Successfully reported this slideshow.
Your SlideShare is downloading. ×

FPA - Premio PA Sostenibile e Resiliente 2021

Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
In collaborazione con
ARCHIMEDE - il Social Network delle idee per l'e-Democracy
Da una Idea di:
in partnership con
1. Des...
In collaborazione con
Le proposte possono essere generate con approccio top-down o buttom-up con una
dinamica globale – lo...
In collaborazione con
Ad esempio, è possibile visualizzare: le idee più popolari con il punteggio più alto;
argomenti di t...
Advertisement
Loading in …3
×

Check these out next

1 of 5 Ad

More Related Content

Slideshows for you (20)

Similar to FPA - Premio PA Sostenibile e Resiliente 2021 (20)

Advertisement

Recently uploaded (20)

FPA - Premio PA Sostenibile e Resiliente 2021

  1. 1. In collaborazione con ARCHIMEDE - il Social Network delle idee per l'e-Democracy Da una Idea di: in partnership con 1. Descrizione della soluzione Mission e principali caratteristiche dell'iniziativa ARCHIMEDE Le tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT) possono accompagnare i processi decisionali di una Democrazia deliberativa e "di precisione" aumentando consapevolezza e partecipazione alle scelte amministrative. Oggi, anche in accordo con le indicazioni europee, è ancora più necessario colmare il gap tra scienza e politica. La sfida riguarda l'intera società e non solo per scienziati, i politici e gli organi di stampa. Occorre adottare strumenti che consentano di acquisire e rendere trasparenti gli effetti delle scelte. La politica basata sull’evidenza (evidence based) è diventata una necessità per la Pubblica Amministrazione. Il processo decisionale deve trovare un equilibrio tra fatti e valori. I cittadini, i politici e gli esperti cittadini hanno bisogno di nuovi strumenti e processi per connettersi, sviluppare nuovi pensieri e comunicare nuove esperienze. L'obiettivo principale è quello di ridurre le asimmetrie informative tra PA e cittadini e permettere una partecipazione alle scelte di governo tramite istituti di democrazia diretta. L'obiettivo finale è quello di contribuire alla qualità della Democrazia rappresentativa arricchita di strumenti di inclusione e partecipazione tipici della idea di Democrazia deliberativa per selezionare consapevolmente e sulla base della previsione degli effetti delle politiche, le proposte più utili per la collettività. Il Digitale consente una democrazia di precisione, con valutazioni fondate sui dati e decisioni in tempo reale con una conseguente forte riduzione dell’implementation deficit tradizionale. ARCHIMEDE, è quindi un Social Network delle idee per l'e-Democracy, per co- progettare, condividere, decidere e monitorare e valutare iniziative, politiche pubbliche e percorsi di innovazione. ARCHIMEDE, favorendo uno scambio dinamico delle informazioni, si caratterizza come una piattaforma abilitante per la creazione di reti sociali, per la connessione a distanza di saperi e conoscenza distribuiti sul territorio e per alimentare un dibattito consapevole e diffonderlo. La soluzione proposta è nello stato di Idea progettuale con prototipo. La Piattaforma in una versione beta è infatti disponibile al link: http://archimedesocial.it/. La soluzione è stata inoltre sperimentata da un comune calabrese di piccole dimensioni (6526 ab.) ma da sempre sperimentatore di politiche di sostenibilità: Roccella Jonica. ARCHIMEDE è una piattaforma social che garantisce ampia interazione: ogni utente può approfondire i temi di interesse attraverso gli articoli pubblicati dalla redazione (Conosci), comunicare iniziative ed eventi (Comunica) e proporre idee che alimentano il dibattito nella Bacheca delle idee (Partecipa). ARCHIMEDE facilita l’interazione e cooperazione fra strutture centrali e territoriali.
  2. 2. In collaborazione con Le proposte possono essere generate con approccio top-down o buttom-up con una dinamica globale – locale. ARCHIMEDE dispone infatti di modalità interattive differenziate per dare la possibilità di proporre idee e costruire politiche pubbliche a singoli cittadini o organizzazioni attraverso: - Bacheche per la partecipazione dei singoli; - Aree di partecipazione ristretta per organizzazioni strutturate anche con diversi livelli territoriali (nazionale, regionale, provinciale, locale). Ogni proposta può essere costruita in maniera collaborativa e partecipata ed essere condivisa e/o sottoposta al feedback di tutta la Community di Archimede o di cerchie ristrette di utenti (ad es. dimensione locale). L'utente esprime le proprie proposte nella forma breve "Idea", oppure più estesa "Appunto" attraverso testi, immagini e video. Le Idee alimentano la ’Bacheca delle Idee'. Gli Appunti una volta approvati dalla redazione alimentano la sezione Conosci. Le proposte sono frutto di un processo di co- progettazione. Ogni Idea può essere redatta in forma collaborativa e arricchita dai contributi di altri utenti, essere riferita ad un tema o area territoriale specifica. Ogni utente può seguire l'evoluzione di una idea di interesse. ARCHIMEDE, implementa un potente strumento di gamification: la Borsa delle Idee, un vero e proprio servizio di borsa virtuale in cui si possono effettuare operazioni di trading online sulle idee attraverso lo smartCoin. Lo smartCoin è la moneta virtuale (senza alcun valore reale) che viene utilizzata sulla piattaforma per effettuare gli investimenti sulle idee. Gli utenti che presenteranno le migliori idee e contribuiranno ad alimentare la piattaforma potranno acquisire ulteriori smartCoin. Gli utenti che presentano le migliori idee e contribuiscono ad alimentare Archimede possono acquisire ulteriori smartCoin
