CRITERI DI GESTIONE DELLE SCORTE IN UN REGIME DI TURBOLENZA E SCARSA LIQUIDITA’ Andrea Payaro Consulente Certificato da EL...
Andrea Payaro <ul><li>Dottore di ricerca in Ingegneria Gestionale </li></ul><ul><li>Consulente certificato da European Log...
Alcune tendenze <ul><li>Progressivo ricorso alla globalizzazione </li></ul><ul><li>Necessità di ridurre i costi aziendali ...
Compromessi <ul><li>Riduzione delle giacenze da tenere a magazzino VS Forniture provenienti dal Far East </li></ul><ul><li...
Il cambiamento <ul><li>Il magazzino assume un nuovo ruolo: </li></ul><ul><li>DA </li></ul><ul><li>Luogo dove stoccare le m...
Esempio <ul><li>Un’azienda assembla ma non finisce le moto alla fine della linea di assemblaggio </li></ul><ul><li>La moto...
Per la flessibilità <ul><li>Progressivo ricorso al ATO (Assembly to Order) </li></ul><ul><li>Strategia in grado di fornire...
Per la flessibilità <ul><li>Riduzione dei codici. In fase di progettazione del prodotto puntare alla condivisione dei codi...
Alcuni suggerimenti operativi <ul><li>Cosa fare per ridurre il valore di magazzino? </li></ul><ul><li>Controllare lo stato...
Esempio <ul><li>Azienda Catering </li></ul><ul><li>2715 codici attivi </li></ul><ul><li>1032 codici generano meno dell’1% ...
Esempio <ul><li>La soluzione: </li></ul><ul><ul><li>Comunicazione alla forza commerciale dei codici basso rotanti </li></u...
Outsourcing <ul><li>Si tratta di delegare alcune attività di magazzino a operatori specializzati chiamati terze parti logi...
Outsourcing <ul><li>Il vantaggio è la trasformazione di un costo fisso in un costo variabile </li></ul><ul><li>Le criticit...
<ul><li>Non sempre le soluzioni di outsourcing portano a una riduzione dei costi. </li></ul><ul><li>Un’azienda voleva dema...
<ul><li>Il risultato: </li></ul><ul><ul><li>la riduzione dei costi non è stata significativa,  </li></ul></ul><ul><ul><li>...
Vendor Managed Inventory <ul><li>Forma di terziarizzazione del magazzino in cui il fornitore, in base ad uno specifico con...
Vendor Managed Inventory <ul><li>Punti di forza </li></ul><ul><ul><li>miglior previsione e pianificazione della domanda e ...
Vendor Managed Inventory <ul><li>In un’azienda nel settore dei motori elettrici il VMI con un fornitore ha permesso la rid...
Consignment stock <ul><li>Il consignment stock è una forma di gestione del magazzino da parte del fornitore.  </li></ul><u...
Consignment stock <ul><li>Il legame è possibile quando non ci sono speculazioni in atto con i fornitori e quando si è disp...
Consignment stock <ul><li>Il consignment  stock applicato in un’azienda di condizionatori industriali ha permesso di ridur...
Kanban con fornitori <ul><li>Modello organizzativo adatto a codici che hanno le seguenti caratteristiche: </li></ul><ul><u...
Dinamica Kanban Andrea Payaro FORNITORE MAGAZZINO
Kanban con fornitori <ul><li>Si riduce il rischio stock out </li></ul><ul><li>Si elimina il fabbisogno del processo dell’o...
Milk run system <ul><li>milk run system diventa un modello organizzativo che si fonda su rapporti collaborativi </li></ul>...
Milk run system <ul><li>Nel progetto realizzato in un’azienda di sistemi di condizionamento industriale si sono riscontrat...
Fasi organizzative <ul><li>Analisi della collocazione geografica dei fornitori </li></ul><ul><li>Individuazione di un nume...
Costi operativi <ul><li>Vi sono attività del magazzino o processi che sono fonte di costi operativi </li></ul><ul><li>La l...
Costi operativi Andrea Payaro DA A
I dieci errori più comuni <ul><li>Le ubicazioni della merce nel magazzino sono presenti solo nella mente del magazziniere ...
I dieci errori più comuni <ul><li>Nel magazzino c’è merce che da molti anni non viene movimentata </li></ul><ul><li>Risult...
Il sistema magazzino Andrea Payaro
Flessibilità e Automazione Andrea Payaro
Conclusioni <ul><li>Ridurre i costi e aumentare la liquidità è possibile </li></ul><ul><li>Un gestione accorta dei process...
