• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
PdE n. 14
 

PdE n. 14

on

  • 1,083 views

Rivista di psicologia applicata all'emergenza, alla sicurezza e all'ambiente

Rivista di psicologia applicata all'emergenza, alla sicurezza e all'ambiente

Statistics

Views

Total Views
1,083
Views on SlideShare
1,080
Embed Views
3

Actions

Likes
0
Downloads
27
Comments
0

1 Embed 3

http://www.slideshare.net 3

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    PdE n. 14 PdE n. 14 Document Transcript

    • PdE. Rivista di psicologia applicata all‟emergenza, alla sicurezza e all‟ambiente PdE Anno 6 n. 14 Marzo 2009 Registrazione del Tribunale di Vicenza n° 1114 del 02.09.2005 Redazione: Via De Mori, 17 36100 Vicenza tel. 338.3396987 fax 0444.505717 Rivista di psicologia applicata all‟emergenza, alla sicurezza e all‟ambiente Sommario: EDITORIALE Editoriale pag. 1 Lo stress da lavoro Editoriale correlato pag. 2 Gentili lettori, in questa occasione vi proponiamo un numero speciale composto Babele sostanzialmente da un unico intervento. L‟importanza del tema – pag. 9 purtroppo di drammatica attualità – mi ha spinto a non spezzare il Recensioni contributo e a proporlo nella sua interezza. pag. 10 L‟argomento è la sicurezza sul lavoro e in particolare sullo stress correlato al lavoro, un aspetto del rapporto uomo/lavoro a cui solo da poco si è data la giusta importanza, anche nel recente D Lgs. 81/2008. PdE Oltre alla cornice storico-teorica, si è voluto sottolineare che Direttore responsabile nell‟analisi dello stress correlato al lavoro è necessario prendere in Mauro Zamberlan Direttore scientifico esame non solo gli aspetti tecnici e fisici, ma anche quelli socio- Antonio Zuliani ambientali, come, per esempio, quelli legati alla percezione Redazione: soggettiva o a situazioni di stress esterne al lavoro. Lucia De Antoni, Roberto De Filippo. A tal proposito StudioZuliani ha elaborato un protocollo di analisi che affronta lo stress correlato al lavoro nella sua globalità, e che prevede una fondamentale condivisione degli obiettivi e delle misure da adottare tra le persone che operano a vari livelli all‟interno dell‟Azienda o dell‟Ente. Chiude il numero la recensione di due volumi e l‟oramai consueta rubrica “Babele”. Buona lettura. Antonio Zuliani © StudioZuliani: via De Mori, 17 - 36100 Vicenza - telefono 338 3396987 - fax 0444.505717 - e-mail info@studiozuliani.net 1
    • PdE. Rivista di psicologia applicata all‟emergenza, alla sicurezza e all‟ambiente LO STRESS DA LAVORO CORRELATO DI ANTONIO ZULIANI E ALESSIA LEONARDI Il D.Lgs 81/2008 ha messo in luce un tema di estrema importanza per il benessere nei luoghi di lavoro: la presenza, negli stessi, dello stress lavoro correlato. Il D Lgs. 81/2008 ha messo in luce il tema Con gli anni ‟30 e ‟40 si sviluppa dello stress correlato al lavoro, sottolineando un‟attenzione ai fattori connessi agli infortuni un aspetto relativamente nuovo nei riguardi e alle malattie professionali, e sulla spinta di del rapporto uomo/lavoro. tale nuova sensibilità nascono i principali Se compito del Decreto è quello di tutelare la strumenti di assistenza per gli infortunati e salute e la sicurezza dei lavoratori non va l‟istituzione di enti preposti alla sorveglianza dimenticato che esiste un preciso interesse e al miglioramento della sicurezza delle dell‟azienda nel garantire la qualità di condizioni di lavoro. Al lavoratore viene condizione e di vita lavorativa dei dipendenti riconosciuto il fatto che le condizioni di e collaboratori. Oggi più che mai è acquisita lavoro nelle quali opera possono costituire la nozione che un ambiente di lavoro sano un rischio di infortunio e si inizia un‟attività consente di affermare l‟immagine dei prodotti atta ad affrontare i maggiori fattori negativi. o dei servizi di qualità e il suo miglioramento dipende da una strategia globale di Gli studi di Mayo, sviluppati negli stessi anni, “gestione della qualità” e di responsabilità mettono in luce i possibili danni al benessere sociale che apporta benefici alle prestazioni dei lavoratori apportati dalla routinizzazione e e alla competitività. Inoltre il benessere dalla dequalificazione. Parole quali psicofisico dei collaboratori è un aspetto motivazione, alienazione, gruppo entrano nel decisivo per la stessa qualità della linguaggio del mondo del lavoro. produzione aziendale. Con gli anni ‟50 si inizia a parlare di Early ergonomics dove l‟interazione Evoluzione storica dell’attenzione al uomo/ambiente trova una prima lettura che benessere nel lavoro sfocia in nuovi