I Capi D’Abbigliamento E Gli Accessori
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

I Capi D’Abbigliamento E Gli Accessori

on

  • 1,342 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,342
Views on SlideShare
1,200
Embed Views
142

Actions

Likes
0
Downloads
8
Comments
0

9 Embeds 142

http://nonsololingua.blogspot.com 97
http://nonsololingua.blogspot.com.es 19
http://www.nonsololingua.blogspot.com 17
http://www.nonsololingua.blogspot.com.es 3
http://nonsololingua.blogspot.fr 2
http://nonsololingua.blogspot.com.ar 1
http://nonsololingua.blogspot.mx 1
http://nonsololingua.blogspot.cz 1
http://nonsololingua.blogspot.it 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

I Capi D’Abbigliamento E Gli Accessori Presentation Transcript

  • 1. I CAPI D’ABBIGLIAMENTO E GLI ACCESSORI I TESSUTI E I MATERIALI Presentazioni degli allievi della EOI di Valenza Julia García
  • 2.
    • L’ABBIGLIAMENTO PROTEGGE IL CORPO UMANO NUDO E VULNERABILE DAI PERICOLI DELL’AMBIENTE E RISCHI ALLA SICUREZZA
    FREDDO, PIOGGIA, SOLE, INSETTI, SOSTANZE TOSSICHE , ARMI E ALTRI
  • 3. FUNZIONI DELL’ABITO PRATICA, ESTETICA (GUSTO DELL’EPOCA E CANONI DELLE DIVERSE COMUNITÀ) E SIMBOLICA (IDENTIFICARE L’APPARTENENZA A DIVERSE COMUNITÀ O LO STATUS SOCIALE , CIVILE O RELIGIOSO)
  • 4.
    • DURANTE TUTTA LA STORIA CI SONO STATI SISTEMI DI LEGGI PER REGOLARE CHI POTEVA INDOSSARE DETERMINATI ABITI.
    NELLE SOCIETÀ MODERNE NESSUNA LEGGE PROIBISCE ALLE PERSONE DI BASSO CETO INDOSSARE ABITI DI CETO ALTO, MA L’ALTO COSTO IN EFFETTI NE LIMITA L’ACQUISTO E L’ESPOSIZIONE
  • 5.
    • IN MOLTE REGIONI DEL MONDO I COSTUMI NAZIONALI E GLI STILI DELL’ABBIGLIAMENTO RIVELANO L’APPARTENENZA AD UN CERTO VILLAGGIO, CASTA O RELIGIONE.
  • 6.
    • UN ABBIGLIAMENTO PUÒ INOLTRE ESPRIMERE IL DISSENSO DALLE NORME CULTURALI E AL CONFORMISMO.
    GEORGE SAND
  • 7. VOCABOLARIO DELL’ABBIGLIAMENTO
    • LE DONNE AMISH NUBILI INDOSSANO VELI NERI, QUELLE SPOSATE BIANCHI.
    • MOLTE DONNE MUSULMANE SI VESTONO CON COPRICAPI CHE INDICANO IL LORO STATUS DI DONNA RISPETTABILE.
    • LE PROSTITUTE DI STRADA IN NAZIONI DOVE LA PROSTITUZIONE È ILLEGALE TENDONO A VESTIRSI SECONDO LA MODA IN MODO ESAGERATO, MOSTRANDO UNA GRANDE SUPERFICIE CORPOREA E CON UN TRUCCO PESANTE.
    • UNA DONNA EUROPEA CHE VOGLIA COMUNICARE DISPONIBILITÀ DEBE MOSTRARE DEI SEGNALI CULTURALMENTE ACCETTATI DI INTENZIONE AL “FLIRT” , MA SENZA ESAGERAZIONE CHE POTREBBE FAR PENSARE CHE SI VESTE COME UNA PROSTITUTA.
  • 8. NEGLI ANNI SESSANTA L’ABBIGLIAMENTO ASSUME UNA GRANDE CARICA SIMBOLICA IN RELAZIONE AL FEMMINISMO. LA MINIGONNA ESPRIME LA LIBERTA FEMMINILE DI MOSTRARE E GESTIRE IL PROPRIO CORPO E I JEANS IL DIRITTO DI NON ESSERE DISCRIMINATE DA UNA SOCIETÀ MASCHILISTA.