Dopo il sacro il profano pranzo al giardino di epicuro

645 views

Published on

Ancora in pochino di relax Aflo

3 Comments
1 Like
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
645
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
3
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Dopo il sacro il profano pranzo al giardino di epicuro

  1. 1. Fotografie ed elaborazioni di Antonio Florino Avanzamento automatico
  2. 2. Dopo una splendida mattinata trascorsa a visitare il Cristo di Maratea e la Basilica di S.Biagio vogliamo finire in bellezza in pace oltre che con l’anima anche con li stomaco ( è ora di pranzo )
  3. 3. Ci viene indicato un posto in alternativa al mare,tra le montagne Cilentane e da alcuni ci viene consigliato “ Il giardino di Epicuro” a pochi minuti di auto di distanza e noi accettiamo un po’ dubbiosi
  4. 4. Entro circa 10 minuti raggiungiamo il luogo che ci appare subito un’oasi di pace e di frescura anche se non vediamo nessuno
  5. 5. Tina trova subito l’amicizia di una simpaticissima capretta nana molto affettuosa
  6. 7. E ancora quella di due cuccioloni che subito si avvicinano a farle le feste
  7. 10. E’ fine giugno ed il posto, se pur piacevolmente, ci appare deserto ,siamo in stagione appena agli inizi e non dimentichiamo che il posto è consigliato dal Gambero Rosso e lo Slow Food
  8. 11. L’aspetto è quello di una osteria di campagna…quello di cui avevo bisogno
  9. 12. Faccio un giro nel locale soffermandomi sui particolari più caratteristici
  10. 15. Tina dopo aver ricevuto le attenzioni degli animaletti di compagnia mi raggiunge al fresco
  11. 16. La serenità de luogo induce a meditazione
  12. 18. Quasi subito il figlio del proprietario ci recita le pietanze consigliate nel giorno e ci chiarisce che tutto è fatta in casa con materia prima dei loro campi e le carni dai loro allevamenti . Ci fidiamo dei suoi consigli cominciando da un’ottimo vino
  13. 19. In attesa che si inizi il pranzo io continuo a immortalare angoli delle sale interne
  14. 25. A mio parere quello che vediamo nell’arredamento crea un’ ambiente volutamente rustico e mi piace
  15. 27. Arrivano gli assaggi di antipasti tutti rigorosamente di produzione della azienda dai formaggi ai salumi davvero eccezionali
  16. 28. Il primo è costituito da fusilli locali fatti in casa al sugo di castrato
  17. 29. Perdonatemi se indugio su questa pasta è davvero particolare ed il gusto lo confermerà
  18. 30. Splendidi
  19. 31. Tina mi dice che assaggia solo ma poi credo che abbia cambiato idea
  20. 32. Tranquilli non sono triste ma solo dispiaciuto che i fusilli sono stati divorati e sono in attesa del secondo e contorni
  21. 33. Il secondo è un filetto alla brace eccezionale anche quasi più gustoso e tenero di uno di Chianina
  22. 34. Purtroppo non ricordo il nome di questi funghi ma arrostiti sono ottimi
  23. 35. Hanno un gusto più deciso dei più conosciuti Porcini
  24. 36. Per finire torta al cioccolato e mandorle fatta dalla sig, Milena, liquore di mirto e finocchietto selvatico fatti rigorosamente in casa
  25. 37. Tina acquista anche peperoncini sotto olio mirtillo e liquore di Finocchietto. Il conto ? La qualità si paga e se si è stati bene non si guarda nemmeno
  26. 38. Soddisfatti appieno della bellissima e appagante giornata che stiamo trascorrendo
  27. 40. Ci avviamo sulla strada del ritorno.
  28. 43. Questa sera a Torre Oliva ci aspetta una serata di Gala
  29. 47. In attesa della serata di gala ci auguriamo che nessuno ci inviti a fare la prova del palloncino ma certamente S. Biagio ci aiuterà a farla franca. In effetti siamo venuti qui per onorare Lui e il Cristo di Maratea. A dopo by Aflo [email_address]

×