni del salume, illuminato naturalmente in maniera uniforme da grandi lucernari darà spazio ad una biblioteca di quartie- re e spazi espositivi.
  4. 4. MASTERPLAN DI UNA ZONA MULTIFUNZIONALE A PLOVDIV IN BULGARIA - 2011 Orizare (Plovdiv - Bulgaria) ClientI: Dual S.r.l., Bulgarstroy Il progetto descritto sviluppa il masterplan svolto nel 2007 per lo stesso committente che si trova sopra citato Le strategie per la separazione di funzioni diverse (agroindustriale, commerciale e residenziale) all’in- terno della stessa area sono costi- tuite dalla distribuzione degli edifici e dalle strade. La parte civile (residenziale e com- merciale) di costruito si erge lungo un boulevard alberato che conduce ad un parco fluviale, lungo il qua- le sono previsti impianti di carat- tere naturalistico e di divertimento (campi sportivi, camminamenti lun- gofiume attrezzati, parco diverti- menti, etc.) Le zone a carattere produttivo (la- boratori e fabbricati di produzione agroindustriale) sono invece ac- cessibili tramite un sistema viario proprio.
  5. 5. APPARTAMENTO DI GIOVANNA E GIANCARLO Il pilastro con funzione strutturale, originaria- mente inglobato in un tramezzo, è quindi un vincolo progettuale . La sua localizzazione lo rende adatto a suddivi- dere gli ambienti di en- trata-disimpegno dalla zona giorno, pur mante- nedoli comunicanti. Al contempo esso orgi- na due portali. Cliente privato L’appartamento, vie- ne comprato dai com- mittenti con l’intento di sfruttare meglio gli spa- zi di ingresso e disipe- gno annettendoli ad un a ampia zona giorno. Nuova distribuzione degli spazi esterni
  6. 6. EDIFICIO RESIDENZIALE A SUPERGA - PROGETTO PRELIMINARE Progetto autonomo - committente privato Cliente privato La giovane coppia di clienti desidera dare nuova vita ad un piccolo fabbricato che fu parte del complesso architettonico della Basilica di Superga, ormai in stato di avanzata decadenza, creando un piano mansar- dato in modo da aumentare la superficie commerciale. Noi abbiamo proposto un restauro di ripristino delle forme e proporzioni dei fronti esistenti e una distribuzione degli spazi interni semplice e flessibile..
  7. 7. Nel 2011 ci è stato chiesto di progettare l’allestimento di una mostra per il Museo della Resistenza, in Corso Valdocco 4a a Torino. Le opere esposte erano disegni di piccole dimensioni (circa 20x15cm). Furono realizzati da un bambino per illustra- re a suo padre ciò che vide accadere nei campi di concentra- mento di Auschwitz, Buchenwald e Gross-Rosen. Il budget di spesa per la realizzazione della mostra era limita- to. Abbiamo quindi previsto di esporre le opere su pannelli in cartone disposti consecutivamente come fossero le pagine di un libro. Li abbiamo intervallati con ingrandimenti dei dettagli delle opere più significative. Con lo stesso materiale abbiamo realizzato il titolo della mostra nella sala introduttiva. Riferimento online: http://www.museodiffusotorino.it/focus_evento.aspx?id=844 Cliente: Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazio- ne, della Guerra, dei Diritti e della Libertà ALLESTIMENTO DI MOSTRA MUSEALE “Qui non ci sono bambini” I disegni di Thomas Geve (gen. 2012)
  8. 8. ÁLVARO LEITE SIZA VIEIRA, CASA -STUDIO DELL’ARCHITETTO A PORTO Collaborazione al progetto come direttore di cantiere (gen. 2008 - gen. 2010) L’edificio è una rielaborazione concettuale della casa clas- sica portoghese. L’immagine esterna è nata dal concetto di una parte superiore “implo- sa”, che limita l’impressione di edificio alto inrelazione ad un lotto stretto e lungo e ne accentua l’orizzontaliatá, e una parte inferiore “esplosa” che crea percorsi sotterranei e sorgenti di luce interessanti. Il servizio fotografico completo dell’edificio finito: http://www.archdaily.com/113589/fez-house-alvaro-leite-siza-vieira/ Immagine del progetto finito - fotografia: Fernando Guerra Immagini di cantiere
  9. 9. 1 3 2 1 3 2 MANIFATTURA DI MONCALIERI - STUDIO DEGLI SPAZI INTERNI (2009) Conversione da edificio industriale a edificio residenziale - Lavoro indipendente Gli ambienti della preesistenza hanno 5,10 metri di altezza e i vani finesta 4,55 metri. Per questo motivo gli appartamenti sono costituiti da soppalchi, soluzione che permette di non modificare i vani finestra ottenendo soggiorni a doppia altezza e camere ad altezza singola. 1. Vano scale e Hall dell’edificio 2. Appartamento 5 3. Appartamento 7Primo piano - scala 1:500 Primo piano Duplex - scala 1:500
  10. 10. ÁLVARO LEITE SIZA VIEIRA, ARQ - MUSEU DO RIO TEJO - CARTAXO Collaborazione nello studio (2008-09) L’edificio é composto da un volume centrale e quattro corpi che corri- spondono a diverse funzioni (entra- ta ed uscita), due dei quali immersi nel fiume Tejo (osservatorio e molo). Questi corpi costituiscono i pilastrri di sostegno del volume centrale.
