Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Giorgia Catacchio,1GL.

Il termine italiano
“famiglia" include due
concetti romani:
La Familia
La Gens

E’ l'insieme di persone rette dal pater familias ,
cittadino romano non sottoposto a nessun altro
pater.

Era il “Grande Capo della
Casa”.
Infatti,per legge proprietario di
tutto ciò che era contenuto nella
casa e delle person...

 Quando nella casa di una famiglia povera nasceva un
figlio,il Pater Familias poteva tenerlo e allevarlo
,abbandonarlo ...

Pater Familias smetteva di
essere tale solo quando
moriva e automaticamente
prendeva il suo posto il
figlio più grande o...

Nel tempo la figura del Pater Familias è diventata meno
autoritaria e verso la fine del periodo Repubblicano
furono addi...

Era costituita da coloro che
possedevano lo stesso nome
gentilizio appartenente a un
capostipite realmente vissuto, o pi...

Secondo alcuni le gentes
sarebbero la prima forma
di associazione umana
dalla quale poi si sarebbe
costituito lo stato.

In ciascuna gens di distinsero
varie linee mediante un
cognomen : in età monarchica e
nella prima età repubblicana le
Ge...

L'ingresso dei plebei nella
società avvenne grazie alla
“lex Canuleia “del 445 A .
C che eliminava il divieto
di matrimo...

L’interpretazione della suddivisione tra gentes maiores
e minores è controversa.
Secondo alcuni sarebbe da imputare all’...

Ciascun membro della gens
aveva tre nomi: il gentilizio;
il prenomen o nome
individuale e il cognomen
che identificava i...

Il cliens era quel cittadino
che si trovava ad
adempiere ad una serie di
obblighi nei confronti di
un “patronus", anch'e...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

La società romana.

1,018 views

Published on

La società di Roma e i suoi aspetti.

Published in: Education
  • Be the first to comment

La società romana.

  1. 1. Giorgia Catacchio,1GL.
  2. 2.  Il termine italiano “famiglia" include due concetti romani: La Familia La Gens
  3. 3.  E’ l'insieme di persone rette dal pater familias , cittadino romano non sottoposto a nessun altro pater.
  4. 4.  Era il “Grande Capo della Casa”. Infatti,per legge proprietario di tutto ciò che era contenuto nella casa e delle persone che la abitavano : schiavi, mogli, figli e nipoti.
  5. 5.   Quando nella casa di una famiglia povera nasceva un figlio,il Pater Familias poteva tenerlo e allevarlo ,abbandonarlo o crescerlo per qualche anno per poi venderlo come schiavo o scambiarlo con generi alimentari e animali da allevamento;  Aveva il diritto di vita e di morte sui propri figli, sulla moglie e su tutte le persone che erano sotto alla sua “potestas” o potestà  Controllava il patrimonio famigliare.
  6. 6.  Pater Familias smetteva di essere tale solo quando moriva e automaticamente prendeva il suo posto il figlio più grande oppure il fratello o lo zio.
  7. 7.  Nel tempo la figura del Pater Familias è diventata meno autoritaria e verso la fine del periodo Repubblicano furono addirittura istituite alcune leggi che tutelavano i figli dagli abusi del padre
  8. 8.  Era costituita da coloro che possedevano lo stesso nome gentilizio appartenente a un capostipite realmente vissuto, o più frequentemente a un mitico antenato e trasmessosi, attraverso la catena delle generazioni.
  9. 9.  Secondo alcuni le gentes sarebbero la prima forma di associazione umana dalla quale poi si sarebbe costituito lo stato.
  10. 10.  In ciascuna gens di distinsero varie linee mediante un cognomen : in età monarchica e nella prima età repubblicana le Gentes erano formati esclusivamente da patrizi, detti gentiles, legati tra loro da obblighi reciproci. Ogni gens aveva culti particolari e cerimonie sue proprie
  11. 11.  L'ingresso dei plebei nella società avvenne grazie alla “lex Canuleia “del 445 A . C che eliminava il divieto di matrimonio tra patrizi e plebei.
  12. 12.  L’interpretazione della suddivisione tra gentes maiores e minores è controversa. Secondo alcuni sarebbe da imputare all’accresciuta ricchezza di alcuni settori del patriziato, per altri invece le gentes minores sarebbero all’origine dei gruppi della borghesia plebea che divenute ricche e potenti sarebbero state ammesse al patriziato ancora aperto all’ingresso di membri di origine plebea.
  13. 13.  Ciascun membro della gens aveva tre nomi: il gentilizio; il prenomen o nome individuale e il cognomen che identificava invece la famiglia.
  14. 14.  Il cliens era quel cittadino che si trovava ad adempiere ad una serie di obblighi nei confronti di un “patronus", anch'esso obbligato nei confronti del cliente, in virtù di questa relazione di patronato.

×