• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Zzub Focus   Pubblicita Occulta
 

Zzub Focus Pubblicita Occulta

on

  • 1,200 views

1.000 ZZUBBERS, utenti di ZZUB.IT, hanno espresso il loro parere sulla pratica del product placement

1.000 ZZUBBERS, utenti di ZZUB.IT, hanno espresso il loro parere sulla pratica del product placement

Statistics

Views

Total Views
1,200
Views on SlideShare
1,113
Embed Views
87

Actions

Likes
0
Downloads
8
Comments
0

5 Embeds 87

http://www.zzub.it 50
http://www.aghenorblog.com 28
http://blog.zzub.it 6
http://zzub.it 2
http://feeds.feedburner.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Zzub Focus   Pubblicita Occulta Zzub Focus Pubblicita Occulta Presentation Transcript

    • ZZUB FOCUS: Lo spot nascosto in TV: cosa ne pensate?
    • ZZUB - La Community ZZUB è una community di consumatori consapevoli, appassionati e attivi (ZZUBBERS) che amano essere informati ed informare senza intermediari, che vogliono avere un rapporto diretto con i brand, scoprire e provare nuovi prodotti e servizi (spesso prima del lancio sul mercato) e condividere volontariamente informazioni, esperienze ed opinioni con i brand e con gli amici, off line e online. ZZUB è nata con l’obiettivo di proiettare il buzz marketing nel web 2.0, combinando la forza del passaparola (Word of Mouth Marketing) con una potente struttura di social networking. Per questo abbiamo creato una piattaforma ibrida che integra la tipica struttura verticale delle agenzie di buzz marketing con la struttura connettiva orizzontale dei social network. In base agli interessi e ai gusti degli utenti iscritti, ZZUB invia proposte e inviti alle diverse campagne e connette persone che condividono gusti simili mentre gli fa scoprire nuovi prodotti e servizi in linea con le loro preferenze. Lunedì 30 Marzo 2009 - ZZUB Focus: Lo spot nascosto in TV: cosa ne pensate? - www.zzub.it
    • La pubblicità occulta (product placement) Abbiamo chiesto agli ZZUBBERS cosa pensassero a proposito delle pubblicità nascoste nelle fiction e nei programmi di intrattenimento o sportivi. Oltre ad un questionario, i partecipanti hanno inviato un feedback aperto per esprimere liberamente la propria opinione. Partecipanti che hanno aderito alla campagna: 1.073 Uomini Donne Lunedì 30 Marzo 2009 - ZZUB Focus: Lo spot nascosto in TV: cosa ne pensate? - www.zzub.it
    • Giornali, Quotidiane e TV Leggi giornali-quotidiani-riviste? Quante ore al giorno guardi la TV? SI NO Lunedì 30 Marzo 2009 - ZZUB Focus: Lo spot nascosto in TV: cosa ne pensate? - www.zzub.it
    • L’attenzione Presti attenzione a capi firmati, accessori, Presti più attenzione alle pubblicità auto o altro presenti nelle scene delle fiction tv? con attori o personaggi noti? SI NO SI NO Lunedì 30 Marzo 2009 - ZZUB Focus: Lo spot nascosto in TV: cosa ne pensate? - www.zzub.it
    • Il testimonial Credi che sia più efficace un personaggio pubblico Compri in base al testimonial? piuttosto che l'amico della porta accanto? SI NO Non sa SI NO A volte Lunedì 30 Marzo 2009 - ZZUB Focus: Lo spot nascosto in TV: cosa ne pensate? - www.zzub.it
    • “Messaggio promozionale” sempre visibile Se d’accordo con l’inserimento di prodotti e brand Credi che ogni pubblicità debba riportare in fiction, film e programmi televisivi? l'indicazione quot;messaggio promozionalequot;? SI NO Non sa SI NO Non sa Lunedì 30 Marzo 2009 - ZZUB Focus: Lo spot nascosto in TV: cosa ne pensate? - www.zzub.it
    • Numero spot e tutela dei minori Se sarà possibile inserire i marchi nei film-fiction- Credi che debba essere evitata almeno nei programmi tv, il numero degli spot dovrebbero programmi per minori, non in grado di essere ridotto? riconoscere il messaggio pubblicitario? SI NO Non sa SI NO Non sa Lunedì 30 Marzo 2009 - ZZUB Focus: Lo spot nascosto in TV: cosa ne pensate? - www.zzub.it