campi di interesse quali il job design, la selezione e la formazione del Il tema del benessere psicofisico, da cui personale. traggono spunto le problematiche relative allo stress, appare solo negli ultimi anni, ma Negli anni ‟70, ad iniziare dagli Stati Uniti è da considerarsi l‟evoluzione dell‟attenzione l‟attenzione si pone sugli aspetti psicosociali sviluppatasi nei confronti del tema più del lavoro e con il concetto di Health generale del rapporto uomo-lavoro fin dal protection si individua la necessità di porre al secolo scorso. centro dell‟attenzione il tema della prevenzione al fine di migliorare la qualità All‟inizio del „900 l‟organizzazione del lavoro della sicurezza nei luoghi di lavoro. era concepita in funzione del conseguimento del miglior risultato possibile non tenendo in Da questo momento i fattori psico-sociali considerazione né l‟ambiente di lavoro né lo sono sempre più associati a quelli più stato di salute del lavoratore. Il lavoratore, in strettamente biologici, fino ad integrarli. cambio del salario, doveva adattarsi al Nascono così, negli anni ‟80, i concetti di sistema tecnologico ed organizzativo in Wellness, di Occupational Health Promotion evoluzione. (promozione della salute dei lavoratori) e Health Promotion (miglioramento delle condizioni della salute), © StudioZuliani: via De Mori, 17 - 36100 Vicenza - telefono 338 3396987 - fax 0444.505717 - e-mail info@studiozuliani.net 2
    • PdE. Rivista di psicologia applicata all‟emergenza, alla sicurezza e all‟ambiente In questa direzione le analisi acquistano essere considerate positive (per lo sviluppo sempre più un carattere sistemico nel quale dell‟individuo stesso – ndt), ma di fronte ad una convergono aspetti soggettivi, organizzativi esposizione prolungata a forti pressioni egli (clima e cultura organizzative dell‟azienda) e avverte grosse difficoltà di reazione. Inoltre, persone diverse possono reagire in modo diverso tecnici. a situazioni simili e una stessa persona può, in momenti diversi della propria vita, reagire in maniera diversa a situazioni simili. Lo stress non è Il D. Lgs: 81/2008 una malattia, ma una esposizione prolungata allo stress può ridurre l‟efficienza sul lavoro e causare All‟interno di questa evoluzione storica si problemi di salute. Lo stress indotto da fattori situa il D. Lgs 81/1008 che, all‟articolo 28 esterni all‟ambiente di lavoro può condurre a (oggetto della valutazione dei rischi), obbliga cambiamenti nel comportamento e ridurre il datore di lavoro ad effettuare la valutazione l‟efficienza sul lavoro. Tutte le manifestazioni di di “tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei stress sul lavoro non vanno considerate causate lavoratori, ivi compresi quelli riguardanti i dal lavoro stesso. Lo stress da lavoro può essere causato da vari fattori quali il contenuto e gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari, l‟organizzazione del lavoro, l‟ambiente di lavoro, tra cui anche quelli collegati allo stress lavoro una comunicazione “povera”, ecc. “ correlato”. A tale definizione neppure l‟Accordo intende Dallo stesso testo di legge non sono fornire una descrizione esaustiva degli desumibili procedure condivise per valutare indicatori per la valutazione dello stress. questo aspetto della salute del lavoratore, Infatti, all‟art. 4 si legge: ma solamente un riferimento all‟accordo europeo dell‟8 ottobre 2004. “un alto assenteismo o un‟elevata rotazione del Questa è senza dubbio una forte limitazione personale, conflitti interpersonali o lamentele in quanto, proprio in un settore così delicato, frequenti da parte dei lavoratori sono alcuni dei sarebbe stata necessaria una maggior sintomi che possono rivelare la presenza di stress attenzione del legislatore nel cercare di da lavoro. L‟individuazione di un problema di definire il significato di stress da lavoro e, stress da lavoro può avvenire attraverso un‟analisi ancora di più, i livelli valutativi di tali di fattori quali l‟organizzazione e i processi di misurazioni. lavoro (pianificazione dell‟orario di lavoro, grado di autonomia, grado di coincidenza tra esigenze imposte dal lavoro e capacità/conoscenze dei lavoratori, carico di lavoro, ecc.), le condizioni e Contenuti dell’accordo europeo l‟ambiente di lavoro (esposizione ad un comportamento illecito, al rumore, al calore, a Occorre, quindi, partire dal contenuto sostanze pericolose, ecc.), la comunicazione dell‟Accordo europeo del 2004, siglato da (incertezza circa le aspettative riguardo al lavoro, CES - sindacato Europeo; UNICE- prospettive di