Bibliografia <ul><li>Payaro A.,  Organizzare il magazzino. Oltre 100 suggerimenti, casi pratici ed esempi per lavorare con...
Andrea Payaro
Andrea Payaro <ul><li>Thanks for Your Attention </li></ul>Andrea Payaro [email_address] Via Monte Bianco 16 35020, Ponte S...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Criteri di gestione delle scorte in un regime di turbolenza e scarsa liquidità

2,781 views

Published on

Slide dell'ing. Andrea Payaro per la conferenza sui criteri di gestione delle scorte in un regime di turbolenza e scarsa liquidità

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,781
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
318
Actions
Shares
0
Downloads
102
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Criteri di gestione delle scorte in un regime di turbolenza e scarsa liquidità

  1. 1. CRITERI DI GESTIONE DELLE SCORTE IN UN REGIME DI TURBOLENZA E SCARSA LIQUIDITA’ Andrea Payaro Consulente Certificato da ELA (European Logistics Association) [email_address]
  2. 2. Andrea Payaro <ul><li>Dottore di ricerca in Ingegneria Gestionale </li></ul><ul><li>Consulente certificato da European Logistics Association </li></ul><ul><li>Docente di logistica manifatturiera presso la facoltà di Ingegneria dell’Università di Padova </li></ul><ul><li>Consigliere nazionale AILOG </li></ul><ul><li>Docente esperto per il Ministero delle Infrastrutture </li></ul><ul><li>Autore del libro: Organizzare il Magazzino </li></ul><ul><li>Autore di oltre 100 articoli sulle principali riviste tecniche di settore </li></ul>Andrea Payaro
  3. 3. Alcune tendenze <ul><li>Progressivo ricorso alla globalizzazione </li></ul><ul><li>Necessità di ridurre i costi aziendali </li></ul><ul><li>Stringente competizione e concorrenza basata sul prezzo </li></ul><ul><li>Diminuzione dei cicli di vita dei prodotti </li></ul><ul><li>Aumento della domanda di personalizzazione </li></ul><ul><li>Riduzione dei tempi di consegna richiesti dal cliente </li></ul><ul><li>Intervalli di pagamento sempre più ampi </li></ul><ul><li>Progressivo ricorso all’outsourcing </li></ul>Andrea Payaro
  4. 4. Compromessi <ul><li>Riduzione delle giacenze da tenere a magazzino VS Forniture provenienti dal Far East </li></ul><ul><li>Agilità VS Forniture provenienti dal Far East </li></ul><ul><li>Riduzione dei tempi di risposta al cliente VS Aumento delle personalizzazioni </li></ul><ul><li>Diminuire i tempi di attraversamento VS Dare attività in outsourcing (produzione / assemblaggio) </li></ul>Andrea Payaro
  5. 5. Il cambiamento <ul><li>Il magazzino assume un nuovo ruolo: </li></ul><ul><li>DA </li></ul><ul><li>Luogo dove stoccare le merci </li></ul><ul><li>A </li></ul><ul><li>Luogo dove il prodotto può acquisire valore e da cui si può dare servizio al cliente </li></ul>Andrea Payaro
  6. 6. Esempio <ul><li>Un’azienda assembla ma non finisce le moto alla fine della linea di assemblaggio </li></ul><ul><li>La moto viene trasferita nel magazzino dell’operatore logistico </li></ul><ul><li>Presso l’operatore logistico la moto si finisce, si imballa (cupolino, specchietti) e si spedisce. </li></ul>Andrea Payaro
  7. 7. Per la flessibilità <ul><li>Progressivo ricorso al ATO (Assembly to Order) </li></ul><ul><li>Strategia in grado di fornire un elevato grado di flessibilità (personalizzazioni) controllando e limitando il numero dei componenti. </li></ul><ul><li>Le prestazioni dall’ordine del cliente dipendono fortemente dal grado di efficienza del magazzino </li></ul>Andrea Payaro
  8. 8. Per la flessibilità <ul><li>Riduzione dei codici. In fase di progettazione del prodotto puntare alla condivisione dei codici </li></ul><ul><li>Puntare alla realizzazione di prodotti modulari in cui diversi assiemi sono composti dalla combinazione di sottoassiemi uguali. </li></ul><ul><li>In un’azienda che produce macchine per la produzione di mattoni la riduzione del numero di codici relativi alle viterie è stato di oltre il 10% </li></ul><ul><li>In un’azienda di forni industriali la riduzione è stata del 20% </li></ul>Andrea Payaro
