NATI                          DUE                          VOLTEIl romanzo è stato pubblicatoad agosto del 2000.
La vicenda è ambientata neglianni 90.                  La vicenda si svolge                  su in Nord Italia.
Giuseppe Pontiggia nascea Como il 25 settembre1934. Fin da adolescentecomincia a sviluppareun’innata passione per lascritt...
Il Professor Frigerio: un uomo egoista ma allo stesso tempo altruista. Dovendo convivere con la situazione del figlio disa...
Il narratore è il professorFrigerio, il protagonistadella storia. Nei suoi raccontisi capisce quanto dolore equanta disper...
“Ai disabili che lottano non per diventare normali  ma se stessi.”          “Questi bambini nascono due volte. Devono     ...
Questo libro parla del rapporto tra unpadre e un figlio disabile. Il professorFrigerio, insegnante in una scuolasuperiore,...
Questo libro mi ha fatto capire moltissime cose suidisabili. Prima non riuscivo a capirli ma orariesco ad inquadrare benis...
Nati due volte
Nati due volte
Nati due volte
Nati due volte
Nati due volte
Nati due volte
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Nati due volte

1,818 views

Published on

Presentazione del testo di Pontiggia Nati due volte, realizzata da Francesca Ciaffoni Proietti classe III media Affile (Rm)

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,818
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Nati due volte

  1. 1. NATI DUE VOLTEIl romanzo è stato pubblicatoad agosto del 2000.
  2. 2. La vicenda è ambientata neglianni 90. La vicenda si svolge su in Nord Italia.
  3. 3. Giuseppe Pontiggia nascea Como il 25 settembre1934. Fin da adolescentecomincia a sviluppareun’innata passione per lascrittura e per i libri.Spinto da necessitàfamiliari comincia alavorare in banca, dove poiprenderà spunto per il suoprimo libro “Morte inbanca”. In seguito ricevemolti premi per i libriscritti. Il suo successo piùimportante è il libro”Natidue volte”. Muore a Milanoil 27 giugno del 2003.
  4. 4. Il Professor Frigerio: un uomo egoista ma allo stesso tempo altruista. Dovendo convivere con la situazione del figlio disabile, questo lo porta a cambiare radicalmente e ad aiutare anche gli altri.Franca: moglie del professore, è una donna moltoindulgente e apprensiva. Non nutre un buonrapporto con il marito ma dopo la nascita del lorofiglio disabile il rapporto tra i due riesce a trovareun equilibrio.Paolo: il figlio disabile a cui fu diagnosticato unhandicap fisico e morale. Piano piano il bambinocomincia a migliorare sempre di più trovando unequilibrio sia psicologico che fisico.
  5. 5. Il narratore è il professorFrigerio, il protagonistadella storia. Nei suoi raccontisi capisce quanto dolore equanta disperazione si proviavendo dei figli disabili ,maallo stesso tempo tantafelicità quando si vede ilproprio figlio fare progressiogni giorno della sua vita.
  6. 6. “Ai disabili che lottano non per diventare normali ma se stessi.” “Questi bambini nascono due volte. Devono imparare a muoversi in un mondo che la prima nascita ha reso difficile. La seconda dipende da voi, da quello che saprete dare. Sono nati due volte e il percorso sarà tormentato. Ma alla fine anche per voi sarà una rinascita.”“Sai ho pensato: i casi sono due. O mi trattano comespazzatura o mi lasciano parlare.”
  7. 7. Questo libro parla del rapporto tra unpadre e un figlio disabile. Il professorFrigerio, insegnante in una scuolasuperiore, ad un certo punto vede la suavita trasformarsi quando viene a sapere chesuo figlio ha problemi neurologici e fisici.Da qui iniziano anni duri. Il bambinocrescendo inizia a fare progressi e amigliorare i suoi rapporti con gli altri. Siparla anche del comportamento del padreche tenta di insegnare al figlio che cosadeve fare, con durezza, esortandolo acontinuare nonostante sia stanco edesausto. Una storia commovente e cheinsegna ad amare ogni genere di persona,disabile o che sia.
  8. 8. Questo libro mi ha fatto capire moltissime cose suidisabili. Prima non riuscivo a capirli ma orariesco ad inquadrare benissimo i loro pensieri e leloro sofferenze per quanto riguarda il non essere“normali”. I temi affrontati come ladiscriminazione, la “normalità”, il fatto di dovercapire tutte le esigenze dei disabili sono deiproblemi del tutto odierni e ancora irrisolti. Iopenso che ogni essere umano debba essereaccettato in tutti i suoi modi e in tutte le sue forme.Come dice il libro questi bambini nascono duevolte: la prima volta vengono al mondo in mododel tutto naturale, la seconda imparano a viverenel mondo in cui sono nati la prima volta. Tuttisiamo uguali e abbiamo gli stessi diritti e anche idisabili. Anzi, forse io credo che siano moltomeglio dei cosiddetti “normali”.

×