Andrea Rossi   imprese in rete e reti di imprese per il turismo 2.0 - rev. 2 - 29.11.2010
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Andrea Rossi imprese in rete e reti di imprese per il turismo 2.0 - rev. 2 - 29.11.2010

on

  • 812 views

Oops, mi sono dimenticato di uploadare questa presentazione che ho fatto a fine 2010, però mi sembra ancora molto attuale. Teoria dei sistemi complessi e turismo ;)

Oops, mi sono dimenticato di uploadare questa presentazione che ho fatto a fine 2010, però mi sembra ancora molto attuale. Teoria dei sistemi complessi e turismo ;)

Statistics

Views

Total Views
812
Views on SlideShare
806
Embed Views
6

Actions

Likes
1
Downloads
11
Comments
0

2 Embeds 6

http://www.linkedin.com 4
https://www.linkedin.com 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Andrea Rossi   imprese in rete e reti di imprese per il turismo 2.0 - rev. 2 - 29.11.2010 Andrea Rossi imprese in rete e reti di imprese per il turismo 2.0 - rev. 2 - 29.11.2010 Presentation Transcript

  • Imprese in Rete e Reti diImprese per il Turismo 2.0 29.11.2010 Andrea Rossi – Università IULM andrea.rossi@innovacting.it
  • Premessa 2
  • Complessità /1Il Turismo è uno dei settori più complessi del mondo e, pertanto, occorre prendere spunto dalla Teoria dei Sistemi Complessi 3
  • Complessità /2Complessità del Turismo: Legami Deboli tra gli Operatori del Settore Turismo Dal Prodotto Turistico all’Esperienza Turistica, declinata su segmenti/nicchie specifici 4
  • Esperienza e Segmenti Specifici Accessible tourism, Adventure tourism, Cultural tourism, Heritage tourism, Medical Tourism, Nature tourism, Religious tourism, Rural tourism, Space tourism, Sustainable tourism, Wine tourism, Agritourism, Archaeological tourism, Atomic tourism, Bicycle tours, Boat sharing, Bookstore tourism, Booze cruise, Channel hopping, Christian tourism, CouchSurfing, Culinary tourism, Dark tourism, Day-tripper Dental tourism, Disaster tourism, Drug tourism, Dude ranches, Excursion, Experimental travel, Extreme tourism, Garden tourism, Genealogy tourism, Geotourism, Ghetto tourism, Grand Tour, Halal tourism, Humane travel, LGBT tourism, Literary tourism, Militarism heritage tourism, Music tourism, Nautical tourism, Pop-culture tourism, Poverty tourism, Responsible Tourism, River cruise, Romance tours, Sacred travel, Safari, Scenic route, Self-guided tour, Setjetting, Shark tourism, Sports tourism, Staycation, Tolkien tourism, Tombstone tourist, Villa holiday, Village tourism, Volunteer travel, Walking tour, War tourism, Water tourism, Whale watching, Wildlife tourism“la tecnologia sta trasformando i mercati di massa in milioni di nicchie”*, che oggi è obbligatorio presidiare e soddisfare per mantenere e sviluppare il proprio successo nel mercato.* cit. da Chris Anderson – “The Long Tail” 5
  • Strumenti a supporto: Reti di ImpreseLe Reti di Imprese consentono di gestire la complessità, suddividendola in porzioni omogenee più circoscritte 6
  • Strumenti a supporto: Tecnologie Digitali Le Tecnologie Digitali, in particolare quelle collaborative dell’Enterprise 2.0, consentono uno scambio informativoe di conoscenze molto efficiente ed efficace all’interno dei Sistemi Territoriali 7
  • e-Governance In una Destinazione basata sulle Reti di Imprese e sulle Nuove Tecnologie, la Governance diventa e-Governance 8
  • Di seguito, vedremo più nel dettaglio: Come applicare la Teoria dei Sistemi Complessi al Turismo, per realizzare gli Ecosistemi Turistici Digitali Come utilizzare le Reti di Imprese per il Turismo e la Promozione Turistica Come avvantaggiarsi delle Nuove Tecnologie Digitali Come gestire la Governance dei Sistemi Complessi 9
  • STL ed Ecosistemi Turistici Digitali 10
  • Punti di vistaDal punto di vista del Turista, il viaggio è un’esperienza unica “seamless” (senza soluzione di continuità)Dal punto di vista del mondo degli operatori del turismo, siamo ancora lontani da ciò… Limitata integrazione dell’offerta e della comunicazione 11
  • Ecosistema Turistico DigitaleUn STL deve essere concepito come Ecosistema TuristicoDigitale, per dare il massimo dell’esperienza turistica“seamless”, richiesta dai Turisti 12