  9. 9. Alcuni suggerimenti operativi <ul><li>Cosa fare per ridurre il valore di magazzino? </li></ul><ul><li>Controllare lo stato delle proprie scorte: </li></ul><ul><ul><li>Giacenza media </li></ul></ul><ul><ul><li>Rotazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Numero dei codici stoccati </li></ul></ul><ul><ul><li>Numero dei codici obsoleti </li></ul></ul><ul><li>Si comincia con il fare un po’ di pulizia </li></ul>Andrea Payaro
  10. 10. Esempio <ul><li>Azienda Catering </li></ul><ul><li>2715 codici attivi </li></ul><ul><li>1032 codici generano meno dell’1% di prelievi </li></ul><ul><li>L’azienda tiene a magazzino cose che non servono (in termini di soddisfazione del cliente) </li></ul>Andrea Payaro CLASSE RILEVATO TEORICO CLASSE A (PRODOTTI CHE REALIZZANO L'80% DEI PRELIEVI)   14% 20% CLASSE B (PRODOTTI CHE REALIZZANO L'15% DEI PRELIEVI)   23% 75% CLASSE C (PRODOTTI CHE REALIZZANO IL 4% DEI PRELIEVI)   24% 4% CLASSE D (PRODOTTI CHE REALIZZANO L'1% DEI PRELIEVI)   38% 1%
  11. 11. Esempio <ul><li>La soluzione: </li></ul><ul><ul><li>Comunicazione alla forza commerciale dei codici basso rotanti </li></ul></ul><ul><ul><li>Promozione di alcuni codici in scadenza (6 mesi) </li></ul></ul><ul><ul><li>Eliminazione di codici ritenuti essere obsoleti </li></ul></ul><ul><li>Risultato: riduzione del valore della merce stoccata a magazzino del 16%, aumento degli spazi a magazzino di circa il 20%, disdetta del contratto d’affitto per il magazzino aggiuntivo </li></ul>Andrea Payaro
  12. 12. Outsourcing <ul><li>Si tratta di delegare alcune attività di magazzino a operatori specializzati chiamati terze parti logistiche. </li></ul><ul><li>Le attività che possono essere svolte da questi operatori sono sempre più varie: </li></ul><ul><ul><li>Stoccaggio </li></ul></ul><ul><ul><li>Assemblaggio </li></ul></ul><ul><ul><li>Finitura </li></ul></ul><ul><ul><li>Fornitura alle linee </li></ul></ul>Andrea Payaro
  13. 13. Outsourcing <ul><li>Il vantaggio è la trasformazione di un costo fisso in un costo variabile </li></ul><ul><li>Le criticità sono rappresentate da: </li></ul><ul><ul><li>Perdita delle competenze nella gestione di un processo </li></ul></ul><ul><ul><li>Perdita del controllo nei processi esternalizzati </li></ul></ul>Andrea Payaro
  14. 14. <ul><li>Non sempre le soluzioni di outsourcing portano a una riduzione dei costi. </li></ul><ul><li>Un’azienda voleva demandare all’esterno alcune attività logistiche: scarico dei mezzi, il controllo dei materiali in arrivo, la gestione dei magazzini, l’alimentazione delle linee, la gestione del parco mezzi, la gestione del parco contenitori vuoti. </li></ul><ul><li>Un anno di “prova” per verificare la bontà del business case. </li></ul>Andrea Payaro
  15. 15. <ul><li>Il risultato: </li></ul><ul><ul><li>la riduzione dei costi non è stata significativa, </li></ul></ul><ul><ul><li>si è perso il controllo delle attività, </li></ul></ul><ul><ul><li>si rischiava di perdere il know how aziendale, </li></ul></ul><ul><ul><li>i tempi di reazione si allungavano, </li></ul></ul><ul><ul><li>c’era una perdita dell’affezione verso l’azienda da parte delle risorse umane </li></ul></ul><ul><li>Risultato: l’azienda ha deciso l’insourcing. </li></ul>Andrea Payaro
  16. 16. Vendor Managed Inventory <ul><li>Forma di terziarizzazione del magazzino in cui il fornitore, in base ad uno specifico contratto, si impegna a controllare, pianificare e gestire il magazzino del cliente. </li></ul><ul><li>Sulla base di informazioni di previsioni di vendita e stato delle scorte, il fornitore è tenuto, entro certi limiti di discrezionalità, a ripristinare le giacenze entro un definito lead time. </li></ul>Andrea Payaro
