Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Safe biz Presentazione

1,281 views

Published on

  • Be the first to comment

Safe biz Presentazione

  1. 1. CHI SIAMOUNA SOCIETÀ DI CONSULENZADIREZIONALE, PROFESSIONISTICON PLURIENNALE ESPERIENZAIN CAMPI SPECIALIZZATIDIVERSI MA ASSOLUTAMENTESINERGICI E COMPLEMENTARITRA LORO 2  
  2. 2. LA NOSTRA MISSIONAUMENTARE GLI UTILI AZIENDALI DEL CLIENTEATTRAVERSO IL SUPPORTO AD UNA GESTIONE OTTIMALEDELLE RISORSE E DEI PROCESSI ORGANIZZATIVI AFAVORE DI MANAGER DI GRANDI IMPRESE E TITOLARIDI PMI.CONVERTIRE IL COSTO DELLA SICUREZZA E DELCONTROLLO DI GESTIONE IN UN INVESTIMENTOFINALIZZATO AD OTTIMIZZARE I COSTI E A FAVORIRELE MIGLIORI PERFORMANCE PRODUTTIVE.  3  
  3. 3. LA NOSTRA VISIONÈ POSSIBILE INCIDERE SULLA CATENA DEL VALORE:L’ACQUISIZIONE DI UNA CONSAPEVOLEZZADELL’INTERO SISTEMA AZIENDA, PICCOLA O GRANDECHE SIA, PERMETTE DI IDENTIFICARE I VINCOLIAZIENDALI PER POTERLI GESTIRE AL MEGLIO,INTEGRANDOLI ALL’INTERNO DELLA PROCEDURE E DEIPROCESSI ORGANIZZATIVI AFFINCHÉ DIVENTINO FONTEDI OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO PER LE PERSONE     4  
  4. 4. A CHI CI RIVOLGIAMO A TUTTE LE AZIENDE MA PREVALENTEMENTE ALLE PMI: •  AZIENDE CON < 250 ADDETTI E < 50 ML€ FATTURATO J  PMI IN EUROPA = 99,8% TOTALE AZIENDE NON FINANZIARIE J  PMI IN ITALIA = 99,9% AZIENDE NON AGRICOLE PMI = VERO TESSUTO ECONOMICOFonte:  Relazione  2013  G.  Tripoli,  Garante  delle  PMI  -­‐    Eurispes  2013   5  
  5. 5. LA SITUAZIONE ATTUALE ITALIA 2012: CHIUSURA DI 3.500 IMPRESE = 1.000 AZIENDE IN MENO AL GIORNO LE CAUSE? ►  CROLLO DOMANDA INTERNA ►  DIFFICOLTA’ DI CREDITO ►  COSTO ENERGIA ►  DEFICIT INFRASTRUTTURALE ►  BASSA PRODUTTIVITA’Fonte:  Relazione  2013  G.  Tripoli,  Garante  delle  PMI  -­‐    Eurispes  2013   6  
  6. 6. CHE FARE?C’E’ UN GRANDE BISOGNO DI UNA CLASSE IMPRENDITORIALEPROMOTRICE DI INNOVAZIONE, IN GRADO DI RIVITALIZZARE IL«CAPITALISMO SANO» 7  
  7. 7. NOI COSA PROPONIAMOSAFEBIZ PROPONE L’ADOZIONE DI STRUMENTI CHEINCIDONO SULLA PRODUTTIVITA’ AZIENDALESFRUTTANDO UN PATRIMONIO INESTIMABILE: LA FORZALAVORO 8  
  8. 8. COME? … ABBIAMO UNA VISIONE «PARTICOLARE» SUGGERIAMO DI APPLICARE, INTERPRETANDOLE CORRETTAMENTE, LE NORME CHE LA LEGISLAZIONE EUROPEA PRIMA, QUELLA ITALIANA POI, HANNO REDATTO A TUTELA DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI 9  
  9. 9. APPLICHIAMO LA LEGGE 81/2008 CHE COSA INTRODUCE? IL CONCETTO DI SALUTE IN AMBITO LAVORATIVO COME «STATO DI COMPLETO BENESSERE FISICO, MENTALE E SOCIALE…» IDENTIFICA LO «STRESS LAVORO CORRELATO»«Considerare il tema dello stress sul lavoro può volerdire una maggiore efficienza e un deciso miglioramentodelle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro, conconseguenti benefici economici e sociali per le aziende, ilavoratori e la società nel suo insieme» (Accordo Europeo sullostress sul lavoro- Bruxelles 8/10/04) 10  