  3. 3. In collaborazione con Ad esempio, è possibile visualizzare: le idee più popolari con il punteggio più alto; argomenti di tendenza; i risultati della votazione; fenomeni locali; le politiche pubbliche suggerite; prestazioni e utilità, economia e valore pubblico generati. La redazione di ARCHIMEDE può lanciare delle Petizioni oppure proporre votazioni sui temi di discussione (Vota) attraverso un sistema che garantisce la segretezza e la non replicabilità del voto. I temi di interesse iniziali proposti da ARCHIMEDE nella dimensione informativa generale sono: Sostenibilità, Transizione Ecologica, Trasformazione Digitale, Sanità, Trasporti, Lavoro, Agricoltura, PNRR e Politiche Comunitarie. Ogni utente può suggerire un nuovo tema di discussione. Le amministrazioni, i corpi intermedi e i cittadini infatti utilizzano Archimede per tematiche e proposte da loro selezionate su cui si sviluppa un processo di conoscenza, valutazione e decisione. 2. Descrizione del team e delle proprie risorse e competenze ARCHIMEDE nasce da un’idea di un gruppo di persone con esperienze nel campo del servizio in politica, nell’amministrazione pubblica, nella ricerca che desidera contribuire all’innovazione, a qualificare il dibattito pubblico, e vede nella partecipazione l’elemento di evoluzione della democrazia rappresentativa partendo dai dati e dalla conoscenza. Prepare for Change (P4C), associazione senza fine di lucro, promuove attività di ricerca e sviluppo di buone pratiche nel campo dell'innovazione a servizio dello sviluppo dei territori. L’Associazione P4C è infatti basata sull’impegno e il contributo decennale maturato da parte di un gruppo di professionisti e di ricercatori con competenze specifiche sui temi dell’innovazione, del digitale, dell’ingegneria e del management pubblico. P4C agisce per anticipare i cambiamenti globali, attraverso analisi e interpretazioni della società, preparando comunità e territori al governo delle trasformazioni e dei processi di innovazione, in chiave di sostenibilità, equità e responsabilità sociale. http://prepareforchange.it/ Il GdL di P4C è composto da: Agata Quattrone Presidente P4C esperta di Innovazione nella PA, Demetrio Naccari Carlizzi esperto di innovazione e management pubblico, Filippo D’Errigo Responsabile IT e Software Architect, Corrado Rindone ingegnere pianificatore ricercatore senior. La soluzione ha trovato una prima applicazione nel Comune di Roccella Ionica, il GdL comunale che ha supportato questa fase è stato coordinato da: Vittorio Zito (Sindaco) e Vincenzo Gugliotta (esperto in Scienze Politiche, laureando in Relazioni Internazionali c/o l’Università di Roma ‘La Sapienza’) 3. Descrizione dei bisogni che si intende soddisfare Obiettivo: promuovere una democrazia consapevole che utilizzi propriamente le tecnologie digitali accrescendo la partecipazione nei valori della democrazia; sollecitare azioni di coesione sociale e di e-collaboration; valorizzare il ruolo dei Corpi Intermedi e del Capitale Umano a sostegno della governance, nell’ottica di una costruzione orizzontale delle politiche pubbliche.
  4. 4. In collaborazione con Nel seguito una sintesi dei bisogni che si intende coprire per i principali target di utenti. 4. Descrizione dei destinatari della misura ARCHIMEDE è strutturato come una Community di Community per salvaguardare peculiarità ed autonomia dei diversi gruppi di discussione e valorizzare le proposte specifiche di tutti i soggetti coinvolti. La piattaforma prevede infatti delle Aree di Partecipazione Ristretta principalmente dedicate a Corpi Intermedi e Pubbliche Amministrazioni (Comuni, EE.LL., etc.). Queste aree implementano le stesse funzionalità della piattaforma pubblica ma sono riservate a cerchie ristrette di utenti (anche l’intero corpo elettorale comunale o regionale) che possono accedervi solo su invito o sulla base dell’appartenenza ad un ente territoriale. Ogni Corpo Intermedio o Pubblica Amministrazione dispone di una propria sezione dedicata da personalizzare e di strumenti per la comunicazione collaborativa che favoriscono la partecipazione dei componenti della community consentendo di migliorare l’accesso alle informazioni e lo sviluppo delle relazioni di comunità. I casi d'uso principali delle aree di partecipazione ristretta sono: 1. Diffusione