Gli Acquisti Pubblici Ecologici per la riduzione dei rifiuti

338 views

Published on

Presentazione all'interno della manifestazione "Oristano verso Rifiuti Zero" del 14 maggio 2013.

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
338
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Gli Acquisti Pubblici Ecologici per la riduzione dei rifiuti

  1. 1. “Gli Acquisti Pubblici Ecologici per la riduzione dei rifiuti” Arch. Alessandra Antonini Ecosportello GPP della Provincia di Oristano - ecosportello@provincia.or.it
  2. 2. Cos'è il Green Public Procurement? GPP significa Green Public Procurement, ovvero Acquisti Verdi della Pubblica Amministrazione, ed è una politica della Commissione Europea all’interno della Strategia per il Consumo e la Produzione Sostenibili. Il GPP è ritenuto una strategia vincente perché: Gli acquisti pubblici in Europa costituiscono in media il 14% del PIL.  GRANDE CAPACITÀ DI INFLUENZARE L'ECONOMIA. Il patrimonio edilizio pubblico costituisce un enorme bacino di potenziale risparmio energetico e di produzione diffusa di energia. La Pubblica Amministrazione deve avere un ruolo di esempio e traino della società.
  3. 3. Cos'è il Green Public Procurement? 1/2 Applicare il GPP significa: Comprare beni a basso impatto ambientale, possibilmente non usa e getta, riciclati e che richiedono poca energia per la loro produzione e per il loro funzionamento. Limitare i consumi energetici dell'Ente e comprare energia prodotta con Fonti Energetiche Rinnovabili (FER). Limitare i consumi idrici. Riqualificare gli edifici pubblici per ridurre i consumi legati alla climatizzazione.
  4. 4. Cos'è il Green Public Procurement? 2/2 Limitare la mobilità indotta dall'Ente e promuovere sistemi di trasporto sostenibile. Trovare occasioni per installare sistemi di produzione di energia da FER. Sensibilizzare i cittadini sul consumo sostenibile. Informare le imprese locali sulle opportunità della Green Economy e orientare il mercato tramite gli acquisti della PA. Promuovere la formazione sui temi della sostenibilità. Aggiornare le competenze dei dipendenti della PA sulle tematiche ambientali. Promuovere azioni pilota sulla sostenibilità nel territorio.
  5. 5. I Criteri Ambientali Minimi in Italia Decreti di adozione dei criteri ambientali minimi: DM 12 ottobre 2009 : Carta in risme Ammendanti DM 22 febbraio 2011: Prodotti tessili Arredi per ufficio Apparati per l'illuminazione pubblica IT (apparecchiature informatiche)
  6. 6. I Criteri Ambientali Minimi DM 25 luglio 2011 Ristorazione collettiva e derrate alimentari Serramenti esterni DM 07 marzo 2012 (G.U. n.74 del 28 marzo 2012): Affidamento di servizi energetici per gli edifici — servizio di illuminazione e forza motrice — servizio di riscaldamento/raffrescamento
  7. 7. I Criteri Ambientali Minimi DM 8 maggio 2012 ( G.U. n. 129 del 5 giugno 2012) Acquisizione dei veicoli adibiti al trasporto su strada DM 24 maggio 2012 ( G.U. n. 142 del 20 giugno 2012) Affidamento del Servizio di pulizia e per la fornitura di prodotti per l’igiene DM 6 giugno 2012 (G.U. n. 159 del 10 luglio 2012) Guida per l’integrazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici
  8. 8. Le ricadute locali del GPP L'adozione del GPP da parte di un Ente Pubblico ha i seguenti scopi:  Ridurre gli impatti diretti dell'Ente, come richiesto dagli impegni presi in campo internazionale dall'Italia e dall'Europa.  Condizionare il mercato, promuovendo lo sviluppo della green economy, come segnalato dalla strategia europea Europe2020.  Sensibilizzare la cittadinanza, e gli attori del territorio sulla sostenibilità, partendo dai propri dipendenti.  Promuovere la formazione sulla sostenibilità.
  9. 9. Le ricadute globali del GPP Attraverso l’adozione dei criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto la PA incoraggia la diffusione di tecnologie ambientali e lo sviluppo di prodotti “verdi”, che hanno un minore impatto sull’ambiente e sulla società lungo l’intero ciclo di vita, e quindi permette di: Innovare e favorire l’innovazione ambientale di prodotto e di processo Razionalizzare i processi di acquisto e risparmiare i costi lungo il ciclo di vita Ridurre i flussi di energia e materia, le emissioni e gli scarti
  10. 10. Gli impatti del GPP Vediamo ora un quadro sintetico dei principali impatti evitabili con gli Acquisti Verdi sulle seguenti categorie: • Rifiuti • Consumo materie prime e acqua • Disboscamento • Energia • Emissioni climalteranti • Inquinamento acque e terreni • Salute ed equità • Bilancio economico