occupazione, un futuro “confindustria europea”; UEAPME - cambiamento, ecc.) e i fattori soggettivi ( associazione europea artigianato e PMI; pressioni emotive e sociali, sensazione di non CEEP - associazione europea delle imprese poter far fronte alla situazione, percezione di una partecipate dal pubblico e di interesse mancanza di aiuto, ecc.)” economico generale, che definisce, art. 3, lo D‟altra parte la stessa Azienda Europea per stress lavoro correlato in questo modo: la sicurezza e la salute sul lavoro negli studi “Lo stress è uno stato che si accompagna a prodotti è andata al di là di queste malessere e disfunzioni fisiche, psicologiche o osservazioni, anche se le osservazioni e le sociali e che consegue dal fatto che le persone buone pratiche contenute in alcuni non si sentono in grado di superare i gap rispetto documenti, come “Research on Work-related alle richieste o alle attese nei loro confronti. Stress” del 2000, “How to Tackle L‟individuo è capace di reagire alle pressioni a cui Psychosocial Issues and Reduce Work- è sottoposto nel breve termine, e queste possono related Stress” e, “Prevention of © StudioZuliani: via De Mori, 17 - 36100 Vicenza - telefono 338 3396987 - fax 0444.505717 - e-mail info@studiozuliani.net 3
    • PdE. Rivista di psicologia applicata all‟emergenza, alla sicurezza e all‟ambiente psychosocial risks and stress at work in Queste ricerche hanno condotto alla practice” del 2002, “Expert forecast on identificazione di precisi canali nel emerging psychosocial risks related to rapporto mente-corpo, con la occupational safety and health” del 2007 dimostrazione che gli stati emozionali contengono delle importanti indicazioni che hanno correlati continui ed intensi con la sono state utilizzate per la stesura del fisiologia dell'organismo, seguendo una protocollo di lavoro con il quale opera complessa catena di eventi che parte da StudioZuliani. specifiche aree corticali, dal cervello limbico (definito negli anni „40 come cervello viscerale o emozionale), per La letteratura internazionale sullo stress giungere al complesso ipotalamo- ipofisario, fino ai sistemi neurovegetativo, La letteratura internazionale sottolinea come neuroendocrino ed immunitario. lo stress da lavoro può colpire in qualunque luogo di lavoro e qualunque lavoratore, a Fra gli anni '40 e '60 Franz Alexander prescindere dalla dimensione dell‟azienda, ipotizzò che stati emozionali conflittuali dal campo di attività, dal tipo di contratto o di fossero implicati nell'etiopatogenesi di rapporto di lavoro, ma anche che non tutti i varie malattie psicosomatiche attraverso luoghi di lavoro e non tutti i lavoratori ne la mediazione del Sistema Nervoso sono necessariamente interessati. Vegetativo e che addirittura i due diversi Occorre sempre ricordare che lo stress non è compartimenti, l'Ortosimpatico e il una malattia e che ogni persona è Parasimpatico, fossero implicati in assolutamente in grado di sostenere una patologie diverse. Ad esempio, il esposizione di breve durata alla tensione, parasimpatico nell'ulcera peptica e che può essere considerata positiva, che vi l'ortosimpatico nell'ipertensione sono delle differenze soggettive profonde essenziale. nella gestione delle situazioni potenzialmente stressanti correlate alla resilienza personale, Ulteriori studi effettuati fra gli anni '70 e '90 per cui persone diverse possono reagire in hanno chiarito che sensibile alle reazioni modo diverso a situazioni simili e una stessa emozionali è anche il sistema endocrino: persona può, in momenti diversi della propria praticamente tutti gli ormoni (ACTH, vita, reagire in maniera diversa a situazioni cortisolo, GH, prolattina, LH, testosterone simili. E ancora che gli eventi della vita ed altri ormoni sessuali) rispondono a quotidiana possono sommarsi nel sollecitazioni emozionali. Parallelamente, determinare le reazioni da stress. le scoperte relative agli anni '80 hanno evidenziato molteplici connessioni fra Detto questo rimane la rilevazione di come encefalo e sistema immunitario. una esposizione prolungata allo stress può ridurre l‟efficienza sul lavoro e causare problemi di salute. In ogni caso una Difficoltà metodologiche di analisi consapevole valutazione del fattori stressanti può migliorare l‟efficienza e le condizioni di Proprio questa complessità indica la lavoro. necessità di muoversi con cautela in questo campo arrivando a fornire una visione Gli studi e le ricerche sullo stress sono in concreta delle problematiche presenti continua evoluzione e concernono all‟interno di un‟azienda fornendo, al l'indagine di quello che Freud definì “il contempo, utili indicatori per risolvere i salto dallo psichico al somatico", la cui problemi emersi. enorme complessità ha dato vita ad una nuova branca della scienza medica: la La ricerca in questo settore e la Psico-neuro-endocrino-immunologia determinazione di misure certe è resa, ad (PNEI). © StudioZuliani: via De Mori, 17 - 36100 Vicenza - telefono 338 3396987 - fax 0444.505717 - e-mail info@studiozuliani.net 4
