Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Upcoming SlideShare
Lavorare in rete
Next
Download to read offline and view in fullscreen.

Share

Digital workplace: parte 1°

Download to read offline

Prima parte dell'incontro “Nuove tecnologie e Digital Workplace: processi, persone, piattaforme”. Il concetto di "posto di lavoro", i nuovi scenari occupazionali. Dalla catena fisica del valore, alla catena virtuale del valore e l'emergere del "knowledge working".

Related Books

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

Related Audiobooks

Free with a 30 day trial from Scribd

See all
  • Be the first to like this

Digital workplace: parte 1°

  1. 1. www.federmanageracademy.it info@federmanageracademy.it SAILING 2013 Nuove tecnologie e Digital Workplace: processi, persone, piattaforme Roma, 14 maggio 2013 Alvaro Busetti alvaro.busetti@gmail.com Parte 1: Nuovi contesti lavorativi e "knowledge working"
  2. 2. Introduzione… "Complicare è facile, semplificare è difficile…Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare" (Bruno Munari)
  3. 3. il posto di lavoro digitale è l'ecosistema di piattaforme e servizi (ICT) che consente alle persone di lavorare, collaborare, comunicare, sviluppare servizi e prodotti e servire meglio i clienti… Jane McConnell il posto di lavoro digitale
  4. 4. il posto di lavoro digitale modifica:  il modo con cui le persone lavorano  le pratiche manageriali  il modo di produrre valore il posto di lavoro digitale
  5. 5. il posto di lavoro digitale l'ennesimo termine di moda?
  6. 6. perché il lavoro è un posto ? "vado al lavoro…"
  7. 7. perché il lavoro è un posto ? perché il lavoro è un posto ? "vado al lavoro…"
  8. 8. "vado al lavoro…" perché il lavoro è un posto ?
  9. 9. "vado al lavoro…" perché il lavoro è un posto ?
  10. 10. "vado al lavoro…" perché il lavoro è un posto ?
  11. 11. il posto di lavoro è :  un luogo fisico dove sono disponibili gli strumenti di lavoro il posto di lavoro
  12. 12. il posto di lavoro è :  un luogo fisico dove sono disponibili gli strumenti di lavoro  un posto dove si stabiliscono relazioni sociali (finalizzate all'attività produttiva) il posto di lavoro
  13. 13. il posto di lavoro è :  un luogo fisico dove sono disponibili gli strumenti di lavoro  un posto dove si stabiliscono relazioni sociali (finalizzate all'attività produttiva) il posto di lavoro
  14. 14. il posto di lavoro è :  un luogo fisico dove sono disponibili gli strumenti di lavoro  un posto dove si stabiliscono relazioni sociali (finalizzate all'attività produttiva) il posto di lavoro il posto di lavoro cambia perché cambia il modo di lavorare…
  15. 15. il mondo del lavoro cambia…
  16. 16. il mondo del lavoro cambia…  il contesto lavorativo  la natura delle attività
  17. 17. Il contesto lavorativo: Indicatori di produttività 8.625 aziende di 93 paesi con fatturato superiore a 500 milioni di $ link: http://www.executiveboard.com/exbd-resources/pdf/executive-guidance/eg2013-annual-final.pdf
  18. 18. Il contesto lavorativo: pressione competitiva e politica del personale link: http://www.executiveboard.com/exbd-resources/pdf/executive-guidance/eg2013-annual-final.pdf
  19. 19. il posto di lavoro digit cambia secondo dei trend che rientrano in tre categorie:  frequenti cambiamenti organizzativi  aumento interdipendenza di attività e processi  aumento delle attività di tipo "knowledge work" il contesto lavorativo
  20. 20. Frequenti cambiamenti organizzativi Il punto di vista del management link: http://www.executiveboard.com/exbd-resources/pdf/executive-guidance/eg2013-annual-final.pdf
  21. 21. Frequenti cambiamenti organizzativi Il punto di vista del management link: http://www.executiveboard.com/exbd-resources/pdf/executive-guidance/eg2013-annual-final.pdf