  11. 11. Gli impatti del GPP CAM Rifiuti Consumo materie Disboscamento prime e acqua Carta in risme Riduzione produzione carta Riduzione consumo carta vergine Riduzione consumo foreste oltre il ritmo di rigenerazione Ammendanti Prodotti tessili Riduzione rifiuti da imballaggio Arredi per ufficio Riduzione rifiuti da imballaggio Riduzione consumo Riduzione uso cartone non riciclato negli imballaggi Riduzione uso materie Riduzione consumo prime a favore delle cartone non riciclato materie seconde negli imballaggi lApparati per l'illuminazione pubblica IT (apparecchiature informatiche) Riduzione rifiuti da imballaggio Riduzione uso materie Riduzione consumo prime a favore delle cartone non riciclato materie seconde negli imballaggi
  12. 12. Gli impatti del GPP CAM Ristorazione collettiva e derrate alimentari Serramenti esterni Affidamento di servizi energetici per gli edifici Servizio di illuminazione e forza motrice Servizio di riscaldamento/ raffrescamento Rifiuti Riduzione rifiuti da stoviglie monouso, cibi e bottiglie plastica Promozione raccolta differenziata Riduzione uso materie prima a favore di materie seconde Consumo materie Disboscamento prime e acqua Riduzione uso plastica Riduzione consumo foreste oltre il ritmo di rigenerazione Riduzione uso materie Riduzione consumo prime a favore delle foreste oltre il ritmo di materie seconde rigenerazione Riduzione consumo combustibili fossili Riduzione consumo combustibili fossili Riduzione consumo combustibili fossili
  13. 13. Gli impatti del GPP CAM Rifiuti Acquisizione dei veicoli adibiti al trasporto su strada Riduzione produzione Affidamento del Servizio di rifiuti in plastica pulizia e per la fornitura di Promozione raccolta prodotti per l’igiene differenziata Guida per l’integrazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici Consumo materie Disboscamento prime e acqua Riduzione consumo combustibili fossili Riduzione consumo di acqua
  14. 14. Gli impatti del GPP Emissioni climalteranti CAM Energia Carta in risme Inquinamento acque e terreni conservazione riduzione consumo patrimonio forestale e energia per produzione riduzione emissioni carta vergine dovute al consumo energetico Riduzione uso di ammendanti inquinanti Ammendanti Prodotti tessili Arredi per ufficio Apparati per l'illuminazione pubblica Riduzione emissioni risparmio energetico e dovute al consumo uso FER energetico IT (apparecchiature informatiche) risparmio energetico
  15. 15. Gli impatti del GPP CAM Energia Emissioni climalteranti Riduzione emissioni Risparmio energetico su dovute al consumo elettrodomestici energetico e ai trasporti Risparmio energetico Riduzione emissioni Serramenti esterni per efficientamento dovute al consumo edifici energetico Risparmio energetico Riduzione emissioni Affidamento di servizi per efficientamento dovute al consumo energetici per gli edifici edifici energetico Risparmio energetico Riduzione emissioni Servizio di illuminazione e per efficientamento dovute al consumo forza motrice edifici energetico Riduzione emissioni Servizio di riscaldamento/ Risparmio energetico e dovute al consumo raffrescamento uso FER energetico Ristorazione collettiva e derrate alimentari Inquinamento acque e terreni Riduzione uso detergenti inquinanti Riduzione uso prodotti inquinanti
  16. 16. Gli impatti del GPP CAM Acquisizione dei veicoli adibiti al trasporto su strada Affidamento del Servizio di pulizia e per la fornitura di prodotti per l’igiene Guida per l’integrazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici Energia Emissioni climalteranti Inquinamento acque e terreni Riduzioni emissioni climalteranti Riduzione uso prodotti inquinanti
  17. 17. Gli impatti del GPP CAM Carta in risme Ammendanti Prodotti tessili Arredi per ufficio Apparati per l'illuminazione pubblica IT (apparecchiature informatiche) Salute ed equità Bilancio economico Riduzione uso additivi tossici Se attuato un progetto di Controllo della legalità nella dematerializzazione si ottiene un filiera della carta risparmio riduzione di inquinamento dei prodotti agroalimentari Sovracosto per prodotti certificati o riduzione uso additivi tossici equivalenti Sovracosto per prodotti con le riduzione uso additivi tossici specifiche richieste. Maggior durabilità dei prodotti Riduzione costi energetici e aumento della durabilità (LED) bilanciano spese per soluzioni tecnologiche sostenibili. Riduzione costi gestione bilanciano riduzione emissioni tosiche spese per soluzioni tecnologiche sostenibili.