  11. 11. Impianto planimetrico- scala 1:1000 L’edificio è localizzato in un par- co di conifere centenarie. La monumentalità che presenta si deve alla ripetizione dei maschi murari e alla proporzione e scala dei fronti. Oggetto del mio lavoro di tesi, l’edificio viene sopraele- vato di un piano (3.54 metri), in modo che i fronti passano dai 15 metri di altezza originari a 18.54 metri, acqistando la proporzione aurea, come voleva una delle primitive ipotesi degli stessi ar- chitetti Passanti e Perona (autori del progetto). MANIFATTURA DI MONCALIERI - PROGETTO DI RIABILITAZIONE (2007) Conversione da edificio industriale a edificio residenziale - Progetto di Tesi
  12. 12. MASTERPLAN DI UNA ZONA INDUSTRIALE IN BULGARIA - 2007 Orizare (Plovdiv - Bulgaria) Cliente privato In previsione di una crescente richiesta da parte del mercato bulgaro di prodotti ortofruttico- li nel sud del paese, la Dual S.r.l., azienda italiana operan- te in Bulgaria dal 2003, ci ha fatto richiesta di un progetto di masterplan per un’area di la- vorazione industriale-alimen- tare, Il progetto á finalizzato a pubblicizzare dei terreni di loro proprietá per l’acquisto da par- te di aziende italiane. I locali di manifattura e i frigoriferi sono interrati di tre metri, le zone produttive sono protette da corti- ne e non provocano inquinamento acustico ed atmosferico per il resto del complesso; i locali frigoriferi, in quanto seminterrati, godono di una buona inerzia termica. Tramite una rampa carrabile è possibile raggiungere i parcheggi per gli utenti e per gli operai, che sorgono sulle coperture degli edifi- ci. Ciò esclude il traffico veicolare all’interno del complesso. In questa area verde sono situati edifici total- mente vetrati, che ospitano i labo- ratori. Nella zona nord del distretto, attorno alla futura piazza del mer- cato vi sono l’area residenziale ed il centro amministrativo, edifici con- tribuiscono stemperare il carattere industriale dell’area.
  13. 13. 14° SERMINARIO INTERNAZIONALE DI MONTE CARASSO - 2007 Piano per la Valle di Magadino Direttore: arch.Luigi Snozzi Comitato: arch. Mario Botta, arch.Aurelio Galfetti, arch.Luigi Snozzi Il Seminario di Monte Carasso è un workshop di progettazione a cadenza annuale diretto dal professor Luigi Snozzi. Il tema del 2007 consisteva nella pianificazione della valle di Magadino, prevedendo il tipo di espansione che i comuni della valle avrebbero dovuto seguire. La mia proposta di marcare con filari alberati i confini dei comuni della valle mira a preservare le zone verdi e limitare l’edilizia diffusa nel territorio. Tutti i disegni in questa sezione sono realizzati a mano
  14. 14. Nel 2005 il tema del Seminario consisteva nella progettazione di un Istituto di ricerca permanen- te e il lotto era situato a ridosso delle mura otto- centesche che proteggono Monte Carasso dalle piene del torrente. Il mio progetto consiste nella creazione di un vo- lume monolitico con prospetti in proporzione au- rea che origina una piccola piazza ed un parco urbani. Tutti i disegni in questa sezione sono realizzati a mano 12° SERMINARIO INTERNAZIONALE DI MONTE CARASSO - 2005 Istituto di ricerca permanente Direttore: arch.Luigi Snozzi Comitato: arch. Mario Botta, arch.Aurelio Galfetti, arch.Luigi Snozzi Prospetto Sud Prospetto Est Prospetto Prospetto Nord
  15. 15. Progetto di tensostruttura per le mura storiche del Rivellino di Pizzi- ghettone. Il disegno nervoso della tensostruttura comunica con il volu- me verticale del campanile dell’adia- cente chiesa. Lo spingitore centrale si abbassa a tre metri dal livello di terra conferendo al cortile centrale del Rivellino una dimensione circo- lare. Il progetto ha partecipato ad una mostra: “Il futuro di Pizzighetto- ne”, svoltasi all’interno delle stesse mura nel maggio 2004. PROGETTO DI UNA TENSOSTRUTTURA SUL RIVELLINO DI PIZZIGHETTONE - 2004 Unitá di progetto del Corso di laurea specialistica - prof. Pirre-Alain Croset schema del sistema di resi- stenza della tensostruttura
  16. 16. DISEGNO A MANO schizzi realizzati nel 2008-2009

×