I Viaggi Spaziali. Nadia Pérez.

  • 282 views
Uploaded on

 

More in: Education , Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
282
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. ViaggiSpaziali
    Presentazioni degli allievi
    Nadia Pérez Frutos
  • 2. Corsa Spaziale
  • 3. La Luna
     2.Gennaio.1959 Luna 1 si sbatte contro la Luna
    Gennaio.1966 Sonda Luna 9 alluna con buon
    risultato
    Giugno.1966Surveyor I alluna e riesce a fare un
    film del succeso che si può vedere dalla Terra.
    21.Luglio.1969 Neil Armstrong ed Edwin Aldrin
    posano piede, per la prima volta nella storia dell’umanità,
    la Luna.
    http://video.google.es/videosearch?hl=es&q=one%20small%20step&sourceid=navclient-ff&rlz=1B3PBEA_esES238ES239&um=1&ie=UTF 8&sa=N&tab=wv#hl=es&q=one+small+step&sourceid=navclient-ff&rlz=1B3PBEA_esES238ES239&um=1&ie=UTF-8&sa=N&tab=wv&view=3&qvid=one+small+step&vid=-3437689579055442896
  • 4. La Luna
  • 5. Marte
     1963. Mars1 la prima volta che si vola sopra il pianeta Marte.
     1965. Mariner  fa le prime foto della superficie di Marte.
     1971. Mars3  riesce a toccare la superficie del pianeta senza problemi,ma 20 secondi dopo si perde il collegamento.
    Misioni esitose: Mars Global Surveyor (1997)
    Mars Pathfinder (1997)
    Anche la ESA (2003) invia una sonda, la Mars Express.
    Ma il Beagle 2 che porta, non riesce ad “atterrare”, perché
    si perde il controllo nella dicesa.
    Per essere capaci di inviare persone a Marte, si deve ancora fare tornare la nave.
    Più difficile che nella Luna, Marte ha più gravità, motori più potenti e con maggiore capacità per benzina.
    Soujourner
  • 6. Venere
    • 1961  L’ Unione Sovietica lancia la sonda Venera 1. Si perde contatto
    ma riesce a sorvolare Venere.
    • 1977  Sonda Venera 9 “atterra” sopra Venere e
    invia imagini e dati. Ma in poco tempo, le condizioni
    del pianeta distruggono i sistemi della sonda.
    • 1981  Ultima volta che si cerca di scendere su Venere
    con la Venera 14 che riesce a stare 57 minuti sulla
    superficie.
    Grazie ad altre missioni con sonde che sono passate vicino a Venere, si sono ottenuti nuovi dati e imagini
    Mariner 10 is the only space probe that has visited the planet Mercury. It flew past Venus in
    1974, then made three passes near Mercury in 1974 and 1975. A probe called
    Messenger, launched in 2004, was scheduled to make its first visit to Mercury in 2008.
    Image credit: NASA
  • 7. AltreMissioni
    Pioneer Pioneer 10 lanciata nel 1972, arriva a 130.000km da Giove l’anno seguente e si ottengono foto più vicine. Continua il suo viaggio fuori dal Sistema Solare. Nel 2002 si perde il contatto con Pioneer 10.
     Pioneer 11: il suo obiettivo: Saturno. Grazie a questa si scoprirono 2 nuovi satelliti e un altro anello. Durante il suo percorso, fa una bella foto della “macchia rossa” del pianeta Giove.
    Voyager  Voyager 1: Anche se soltanto era stata pensata per arrivare ai pianeti gassosi, è arrivata fuori del Sistema Solare, e è andata anche più lontana da dove fosse arrivata la Pioneer. (1977-2005)
     Voyager 2 fu la prima ad arrivare a Urano (1986) ma anche a Nettuno (1989) e poi uscì dal SS.
  • 8. Quelpuntinoazzurro
    “Da questo lontano punto di vista la Terra può non sembrare molto interessante. Considerate ancora quel puntino. È qui. È casa. Siamo noi. Su di esso, tutti quelli che amate, tutti quelli di cui avete mai sentito parlare, ogni essere umano che sia mai esistito, hanno vissuto la propria vita. L'insieme delle nostre gioie e dolori, migliaia di religioni, ideologie e dottrine economiche, così sicure di sé, ogni cacciatore e raccoglitore, ogni eroe e codardo, ogni creatore e distruttore di civiltà, ogni re e suddito, ogni giovane coppia innamorata, ogni madre e padre, figlio speranzoso, inventore ed esploratore, ogni predicatore di moralità, ogni politico corrotto, ogni "superstar", ogni "comandante supremo", ogni santo e peccatore nella storia della nostra specie è vissuto lì su un granello di polvere sospeso dentro ad un raggio di sole. La Terra è un piccolissimo palco in una vasta arena cosmica. Pensate ai fiumi di sangue versati da tutti quei generali e imperatori affinché, nella gloria ed il trionfo, potessero diventare i signori momentanei di una frazione di un punto. Pensateallecrudeltàsenza fine impartite dagli abitanti di un angolo di questo pixel agli abitanti scarsamente distinguibili di qualche altro angolo, quanto frequenti i loro malintesi, quanto smaniosi di uccidersi a vicenda, quanto ferventi i loro odii. Le nostre ostentazioni, la nostra immaginaria autostima, l'illusione che abbiamo una qualche posizione privilegiata nell'Universo, sono messe in discussione da questo punto di luce pallida. Il nostro pianeta è un granellino solitario nel grande, avvolgente buio cosmico. Nella nostra oscurità, in tutta questa vastità, non c'è nessuna indicazione che possa giungere aiuto da qualche altra parte per salvarci da noi stessi. La Terra è l'unico mondo conosciuto che possa ospitare la vita. Non c'è nessun altro posto, per lo meno nel futuro prossimo, dove la nostra specie possa migrare. Visitare, sì. Abitare, non ancora. Che vi piaccia o meno, per il momento la Terra è dove ci giochiamo le nostre carte. È stato detto che l'astronomia è un'esperienza di umiltà e che forma il carattere. Non c'è forse migliore dimostrazione della follia delle vanità umane che questa distante immagine del nostro minuscolo mondo. Per me, sottolinea la nostra responsabilità di occuparci più gentilmente l'uno dell'altro, e di preservare e proteggere il pallido punto blu, l'unica casa che abbiamo mai conosciuto.”
    http://www.youtube.com/watch?v=B1RyxDklt8Q
    Fotografia della Sonda Voyager1 a 1990 prima di abbandonare il SS
    “Riflessioni su un granello di polvere: il pallido puntino azzurro” Carl Sagan
  • 9.  http://www.astroseti.org/noticia_3446_nasa__anos_conquista_espacial_18.htm
     http://www.fecyt.es/especiales/misiones_espaciales/12.htm
    • http://www.nasa.gov/home/index.html
    • 10. http://antaresnotizie.blogspot.com/