  18. 18. Gli impatti del GPP CAM Salute ed equità Bilancio economico Lieve sovracosto per prodotti biologici. Ristorazione collettiva e derrate Promozione della salubrità Risparmi legati all'eliminazione dell'usa e alimentari degli alimenti getta e per l'accorciamento della filiera Sovracosto per prodotti certificati, a Serramenti esterni riduzione uso additivi parita di efficienza energetica del tossici prodotto. Riduzione consumi energetici Riduzione costi gestione bilanciano Affidamento di servizi energetici spese per soluzioni tecnologiche per gli edifici sostenibili. Riduzione costi gestione bilanciano Servizio di illuminazione e forza spese per soluzioni tecnologiche motrice sostenibili. Riduzione costi gestione bilanciano Servizio di riscaldamento/ spese per soluzioni tecnologiche raffrescamento sostenibili.
  19. 19. Gli impatti del GPP CAM Salute ed equità Bilancio economico Acquisizione dei veicoli adibiti al Riduzione inquinamento trasporto su strada Sovracosto veicoli nuova generazione bilanciato da riduzione consumi e razionalizzazione uso (Mobility Management) Affidamento del Servizio di pulizia e per la fornitura di prodotti per l’igiene Riduzione sprechi Lieve sovracosto per detergenti ecologici Guida per l’integrazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici Protezione della salute dei lavoratori nella filiera Controllo della sostenibilità sociale nella filiera Non incide
  20. 20. Qualche numero sugli impatti Se tutte le Amministrazioni Pubbliche: comprassero energia elettrica da fonte rinnovabile sarebbe già raggiunto il 18% degli obiettivi prefissati con il Protocollo di Kyoto; avessero mense con cibo biologico, si ridurrebbero emissioni di gas serra equivalenti a quelle di 600.000 persone/anno; acquistassero personal computer ad alta efficienza energetica, si ridurrebbero emissioni di gas serra equivalenti a quelle di 1.000.000 persone/anno.
  21. 21. GPP e rifiuti Il GPP aiuta a ridurre i rifiuti perché promuove: riduzione imballaggi (es. prodotti sfusi) riduzione sprechi (razionalizzazione acquisti) scelta di beni a basso ciclo di vita (e quindi probabilmente minor impatto anche sui rifiuti dematerializzazione riuso scarti (es. mense) eliminazione dei monouso uso materie seconde scelta beni con maggior vita utile
  22. 22. Come applicare il GPP: alcuni esempi Esistono diverse forme di applicazione del GPP Azioni Puntuali PA Politiche strutturate Redazione di bandi verdi Realizzazione di azioni per la riduzione degli impatti di gestione Implementazione strutturata di un piano per il GPP Realizzazione di azioni pilota per la Cittadini sensibilizzazione della popolazione Realizzazione di azioni pilota per la Imprese diffusione della Green Economy Comunicazione strutturata sugli effetti del GPP e “greening” trasversale nella comunicazione ed educazione. Realizzazione di Protocolli di intesa con Associazioni di Categoria e realizzazione di progetti di lungo periodo.
  23. 23. Gli Ecosportelli: un supporto per agire Gli Ecosportelli SONO STRUTTURE DI SUPPORTO AL TERRITORIO attivate in tutte le Province per 3 anni al fine di SUPPORTARE L’IMPLEMENTAZIONE DI POLITICHE DI GREEN PUBLIC PROCUREMENT, in attuazione del Piano per gli Acquisti Pubblici Ecologici in Regione Sardegna (PAPERS ), adottato il 30 Luglio 2009.
  24. 24. Perché gli Ecosportelli? Per quanto evidenti possano risultare i benefici e l’utilità del GPP, esistono diversi ostacoli alla sua implementazione, quali, ad esempio: • barriere culturali • barriere tecniche • conoscenza specifica del mercato L’ecosportello ha il ruolo di aiutare a superare le barriere e rendere autosufficiente il territorio.
  25. 25. Il progetto per l’Oristanese Il ventaglio di azioni solo accennato lascia intravedere molte possibilità per gli Enti Locali. L’Ecosportello vuole lavorare al fianco degli Enti del territorio, valorizzando e potenziando le specificità e le vocazioni di ogni territorio e costruendo una rete di piccole eccellenze locali.
  26. 26. I criteri guida • GRADUALITÀ: non spiazzare il mercato locale, ma accompagnarlo. • CONCRETEZZA: iniziare da piccole esperienze concrete, e creare le condizioni perché siano replicabili. • SINERGIA: rompere l’immobilismo lavorando in parallelo su Pubblica Amministrazione e Imprese • PERSONE E (un po’ di) ENTUSIASMO: la rete GPP è innanzitutto una rete di persone, che decidono di sperimentare nuove soluzioni perché ci credono.
  27. 27. Le attività dell'Ecosportello di Oristano Oltre al supporto alla redazione dei bandi, l’Ecosportello sta lavorando ad azioni collaterali, quali: • campagne di sensibilizzazione • supporto ai progetti pilota • supporto alla costruzione di politiche strutturate • potenziamento delle sinergie sul territorio
  28. 28. Dove vogliamo arrivare • DA AZIONI EPISODICHE AD AZIONI SISTEMATICHE • DA PROGETTI ISOLATI A PROGETTI IN RETE • DA PRATICHE “INVISIBILI” A PRATICHE CONTAGIOSE • DALLA FATICA ALL’ENTUSIASMO
  29. 29. “Gli Acquisti Pubblici Ecologici per la riduzione dei rifiuti” 14 Maggio 2013, Oristano Ecosportello GPP della Provincia di Oristano Arch. Alessandra Antonini ecosportello@provincia.or.it

×