    • PdE. Rivista di psicologia applicata all‟emergenza, alla sicurezza e all‟ambiente esempio, particolarmente complessa da una anche incontri con i soggetti più informati e serie di problemi metodologici. Ne sensibili L‟organizzazione di focus group, la indichiamo alcuni dei più importanti e somministrazione di questionari specifici e frequenti: una lettura condivisa dei risultati, affinché difficoltà di delimitare l‟effetto dell‟evento emergano strategie atte a ricavare il meglio stressante da quello di altre variabili e di dalle metodologie descritte. altri avvenimenti; definizione del rapporto tra evento e distanza temporale rispetto all‟insorgenza Metodologia di valutazione dello stress del disturbo; individuazione dei “falsi negativi” (di quei La misurazione dello stress dovrebbe tener soggetti che hanno subito un evento ma conto di fattori riconducibili a 5 aree tendono o a non ammetterlo, o a tematiche. dimenticarlo, o a scotomizzarlo) e dei Indicatori di rischio generali. “falsi positivi” (di coloro, cioè, che Indicatori correlati. enfatizzano il significato degli eventi per Indicatori di stress legati alla percezione trovare una causa e per dare un soggettiva. significato alla loro patologia); Sintomi psicosomatici. ruolo dell‟attesa per gli eventi prevedibili; Presenza di situazioni di stress esterne al difficoltà di discriminazione tra evento lavoro. controllato ed evento non controllato dal soggetto, e altro ancora. 1 Indicatori di rischio generali Queste considerazioni rendono perlomeno La rilevazione dei principali fattori di rischio dubbia la possibilità di avere un unico appare come una condizione basilare per un strumento di misurazione veramente progetto di analisi efficace. Si tratta di aspetti della vita e dell‟organizzazione aziendale. attendibile (software, questionari onnicomprensivi, ecc.), spingendo, invece, l‟attenzione verso un modello di lavoro Situazione ambientale (fattori di rischio integrato. fisico, chimico, ecc). Rumore. Tra le caratteristiche del Oggi si preferisce un modello che rumore che concorrono a contemperi l‟attenzione agli aspetti soggettivi determinare il grado di disturbo si (il soggetto che, individuato l‟evento ricordano: intensità (livello stressante, valuta l‟importanza che ha avuto sonoro) e fluttuazione per lui in quella circostanza) con quelli dell‟intensità (i livelli sonori normativi (il soggetto indica gli elementi fluttuanti sono più fastidiosi di stressanti all‟interno di una scala già livelli sonori costanti); frequenza e predisposta). Ancora si vede come la fluttuazioni di frequenza; durata (il misurazione “oggettiva” dei fattori stressanti disturbo aumenta con l'aumentare (quelli che di seguito saranno identificati della durata). come “indicatori di rischio generali” e Microclima e qualità dell'aria. Vi “correlati”) non sia sufficiente, come non lo è possono essere agenti pericolosi il riferirsi solamente agli indicatori “soggettivi” anche entro i limiti di legge, ma e come debbano assumere un valore ugualmente fastidiosi Inoltre effetti misurabile anche gli aspetti della vita come quello della temperatura, quotidiana esterni al mondo del lavoro. della umidità relativa, delle caratteristiche illuminotecniche e Al fine di giungere ad un‟integrazione di pressione sonora, influenzando soddisfacente occorre porre tutte queste la percezione degli occupanti, attenzioni sullo stesso piano, prevedendo © StudioZuliani: via De Mori, 17 - 36100 Vicenza - telefono 338 3396987 - fax 0444.505717 - e-mail info@studiozuliani.net 5
