“ Accademia d’ ‘o mmusc’ magnà” Linguine con le aguglie monsù  Tina   by  Aflo
Conosciamo le nostre amiche Aguglie o garpike,Belone belone,famiglia Belonidi,ordine Beloniformi,classe Osteitti. Corpo al...
Simile ma da non confondere è il Castauriello variamente chiamato nelle varie regioni dove viene pescato,ottimo ma meno pr...
Comperiamo le nostre Aguglie facciamole eviscerare e tagliare a pezzi dal nostro pescivendolo di fiducia Giovanni
Una rapida sciacquatella,notate il colore verde della lisca  centrale
In una capace padella antiaderente tagliamo a  fettine una mezza cipolla bianca
Aggiungiamo un cucchiaio di olio ev di oliva
Prendiamo i nostri pezzi di Aguglia lavati
Non  appena la cipolla è imbiondita disponiamo i pezzi di  Aguglia nella padella
Li lasciamo rosolare a fuoco medio
Aggiungiamo anche un pochino di peperoncino tritato
Proseguiamo la cottura con l’aggiunta di un mezzo bicchiere di vino bianco secco
Lasciamo sfumare il vino e proseguiamo la cottura
Oramai la nostra Aguglia è cotta
Il meno facile è disliscare bene
Aiutandoci con un cucchiaio eliminiamone la lisca centrale-notatene il colore- e le barbe laterali
Proseguiamo senza tregua
Perdonatemi se insisto sulla lisca centrale ma credo che pochi ne abbiano vista una
Per le più piccole usare una pinzetta o le dita-meglio-
Ecco,tutti i pezzi sono disliscati per bene
Riversiamo  il pesce privato di tutte le lische nella padella antiaderente
Riprendiamo la cottura ma solo per sbriciolare il pesce già cotto
Aggiungiamo anche un bicchierino di acqua,non dimentichiamo che questo sarà il sughetto delle nostre linguine
Regoliamo di sale e poco pepe
Prepariamo abbondante prezzemolo tritato,ci servirà dopo la cottura della pasta
L’acqua bolle caliamo le linguine ricordandoci , un litro e più di acqua per ogni 100 gr. di pasta,ricordatevi che sarà un...
Controlliamo  la cottura della pasta
Aggiungiamo qualche mestolino di acqua di cottura alle aguglie sbriciolate che stanno stufando
Le linguine sono quasi cotte,travasiamole senza scolarle nella padella
La pasta è tutta travasata
Cominciamo a rigirare
Proseguiamo,la pasta deve completare la cottura
E  amalgamarsi alle Aguglie
Se serve regoliamo definitivamente di sale
Aggiungiamo il prezzemolo tritato che avevamo tenuto da parte
Cottura perfetta,il piatto è pronto
Cominciamo a preparare i piatti
Aggiungiamo tutto il pesce sui piatti
Vi avevamo preavvisati che si trattava di un piatto unico
Ecco davvero il piatto completato
Un’occhiata più da vicino
Cominciamo ad “arravogliare” la prima forchettata
Questa è la prima di assaggio
La seconda segue di corsa
Che ve ne sembra per un banale piatto unico? Ora basta,non ci resta che augurare a tutti i nostri amici della  “Accademia ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Linguine Con Le Aguglie

3,206 views

Published on

Un'ottimo piatto unico della cucina mediterranea:pesce azzurro parente del Marlin,olio ev di oliva e pasta tipica,le linguine.Una vera squisitezza da intenditori
Aflo

Published in: Self Improvement, Business
4 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
3,206
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
15
Comments
4
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Linguine Con Le Aguglie

