Tra le cento torri di s.gimignano

834 views

Published on

Passeggiando a S. Gimignano il borgo delle cento Torri Aflo

2 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
834
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
2
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Tra le cento torri di s.gimignano

  1. 1. Fotografie ed elaborazioni originali di Antonio Florino Avanzamento automatico eccetto la slide 2
  2. 2. San Gimignano sorge su un colle (m.334) a dominio della Val d'Elsa con le sue torri. Una volta diventata sede di un piccolo villaggio etrusco del periodo ellenistico (200-300 aC) iniziò la sua vita come una città nel 10 ° secolo prendendo il nome dal Santo Vescovo di Modena, San Gimignano, che si dice abbia salvato il borgo dalle orde barbariche. La città ebbe grande sviluppo durante il Medioevo grazie alla "Via Francigena", il commercio e il percorso di pellegrinaggio che lo attraversava. Tant'è che fiorirono opere d'arte per abbellire le chiese e monasteri. Nel 1199 divenne libero comune, combattè contro i Vescovi di Volterra ed i comuni limitrofi. A causa di lotte di potere interne dividendosi in due fazioni al capo alla famiglia Ardinghelli (guelfi) e l'altro dalla famiglia Salvucci (ghibellini). L'8 maggio 1300 ospitò Dante Alighieri è venuto a San Gimignano, come l'ambasciatore della lega guelfa in Toscana. Nel 1348 la popolazione di San Gimignano fu drasticamente ridotta dalla peste peste nera gettando la città in una grave crisi che portò alla sua sottomissione a Firenze nel 1353. Nei secoli successivi, San Gimignano ha superato il suo declino e di isolamento in cui la sua bellezza e importanza culturale insieme con il suo patrimonio agricolo sono state riscoperte. La costruzione delle torri risale ai secoli 11 ° e 13 °. L'architettura della città è stata influenzata da Pisa, Siena e Firenze. Ci sono 14 dipinti secolo di scuola senese da vedere e dipinti 15 ° secolo di scuola fiorentina. Il Duomo o Chiesa Collegiata, consacrata nel 1148 ed è ornato da pregevoli affreschi della scuola senese: "Il Vecchio e il Nuovo Testamento" (Bartolo di Fredi e "Bottega dei Memmi" o Barna da Siena), " Il Giudizio Universale" ( Taddeo di Bartolo), opere d'arte di scuola fiorentina: "Storie di Santa Fina" (Ghirlandaio), "San Sebastiano" (Benozzo Gozzoli), statue lignee (Jacopo della Quercia) e sculture (Giuliano e Benedetto da Maiano) . Affreschi, statue e sculture resero la Chiesa Collegiata di San Gimignano un prestigioso museo. IlPalazzo: cortile Palazzo del Popolo e la Sala di Dante con "La Maestà" di Lippo Memmi. Il Museo Civico e la Pinacoteca con opere di Filippino Lippi, Pinturicchio, Benozzo Gozzoli, Domenico di Michelino, Pier Francesco Fiorentino, Sebastiano Mainardi, Lorenzo di Niccolò di Martino, Coppo di Marcovaldo ecc .. . Entrando dal Museo Civico del misuratore 54 alta "Grande Torre" o torre del Podestà costruita nel 1311 ed è visitabile. Il Museo di Arte Sacra: Tele, tavole, opere in pietra che provengono da chiese e monasteri, argenteria sacra, vestimenti e libri sacri. Il Museo Archeologico, le caratteristiche etrusche, reperti romani e medievali della città e la zona circostante. La Spezieria dello Spedale di Santa Fina, rivela le tecniche della farmacia antica, con i contenitori di ceramica e vetro e medicationi.La Raffaele De Grada Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea, è uno spazio espositivo importante per la Chiesa di S. Agostino . La città.La : Storie di Sant'Agostino (Benozzo Gozzoli), resti di affreschi risalenti al 14 ° secolo, tavole e tele di artisti diversi (Benozzo Gozzoli, Piero del Pollaiolo, Pier Francesco Fiorentino, Vincenzo Tamagni e Sebastiano Mainardi). La Cappella di San Bartolo (Benedetto da Maiano) sono visibili allo attento turista
  3. 68. Per Tina è un’obbligo provare la pizza dovunque vada…ma questa supera qualsiasi aspettative
  4. 70. Di gran lungo meglio i crostini toscani
  5. 71. Ed un misto di salumi locali
  6. 72. Ma le bellezze che ci circondano ci compensano ampiamente
  7. 75. La passeggiata termina qui…per ora by Aflo

×