    • PdE. Rivista di psicologia applicata all‟emergenza, alla sicurezza e all‟ambiente concorrono a definire la salubrità sono di estremo interesse) e la e la sicurezza dell‟ ambiente. percezione soggettiva del vivere in quel Comfort ambientale. La presenza determinato ambiente. o meno di un ambiente di lavoro salubre, confortevole e Valorizzazione personale accogliente è un elemento L‟azienda riconosce e valorizza le costitutivo del benessere sia dei competenze e gli apporti dei dipendenti e lavoratori sia dei possibili fruitori stimola nuove potenzialità, assicurando degli spazi aziendali. Da questo adeguata varietà dei compiti e autonomia punto di vista è essenziale nella definizione dei ruoli organizzativi, valutare la presenza o meno di nonché pianificando adeguati interventi aspetti di restorativeness di formazione. In questa campo risultano ambientale da correlare alla significative sia il riconoscimento delle percezioni soggettive. caratteristiche soggettive dei lavoratori, sia la valorizzazione dei contributi che i Orari di lavoro, lavoro e turni, con singoli posso fornire all‟azienda. particolare attenzione a turni notturni e alla loro modulazione. Motivazione La motivazione al lavoro e la disponibilità Lavoro parcellizzati e/o ripetitivi, lavoro in ad affrontare i sacrifici, sia in termine di posizioni obbligate e/o scomode. organizzazione della propria vita privata, sia di dedizione al lavoro sono tra gli Contatto con il pubblico; lavoro con aspetti più incisivi. stimoli emotivi rilevanti (sanità, assistenza, interventi in emergenza/soccorso, ecc.) Relazioni interpersonali all’interno dell’azienda sia con i colleghi, sia con i 2 Indicatori correlati dirigenti e i sottoposti In questo settore sono rappresentati molti Assenteismo. aspetti importanti relativi al benessere o Presenza di infortuni e/o malattie meno all‟interno del luogo di lavoro. Si va professionali. dal rapporto più o meno armonico o Rotazione del personale elevata, conflittuale con i colleghi, alla provvedimenti disciplinari, conflitti e collaborazione con gli stessi e con i vertenze. superiori, fino alla stima e all‟appoggio Presenza in azienda di una politica della che si sente di avere in azienda da tutti qualità, dell‟ambiente e della sicurezza. quelli che vi operano. Questo è uno degli aspetti più complessi 3 Indicatori di stress legati alla percezione da esaminare perché occorre tenere in soggettiva debito conto anche l‟effettivo organigramma aziendale e la presenza o Tra gli indicatori di stress si può annoverare meno di figure intermedie (capi reparto, la percezione che il lavoratore ha di fattori capi uffici, ecc.) che siano significative nel professionali che entrano in gioco nel vissuto determinare le relazioni interpersonali. personale. Equità Comfort ambientale percepito L‟azienda assicura equità di trattamento Elemento da analizzarsi come mancanza retributivo, di assegnazione di di allineamento tra gli aspetti reali responsabilità e di promozione del dell‟ambiente e le sue ricadute personale, il tutto all‟interno di percorsi psicologiche (da questo punto di vista le chiari ed espliciti, per cui ogni dipendente conoscenze della psicologia ambientale © StudioZuliani: via De Mori, 17 - 36100 Vicenza - telefono 338 3396987 - fax 0444.505717 - e-mail info@studiozuliani.net 6
    • PdE. Rivista di psicologia applicata all‟emergenza, alla sicurezza e all‟ambiente ha la percezione di avere la possibilità di personologici, socioculturali, ecc.) assumono accedere a questa possibilità. di volta in volta un peso diverso. Manifestazioni associate a stress sono le più Senso di utilità varie: stanchezza cronica, affaticamento L‟azienda stimola nei dipendenti il senso psicofisico associato ai più vari disturbi di utilità sociale, contribuendo a dare (cefalea, dolori muscolari, ansia), patologie senso alla giornata lavorativa dei singoli e cutanee (eczemi, eruzioni cutanee), al loro sentimento di contribuire ai risultati dispepsie, gastralgie, modificazioni del comuni. comportamento alimentare, tachicardia, extrasistoli, ipertensione arteriosa, ecc. Informazioni Numerosi studi hanno documentato che il L‟azienda mette a disposizione dei lavoro a turni può determinare a lungo dipendenti le informazioni pertinenti il loro termine una maggiore prevalenza dì malattie lavoro e al contempo ascolta le istanze a prevalente genesi psicosomatica, che si dei dipendenti, tutto all‟interno di una manifestano a carico dell'apparato sistema fatto di strumenti e regole gastroenterico (gastroduodenite, ulcera condivise per la diffusione delle peptica e alterazioni funzionali del colon), del informazioni. sistema nervoso centrale (diminuzione della capacità di concentrazione e della memoria, Chiarezza e trasparenza gravi disturbi del sonno e facile irritabilità, La chiarezza riguarda gli obiettivi sindrome da fatica cronica, disturbi aziendali, le regole e le procedure che comportamentali fino ad una sindrome vigono all‟interno dell‟organizzazione, la ansioso-depressiva) e probabilmente anche definizione o meno dei ruoli reciproci. di quello