Seminario "Lo strano caso dei numeri in azienda"

738 views

Published on

Published in: Economy & Finance, Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Seminario "Lo strano caso dei numeri in azienda"

  1. 1. Lo strano caso dei numeri in azienda l’arte di trasformare dati in informazioni Udine, 5 maggio 2011 STATISTICS FOR BUSINESS MANAGEMENT A cura di Alessandro Braida (Partner COVECO Srl)Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  2. 2. Lo Statistics for business management è un insieme di metodi statistici utilizzabili per la raccolta, l’organizzazione e l’analisi dei dati aziendali, a supporto di decisioni manageriali prese in condizioni di incertezza (M.R. Ferrante). Non parliamo di Statistica metodologica ma di Statistica applicata: “Lo statistico applicato è come l’artigiano con la cassetta degli attrezzi”. Statistics for Business Management Lo Statistics for business management è un approccio da applicare alle diverse aree aziendali: Produzione, Commerciale, Contabilità e Controllo di gestione, Risorse umane, Marketing, Finanziaria, ecc. Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  3. 3. Produzione: controllo di qualità, gestione delle scorte, distribuzione del prodotto sul territorio Commerciale: previsione delle vendite, determinazione del prezzo Contabilità e controllo gestione: certificazione del bilancio, determinazione dei costi Risorse umane: questionari di selezione, misurazione delle Statistics for Business Management performance Marketing: ricerche di mercato, analisi delle performance dei Prodotti Finanziaria: valutazione del rischio di creditoConsulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  4. 4. Come opera un consulente attraverso lo Statistics for business management? • Definizione del problema • Reperimento dati • Individuazione dello strumento statistico opportuno • Analisi dei dati • Valutazione della affidabilità dei risultati Statistics for Business Management • Interpretazione e comunicazione dei risultati Supporto al management nelle scelte strategicheConsulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  5. 5. LIMITE: si sottovalutano alcuni aspetti non razionali ed informali difficilmente misurabili ma che determinano le scelte strategiche sono alla base di ogni business. “Aspetti come fiducia, correttezza, illusione del guadagno sono stati trascurati a vantaggio di comportamenti razionali o presunti tali...” (George Akerlof, Robert Shiller). Statistics for Business Management “Il valore di quelle sessioni non era nei bilanci, era nelle teste e nei cuori delle persone che venivano al nostro quartier generale in Connecticut. Volevo scavare, andare oltre i faldoni e verso i pensieri che li avevano ispirati. Dovevo vedere il linguaggio non verbale degli investitori, la passione che infondevano nei loro ragionamenti » (Jack Welch, dal libro “Jack: Straight from the Gut”)Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  6. 6. 1° CASE HISTORY COME OPERARE PER SCEGLIERE CORRETTAMENTE UNA LOCATION PER UN PROPRIO PUNTO VENDITA? Statistics for Business ManagementConsulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  7. 7. Definizione del problema: evitare errori nella scelta della location dove aprire un punto vendita di articoli di moda femminile. Target: signora di età tra i 35 e i 60 anni Reperimento dati: atlante della competitività delle regioni e delle provincie (Unioncamere) Individuazione dello strumento opportuno: ACP e Analisi dei Cluster Statistics for Business Management Analisi dei dati: riduzione del numero delle variabili ed individuazione delle caratteristiche dei Cluster Valutazione della affidabilità dei risultati: test statistici Interpretazione e comunicazione dei risultati: sviluppo di report sintetici per il supporto alle decisioni della direzione aziendaleConsulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  8. 8. L’analisi delle componenti principali Il primo passo della metodologia è rappresentato dalla selezione di un insieme di 12 variabili potenzialmente determinanti per la scelta di una location: • Popolazione Femminile tra i 30 i 65 anni • Densità abitativa della provincia • Numero Extracomunitari presenti in provincia Statistics for Business Management • Numero di imprese di servizi presenti nel territorio • Tasso di occupazione femminile nel territorio • Importazioni nel settore moda • Reddito pro capite • Consumi pro capite • Depositi Bancari • Indice della bontà rete stradale • Indice della qualità della vita Sole24Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  9. 9. L’analisi delle componenti principali L’obiettivo è quello individuare ambiti territoriali più o meno omogenei ottenendo indicazioni standard per la scelta della location ideale dove aprire un punto vendita. Attraverso uno studio delle distribuzioni e delle correlazioni tra le variabili vengono estratte le componenti principali capaci di spiegare Statistics for Business Management il fenomeno partendo dalle 12 variabili iniziali. Ogni componente principale risulterà influenzata da alcune variabili osservate e sarà in grado di esprimere un aspetto del fenomeno oggetto dello studio. Al fine di individuare il numero di componenti principali estraibili per ottenere la più efficace sintesi dei dati è stato utilizzato il criterio dell’autovalore maggiore di uno.Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  10. 10. Statistics for Business ManagementConsulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  11. 11. 1° Comp. Struttura generale della provincia 2° Comp. Qualità della vita e sviluppo economico Statistics for Business Management 3° Comp. Sviluppo rete stradaleConsulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  12. 12. L’analisi dei cluster Le tecniche di clustering raggruppano le unità statistiche considerate con l’obiettivo di creare gruppi (Cluster) massimamente omogenei al loro interno e massimamente eterogenei tra loro. I dati delle variabili precedentemente indicate, modificati tenendo conto delle risultanze dell’ACP, sono stati quindi “clusterizzati”. Statistics for Business Management I risultati dell’analisi evidenziano 6 Cluster nei quali le provincie vengono raggruppate con riferimento ad un criterio geografico. Tuttavia, alcune provincie presentano similarità con altre che non appartengono alla stessa regione.Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  13. 13. Statistics for Business ManagementConsulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  14. 14. L’analisi dei Cluster: limiti e indicazioni strategiche La tecnica proposta per la classificazione delle provincie potrebbe essere replicata sui dati relativi ai comuni prospettando l’apertura di un’attività laddove ci sono analogie con i punti vendita già dislocati in zone redditizie. Tuttavia, anche le tecniche della statistica multivariata (ACP e CLUSTER) forniscono delle indicazioni basate su un numero di Statistics for Business Management variabili molto basso che, tra l’altro, possono anche non incidere in maniera decisiva sui fattori che influenzano il business. Risulta, pertanto, fondamentale indagare ulteriormente su altri aspetti meno formali e prevedibili.Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  15. 15. Variabili Variabili Variabili Variabili “formali” “informali” “formali” “informali” Struttura generale Pianificazione Struttura generale Pianificazione della provincia urbanistica della provincia urbanistica Qualità della vita e Compatibilità Qualità della vita e Compatibilità sviluppo economico commerciale sviluppo economico commercialeStatistics for Business Management Sviluppo rete Sviluppo rete Parcheggio Parcheggio stradale stradale Altri dati aziendali Cultura locale Altri dati aziendali Cultura locale Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  16. 16. 2° CASE HISTORY COME SI DISLOCANO GEOGRAFICAMENTE I CLIENTI DI UNA STRUTTURA SANITARIA PRIVATA? Statistics for Business ManagementConsulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  17. 17. Dislocazione geografica dei clienti: ipotesi e deduzioni statistiche L’azienda lamentava un’insufficiente capacità di attrarre potenziali pazienti residenti nei comuni geograficamente limitrofi alla sede della struttura. Ipotizzando una possibile espansione a macchia d’olio sul territorio Statistics for Business Management veniva richiesto un intervento consulenziale mirato a sviluppare una campagna di comunicazione da veicolare attraverso canali strettamente locali. Dopo un’analisi statistica sulla provenienza geografica dei pazienti l’intervento consulenziale è stato ricalibrato in quanto erano necessari altri strumenti per rilanciare il fatturato.Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  18. 18. Ipotesi espansione regolare (a macchia d’olio) Statistics for Business Management Attività conseguenti • campagna di comunicazione nelle scuole dei comuni limitrofi • gestione delle relazioni su base locale • comunicazione localizzataConsulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  19. 19. Numero pazienti Statistics for Business Management Km distanza dallo studioConsulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  20. 20. Deduzione dall’analisi statistica (espansione a macchia di inchiostro) Statistics for Business Management Attività conseguenti Comunicazione su base multi-locale Individuazione delle cause dell’infezione e successiva propagazione Replicazione delle cause per innestare la viralitàConsulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  21. 21. Rappresentazione grafica espansione dedotta (a macchia d’inchiostro) Statistics for Business Management N.B.: le stelle rappresentano le località da sviluppareConsulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini
  22. 22. Qualche conclusione 1.Le aziende dispongono di elevate quantità di dati spesso non considerati per prendere le decisioni strategiche 2.Le evidenze empiriche che emergono dalle analisi statistiche a volte contraddicono le rappresentazioni comuni della realtà 3.Analisi statistiche anche complesse non sono sufficienti a fornire al consulente o al dirigente aziendale una rappresentazione completa Statistics for Business Management della realtà nella quale è calato il business aziendale 4.Solo confrontando le analisi statistiche con altre informazioni “informali” è possibile individuare soluzioni adeguate ai problemi aziendaliConsulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini Consulenza e Formazione all’impresa e ai suoi uomini

×