    • Feedback a favore Di seguito una selezione di estratti dai feedback aperti inviati dagli ZZUBBERS: E’ necessaria essendo l'unica forma di pubblicità che, per sua natura, non può essere fastidiosa e non può eccedere. Il concetto è che quel prodotto per diventare veramente desiderato deve apparire come quot;utilizzatoquot; e non quot;pubblicizzatoquot; per cui è praticamente impossibile che se ne faccia un uso eccessivo senza che il prodotto appaia decisamente sponsorizzato. Penso che sia una delle forme più eleganti di pubblicità. Questa pubblicità può magari farmi conoscere nuovi prodotti che poi se riterro utili potrò acquistare ma non mi puo' condizionare. Non vedo niente di errato in una sponsorizzazione quot;nascostaquot; di vari prodotti, anzi vedere un prodotto in un dato contesto può far capire meglio pro&contro dello stesso al consumatore che poi trarrà le sue decisioni. Io dico si. Penso che se la pubblicità quot;occultaquot; è usata dai produttori delle fiction o dei film a scopo di finanziamento è una cosa positiva.Spesso molti nuovi produttori o giovani registi non possono realizzare i loro progetti proprio per mancanza di fondi.Il cinema americano è così ricco di effetti speciali, di tecnologie avanzate soprattutto grazie agli sponsor che sborsano fior di quattrini anche a rischio che il film risulti un flop. Non vedo niente di male nell'utilizzo di marchi all'interno di film e fiction,anzi trovo ipocrita l'atteggiamento attuale che cerca di nascondere attraverso escamotage le varie marche: nella vita reale siamo circondati da marchi quindi il loro occultamento nelle fiction non fà altro che aumentare l'attenzione dello spettatore verso quel determinato prodotto di cui si è nascosto il marchio. L'importante quindi è che la presenza dei marchi sia naturale e non inserita artificiosamente. Se in una fiction il nostro personaggio del cuore dovesse chiedere una bibita di una certa marca, magari alla successiva visita al bar capiterà di domandarla incuriositi, magari la si proverà...cosa c'è di male in questo? Se ci dovesse piacere la acquisteremo ancora, in caso contrario avremo soddisfatto una curiosità, nulla di più e non ci vedo nulla di tragico o pericoloso. Spesso mi capita di provare una nuova marca perchè ho visto la pubblicità in televisione, anzi, se nessuno me la nominasse come farei a scoprire che esiste? Lunedì 30 Marzo 2009 - ZZUB Focus: Lo spot nascosto in TV: cosa ne pensate? - www.zzub.it
    • Feedback contrari Di seguito una selezione di estratti dai feedback aperti inviati dagli ZZUBBERS: Non voglio che si buttino dalla finestra anni di lotte alla pubblicità occulta o scorretta. Più in dettaglio, considero il product placement come un inganno, che espone i giovani ed in generale coloro che hanno meno consapevolezza, ad una ingiusta pressione pubblicitaria. Non credo inoltre che questa norma ridurrà inoltre il numero di spot, e credo che in qualche modo sia anche un insulto alla professionalità di chi lavora nel mondo delle fiction e più in generale della televisione. Trasparenza. Io che non ho voglia di subirmi 15 minuti di pubblicità la sera per guardarmi un film sul Rete4, non lo guardo proprio (oppure magari registro sul video). Sono libero di scegliere. Diverso è quando non sei messo al corrente che quello che stai per guardare/guardando contiene la pubblicità. Se vogliamo guardare materiale pubblicitario, è una nostra libertà. Una non libertà invece è quando non siamo messi al corrente del fatto che ingenti investimenti pubblicitari sono stati fatti in quello che stiamo guardando. Le scelte dei consumatori non saranno più le stesse: al diavolo la convenienza, la qualità del prodotto e le sue funzionalità: se Riccardo Scamarcio userà, in uno dei suoi film, un cellulare in particolare, orde di ragazzine si fionderanno nel negozio di telefonia più vicino, una volta uscite dal cinema. L'efficacia dei vip negli spot è infatti nota e indiscutibile e sarà amplificata dal fatto che il nostro attore preferito non tenterà nemmeno di convincerci a comprare: gli basterà usare il prodotto in uno dei suoi film per farlo diventare uno status symbol. Direzione sbagliata. Credo che il confine tra fiction, programma televisivo, film e pubblicitá debba essere netto. Il motivo per cui la pubblicitá cerca di entrare dentro i programmi e' perche' sempre di piu' si riesce a non vedere la pubblicitá guardando film e programmi su Internet o con sistemi di registrazione che riescono ad eliminare le interruzioni pubblicitarie. Gia' sui giornali o le riviste ci sono pagine di pubblicitá difficilmente distinguibili dagli articoli quot;informativiquot; scritti dalla redazione e questo va a danno dell'informazione. La pubblicitá e' una parte importante del commercio, ma se diventa la ragione di esistenza di un giornale o di un film il risultato e' che gli autori finiscono per fare un altro mestiere, quello del pubblicitario. Ovviamente il commercio vive di pubblicità, ma il loro spazio lo hanno, evitiamo per favore che entrino anche nei film, perchè molto spesso c'è la tendenza con il tempo a perdere i limiti del buon senso a favore di interessi economici e da una bibita messa su un tavolo arriveremo ad avere intere casse di merce pubblicitaria che passa durante il film.. Lunedì 30 Marzo 2009 - ZZUB Focus: Lo spot nascosto in TV: cosa ne pensate? - www.zzub.it