di dati e informazioni alla Community di riferimento; 2. Comunicazione di iniziative in calendario attinenti i temi di Archimede; 3. Creazione di un dibattito informato e strutturato per la propria rete su item connessi ai temi di Archimede; 4. Redazione in forma collaborativa di Proposte: obiettivi e target da perseguire (ad es. con la destinazione di risorse di bilancio o extra), possibili misure, idee per i diversi settori, concorsi di idee ecc.; 5. Consultazione degli utenti della Community sulle proposte preliminari (ad es. obiettivi e target, assegnazione funzione ad area urbana/bene immobile, destinazione risorse, ecc.); 6. Votazione delle proposte ipotizzate da parte degli utenti della Community; 7. Reportistica, statistiche ed infografiche sugli esiti di consultazioni e votazioni per dare indicazioni sull'apprezzamento della proposta e supportare le scelte condivise; 8. Integrazione/Modifica delle proposte ipotizzate e stesura finale; 9. Possibile pubblicazione e apertura della Proposta strutturata finale a tutti gli utenti di Archimede o altri gruppi. Le PA possono sottoporre ai cittadini consultazioni, referendum, concorsi di idee, opzioni di impiego delle risorse di bilancio (bilancio partecipato) e rivolgersi a gruppi
  5. 5. In collaborazione con di stakeholders per segmenti di decisone e partecipazione alle scelte. ARCHIMEDE presenta, inoltre, funzionalità per verificare per step intermedi (con tecniche non invasive e user friendly) la consapevolezza degli utenti che vengono consultati sul tema in oggetto al fine di promuovere scelte motivate. La prima applicazione ad un caso reale ha riguardato un’indagine condotta in collaborazione con il Comune di Roccella ed ha avuto lo scopo di valutare la percezione dei cittadini su un investimento (acquisto di veicoli elettrici per la raccolta differenziata riducendo il consumo di carburanti tradizionali e aumentando la sostenibilità ambientale) e cercare di misurare il consenso sulla base di un crescente livello di informazione. Sui dati raccolti, mediante gli strumenti di analytics e info data visualization di ARCHIMEDE, sono state realizzate dashboard e KPI di sintesi per supportare le decisioni dell’Amministrazione. 5. Descrizione della tecnologia adottata L'architettura applicativa alla base di ARCHIMEDE è basata su Servizi API Rest che: ● garantisce la separazione tra il frontend e backend; ● aumenta la portabilità permettendo il riutilizzo delle interfacce da altri moduli o applicazioni; ● è facilmente scalabile a un qualsiasi livello dell’architettura. Inoltre, l'utilizzo delle API garantisce l'indipendenza dal tipo di linguaggio o framework utilizzati dal componente frontend. Ciò permette ad altre applicazioni realizzate con linguaggi differenti di potersi interfacciare con ARCHIMEDE. Queste caratteristiche architetturali permettono di far evolvere ARCHIMEDE sia internamente che esternamente e consentono ad applicazioni certificate di fornire nuovi servizi o accedere alle informazioni messe a disposizione. ARCHIMEDE è responsive e accessibile da web sia in modalità desktop che mobile. 6. Indicazione dei valori economici in gioco (costi, risparmi ipotizzati, investimenti necessari) P4C ha fra i suoi obiettivi la necessità di testare le potenzialità e capacità di ARCHIMEDE (tuttora in una versione beta in fase di sperimentazione) al fine di migliorarne le funzionalità, la diffusione e la user experience. Ha inoltre l’obiettivo di evolvere le attuali funzionalità per integrare ad esempio: ● connessione con i principali Social Network; ● soluzioni e strumenti per il Bilancio partecipato; ● blockchain per certificare immodificabilità del voto (sempre in anonimato) e delle transazioni; ● SPID per certificare l’identità dei partecipanti. Nonché sperimentarne le capacità di monitoraggio dell’attuazione delle azioni del PNRR in ottica di sostenibilità; testarne le potenzialità nel coinvolgimento di parti politiche e sociali al fine di alimentare il dibattito attorno ai programmi elettorali nella prossima tornata di elezioni regionali; scalarne la soluzione in contesti tipici di città di medie – grandi dimensioni. Per tali attività si stimano costi di circa 60.000€. I costi potrebbero essere coperti da co-finanziamenti di privati interessati o da finanziamenti di call pubbliche cui P4C è interessata a concorrere anche con altri partner. I risparmi ipotizzati, da valutare a valle della sperimentazione, consisterebbero principalmente nella riduzione delle diseconomie legate a scelte non condivise ed alla assenza di cooperazione fra soggetti interessati agli stessi processi decisionali. I vantaggi di contro riguardano la maggiore democraticità delle scelte pubbliche, la maggiore trasparenza e riduzione delle asimmetrie informative tra amministratori ed amministrati. 7. Tempi di progetto Il Progetto prevede una durata di 12 Mesi: i tempi per la realizzazione delle evolutive si stimano in 6 mesi, la sperimentazione della soluzione richiede ulteriori 6 mesi.

×