  10. 10. LO  STRESS  LAVORO  CORRELATO  •  40 ML DI LAVORATORI NELL’ UE SONO AFFETTI DA STRESS E DA DISTURBI E MALESSERI CORRELATI ALLE CONDIZIONI LAVORATIVE, CON COSTI ANNUI STIMATI IN CIRCA 20 MLD €, LA MAGGIOR PARTE DEI QUALI RICADE SULLE AZIENDE•  IN ITALIA IL 27% DEI LAVORATORI (4,5 ML DI PERSONE) PRESENTA LO STRESS QUALE SINTOMO SANITARIO PRINCIPALE LEGATO AL LAVORO•  IN LOMBARDIA NE SONO AFFETTI IL 42% DEL TOTALE DEI LAVORATORI(fonte: AIES) 11  
  11. 11. ELIMINIAMO LO StressLavoroCorrelato ELIMINAZIONE STRESS = ELIMINAZIONE INEFFICIENZE = RIDUZIONE COSTI = MAGGIORI PROFITTI   ELIMINAZIONE STRESS = ELIMINAZIONE POTENZIALI CONFLITTUALITÀ AZIENDALI = RIDUZIONE RISCHI DI CAUSE LEGALI = RIDUZIONE COSTI  QUANDO CI SONO FORTE COMPETIZIONE E CRISIECONOMICA NON SONO TOLLERABILI NE’ INEFFICIENZENE’ RISCHIO DI COSTI COLLATERALI 12  
  12. 12. COME VALUTARE LO STRESSESISTE UNA MODULISTA FACILMENTEREPERIBILE ANCHE ON LINEE’ UNA VALUTAZIONE?NO, E’ SOLO UNA BANALE CHECK LISTDI DATI AZIENDALISERVE?NO, RISPONDE AGLI OBBLIGHI DI LEGGE SENZA DARE ALCUNVALORE AGGIUNTO. SI E’ FATTO «IL COMPITO» MA SI E’SPRECATA UN’OCCASIONE PER IDENTIFICARE AREE DIMIGLIORAMENTO 13  
  13. 13. LA NOSTRA PROPOSTA TRASFORMARE IL «COMPITO» IN UNA OPPORTUNITA’ REALE DI MIGLIORAMENTO AZIENDALE, ATTRAVERSO:►  ANALISI DETTAGLIATA DI TUTTI I PROCESSI ORGANIZZATIVI►  INDIVIDUAZIONE DI TUTTE LE FONTI DI STRESS (= AREE A BASSA PRODUTTIVITA’)►  IDENTIFICAZIONE DELLE ATTIVITA’ VOLTE AD ELIMINARE / GESTIRE LO STRESS, OTTIMIZZANDO I PROCESSI AZIENDALI E AUMENTANDO LA PRODUTTIVITA’►  MONITORAGGIO DELL’APPLICAZIONE DEGLI INTERVENTI DECISI IN ACCORDO CON L’IMPRESA 14  
  14. 14. LA NOSTRA PROPOSTA MENO STRESS PIU’ PERFORMANCE 15  
  15. 15. MA SAFEBIZ E’ IL PARTNER PIU’ QUALIFICATO NON SOLO PER LA VALUTAZIONE DELLO STRESS DA LAVORO CORRELATO ..SAFEBIZ SEGUE L’AZIENDA ANCHE NELL’INDIVIDUAZIONE DITUTTE LE ATTIVITA’ PER EVENTUALI INTERVENTI MIGLIORATIVI:Ø  MAPPATURE DELLE COMPETENZE DI RUOLOØ  ASSESSMENT PSICOLOGICO DI VALUTAZIONEØ  FORMAZIONE NON TECNICA (LEADERSHIP, TEAM WORKING,..)Ø  INTERVENTI PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTEØ  VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE (PERFORMANCE APPRAISAL)Ø  SVILUPPO DELLA RESILIENZA E DELLE POTENZIALITA’ INDIVIDUALIØ  COACHINGØ  ACCOMPAGNAMENTO PER IL PASSAGGIO GENERAZIONALE 16  
  16. 16. MA SAFEBIZ E’ IL PARTNER PIU’ QUALIFICATO ANCHE IN AMBITO FORMAZIONE SAFEBIZ GARANTISCE UN’ADEGUATA FORMAZIONE RISPONDENTE ALLE DIVERSE OPZIONI FORMATIVE PREVISTE DALLA LEGGE PER: Ø  LAVORATORI Ø  PREPOSTI Ø  DIRIGENTI 17  
  17. 17. MA SAFEBIZ E’ IL PARTNER PIU’ QUALIFICATO E ANCHE PREZIOSO ….. SAFEBIZ – UTILIZZANDO LA SUA RETE DI ESPERTI SU TUTTO IL TERRITORIO ITALIANO – VERIFICA LE CONDIZIONI E LA POSSIBILITA’ PER LE AZIENDE CLIENTI, DI USUFRUIRE DI EVENTUALI FONDI PUBBLICI REGIONALI / NAZIONALI / EUROPEI IN GRADO DI CONCORRE - MOLTO SPESSO ANCHE IN MISURA DECISAMENTE SIGNIFICATIVA – ALL’INVESTIMENTO STANZIATO PER LA SICUREZZA E LA FORMAZIONE DEL LAVORATORE. 18  

×