    • Feedback Tutela minori Di seguito una selezione di estratti dai feedback aperti inviati dagli ZZUBBERS: Le pubblicità per i bambini non vedo perché debbano essere vietate. I bambini non sono stupidi solo perché sono piccoli, sono soltanto più influenzabili dai loro compagni e dalle quot;modequot; ma i loro educatori (genitori e non solo) hanno un ruolo fondamentale. Se gliele danno tutte vinte non è colpa della pubblicità. Più che la pubblicità sono gli amici a condizionarli (lo zaino dei Pokemon ce l'ha Pino, lo voglio anch'io). Il bombardamento continuo delle immagini del prodotto rischia di influenzare persone quot;deboliquot;, ad esempio i bambini, che possono identificare un prodotto come essenziale per la loro felicità familiare, o sentirsi quot;diversiquot; perchè nella loro casa non esistono certi prodotti. Come mamma mi rendo conto ogni giorno che, qualsiasi prodotto venga presentato nelle trasmissioni che i miei bambini guardano, è da loro subito desiderato. Ultimamente vanno di moda le figurine e i vestiti con le immagini dei personaggi dei cartoni...come loro vedono le telepromozioni, subito li vorrebbero. Penso che nelle trasmissioni per bambini non ci dovrebbe essere pubblicità occulta di alcun tipo, perché loro sono troppo sensibili e recettivi. So bene che i bambini non dovrebbero guardare la tv da soli, proprio per proteggerli da situazioni di questo tipo, ma qualche volta accade e non voglio che assorbano come spugne i messaggi occulti della pubblicità Direzione sbagliata. Credo che il confine tra fiction, programma televisivo, film e pubblicitá debba essere netto. Il motivo per cui la pubblicitá cerca di entrare dentro i programmi e' perche' sempre di piu' si riesce a non vedere la pubblicitá guardando film e programmi su Internet o con sistemi di registrazione che riescono ad eliminare le interruzioni pubblicitarie. Gia' sui giornali o le riviste ci sono pagine di pubblicitá difficilmente distinguibili dagli articoli quot;informativiquot; scritti dalla redazione e questo va a danno dell'informazione. La pubblicitá e' una parte importante del commercio, ma se diventa la ragione di esistenza di un giornale o di un film il risultato e' che gli autori finiscono per fare un altro mestiere, quello del pubblicitario. Lunedì 30 Marzo 2009 - ZZUB Focus: Lo spot nascosto in TV: cosa ne pensate? - www.zzub.it
    • Note Finali In una rapida analisi degli oltre 500 feedback inviati se evince una generale accettazione nei confronti della pratica del product placement. Gli ZZUBBERS sono rassegnati al fatto di dover essere costantemente esposti alle più svariate forme di pubblicità necessaria alle aziende per la promozione dei propri prodotti e non pensano che tale novità possa peggiorare la situazione. In particolar modo vengono evidenziati due aspetti: • La non invasività di questa forma di pubblicità durante la fruizione di un programma televisivo a differenza del classico spot che irrompe/interrompe disturbando la sua naturale continuazione. • La possibilità di vedere il prodotto nel suo impiego dando la possibilità all’utente di comprenderne meglio le caratteristiche che potrebbero soddisfare le sue necessità. Meno ipocrisia. Essendo comunque presenti nelle scene delle fiction e dei programmi televisivi, prodotti di ogni tipo viene meno il tentativo, percepito come ipocrita, di nascondere marchi e loghi di prodotti comunque facilmente riconoscibili come la automobili. Prodotto non deve essere il protagonista. Il timore principale, invece, è l’eccessivo uso del mezzo capace di dar vita a programmi un cui il prodotto non è semplicemente inserito nelle scene ma rischia di diventare protagonista. Sentita anche la necessità di un Authority che vigili affinchè l’uso del prodotto non venga artefatto da effetti televisivi (es. telefono che scarica video in pochi secondi). Tutela minori. Una ulteriore regolamentazione viene richiesta per la tutela dei minori, non in grado di identificare il messaggio pubblicitario e, per questo, facilmente influenzabili. La vigilanza dei genitori e degli educatori, sempre secondo gli ZZUBBERS, rimane, però, l’unico efficace sistema di tutela per il minore. Lunedì 30 Marzo 2009 - ZZUB Focus: Lo spot nascosto in TV: cosa ne pensate? - www.zzub.it
    • Vuoi partecipare anche tu al prossimo ZZUB Focus? Diventa uno ZZUBBER su WWW.ZZUB.IT