Your SlideShare is downloading. ×
0
I Capi D’Abbigliamento E Gli Accessori
I Capi D’Abbigliamento E Gli Accessori
I Capi D’Abbigliamento E Gli Accessori
I Capi D’Abbigliamento E Gli Accessori
I Capi D’Abbigliamento E Gli Accessori
I Capi D’Abbigliamento E Gli Accessori
I Capi D’Abbigliamento E Gli Accessori
I Capi D’Abbigliamento E Gli Accessori
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

I Capi D’Abbigliamento E Gli Accessori

813

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
813
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. I CAPI D’ABBIGLIAMENTO E GLI ACCESSORI I TESSUTI E I MATERIALI Presentazioni degli allievi della EOI di Valenza Julia García
  • 2. <ul><li>L’ABBIGLIAMENTO PROTEGGE IL CORPO UMANO NUDO E VULNERABILE DAI PERICOLI DELL’AMBIENTE E RISCHI ALLA SICUREZZA </li></ul>FREDDO, PIOGGIA, SOLE, INSETTI, SOSTANZE TOSSICHE , ARMI E ALTRI
  • 3. FUNZIONI DELL’ABITO PRATICA, ESTETICA (GUSTO DELL’EPOCA E CANONI DELLE DIVERSE COMUNITÀ) E SIMBOLICA (IDENTIFICARE L’APPARTENENZA A DIVERSE COMUNITÀ O LO STATUS SOCIALE , CIVILE O RELIGIOSO)
  • 4. <ul><li>DURANTE TUTTA LA STORIA CI SONO STATI SISTEMI DI LEGGI PER REGOLARE CHI POTEVA INDOSSARE DETERMINATI ABITI. </li></ul>NELLE SOCIETÀ MODERNE NESSUNA LEGGE PROIBISCE ALLE PERSONE DI BASSO CETO INDOSSARE ABITI DI CETO ALTO, MA L’ALTO COSTO IN EFFETTI NE LIMITA L’ACQUISTO E L’ESPOSIZIONE
  • 5. <ul><li>IN MOLTE REGIONI DEL MONDO I COSTUMI NAZIONALI E GLI STILI DELL’ABBIGLIAMENTO RIVELANO L’APPARTENENZA AD UN CERTO VILLAGGIO, CASTA O RELIGIONE. </li></ul>
  • 6. <ul><li>UN ABBIGLIAMENTO PUÒ INOLTRE ESPRIMERE IL DISSENSO DALLE NORME CULTURALI E AL CONFORMISMO. </li></ul>GEORGE SAND
  • 7. VOCABOLARIO DELL’ABBIGLIAMENTO <ul><li>LE DONNE AMISH NUBILI INDOSSANO VELI NERI, QUELLE SPOSATE BIANCHI. </li></ul><ul><li>MOLTE DONNE MUSULMANE SI VESTONO CON COPRICAPI CHE INDICANO IL LORO STATUS DI DONNA RISPETTABILE. </li></ul><ul><li>LE PROSTITUTE DI STRADA IN NAZIONI DOVE LA PROSTITUZIONE È ILLEGALE TENDONO A VESTIRSI SECONDO LA MODA IN MODO ESAGERATO, MOSTRANDO UNA GRANDE SUPERFICIE CORPOREA E CON UN TRUCCO PESANTE. </li></ul><ul><li>UNA DONNA EUROPEA CHE VOGLIA COMUNICARE DISPONIBILITÀ DEBE MOSTRARE DEI SEGNALI CULTURALMENTE ACCETTATI DI INTENZIONE AL “FLIRT” , MA SENZA ESAGERAZIONE CHE POTREBBE FAR PENSARE CHE SI VESTE COME UNA PROSTITUTA. </li></ul>
  • 8. NEGLI ANNI SESSANTA L’ABBIGLIAMENTO ASSUME UNA GRANDE CARICA SIMBOLICA IN RELAZIONE AL FEMMINISMO. LA MINIGONNA ESPRIME LA LIBERTA FEMMINILE DI MOSTRARE E GESTIRE IL PROPRIO CORPO E I JEANS IL DIRITTO DI NON ESSERE DISCRIMINATE DA UNA SOCIETÀ MASCHILISTA.

×