  1. 1. “ Accademia d’ ‘o mmusc’ magnà” Linguine con le aguglie monsù Tina by Aflo
  2. 2. Conosciamo le nostre amiche Aguglie o garpike,Belone belone,famiglia Belonidi,ordine Beloniformi,classe Osteitti. Corpo allungato e circolare, grosso becco e denti appuntiti,dorso blu e fianchi argentei con sfumature giallastre sul ventre.E’ una specie gregaria con abitudini pelagiche non grandissimo nel medio Tirreno. Dalle Eolie in giù si trova la Aguglia Imperiale o Marlin del Mediterraneo che raggiunge anche i 2,5 metri di lunghezza e 180 Kg di peso
  3. 3. Simile ma da non confondere è il Castauriello variamente chiamato nelle varie regioni dove viene pescato,ottimo ma meno pregiato dell’Aguglia verace a spina verde di cui ci occupiamo oggi
  4. 4. Comperiamo le nostre Aguglie facciamole eviscerare e tagliare a pezzi dal nostro pescivendolo di fiducia Giovanni
  5. 5. Una rapida sciacquatella,notate il colore verde della lisca centrale
  6. 6. In una capace padella antiaderente tagliamo a fettine una mezza cipolla bianca
  7. 7. Aggiungiamo un cucchiaio di olio ev di oliva
  8. 8. Prendiamo i nostri pezzi di Aguglia lavati
  9. 9. Non appena la cipolla è imbiondita disponiamo i pezzi di Aguglia nella padella
  10. 10. Li lasciamo rosolare a fuoco medio
  11. 11. Aggiungiamo anche un pochino di peperoncino tritato
  12. 12. Proseguiamo la cottura con l’aggiunta di un mezzo bicchiere di vino bianco secco
  13. 13. Lasciamo sfumare il vino e proseguiamo la cottura
  14. 14. Oramai la nostra Aguglia è cotta
  15. 15. Il meno facile è disliscare bene
  16. 16. Aiutandoci con un cucchiaio eliminiamone la lisca centrale-notatene il colore- e le barbe laterali
  17. 17. Proseguiamo senza tregua
  18. 18. Perdonatemi se insisto sulla lisca centrale ma credo che pochi ne abbiano vista una
  19. 19. Per le più piccole usare una pinzetta o le dita-meglio-
  20. 20. Ecco,tutti i pezzi sono disliscati per bene
  21. 21. Riversiamo il pesce privato di tutte le lische nella padella antiaderente
  22. 22. Riprendiamo la cottura ma solo per sbriciolare il pesce già cotto
  23. 23. Aggiungiamo anche un bicchierino di acqua,non dimentichiamo che questo sarà il sughetto delle nostre linguine
  24. 24. Regoliamo di sale e poco pepe
  25. 25. Prepariamo abbondante prezzemolo tritato,ci servirà dopo la cottura della pasta
  26. 26. L’acqua bolle caliamo le linguine ricordandoci , un litro e più di acqua per ogni 100 gr. di pasta,ricordatevi che sarà un piatto unico
  27. 27. Controlliamo la cottura della pasta
  28. 28. Aggiungiamo qualche mestolino di acqua di cottura alle aguglie sbriciolate che stanno stufando
  29. 29. Le linguine sono quasi cotte,travasiamole senza scolarle nella padella
  30. 30. La pasta è tutta travasata
  31. 31. Cominciamo a rigirare
  32. 32. Proseguiamo,la pasta deve completare la cottura
  33. 33. E amalgamarsi alle Aguglie
  34. 34. Se serve regoliamo definitivamente di sale
  35. 35. Aggiungiamo il prezzemolo tritato che avevamo tenuto da parte
  36. 36. Cottura perfetta,il piatto è pronto
  37. 37. Cominciamo a preparare i piatti
  38. 38. Aggiungiamo tutto il pesce sui piatti
  39. 39. Vi avevamo preavvisati che si trattava di un piatto unico
  40. 40. Ecco davvero il piatto completato
  41. 41. Un’occhiata più da vicino
  42. 42. Cominciamo ad “arravogliare” la prima forchettata
  43. 43. Questa è la prima di assaggio
  44. 44. La seconda segue di corsa
  45. 45. Che ve ne sembra per un banale piatto unico? Ora basta,non ci resta che augurare a tutti i nostri amici della “Accademia d’ ‘o mmusc’ magnà” una buona fame e abbasso tutti i fast food del mondo da monsù Tina e Aflo [email_address]

×