  17. 17. Vendor Managed Inventory <ul><li>Punti di forza </li></ul><ul><ul><li>miglior previsione e pianificazione della domanda e quindi sfruttamento della capacità produttiva (ad es. riduzione effetto Forrester) per il fornitore. </li></ul></ul><ul><ul><li>riduzione delle scorte e del capitale immobilizzato </li></ul></ul><ul><ul><li>maggior anticipazione ritardi di consegna ed emergenze </li></ul></ul><ul><ul><li>riduzione degli stock - out </li></ul></ul><ul><ul><li>riduzione dei costi del processo di approvvigionamento (pianificazione dei materiali, emissione e tracking degli ordini, gestione inventario) </li></ul></ul><ul><li>Dal 2008 Bencini è legata a Ferrari da un contratto V.M.I. che copre il fabbisogno di circa 400 codici, mentre con Maserati i codici gestiti sono circa 250. </li></ul>Andrea Payaro
  18. 18. Vendor Managed Inventory <ul><li>In un’azienda nel settore dei motori elettrici il VMI con un fornitore ha permesso la riduzione delle scorte pari al 14%. </li></ul><ul><li>Inoltre nella stessa azienda è stato eliminato il ricorso all’inserimento di operatori interinali. </li></ul>Andrea Payaro
  19. 19. Consignment stock <ul><li>Il consignment stock è una forma di gestione del magazzino da parte del fornitore. </li></ul><ul><li>Attraverso questa tecnica il fornitore invia la merce presso il deposito del cliente o di un terzo soggetto e rimane di proprietà del fornitore finché essa non viene prelevata da parte del cliente. </li></ul><ul><li>Per il cliente i vantaggi principali sono </li></ul><ul><ul><li>una riduzione dei costi di gestione delle scorte e del capitale finanziario immobilizzato, </li></ul></ul><ul><ul><li>una riduzione delle attività di approvvigionamento </li></ul></ul><ul><ul><li>una riduzione del rischio di stock – out. </li></ul></ul>Andrea Payaro
  20. 20. Consignment stock <ul><li>Il legame è possibile quando non ci sono speculazioni in atto con i fornitori e quando si è disponibili a una strategia collaborativa </li></ul><ul><li>Per il fornitore i vantaggi sono </li></ul><ul><ul><li>Un legame a medio lungo termine con il cliente </li></ul></ul><ul><ul><li>Un fatturato minimo garantito </li></ul></ul><ul><ul><li>Maggiore capacità di pianificare la produzione </li></ul></ul><ul><ul><li>Ottimizzazione dei carichi </li></ul></ul>Andrea Payaro
  21. 21. Consignment stock <ul><li>Il consignment stock applicato in un’azienda di condizionatori industriali ha permesso di ridurre il valore dello stock dell’8%. </li></ul><ul><li>Dato che ogni ordine aveva un costo di circa 50 €, il C.S. ha permesso di eliminare costi pari a 2 ordini per settimana pari a 9600 € </li></ul>Andrea Payaro
  22. 22. Kanban con fornitori <ul><li>Modello organizzativo adatto a codici che hanno le seguenti caratteristiche: </li></ul><ul><ul><li>Facile o veloce approvvigionamento </li></ul></ul><ul><ul><li>Difficile controllo attraverso MRP (Tessuti, cavi, viterie, etc.) </li></ul></ul><ul><ul><li>Facile previsione della domanda o del consumo </li></ul></ul><ul><li>Si tratta di un modello Pull dove attraverso lo scambio di cartellini la fornitura avviene sono dopo reale consumo. </li></ul>Andrea Payaro
  23. 23. Dinamica Kanban Andrea Payaro FORNITORE MAGAZZINO
  24. 24. Kanban con fornitori <ul><li>Si riduce il rischio stock out </li></ul><ul><li>Si elimina il fabbisogno del processo dell’ordine </li></ul><ul><li>Si garantisce un livello massimo dello stock e non si va in over stock </li></ul><ul><li>Un’azienda nel settore dei pavimenti sopraelevati ha realizzato con fornitori selezionati la dinamica del Kanban riuscendo a ridurre le giacenze del 12%. </li></ul>Andrea Payaro
  25. 25. Milk run system <ul><li>milk run system diventa un modello organizzativo che si fonda su rapporti collaborativi </li></ul>Andrea Payaro C F F F F C F F F F 20 Km 25 Km 24 Km 18 Km 20 Km 18 Km 7 Km 4 Km 3 Km MILK RUN FORNITURA TRADIZIONALE
