Mezzipaccheri con sugo di calamari e cicale di mare

2,789 views

Published on

Otima variante della Calamarata con un tocco in più Aflo

Published in: Entertainment & Humor
11 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
2,789
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
22
Comments
11
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Mezzipaccheri con sugo di calamari e cicale di mare

  1. 1. Immagini ed elaborazione di Aflo Description of the crustaceans in English
  2. 2. In una capace padella mettiamo uno spicchio di aglio,un po’ di peperoncino tritato ed un filo di olio ev di oliva e lasciamo imbiondire l’aglio
  3. 3. Nel frattempo evisceriamo circa 700 gr di calamari freschi e tagliamoli a rondelle
  4. 4. Laviamoli per bene in acqua corrente
  5. 5. Slipper lobster, description: Corn is a crustacean with a mid-sized elongated body, depressed and with evident longitudinal ridges along the chest and abdomen. The head, covered with a tough shell (carapace), rounded corners, has two pairs of antennae and two other mobile appendages, which are placed on the eyes, kidney-shaped. On either side of the head, there are two pseudochele each consisting of a movable item panel fitted with a 6 pin and an inner part with the presence of small denticles. The thorax is composed of five free segments, while the abdomen of six, with the last ending with a sort of tail (telson). There are several appendices, some of which constitute limbs for walking (pereiopodi). The abdominal segments are characterized by two peaks thorny plants, particularly in the last abdominal segment in which the rear plugs are more pronounced. The end of the abdomen (telson) is equipped with two large stamps and purple central spots surrounded by a whitish ring. The body color is yellowish-white with shades violacee.La maximum length attained by this species is 20 cm, common people from 12-18 cm
  6. 6. Prendiamo le nostre Cicale di mare
  7. 7. … e laviamole in acqua corrente
  8. 8. Facciamo un taglio lungo la parte ventrale
  9. 9. … e mettiamole nel soffritto che abbiamo preparato
  10. 10. Lasciamole cuocere a fuoco medio,devono rilasciare il loro sapore e profumo
  11. 11. Fino a quando non avranno assunto un colore rossastro come tutti i crostacei
  12. 12. A questo punto possiamo aggiungere i calamari che avevamo preparati in precedenza
  13. 14. Mettiamo in uno schiacciapatate i carapaci delle spannocchie
  14. 16. … schiacciamo con energia
  15. 17. … e estraiamone tutto il liquido
  16. 18. Sono troppo piccole da mangiare,è piccola la parte edule ma questa operazione ne sostituisce il succhiarne i gusci
  17. 19. Laviamo bene circa 750 gr di pomodorini del “piennolo”-quelli coltivati alle falde del Vesuvio
  18. 20. Tagliamoli a pezzettoni
  19. 21. … e aggiungiamoli ai calamari
  20. 23. … un pizzico di sale sottile
  21. 25. Portiamo a termine la cottura
  22. 26. … il sugo è pronto e in attesa della pasta
  23. 27. Nel frattempo i mezzipaccheri sono quasi cotti, molto al dente
  24. 28. pronti da riversare nella padella con i calamari e il succo delle cicale di mare
  25. 29. Versiamo e iniziamo a spadellare
  26. 30. Pronto per la tavola
  27. 31. T ina trasferisce in un piatto da portata e…in tavola
  28. 32. È compito della padrona di casa , Tina
  29. 33. Il cerimoniale del preparare i piatti
  30. 35. Alberto viene apposta da Pavia
  31. 36. Oggi io interpetro l’assaggiatore ufficiale
  32. 37. L’occhio è soddisfatto
  33. 39. L’olfatto anche
  34. 40. Il gusto è eccezionale,la variante della aggiunta del succo di cicale di mare ha esaltato il gusto del piatto a livelli escatologici
  35. 41. Altrimenti Alberto notoriamente pigro non arriverebbe dalla Val Padana(Pavia) per trovare profumi e sapori della nostra Napoli . E allora tutti a gustare questa variante di un semplice sugo con i calamari. Dai fondatori della “Accademia”buona fame a tutti monsù Tina e Aflo [email_address]

×