Influenza del pregiudizio nel rapporto medico-paziente: un caso italiano (prototipo di ricerca)

1,011 views
772 views

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,011
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Influenza del pregiudizio nel rapporto medico-paziente: un caso italiano (prototipo di ricerca)

  1. 1. DISTANZA SOCIALE MINACCIA DISTANZA SOCIALE MINACCIA PREGIUDIZIO IMPLICITO MINACCIA MINACCIAPREGIUDIZIO IMPLICITO DISTANZA SOCIALE NIGUARDA MINACCIA DISTANZA SOCIALE PREGIUDIZIO ESPLICITO INFLUENZA DEL PREGIUDIZIO PREGIUDIZIO ESPLICITO NEL RAPPORTO MEDICO PAZIENTE: UN CASO STUDIO PREGIUDIZIO ESPLICITO PREGIUDIZIO ESPLICITO DISTANZA SOCIALE PREGIUDIZIO IMPLICITO MINACCIA MINACCIA DISTANZA SOCIALE DISTANZA SOCIALE Luca Oliva PREGIUDIZIO Francesco Panaro PREGIUDIZIO MINACCIA Mattia Mori MINACCIA Greta Cortesi MINACCIA Marika Porcelli PREGIUDIZIO IMPLICITO 1
  2. 2. CONTESTOStranieri in Italia: 4.570.317 stranieri (7,5% della popolazione totale) Incremento del 7,9% (335.000 persone) rispetto al 2010. I comuni italiani con più cittadini stranieri residenti: 1. Roma (294.571 stranieri) 2. Milano (217.324) 3. … 2
  3. 3. INTRODUZIONE TEORICAIngroup: gruppo di appartenenza dell’individuo (rilevante per l’identitàsociale). Categorizzazione di sé come parte del gruppoOutgroup: gruppo esterno (NO identità, SI’ contrapposizione) 3
  4. 4. INTRODUZIONE TEORICAPREGIUDIZIOGiudizio, opinione o atteggiamento a priori, in generale conconnotazione negativa, verso persone, gruppi o altri oggetti sociali. Ilpregiudizio è ritenuto un fenomeno ordinario che, seppur in formediverse, si trova in tutti gli individui e culture ESPLICITO: pregiudizio IMPLICITO: i processi impliciti classico, carico di avvengono in assenza di percezioni e sentimenti consapevolezza e non sono ostili. I processi espliciti sono intenzionali. Vengono rilevati in consci e controllati maniera indiretta 4
  5. 5. INTRODUZIONE TEORICA DISTANZA SOCIALE (Bogardus, 1925) intesa in termini di desiderabilità di contatto, in differenti ambiti relazionali (quali quelli di vicinato, quelli legati ai contesti lavorativi e le relazioni sentimentali) con diversi outgroup presenti nel proprio contesto sociale. 5
  6. 6. INTRODUZIONE TEORICAMINACCIAUno dei sentimenti dipreoccupazione e di "paura" cheaccompagnano l’immigrazione inambito sociale, in quanto possibileminaccia alla cultura e all’identità;all’occupazione; all’ordine e allasicurezza. 6
  7. 7. OBIETTIVI1 - Indagare le possibili relazioni tra i costrutti pregiudizioimplicito/distanza sociale e quelli di minacciapercepita/pregiudizio esplicito.2 - Indagare gli effetti dei pregiudizi impliciti ed espliciti nelrapporto medico/paziente nel contesto italiano e piùspecificatamente milanese (ospedale Niguarda). 7
  8. 8. FASE 1Studi precedenti* hanno evidenziato il ruolo, in diversi contesti nazionali,della gerarchia etnica nel determinare la rappresentazione che gliingroup nazionali hanno delle varie minoranza outgroup presenti sulterritorio Gerarchia etnica Distanza sociale Minaccia*(Hagendoorn e Hraba, 1987; Kleinpenning e Hagendoorn, 1993; Verkuyten e Kinket, 2000, Hagendoorn, 8Drogendijk, Tumanov e Hraba, 1998, Hraba, Radloff e Gray-Ray, 1999)
  9. 9. IPOTESI DISTANZA SOCIALE (operazionalizzata dalla gerarchia etnica) può essere dimensione del pregiudizio implicito?MINACCIA percepita (posizione, status,lavoro…) può essere dimensione delpregiudizio esplicito? 9
  10. 10. METODO - PARTECIPANTI20 medici italiani del reparto di ostetriciadell’ospedale di Niguarda(1800 parti all’anno e di questi 27% stranieri)*UN AMBIENTE PRIVILEGIATO PER UN’INDAGINE SUL PREGIUDIZIO INTERETNICO*Bassi Mariano - Direttore della StrutturaComplessa di Psichiatria dellAO OspedaleNiguarda Ca Granda di Milano. 10
