AIRT                 CONVEGNOAssociazione Italiana Ricerca su Timidezza e fobie sociali  20 ottobre 2012      ANCONA   Pal...
DEFINIRE LA FELICITA’ Un volo sopra la storia della filosofia       Andrea Ferroni – Sergio Labate
Grecia antica    • Imprescindibile relazione      con la propria città. Ogni      uomo è cittadino della      Polis.    • ...
Felicità nella Grecia antica• Vivere con  pienezza; eccellere  negli argini.• La giusta misura.  La disciplina del  limite...
Epoca medioevale• La vita eterna  come vera vita.• Un’apologia del  Bene? Uti e frui.• La via e le vie: in  cosa consiste ...
La felicità in epoca medioevale               • Si riconosce che uno solo è                 il Bene cui tendere.          ...
Epoca moderna• Progressiva  secolarizzazione della  società: verso il  disincantamento del mondo.• Cartesio: Cogito ergo s...
La felicità nell’epoca moderna                • La terra è nelle mani                  dell’uomo, affinché egli           ...
Epoca ipermoderna• Ulisse e le sirene.• Il desiderio non  interdetto diventa la  misura di se stesso.• Essere felice vuol ...
Le felicità nell’epoca ipermoderna               • Ogni possibilità è                 quella giusta per                 es...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Definire la felicità. Un volo sopra la storia della filosofia.

1,876 views

Published on

Atti del Convegno LA RICERCA DELLA FELICITA' Ancona 20 Ottobre 2012 www.clini
Definire la felicità. Un volo sopra la storia della filosofia.***Andrea Ferroni
Consulente Filosofico
***Sergio Labate
Docente di Filosofia Teoretica Università di MC

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Definire la felicità. Un volo sopra la storia della filosofia.

  1. 1. AIRT CONVEGNOAssociazione Italiana Ricerca su Timidezza e fobie sociali 20 ottobre 2012 ANCONA Palazzo comunale Sala del Consiglio
  2. 2. DEFINIRE LA FELICITA’ Un volo sopra la storia della filosofia Andrea Ferroni – Sergio Labate
  3. 3. Grecia antica • Imprescindibile relazione con la propria città. Ogni uomo è cittadino della Polis. • Imprescindibile relazione armonica con la natura. Il cittadino è all’interno di un ciclo naturale, immutabile e necessario e, se vogliamo, “tragico”. • Nessuna obiezione alla vita.
  4. 4. Felicità nella Grecia antica• Vivere con pienezza; eccellere negli argini.• La giusta misura. La disciplina del limite tra natura e Polis. (Saggezza).• La felicità è la virtù del fiorire.
  5. 5. Epoca medioevale• La vita eterna come vera vita.• Un’apologia del Bene? Uti e frui.• La via e le vie: in cosa consiste la felicità?
  6. 6. La felicità in epoca medioevale • Si riconosce che uno solo è il Bene cui tendere. • Sono tante le vie della felicità, uno solo è il Bene. • Non si tratta allora di sbagliare la via della felicità, quanto di sbagliare il bene verso cui tendere. • La felicità è una questione di strategia di vita buona. • La felicità è una dipendenza naturale.
  7. 7. Epoca moderna• Progressiva secolarizzazione della società: verso il disincantamento del mondo.• Cartesio: Cogito ergo sum.• Scientia est potentia: abbandonate le auctoritates, al sapere viene consegnata anche la conduzione dell’anima e la felicità.• La curiosità: la scienza moderna e le nuove scoperte.
  8. 8. La felicità nell’epoca moderna • La terra è nelle mani dell’uomo, affinché egli stesso ne sia il liberatore. La politica (come potere di dare la felicità) al posto della metafisica. • La felicità è liberazione progressiva della ragione. C’è davanti un futuro radioso da costruire e dietro non c’è più un passato. L’inizio assoluto.
  9. 9. Epoca ipermoderna• Ulisse e le sirene.• Il desiderio non interdetto diventa la misura di se stesso.• Essere felice vuol dire essere in relazione con ogni cosa riteniamo bene o anche con nessuna cosa che definiamo bene.
  10. 10. Le felicità nell’epoca ipermoderna • Ogni possibilità è quella giusta per essere felici. Il paradosso della felicità contemporanea. • La felicità diventa un dovere prestazionale: dal “fare ciò che non è permesso” al “non fare ciò che dobbiamo fare”.

×