  • Complex Adaptive SystemsLa Teoria dei Sistemi Complessi ci fornisce spunti per gestire un settore tra i più complessi nel mondo Fonte immagine: New England Complex Systems Institute - http://www.necsi.edu/ 13
  • Reti di Imprese per il Turismo Turisti Concorrenti Macro-Ambiente DMO/ DMS Fornitori Reti di Imprese, Sistemi di Reti di Imprese ed Ecosistemi Turistici Fonte: Andrea Rossi © 2010Il ruolo della DMO è fondamentale per favorire l’aggregazione degli operatori e per presidiare i processi di interfaccia con l’ambiente esterno 14
  • Reti di Imprese per il Turismoe la Promozione Turistica 15
  • Reti di ImpreseLe Reti di Impresa rappresentano forme di coordinamento di natura contrattuale tra imprese, particolarmente destinate alle PMI che vogliono aumentare la loro massa critica e avere maggiore forza sul mercato senza doversi fondere o unirsi sotto il controllo di un unico soggetto Fonte: www.industria2015.ipi.it interazioni nodo Immagine: Andrea Rossi e innovActing 16
  • Tipi di Reti di Imprese /1 centro di supporto Ad es.: Destination Marketing Org. relazione di business servizio di supporto fornito attore Cento di supporto, interno o esterno(Marketing, ICT, Commerciale, HR, Logistica, Acquisti, R&D, etc) Fonte: Andrea Rossi © 2010 17
  • Tipi di Reti di Imprese /2 network orizzontale Ad es.: Club di singola impresa Prodotto network verticale Integrazione per Temi filiera del valore Esperienziali (ospitalità e servizi) Network orizzontale e network verticale (solitamente di tipo co-produttivo, sovente anche per l’innovazione)Fonte: Andrea Rossi © 2010 18
  • Dai “Centri di Supporto” all’Integrazione di Imprese agli Ecosistemi Turistici Digitali Centro di Integrazione di Integrazione di reti Supporto imprese (ecosistema turistico)Aumento della complessità gestionale e delle resistenze al cambiamentoFonte: Andrea Rossi © 2010 19
  • Integrazione in Grandi Distretti Turistici 20
  • Integrazione in Grandi Eventi 21
  • Integrazione Multisettoriale in un’Esperienza Territoriale 22
  • Lo Stile di Vita è un’Esperienza Intergrata 23
  • Nuove Tecnologie Digitali 24
  • ICT come Abilitatore Indispensabile delle Reti di Imprese Per la vitalità delle Reti di Imprese è necessario un fitto e continuativo scambio informativo e di conoscenze Scambi informativi e di conoscenze interazioni nodoFonte: Andrea Rossi © 2010 25
  • La Gestione delle Informazioni, dei Contenuti e delle Conoscenze nelle Reti di Imprese CONCORRENTI CLIENTI Informazioni, contenuti e conoscenze DMO/ DMS Informazioni, contenuti e conoscenze MACRO-AMBIENTE PARTNER, FORNITORI E RISORSE ESTERNE Fonte: Andrea Rossi e innovActing © 2010Una grande opportunità/sfida delle Reti di Imprese è la gestione delle informazioni e delle conoscenze interne ed esterne 26
  • Dal Web 2.0… /1 RSSVideo Documenti Foto Fonti immagini: 4.bp.blogspot.com, www.bing.com , www.vctechnetwork.com, www.robbyslaughter.com, innovablog.com, www.masternewmedia.org, www.milestoneinternet.com, www.creativenonfiction.org, www.subdreamer.com, 27
  • Dal Web 2.0… /2 Social Network Social Network Professionali 28
  • Dal Web 2.0… /3Fonte immagine: blog.clickhere.com e nielsen e blogmeter 29
  • Dal Web 2.0 all’Enterprise 2.0 Social Bookmarking RSS Documenti Gli strumenti del Web 2.0 possono/devono essere applicati per condividere conoscenze nelle Reti di Imprese Video Foto Social Network Social Network Professionali Enterprise 2.0Fonti immagini: 4.bp.blogspot.com, www.bing.com , www.vctechnetwork.com, www.robbyslaughter.com, innovablog.com, www.masternewmedia.org,www.milestoneinternet.com, www.creativenonfiction.org, www.subdreamer.com, 30
  • Reti di Imprese per la Promozione Reti Tematiche Esperienziali Turisti DMO/ DMS 2.0 • info e contenuti sulla • know-how sul social media destinazione marketing • innovazione di • formazione prodotto/servizio turistico • coaching • generazione di prodotti • informazioni di intelligence integrati su Turisti, concorrenti, • sviluppo di temi macro-ambiente esperienziali Fonte: Andrea Rossi © 2010Per la promozione, la DMO diventa collettore di contenuti edesperienze generati dagli operatori e trasferisce know-how e intelligence all’interno delle Reti di Imprese 31