  22. 22. Aumento interdipendenza di attività e processi Il punto di vista del management link: http://www.executiveboard.com/exbd-resources/pdf/executive-guidance/eg2013-annual-final.pdf
  23. 23. Aumento interdipendenza di attività e processi Il punto di vista del management link: http://www.executiveboard.com/exbd-resources/pdf/executive-guidance/eg2013-annual-final.pdf
  24. 24. Aumento interdipendenza di attività e processi Per me ultimamente sono aumentati: • le attività che richiedo di collaborazione attiva 67 % • il numero di decisioni da prendere 50 % • il numero di collaboratori in altre sedi geografiche 57 % • il numero di persone con cui interagisco (media 10) 60 % • la necessità di gestire rapporti con persone esterne 65 % Il punto di vista del personale link: http://www.executiveboard.com/exbd-resources/pdf/executive-guidance/eg2013-annual-final.pdf
  25. 25. Aumento delle attività di tipo "knowledge work" Il punto di vista del management link: http://www.executiveboard.com/exbd-resources/pdf/executive-guidance/eg2013-annual-final.pdf
  26. 26. Aumento delle attività di tipo "knowledge work" Il punto di vista del management link: http://www.executiveboard.com/exbd-resources/pdf/executive-guidance/eg2013-annual-final.pdf
  27. 27. il posto di lavoro cambia:  esuberi di manodopera a bassa competenza  scarsità di "knowledge workers" il mercato del lavoro
  28. 28. Il mercato del lavoro: tipologie (secondo McKinsey) link: http://www.mckinsey.com/insights/organization/the_next_revolution_in_interactions  Interaction workers: comprendono professionisti, manager, venditori, e tutti i profili che richiedono complesse interazioni con altre persone, giudizio indipendente, e accesso alle informazioni. Svolgono attività non standardizzate e difficili da automatizzare.  Transaction workers: elaborano informazioni o effettuano operazioni ripetitive che hanno il potenziale per essere automatizzate (ad esempio, cassieri di vendita al dettaglio, cassieri di banca, e impiegati).  Production workers: svolgono un lavoro fisico per convertire materiali da uno stato all'altro o assemblare beni e componenti (ad esempio, operai di fabbrica e lavoratori edili).
  29. 29. Il mercato del lavoro: evoluzione link: http://www.mckinsey.com/insights/employment_and_growth/the_world_at_work
  30. 30. Il mercato del lavoro: esuberi e fabbisogni link: http://www.mckinsey.com/insights/employment_and_growth/the_world_at_work
  31. 31. Il mercato del lavoro: tipologia vs. costo link: http://www.mckinsey.com/insights/high_tech_telecoms_internet/the_social_economy
  32. 32. il posto di lavoro è figlio dell'informatizzazione e automazione dei processi (tutti i processi) il "knowledge work"
  33. 33. "…quando introduciamo un sistema informatico, non stiamo progettando solo le sue funzioni, stiamo progettando (o ri- progettando) il modo di lavorare, non solo lo strumento…" Terry Winograd 1988
  34. 34. "…quando introduciamo un sistema informatico, non stiamo progettando solo le sue funzioni, stiamo progettando (o ri- progettando) il modo di lavorare, non solo lo strumento…" Terry Winograd 1988
  35. 35. Dai processi al knowledge work: la catena del valore Inbound logistics Operations Outbound logistics Marketing & Sales Service Procurement Technology Human Resource Management Firm infrastructure Margin Primary activities Support activities
  36. 36. upstream value downstream value Dai processi al knowledge work: il sistema del valore
  37. 37. upstream value downstream value Dai processi al knowledge work: il sistema del valore I flussi della catena del valore:  beni materiali
  38. 38. Dalla catena virtuale del valore nasce il "marketspace" e la Internet Economy (J. Rayport, J. Sviokla 1996) Dai processi al knowledge work: la catena virtuale del valore link: http://www.ngycp.org/state/ky_clone/ngycp_ky_clone/Exploiting_the_Value_Chain.pdf Inbound logistics Operations Outbound logistics Marketing & Sales Service Procurement Technology Human Resource Management Firm infrastructure Margin Primary activities Support activities Inbound logistics Operations Outbound logistics Marketing & Sales Service acquisizione informazioni (es. ERP) la catena virtuale del valore