cardiocircolatorio (ipertensione e cardiopatia ischemica). Sicurezza e protezione Viene segnalato, inoltre, come le turniste donne In questa fase estremamente delicata abbiano più frequentemente irregolarità dei cicli e sotto il profilo dei timori per il futuro disturbi mestruali. economico appare utile rilevare gli aspetti correlati alla sicurezza che l‟azienda 5. Presenza di situazioni stressanti esterne fornisce in merito. Si tratta di indicatori al luogo di lavoro. spesso indiretti che, però, sono in grado di fornire al dipendente fiducia sul futuro Indubbiamente ogni lavoratore ha anche una aziendale e quindi tranquillità sul suo vita privata e non si può pensare che i destino. problemi e le difficoltà dell‟una realtà, così come le gioie e le realizzazioni, non abbiano 4. Sintomi psicosomatici (effetti individuali ricadute anche nell‟altra. Si tratta di aspetti dello stress) difficili da indagare specialmente quando rientrano nella sfera più privata del singolo Possiamo considerare la somatizzazione soggetto. come uno schema di risposta che la persona Problemi con il gruppo di supporto attiva di fronte alle sollecitazioni e agli stress principale: ad es., morte di un membro della vita che può, addirittura, divenire un della famiglia. modo di vivere. Da ciò ne consegue che Problemi di salute in famiglia, esprimere sintomi somatici non può essere disgregazione della famiglia per considerato di per sé patologico, sempre che separazione o divorzio, allontanamento non si raggiungano livelli di intensità, di da casa. frequenza e di compromissione delle Problemi legati all‟ambiente sociale: ad principali funzioni vitali. es., morte o perdita di un amico, Occorre ricordare che la somatizzazione ha inadeguato supporto sociale, difficoltà di una genesi multifattoriale nella quale i diversi acculturazione, discriminazione, fattori (costituzionali, socio-evolutivi, © StudioZuliani: via De Mori, 17 - 36100 Vicenza - telefono 338 3396987 - fax 0444.505717 - e-mail info@studiozuliani.net 7
    • PdE. Rivista di psicologia applicata all‟emergenza, alla sicurezza e all‟ambiente adattamento ai cambiamenti di vita che esso destabilizzi l'omeostasi producendo (come il trasferimento per lavoro). malattia. Sono più vulnerabili i soggetti con Problemi abitativi: ad es., vivere in un "bassa hardiness", dal letterale significato di alloggio inadeguato, quartiere pericoloso; "ardire, vigore, resistenza". Una buona disaccordi con i vicini o con il padrone di resistenza allo stress è infatti influenzata casa. dall'autoconsiderazione; un elevato concetto Problemi economici: ad es., condizione di sè stesso si associa spesso a successo e finanziaria inadeguata, supporto soddisfazione nel lavoro, mentre assistenziale inadeguato. l'autosvalutazione si accompagna Problemi legati all‟interazione con il frequentemente a fenomeni di ordine sistema legale/criminalità: ad es., cause distimico legali; essere vittima di un crimine. Lungi dal voler esaurire le possibili cause di stress esterno al luogo di lavoro, si sottolinea Le procedure di intervento proposte l‟importanza di monitorarle al fine di non arrivare a confondere le cause con l‟effetto di StudioZuliani ha predisposto un progetto di una situazione stressante. lavoro per affrontare compiutamente tale problematica all‟interno delle singole aziende. Nella consapevolezza che esiste Prevenire, eliminare o ridurre i problemi di una forte diversificazione tra Pubblica stress da lavoro Amministrazione e Azienda e tra le varie tipologie di azienda, gli strumenti di lavoro Da qui l‟importanza di stabilire misure utilizzati sono personalizzati alla tipologia adeguate da adottare con la partecipazione aziendale, e possono seguire due percorsi dei dirigenti e la collaborazione dei lavoratori distinti a seconda che vi sia la volontà di e/o dei loro rappresentanti, con gli obiettivi di affrontare il tema dello stress lavoro correlato assicurare un sostegno adeguato da parte nella sua interezza o si preferisca lavorare della direzione ai singoli individui e ai team di per step successivi. lavoro, di portare a coerenza responsabilità e controllo sul lavoro, di migliorare Progetto integrato l‟organizzazione, i processi, le condizioni e l‟ambiente di lavoro, chiarendo gli obiettivi Qualora la volontà e le condizioni specifiche aziendali e il ruolo di ciascun lavoratore. dell‟azienda lo suggeriscano, il piano di Una maggior valorizzazione e attenzione al lavoro prevede i seguenti punti. ruolo del singolo con riconoscimenti e promozioni ad personam sono di 1. Preparazione delle