  • Innovazione 32
  • Crowdsourcing Crowdsourcing = Crowd (gente comune) + Outsourcing (esternalizzare una parte delle proprie attività)Fonte immagine: markholmgren.files.wordpress.com 33
  • Crowdsourcing: BootBFonte: www.bootb.com 34
  • Crowdsourcing: ZooppaFonte: www.feeldude.com 35
  • Open innovation L’Open Innovation è luso intenzionale dei flussi di conoscenze, in entrata e in uscita all’azienda, allo scopo sia di accelerare linnovazione interna, sia di espandere i mercati per uso esterno di innovazione. Henry Chesbrough, “Open Innovation: Researching a New Paradigm” - 2006 - Oxford University PressFonte: www.flickr.com/photos/lumaxart/2137737248/ 36
  • Open Innovation: InnoCentiveFonte: www.innocentive.com/ 37
  • Open Innovation: Procter & GambleFonte: www.pgconnectdevelop.com, www.pg.com/it_IT/prodotti/index.shtml 38
  • Open Innovation: KraftFonte: www.kraftfoods.com/innovatewithkraft 39
  • Open Innovation: BMWFonte: www.pioneering-innovation.de/via/bin/index.html 40
  • Gestione del Cambiamento e Governance 41
  • La Gestione del Cambiamento CulturaleLe resistenze all’aggregazione e al cambiamento devono essere gestite con grande attenzione e metodo • Piano delle dinamiche di cambiamento • Piano di marketing Diffusione della Piano del consapevolezza interno cambiamento Motivazione della partecipazione Analisi dei target interni Gestione del cambiamento Riduzione dei Analisi dei bisogni/ conflitti contesto/ cultura/ dimensioni psico- sociali/ resistenze/ paure/ minacce/ Azioni di opportunità risposta Gestione delle variabili soft Raccolta dei feed-back Committment degli Attori della Rete di Imprese Fonte: Andrea Rossi e innovActing © 2009-2010 42
  • Governance negli Ecosistemi Turistici Digitali LivelloTerroriale Obiettivi e(ecosistema) Innovazione di Operations di KM di strategie di Ecosistema Ecosistema Ecosistema Ecosistema Obiettivi e Innovazione Operations KM delleReti di strategie delle nelle Reti di delle Reti di RetiImprese Reti di Imprese Imprese Imprese di Imprese Obiettivi e Innovazione Operations del KM del strategie delSingolo del singolo singolo singolo singolooperatore operatore operatore operatore operatore Knowledge Ambito Strategia Innovazione Operations Management Fonte: Andrea Rossi © 2010 e Sviluppo e Metriche Governance multi-livello e multi-ambito 43
  • e-Governance La Governance multi-livello e multi-ambito, deve, per essere efficiente ed efficace, utilizzare le tecnologie digitali, in affiancamento ai meccanismi tradizionali e-GovernanceFonte: Andrea Rossi © 2010 44
  • Conclusioni /1Un STL deve essere concepito come Ecosistema TuristicoDigitale, per dare il massimo dell’esperienza turistica“seamless”, richiesta dai TuristiPer realizzare un Ecosistema Turistico Digitale, gestendo lasua complessità intrinseca, occorre avvalersi:● delle Reti di Impresa, viste come strumento di “snodo” tra DMO, operatori e temi esperienziali● delle Tecnologie Digitali, specialmente quelle dell’Enterprise 2.0, aggregate nel DMS ed erogate come Software-as-a-ServiceIl modello di Governance, diventa allora un Sistema die-Governance, distribuito tra la DMO e le Reti di Imprese, ingrado di gestire puntualmente le decisioni e fornire unostimolo pro-attivo e continuo alle strategie di territorio 45
  • Conclusioni /2 Per realizzare un Ecosistema Turistico Digitale, occorrono nuove competenze per la gestione della complessità, tra cui: Leadership Reti di Imprese Project Management Progettazione Esperienziale Change Management Segmentazione Strategica Organizzazione della Project Risk Management Complessità e della Governance Innovazione e Creatività Gestione della Conoscenza Strategie e Tecnologie per Metriche per la misura dei l’Enterprise 2.0 risultatiQueste competenze devono essere sviluppate gradualmente, su progetti pilota, definiti in ottica strategica, per diffondere nelSistema Territoriale la cultura della collaborazione e le capacità realizzative degli Ecosistemi Turistici Digitali 46
  • Grazie per l’attenzioneImprese in Rete e Reti di Imprese per il Turismo 2.0 Andrea Rossi – Università IULM andrea.rossi@innovacting.it