  39. 39. …come si arriva alla "virtual value matrix": i processi di trattamento dell'informazione Dai processi al knowledge work: la catena virtuale del valore link: http://www.ngycp.org/state/ky_clone/ngycp_ky_clone/Exploiting_the_Value_Chain.pdf Inbound logistics Operations Outbound logistics Marketing & Sales Service Inbound logistics Operations Outbound logistics Marketing & Sales Service acquisizione organizzazione selezione sintesi distribuzione
  40. 40. …estensione del modello a tutti i processi: attività caratteristiche e di supporto Dai processi al knowledge work: contenuti e comunicazione distribuzione sintesi selezione organizzazione acquisizione comunicazione produzione contenuti KNOWLEDGE WORK
  41. 41. upstream value downstream value Dai processi al knowledge work: il sistema virtuale del valore
  42. 42. upstream value downstream value Dai processi al knowledge work: il sistema virtuale del valore I flussi della nuova economia:  beni materiali  capitali  informazioni  influenza
  43. 43. I processi di comunicazione definiscono il posto di lavoro come sistema di relazioni… Dai processi al knowledge work: comunicazione e org. informale Processi Informazioni Social network
  44. 44. I processi come conversazioni: "action workflow" Preparazione Negoziazione Accettazione Esecuzione richiedente esecutore condizioni di soddisfacimento, tempo Richiesta o offerta Accordo (2 Promesse Reciproche) Dichiarazione di Completamento Dichiarazione di Accettazione I processi possono essere rappresentati come "conversazioni" all'interno del sistema di relazioni…
  45. 45. I processi come conversazioni: un esempio I processi possono essere rappresentati come "conversazioni" all'interno del sistema di relazioni…
  46. 46. il posto di lavoro consiste in:  (cercare) e accedere a informazioni  produrre contenuti  comunicare e gestire relazioni  prendere decisioni il "knowledge work"
  47. 47. il posto di lavoro è pervasivo lungo l'intera catena del valore, non riguarda solo gli impiegati, è un tipo di attività, non una mansione… il "knowledge work" di solito si riconosce chi lo fa da:  casella e-mail aziendale  disponibilità di un PC  disponibilità di un cellulare aziendale (eventuale)
  48. 48. il posto di lavoro può essere svolto in qualsiasi posto e momento in cui siano disponibili gli strumenti e i contenuti necessari a:  accedere alle informazioni  produrre contenuti  comunicare e gestire relazioni  prendere decisioni il "knowledge work"
  49. 49. il posto di lavoro può essere svolto ovunque sia disponibile il "knowledge work" un posto di lavoro digitale
  50. 50. il posto di lavoro digitale
  51. 51. il posto di lavoro digitale non è più un "posto" grazie alla disponibilità di:  rete / cloud  apparati mobili  strumenti social il posto di lavoro digitale mobilità comunicazione
  52. 52. Grazie per la vostra attenzione ! Alvaro Busetti alvaro.busetti@gmail.com http://it.linkedin.com/in/abusetti http://abusetti.wordpress.com/ http://twitter.com/ABusetti http://www.slideshare.net/abusetti http://gplus.to/ABusetti http://www.youtube.com/user/AlvaroBusetti http://www.facebook.com/AlvaroBusetti http://www.delicious.com/A.Busetti

Prima parte dell'incontro “Nuove tecnologie e Digital Workplace: processi, persone, piattaforme”. Il concetto di "posto di lavoro", i nuovi scenari occupazionali. Dalla catena fisica del valore, alla catena virtuale del valore e l'emergere del "knowledge working".

Views

Total views

1,357

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

117

Actions

Downloads

13

Shares

0

Comments

0

Likes

0

×