schede aziendali, con straordinaria efficacia come stimolo al la rilevazione dei parametri macroscopici miglioramento personale, lavorativo e e definizione degli interlocutori aziendale. (produzione, occupazione, L'appagamento professionale: è proprio organigramma, RSSP, RLS, Medico questa l'aspirazione quasi mitica cui tende Competente). ogni persona che lavora, la forma più completa di estrinsecazione delle proprie 2. Colloquio con RRSP e RSL sui rischi capacità creative, fisiche ed anche mentali. aziendali valutati. Di ulteriore importanza sarebbe la formazione dei dirigenti e dei lavoratori per 3. Raccolta di indicatori oggettivi di stress una migliore consapevolezza e (assenteismo, turn over, fenomeno comprensione degli effetti dello stress, delle infortunistico ecc.). cause possibili e dei modi per affrontarlo. Una valida rielaborazione cognitiva può 4. Focus group (nelle aziende con numerosi ridimensionare l'evento stressante ed evitare addetti) per l‟esplorazione di conflittualità © StudioZuliani: via De Mori, 17 - 36100 Vicenza - telefono 338 3396987 - fax 0444.505717 - e-mail info@studiozuliani.net 8
    • PdE. Rivista di psicologia applicata all‟emergenza, alla sicurezza e all‟ambiente aziendali, della comunicazione interna, di correlato, attinente la specifica elementi di organizzazione del lavoro, di esperienza. priorità di intervento. Progetto a step 5. Perfezionamento del disegno dell‟indagine successiva (priorità, tipo di Qualora la volontà e le condizioni specifiche questionario, applicazione campionaria o dell‟azienda suggeriscano l‟opportunità di un meno, aspetti gestionali specifici piano di lavoro articolato nel tempo, il dell‟azienda). progetto di intervento si modula in una prima fase che prevede: 6. Somministrazione del questionario comprendente la rilevazione di fattori di 1. compilazione di una scheda di rilevazione stress connessi alla realtà aziendale, dei parametri relativo alla organizzazione della percezione individuale, di sintomi che possono incidere sul benessere dei psicosomatici o di fattori esterni. lavoratori; 7. Restituzione dei dati elaborati mediante 2. somministrazione del questionario idonei momenti di comunicazione in comprendente la rilevazione di fattori di primis al datore di lavoro e stress connessi alla realtà aziendale, successivamente ai lavoratori. della percezione individuale, di sintomi psicosomatici o di fattori esterni; 8. Pianificazione delle azioni di miglioramento in supporto al datore di 3. predisposizione di una relazione scritta di lavoro. Preferibilmente essa deve valutazione del rischio stress lavoro precedere la comunicazione finale ai correlato contenete le indicazioni delle lavoratori, in modo da rendere positiva la eventuali priorità di intervento successive conclusione del percorso, con una e le misure da adottare. comunicazione a sostegno del miglioramento della qualità che l‟azienda Sulla base delle risultanze di questa vuole attivare. relazione sarà possibile programmare azioni di analisi e di intervento che siano in grado di 9. Consegna di una relazione scritta di rimuovere gli elementi negativi riscontrati. valutazione del rischio di stress lavoro . BABELE Continua la rubrica Babele, che tanto successo ha riscosso tra i lettori. L’interesse della Rivista non è di puntare l’indice su chicchessia bensì di evidenziare come la distrazione, la superficialità e, a volte, l’incompetenza inducano a errori macroscopici. Il tono sarà comunque ironico e leggero convinti che ciò avvicini maggiormente allo scopo. Se qualche lettore desidera inviarci altri esempi da includere in Babele è il benvenuto. Gli chiediamo solamente di inviarci la documentazione del messaggio che la redazione si riserverà di pubblicare. © StudioZuliani: via De Mori, 17 - 36100 Vicenza - telefono 338 3396987 - fax 0444.505717 - e-mail info@studiozuliani.net 9
    • PdE. Rivista di psicologia applicata all‟emergenza, alla sicurezza e all‟ambiente Molto interessante e didattico questo cartello posto nell‟atrio di una Università del Nord Italia. Peccato che poi vi sia a disposizione un solo estintore a polvere e Nel numero scorso abbiamo ironizzato allora perché suggerire sull‟uso dell‟inglese presso un ospedale ora che si può scegliere dobbiamo riconoscere che vi sono istituzioni l‟estintore? che promuovono l‟utilizzo della lingua straniera. Eccovi un pulsante per l‟allarme incendio posto in una Casa di Riposo italiana … in francese ovviamente. RECENSIONI “Antropologia dei estremo o di un disastro tecnologico. Per disastri” comprendere e prevenire