  11. 11. MISURA – DISTANZA SOCIALEPERCEZIONE DISTANZA SOCIALEVersione tradotta e adattata della Social Distance Scale di Hagendoornet al. (1998) costituita da 3 items che misurano, tramite ordinamento, ladistanza sociale percepita in altrettanti diversi domini di contatto(partner, colleghi di lavoro, vicini di casa) ripetuti per l’ingroup e per tuttii gruppi target considerati.Esempio 11
  12. 12. MISURA – MINACCIA SOCIALEPERCEZIONE DI MINACCIAScala di Keinpenning (1993) composta da 10 itemEsempio:• « Se a scuola ci fosse un maggior numero di bambini (...), il livello di istruzione della scuola italiana peggiorerebbe»;• «Le mie possibilita di trovare un buon lavoro diminuiscono a causa della presenza di (...)»Tutti gli item sono misurati su una scala Likert a 6 punti.1= per niente -------------------------------------------------------- 6=completamente 12
  13. 13. MISURA – PREGIUDIZIO ESPLICITOPREGIUDIZIO ESPLICITOVersione tradotta e adattata della Scala delpregiudizio latente e manifesto di Pettigrew eMeertens (Arcuri e Boca, 1996) costituita dai 10 itemrelativi al pregiudizio esplicito10 medici svolgono il questionario relativo al gruppoetnico primo per minaccia sociale.10 medici svolgono il questionario relativo al gruppoetnico primo per distanza sociale. 13
  14. 14. MISURA – PREGIUDIZIO IMPLICITO  Ai MEDICI viene somministrato lo IAT (Test d’Associazione Implicita) SCOPO: misurare atteggiamenti impliciti nei confronti di gruppi sociali, stabilendo la forza dell’associazione tra concetti e gruppi target- 10 medici svolgono il test relativo al gruppo etnico primo per minaccia sociale.- 10 medici svolgono il test relativo al gruppo etnico primo per distanza sociale. 14
  15. 15. CORRELAZIONE?Al termine di questa fase i risultati attesi potrebberovedere…Distanza sociale Pregiudizio implicitoMinaccia sociale Pregiudizio esplicito 15
  16. 16. OBIETTIVI1 - Indagare le possibili relazioni tra i costrutti pregiudizioimplicito/distanza sociale e quelli di minacciapercepita/pregiudizio esplicito.2 - Indagare gli effetti dei pregiudizi impliciti ed espliciti nelrapporto medico/paziente nel contesto italiano e piùspecificatamente milanese (ospedale Niguarda). 16
  17. 17. FASE 2Louis Penner, John F. Dovidio et all (2009):hanno indagato la relazione tra i diversi tipidi pregiudizio e il grado di soddisfazione delrapporto medico/paziente nel contestoamericano.Si vuole verificare tale rapportospecificatamente all’interno del contestoospedaliero in cui è stata effettuata laFASE 1. 17
  18. 18. METODO - PARTECIPANTIVolgendosi ai risultati ottenuti nella FASE 1…70 pazienti appartenenti al gruppo etnico primoper minaccia sociale.70 pazienti appartenenti al gruppo etnico primoper distanza sociale.I partecipanti ricevono come incentivoper la partecipazione un peluche inomaggio. 18
  19. 19. MISURA – SODDISFAZIONE PAZIENTE Somministrazione di un questionario basato sulla scala di «Soddisfazione del Paziente» (Stewart et al., 2000) composto da 15 item con metro di valutazione scala Likert a 4 punti 1= per niente -------------------------------------------------------- 4=completamente La «Soddisfazione del Paziente» è significativamente associata all’efficienza del servizio sanitario (Stewart et al., 2000) Analisi Si incrocerebbero i dati così ottenuti con quelli della FASE 1 e si andrebbe a verificare la relazione tra soddisfazione del paziente e pregiudizio. 19
  20. 20. SVILUPPI - LIMITIAggiustare il fuoco su cui concentrare le campagne di sensibilizzazione inspecifici contesti Sono come noi VS Non sono pericolosi• Classificazione gruppi etnici• Contesto medico• Genere• Interferenze 20
  21. 21. GRAZIE PER L’ATTENZIONE Dude, racism is stupid. I am black, white and Asian. But everyone loves me. So stop the hate and start the love, man. 21

×