  26. 26. Milk run system <ul><li>Nel progetto realizzato in un’azienda di sistemi di condizionamento industriale si sono riscontrate: </li></ul><ul><ul><li>Ottimizzazione delle fasi di scarico della merce e di accettazione della merce </li></ul></ul><ul><ul><li>Concentrazione dell’arrivo della merce in un unico momento della giornata. </li></ul></ul><ul><ul><li>Organizzare delle persone del magazzino addette alle fasi di stoccaggio. </li></ul></ul><ul><ul><li>Riduzione dei costi di trasporto (es. saving di 14.200 € per una categoria merceologica) </li></ul></ul>Andrea Payaro
  27. 27. Fasi organizzative <ul><li>Analisi della collocazione geografica dei fornitori </li></ul><ul><li>Individuazione di un numero di fornitori che potrebbero essere collegati da un giro </li></ul><ul><li>Valutazione della frequenza di approvvigionamento </li></ul><ul><li>Valutazione delle quantità o dei volumi richiesti e compatibilità di prodotto </li></ul><ul><li>Analisi dei costi in essere del trasporto </li></ul><ul><li>Coinvolgimento dei fornitori e presentazione delle regole operative </li></ul><ul><li>Test del giro e misurazione delle performance </li></ul><ul><li>Standardizzazione del giro </li></ul>Andrea Payaro
  28. 28. Costi operativi <ul><li>Vi sono attività del magazzino o processi che sono fonte di costi operativi </li></ul><ul><li>La loro riorganizzazione può portare a una maggiore produttività o a una maggiore disponibilità di risorse </li></ul><ul><li>Un miglioramento delle attività di prelievo e di confezionamento nel magazzino ha permesso di abbattere in una cereria la gestione dei resi (spedizioni di maggiori qualità) con un risparmio pari a 12.000 € </li></ul>Andrea Payaro
  29. 29. Costi operativi Andrea Payaro DA A
  30. 30. I dieci errori più comuni <ul><li>Le ubicazioni della merce nel magazzino sono presenti solo nella mente del magazziniere o di pochi altri. </li></ul><ul><li>Le attività di prelievo o di stoccaggio della merce non vengono registrate in alcun modo. Le quantità viste dal gestionale a magazzino non corrispondono con le quantità fisicamente presenti </li></ul><ul><li>L’informatizzazione o l’automazione non è la soluzione. </li></ul><ul><li>Chiunque può accedere al magazzino e alla merce </li></ul><ul><li>La merce viene messa dove c’è posto e il magazzino non viene tenuto in ordine. Se non c’è posto sugli scaffali si mette la merce sui corridoi. </li></ul>Andrea Payaro
  31. 31. I dieci errori più comuni <ul><li>Nel magazzino c’è merce che da molti anni non viene movimentata </li></ul><ul><li>Risulta difficile comprendere cosa sia contenuto in alcuni imballi (per avere conferma è necessario guardare dentro l’imballo) </li></ul><ul><li>La posizione della merce non è pensata per facilitare le operazioni di prelievo </li></ul><ul><li>Lo stesso codice potrebbe essere situato in diverse locazioni (individuabili solo a vista) </li></ul><ul><li>Le attività di carico a gestionale e le attività di carico della merce a magazzino non sono sincronizzate </li></ul>Andrea Payaro
  32. 32. Il sistema magazzino Andrea Payaro
  33. 33. Flessibilità e Automazione Andrea Payaro
  34. 34. Conclusioni <ul><li>Ridurre i costi e aumentare la liquidità è possibile </li></ul><ul><li>Un gestione accorta dei processi può portare a notevoli benefici in termini di riduzione delle scorte e dei codici gestiti </li></ul><ul><li>Nuove forme collaborative con fornitori e clienti possono ridurre i rischi legati alle incertezze del mercato e ridurre le situazioni di “urgenza”. </li></ul>Andrea Payaro
  35. 35. Bibliografia <ul><li>Payaro A., Organizzare il magazzino. Oltre 100 suggerimenti, casi pratici ed esempi per lavorare con efficienza . Progetto Leonardo – Editrice Esculapio. </li></ul>
  36. 36. Andrea Payaro
  37. 37. Andrea Payaro <ul><li>Thanks for Your Attention </li></ul>Andrea Payaro [email_address] Via Monte Bianco 16 35020, Ponte San Nicolo’ PD

×