i disastri, e mitigarne gli effetti post impatto, è importante Di Gianluca Ligi non solo migliorare l‟analisi e la modellistica Editore Laterza (gennaio di tipo tecnico-fisico e ingegneristico, ma 2009, 188 pagg., 20.00 anche concettualizzare la rilevanza delle euro) componenti sociali di un disastro e la loro variabilità trans-culturale. Un evento naturale La denominazione estremo o una catastrofe tecnologica non antropologia dei disastri sono pure fatalità, ma il prodotto di rapporti indica quel filone di economici, politici, culturali e affettivi che ricerche in cui allo studio dei disastri legano comunità umane, tecnologia e vengono applicate le teorie e i metodi tipici ambiente. Le teorie e i metodi di ricerca dell‟antropologia socio-culturale. Disastri nel dell‟antropologia culturale, applicati allo senso di eventi naturali estremi (terremoti, studio dei contesti di emergenza di massa, inondazioni, alluvioni, eruzioni vulcaniche, offrono una lettura efficace del grado di tornado) e in quello di catastrofi tecnologiche vulnerabilità di una comunità, delle sue (esplosioni di impianti nucleari, percezioni di rischio, delle sue potenzialità di contaminazioni batteriologiche e virali, gravi reazione. forme di inquinamento ambientale). In (Lucia De Antoni) genere non si ritiene che l‟antropologia possa occuparsi di disastri perché si tende a sottovalutare l‟importanza degli aspetti socio- "Miracolo a Milano culturali di un disastro rispetto a quelli di Nicoletta Molinari, marcatamente tecnici e fisici. Lo scopo di prefazione di Andrea Riscassi questo libro è invece mostrare come proprio Inviato della RAI gli aspetti socio-culturali rappresentino foto di Gianni Villa importanti dimensioni di un evento naturale per di tipi di Sonda. Prezzo 12 euro. © StudioZuliani: via De Mori, 17 - 36100 Vicenza - telefono 338 3396987 - fax 0444.505717 - e-mail info@studiozuliani.net 10
    • PdE. Rivista di psicologia applicata all‟emergenza, alla sicurezza e all‟ambiente I diritti d'autore vanno a sostegno del vita "normale", all'angolo di una strada, dopo progetto proviniciale di Milano "La CRI per i aver perso tutto, e su cosa continua a non Clochard" funzionare nella nostra società. L'autrice ha Nella Librerie di tutta Italia e presso la Croce raccontato in questo libro come operano le Rossa Italiana Comitato Provinciale di Unità di Strada del progetto provinciale "La Milano, Via Pucci, 7 tel. 02.33129240/1 e-mail CRI per i Clochard", della del Comitato direzioneprovinciale@crimilano.org provinciale della Croce Rossa Italiana di Milano, un progetto nato nel 2001, che vede Dal censimento che il Comitato Provinciale impegnati,per tutto l'arco dell'anno, 5 Unità di della CRI di Milano e delle ricercatrici Strada, composte da tre o quattro volontari dell'Università Bocconi di Milano svolsero per portare tè caldo, brioche, coperte e nell'inverno 2008, sono 400 i clochard indumenti puliti a questi bisognosi nella irriducibili che non lasciano la strade metropoli milanese e da quest'inverno anche neppure per un posto in dormitorio, eppure a Monza. sono persone "invisibili" se non quando la "Con alcuni si tratta di incontri occasionali, cronaca riporta la notizia della loro morte, che non si ripetono più" racconta Nicoletta spesso come vittime di atti di teppismo. Ma "altri sono diventati amici che si vanno a per cercare di dare un volto a questi invisibili, trovare. Sono persone che ci osservano Nicoletta Molinari,volontaria CRI, ha scorrere veloci al centro delle nostre vite, tratteggiato 31 brevi ritratti di alcuni di loro, indifferenti e distratti, senza che il loro incontrati per le vie di Milano nelle situazioni sguardo sia ricambiato. Ma se ci fermiamo, più disparate. possiamo metterli a fuoco, come in un Sono storie di vita che ci dicono molto su quadro, frammenti ancora vivi sul confine come, anche da noi, si può passare da una oscuro della resistenza umana". StudioZuliani su Facebook Al fine di favorire i contatti tra lo Studio e i lettori è stato aperto un gruppo su Facebook. Nel gruppo saranno riportati novità e dibattiti sui temi i interesse dello Studio. Gli esperti dello Studio esprimeranno pareri sulle tematiche di attualità relative alle tematiche delle applicazioni della psicologia ai settori della sicurezza, dell‟emergenza e dell‟ambiente. Sarà, inoltre, possibile porre quesiti ai quali gli esperti risponderanno sulla base delle competenze acquisite. © StudioZuliani: via De Mori, 17 - 36100 Vicenza - telefono 338 3396987 - fax 0444.505717 - e-mail info@studiozuliani.net 11